Psg-Basaksehir: giocatori e arbitro inginocchiati a metà campo. Poi i parigini dilagano


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/champions/2020/12/09/news/psg-basaksehir_messaggio_contro_il_razzismo_giocatori_e_arbitro_in_ginocchio_a_meta_campo-277678709/?ref=RHTP-BS-I277552754-P1-S2-T1

Durante l’inno della Champions, I 22 calciatori e la squadra arbitrale (l’olandese Makkelie al posto del rumeno Hategan) si sono tutti inginocchiati nel cerchio del centrocampo con il pugno alzato, diventato gesto simbolo contro ogni discriminazione razziale. Gara terminata 5-1

PARIGI – Giocatori e arbitri in ginocchio contro il razzismo. Al Parco dei Principi di Parigi, prima della ripresa della sfida tra il Psg e il Basaksehir (interrotta martedì al 12° minuto dopo che la squadra turca aveva abbandonato per protesta il campo per le frasi offensive del quarto uomo rumeno Sebastian Coltescu nei confronti di un calciatore nero), i 22 calciatori e la squadra arbitrale si sono inginocchiati e hanno alzato il pugno al cielo durante il tradizionale inno della Champions, gesto diventato simbolo contro ogni forma di discriminazione razziale.

Uefa cambia l’arbitro – Le squadre hanno effettuato il riscaldamento pre-partita con la scritta sulla maglietta “No al razzismo“, messaggio comparso anche sul tabellone e sugli spalti. Poi il tradizionale gesto inaugurato dal quarterback dei San Francisco 49ers, Colin Kaepernick, e diventato negli anni sinonimo di denuncia del razzismo. La Uefa ha provveduto dopo i fatti di ieri a designare un nuovo staff arbitrale: a dirigere la gara è stato l’olandese Danny Makkelie (al posto del rumeno Hategan), con lui i guardalinee Mario Diks e Marcin Boniek e il quarto ufficiale di gara Bartosz Frankowski, mentre alla Var sono stati confermati gli italiani Marco Di Bello e Maurizio Mariani. Il match è ripartito direttamente dal 13′, momento in cui era stata interrotta la partita martedì sera e si è concluso 5-1 per i parigini. Il Psg ha rischiato in avvio di essere beffato per due volte da Gulbrandsen poi ha passeggiato trascinato dal duo Neymar-Mbappé. Il brasiliano ha realizzato una tripletta (splendido il primo gol: tunnel a un avversario e destro a giro sotto l’incrocio dalla parte opposta), il francese una doppietta e un assist.

Coronavirus, in Lombardia


Coronavirus, in Lombardia 1.233 nuovi positivi e 69 decessi. A Milano città 108 casi

articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_dicembre_09/coronavirus-lombardia-1233-nuovi-positivi-69-decessi-milano-citta-108-casi-62e56c2e-3a0f-11eb-bd0f-1c432ae6dd98.shtml?fbclid=IwAR0A1aRl9GIq6-CSCsal0QGUkvjjh0YuY-BeFMO6MRFkua44-nwuo67572c

Il report di mercoledì 9 dicembre fornito dalla Regione. Continuano a diminuire i ricoveri in ospedale ed è record di guariti e dimessi. Il numero dei tamponi effettuati è 14.175 e 1.233 sono i nuovi positivi (8,6%)

In Lombardia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, sono risultate positive al Sars-CoV-19 433.560 persone (+1.233, di cui 86 debolmente positivi; i casi positivi segnalati ieri erano 432.327 e l’aumento sul giorno precedente era stato +1.656), secondo i dati forniti dalla Regione Lombardia. Di queste, complessivamente, sono decedute 23.277 persone (+69, ieri +128). I ricoveri in ospedale sono 5.727 (-460, ieri -175), in terapia intensiva 766 (-1 ieri -14), mentre il totale dei guariti e dimessi è di 320.380 (+23.090). I tamponi sono stati 14.174 contro i 16.276 di ieri; il totale dei tamponi sale a 4.326.540. La percentuale dei positivi in rapporto ai tamponi effettuati è dell’8,6% (ieri era del 10,1%, l’altro ieri del 9,3%).

Qui il bollettino nazionale. Questa è la mappa del contagio in Italia, qui il grafico aggiornato dei casi nel mondo. Qui lo speciale del Corriere in cui infettivologi e esperti spiegano la pandemia.

I dati per provincia

Qui la mappa dei casi divisi per Provincia.
Bergamo 22.532 (+103, ieri +72)
Brescia 35.148 (+265, ieri +110)
Como 29.054 (+22, ieri +255)
Cremona 12.873 (+48, ieri +13)
Lecco 11.403 (+44, ieri +129)
Lodi 9.206 (+12, ieri +3)
Monza e Brianza 43.967 (+106, ieri +179)
Milano 152.163 (+336, ieri +441)
– Milano città 63.462 (+108, ieri +181)
Mantova 12.750 (+29, ieri +3)
Pavia 20.453 (+76, ieri +29)
Sondrio 6.963 (+2, ieri +13)
Varese 44.297 (+150, ieri +263)

“La Lombardia zona gialla da domenica 13 dicembre”


“La Lombardia zona gialla da domenica 13 dicembre”: l’annuncio di Fontana. Ecco cosa cambia

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/12/09/news/lombardia_zona_gialla_scatta_domenica_13_arancione_nuove_norme_regole_coronavirus-277636755/

Il governatore: “Il ministro Speranza mi ha informato che venerdì firmerà l’ordinanza e domenica entrerà in vigore, trend dei contagi e dei ricoveri in calo

Da domenica la Lombardia “sarà ufficialmente zona gialla“. Lo annuncia con un video su Facebook il presidente della Regione Attilio Fontana. “Questa mattina il ministro Speranza mi ha informato che, come per le volte precedenti, venerdì firmerà l’ordinanza, sabato sarà pubblicata e domenica entrerà in vigore“, specifica Fontana.

La spiegazione, dice, è nei numeri dei contagi: “Il trend dei numeri in Lombardia si conferma in diminuzione sia per quanto riguarda la circolazione del virus, sia per i ricoveri nei reparti ordinari che intensivi. Un risultato raggiunto grazie ai comportamenti virtuosi di tutti i lombardi, che ancora una volta ringrazio.Esorto tutti a continuare su questa strada di responsabilità quotidiana che consente di tenere sotto controllo il virus“.

Lombardia diventa zona gialla: ecco cosa cambia per gli spostamenti – Nel passaggio da zona arancione a zona gialla ci sono alcune variazioni, ovvero allentamenti delle misure anti-Covid. Prima di tutto gli spostamenti: ci si potrà spostare sia tra Comuni che verso altre Regioni che sono a loro volta zone gialle, anche passando da zone rosse ma senza fermarsi. Resta però il coprifuoco nazionale dalle 22 alle 5 del mattino.

Lombardia zona gialla, riaprono bar e ristoranti fino alle 18 – La novità riguarda la riapertura non solo per l’asporto di bar e ristoranti, che potranno tornare ad avere clienti – sempre contingentati – dalle 5 del mattino fino alle 18.  Resta consentito il servizio di asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza limiti di orario.

Lombardia zona gialla, quando scatta il dpcm Natale – Le maglie più larghe della zona gialla valgono, però solo fino al 20 dicembre: perché dal 21 dicembre al 6 gennaio entra in vigore il cosiddetto “Dpcm Natale“, che limita nuovamente gli spostamenti anche tra Comuni e tra Regioni.“