Tromba d’aria a Gallarate, tetto si stacca e finisce sulle auto. Allagamenti e danni a Chiavenna e nel Lecchese


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/07/25/news/maltempo_tromba_d_aria_gallarate_danni_lombardia_sondrio_varese-311698048/

METEO – MEGA SUPERCELLA DISTRUGGE TUTTO A GALLARATE 

Violenti acquazzoni in diverse zone della Lombardia, nel Varesotto evacuato uno stabile. Allerta arancione su Milano

Una tromba d’aria ha investito questa mattina, intorno alle 10,30, il rione Caiello di Gallarate (nel Varesotto): la violenta perturbazione ha sollevato parte del tetto di una palazzina in via Ortella, facendolo precipitare sulle auto parcheggiate in zona e nel cortile dei palazzi adiacenti. Fortunatamente non c’è stato alcun ferito e i Vigili del fuoco sono intervenuti con un’autopompa e un’autoscala per rimuovere la copertura pericolante e mettere in sicurezza l’area.

L’ondata di maltempo si è scatenata mentre la città stava festeggiando San Cristoforo, il patrono di Gallarate. Secondo i dati raccolti dalla stazione del Centro meteo lombardo collocata a Caiello, alle 10.45 le raffiche di vento hanno raggiunto i 58 chilometri orari all’altezza di due metri, il che significa che in quota la velocità era nettamente superiore.

Abbiamo avuto circa un’ora di pioggia e grandine diffusa su gran parte della città, ma i danni si sono concentrati prevalentemente a Caiello – spiega il sindaco Andrea Cassani, che si è recato in via Ortella per valutare personalmente gli effetti della tromba d’aria – La cosa più importante è che non ci sia nessun ferito. All’ultimo piano della palazzina da cui si è staccato il tetto ci sono due appartamenti: uno è sfitto, mentre nell’altro vive una famiglia di quattro persone, che trascorrerà alcune notti in hotel mentre verranno effettuati gli interventi necessari, a cominciare dall’installazione di una guaina protettiva che impedisca all’acqua di penetrare nell’abitazione“. “Sono anche cadute delle piante in prossimità dell’asilo del quartiere Azalee e il vento ha sradicato le coperture laterali delle tribune dello stadio – continua il sindaco – Anche lì comunque non si è registrato nessun danno alle persone“.

Rispettando le previsioni, il maltempo sta colpendo anche altre zone della Lombardia: un violento acquazzone si è abbattuto nel tratto italiano della Val Bregaglia (che collega il cantone svizzero dei Grigioni con l’Italia), causando l’interruzione della strada statale 37 del passo Maloja, in territorio comunale di Chiavenna (in provincia di Sondrio), a poca distanza dall’abitato di Prosto. Sul posto stanno operando da mezzogiorno varie squadre di imprese incaricate dall’Anas con quelle dei Vigili del fuoco del distaccamento di Mese e sono presenti anche i carabinieri. Non si registrano vittime, anche se due auto in transito verso il confine con la Svizzera sarebbero state investite in parte dalle colate di detriti fuoriusciti dal torrente Perandone, esondato all’altezza di un’azienda chiusa.

Pioggia, vento e grandine si sono abbattuti anche sul Lecchese all’ora di pranzo, con decine di chiamate ai vigili del fuoco di Lecco e Merate (Lecco) per allagamenti, con auto in difficoltà e alcune strade della Brianza, in particolare a Garbagnate Monastero (Lecco) e Nibionno (Lecco), trasformate in torrenti. La grandine ha devastato le coltivazioni in Brianza. Il maltempo ha interessato anche la Valsassina e l’Alto Lario: a causa del distacco di materiale roccioso, è stato chiuso dal sindaco di Dervio (Lecco), per motivi di sicurezza, il sentiero tra Dervio e Pianezzo. Sono stati effettuati anche sopralluoghi sulla strada provinciale che unisce Bellano (Lecco) e la Valsassina per il rischio idrogeologico.

L’ondata di maltempo si è abbattuta anche sulla Bergamasca, dove una violenta grandinata ha interessato le valli Seriana, Brembana e Imagna, dove la grandine ha ricoperto le strade e rovinato gli orti. I vigili del fuoco sono stati impegnati in una trentina di interventi in tutta la provincia, concentrati specialmente nelle valli, per alberi abbattuti, massi sulle strade, allagamenti: non si segnalano invece danni ad abitazioni o persone ferite. A San Pellegrino l’ex statale si è allagata proprio davanti alla sede dell’omonima azienda di acque minerali.

Per la giornata di oggi, domenica 25 luglio, permangono condizioni meteo di marcata instabilità sulla Lombardia, che proseguiranno anche nelle giornate di domani e di martedì. In particolare, sul nodo idraulico di Milano il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia ha emanato per questo pomeriggio un’allerta gialla (criticità ordinaria) per rischio idraulico e idrogeologico, e un’allerta arancione (criticità moderata) per rischio di forti temporali. Il Comune di Milano è pronto ad attivare i monitoraggi della situazione per verificare la necessità d’interventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...