Archivi del giorno: 4 dicembre 2020

Caso Suarez, sospesi i vertici dell’Università per stranieri di Perugia


Caso Suarez, sospesi i vertici dell’Università per stranieri di Perugia. I pm: “La Juventus si è attivata per accelerare la pratica di esame”

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/12/04/news/caso_suarez_sospesi_i_vertici_dell_universita_per_stranieri_di_perugia_i_pm_la_juventus_si_e_attivata_per_accelerare_la_-276978725/?ref=RHTP-BH-I274300569-P1-S1-T1

 

Indagati manager Juve, emessi quattro avvisi di garanzia. I giudici scrivono che rettore, direttore e professori “consideravano l’istituzione di cui fanno parte e che rappresentano alla stregua di una res privata gestibile a proprio piacimento”.

PERUGIA  – Sospesi i vertici dell’Università per stranieri di Perugia, dove il calciatore uruguaiano Luis Alberto Suarez a settembre ha tenuto l’esame “farsa” di italiano, necessario per prendere il passaporto comunitario ed – eventualmente – passare alla Juventus. Ne dà comunicazione con una nota la procura perugina, diretta da Raffaele Cantone.

Gli accertamenti investigativi hanno consentito – sostengono i pm – di comprendere come, nei primi giorni del mese di settembre del 2020, la dirigenza del club torinese si fosse attivata, anche ai massimi livelli istituzionali, per ‘accelerarè il riconoscimento della cittadinanza italiana nei confronti di Suarez, facendo, quindi, ipotizzare nuove ipotesi di reato a carico di soggetti diversi dagli appartenenti all’università, tuttora in corso di approfondimento“.

I militari del nucleo di polizia economico – finanziaria della Guardia di Finanza di Perugia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare interdittiva della sospensione, per otto mesi, dall’esercizio del pubblico ufficio per la rettrice Giuliana Grego, il direttore generale Simone Olivieri, la professoressa Stefania Spina (che ha preparato Suarez all’esame) e il componente della commissione “Celi Immigrati” Lorenzo Rocca, per i reati di rivelazione del segreto d’ufficio finalizzata all’indebito profitto patrimoniale e plurime falsità ideologiche in atti pubblici.  continua a leggere

Le nuove regole anti-Covid per affrontare il periodo natalizio


https://www.repubblica.it/politica/2020/12/03/news/coronavirus_dpcm_natale_2020_dai_ristoranti_allo_shopping_ai_viaggi_scopri_cosa_puoi_fare_e_cosa_no_durante_le_feste-276846987/?ref=RHTP-BH-I274746038-P1-S7-T1

A Natale saranno possibili misure restrittive non legate ai colori. Con i Dpcm, nel periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio, si potranno adottare misure restrittive per tutto il territorio nazionale indipendentemente dalle fasce di rischio caratterizzate dai diversi colori. Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio

 

  • Assolutamente vietato
  • Consentito, ma con raccomandazioni
  • Consentito

SHOPPING

Fino all’Epifania negozi aperti fino alle 21. Centri commerciali chiusi nei weekend

MESSE

Le funzioni religiose della notte del 24 dicembre saranno anticipate alle 20.00

SPORT

Fino al 15 gennaio si potranno disputare solo incontri e gare di “alto livello”

ANZIANI

Si possono raggiungere per assistenza e necessità

CIBO DA ASPORTO

Resta la consegna a domicilio e asporto fino alle 22



  • Assolutamente vietato
  • Consentito, ma con raccomandazioni
  • Consentito

SECONDE CASE

Si può raggiungere la seconda casa solo se si trova nella stessa Regione

VIAGGI

Dopo un viaggio all’estero, dove previsto, permane la quarantena di 14 giorni

PRANZO E CENA DI NATALE

Si raccomanda di festeggiare solo con familiari conviventi

SCUOLA

Dal 7 gennaio superiori in presenza al 75%

RISTORANTI

Sempre aperti a pranzo, ma al tavolo non più di quattro persone


  • Assolutamente vietato
  • Consentito, ma con raccomandazioni
  • Consentito
 

ANZIANI

Non si potranno incontrare il 25 il 26 e il 1 gennaio 2021 se residenti in un altro comune

PISTE DA SCI

Si potrà tornare a sciare dal 7 gennaio

CINEMA E TEATRI

Resteranno chiusi per tutte le festività

ALBERGHI

Chiusi i ristoranti degli alberghi a Capodanno: cena solo in camera

CROCIERE

Sospese dal 21 dicembre fino alla Befana

SPOSTAMENTI TRA COMUNI

No a spostamenti tra Comuni a Natale, il 26 e a Capodanno

SPOSTAMENTI TRA REGIONI

Dal 21 dicembre al 6 gennaio divieto di spostarsi tra le regioni

COPRIFUOCO

A Capodanno coprifuoco fino alle 7 del mattino

Rivincita Schwazer, il pm: archiviare le accuse di doping


articolo: https://www.repubblica.it/sport/vari/2020/12/04/news/schwazer_procura_bolzano_archiviazione_vicenda_opaca-276931320/?ref=RHBT-VS-I271383487-P9-S4-T1

La procura di Bolzano sul caso del marciatore squalificato per otto anni: “Vicenda opaca”. Ma non ci sarebbero le prove del complotto

ROMA. Alex Schwazer è stato squalificato per doping ma l’accusa penale per doping va archiviata. All’osso, la questione è la seguente: c’è una provetta di urina che contiene testosterone e sulla base di quell’urina, prelevata a Capodanno del 2016, il campione di marcia ha chiuso la carriera; però ora c’è un magistrato che, dopo quattro anni di indagine, ritiene che l’accusa per doping contro Schwazer sia da archiviare. “Gli elementi raccolti non sono idonei a sostenere l’accusa in giudizio sotto il profilo della materialità del reato e della sussistenza del fatto“. Come si tengono insieme le due cose?

La richiesta di archiviazione del procedimento per frode sportiva aperto nel giugno del 2016, depositata dal procuratore capo di Bolzano Giancarlo Bramante, non chiude affatto il “giallo Schwazer“. Anzi, se può, lo amplifica. Il marciatore altoatesino e il suo allenatore Sandro Donati, infatti, sostengono di essere vittime di un complotto ordito da chi, negli organismi che governano l’atletica italiana e mondiale, non voleva che il ragazzo tornasse a vincere proprio alle Olimpiadi di Rio. E la valutazione del pm, che giudica l’intera vicenda “connotata da elementi di opacità”, va in questa direzione, anche se non in maniera così decisa come speravano. Vediamo perché.

Bramante è convinto che la tracciabilità della provetta “non appare in linea con il necessario anonimato dell’atleta“, avendo scoperto che sulla fiala era riportato il nome del paese di nascita di Schwazer. continua a leggere

per saperne di più: Ricostruiti in un docufilm tutti i misteri……….. | alessandro54

Alex Schwazer: «Il doping? Combatto (con pazienza) un’ingiustizia e sogno le Olimpiadi 2021»

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_dicembre_04/alex-schwazer-il-doping-combatto-un-ingiustizia-sogno-olimpiadi-2021-c2d49fd2-365a-11eb-ab19-bbfa6037f17b.shtml

Il marciatore azzurro e la richiesta di archiviazione della procura di Bolzano dell’accusa di doping: «Vivo con tranquillità grazie ai miei figli. Ora sono un ex atleta, ma i miei tempi non sono male»

Davvero, stavolta, gli sembra di scorgere una luce un po’ più nitida, quasi alla fine del tunnel. Alex Schwazer, 36 anni il 26 dicembre, oro nella marcia ai Giochi di Pechino 2008 e sotto squalifica (8 anni) per doping, si avvicina a un traguardo che forse all’inizio riteneva impossibile.

Dopo la richiesta di archiviazione della Procura di Bolzano, l’atleta altoatesino attende il pronunciamento definitivo, previsto nelle prossime settimane: quello del Gip Walter Pelino. Se il giudice accoglierà la richiesta di non mandarlo a processo per doping, Schwazer tornerà a nuova vita. E da quel momento potrà persino dedicarsi a una seconda battaglia, diretta conseguenza della prima: tentare di scoprire i mandanti e gli esecutori di una macchinazione (provette delle urine manipolate) sempre gridata, messa nero su bianco con la denuncia contro ignoti del 2016, subito dopo la positività al testosterone che gli impedì di partecipare all’Olimpiade di Rio de Janeiro.  continua a leggere