Neil Young, 50 anni fa la sua ‘Ohio’ contro Nixon e i “soldatini di piombo”


singer-neil-young-performs-onstage-at-the-25th-anniversary-news-photo-462897678-1541078154

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/05/04/news/neil_young_ohio-255662416/

Il musicista scrisse il brano poco dopo quello che fu definito il massacro della Kent State University, il 4 maggio 1970, quando la Guardia nazionale sparò contro gli studenti che protestavano contro l’invasione della Cambogia: quattro giovani vennero uccisi.

Era il 4 maggio del 1970, era un pomeriggio di sole alla Kent State University dell’Ohio. Era stata organizzata dagli studenti una manifestazione per protestare contro l’annuncio che il presidente Richard Nixon aveva fatto in televisione, quello dell’invasione della Cambogia, che avrebbe portato a un’ulteriore escalation la già impopolare guerra in Vietnam. Le manifestazioni degli studenti andavano avanti già da qualche giorno e il governatore dell’Ohio, James Rhodes, aveva deciso di far intervenire la Guardia nazionale per ristabilire l’ordine. Il 4 maggio diverse centinaia di studenti erano convenuti per partecipare alla protesta e era stato ordinato loro di sciogliere il raduno. Al loro rifiuto i soldati avevano sparato gas lacrimogeni per disperderli e in una carica li avevano inseguiti anche nel prato sottostante l’università, dove gli studenti avevano iniziato a tirare pietre.

hqdefault

In questa foto del 4 maggio 1970, Mary Ann Vecchio grida mentre si inginocchia vicino al corpo dello studente Jeffrey Miller sdraiato a faccia in giù nel campus della Kent State University, Kent, Ohio. I membri della Guardia Nazionale ne hanno uccisi quattro quando hanno sparato contro una folla di manifestanti che protestavano per il bombardamento statunitense sulla Cambogia. (Foto AP / John Filo)

Era passato da poco mezzogiorno quando i soldati si portarono indietro, verso la collina che guardava il prato, e da li iniziarono a sparare, tredici secondi di fuoco, 67 pallottole: quattro studenti vennero uccisi e nove feriti. Due dei ragazzi morti, Sandra Scheuer e William Schroeder, non erano nemmeno parte della manifestazione, stavano rientrando nelle aule quando furono colpiti, gli altri due erano Allison Krause e Jeffrey Miller. Sul corpo di quest’ultimo si inginocchiò la quattordicenne Mary Ann Vecchio, disperata, e in quel momento il fotografo John Filo scattò una fotografia passata alla storia. continua a leggere

Neil Young – Ohio – Live At Massey Hall 1971 –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...