E’ morto Andrea Rinaldi: ex delle giovanili dell’Atalanta, aveva 19 anni


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/05/11/news/calcio_in_lutto_morto_andrea_rinaldi_19enne_colpito_da_aneurisma-256305211/

Il centrocampista cresciuto nelle giovanili nerazzurre (ha vinto scudetto e Supercoppa con gli Allievi nel 2016), in questa stagione in forza al Legnano, era stato ricoverato da venerdì in condizioni disperate dopo un malore in casa. I funerali giovedì allo stadio di Cermenate, per dare modo a tutti di partecipare. Sarà ritirata la sua maglia numero 8

VARESE  – Non è riuscito a vincere la partita più importante, quella per la vita, Andrea Rinaldi. Il 19enne centrocampista, cresciuto calcisticamente nell’Atalanta e ceduto due anni fa al Legnano (serie D girone B), è spirato questa mattina all’ospedale di Varese, dov’era stato ricoverato venerdì in condizioni disperate per un aneurisma cerebrale che lo aveva colpito improvvisamente nella sua casa di Cermenate (Como) mentre stava svolgendo attività fisica. Giovedì i funerali allo stadio di Cermenate: uno spazio aperto in cui non ci saranno le limitazioni abitualmente previste dalle restrizioni anti Covid. Il Legnano ha ritirato la sua maglia numero 8.

Cusatis: “Lo avevo sentivo al telefono, stava bene” – “Un ragazzo a cui tutti vogliono bene e che si fa voler bene – il ricordo di Giovanni Cusatis, allenatore del Legnano nell’intervista rilasciata alla Provincia di Como – Ci siamo sentiti qualche giorno fa, come d’abitudine chiamo tutti i ragazzi una volta a settimana, in questo periodo, per sentire come stanno. ‘Mister, mi ha trovato in tempo perché sto andando a fare l’allenamento giù in giardino’, mi ha detto. Telefonate che sono un modo per stare vicino ai ragazzi, in questo momento di difficoltà per tutti. Mi piace sentire come stanno loro mentalmente, se sta bene la famiglia, se nessuno ha problemi di Covid. Abbiamo scherzato e abbiamo avuto una chiacchierata generale, come si fa tra atleta e allenatore. Non mi ha accennato a nessun tipo di problema, era sorridente”. continua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...