Taiwan: violento terremoto di 6.8 gradi, crollato un ponte, si temono vittime


articolo di Redazione Cronache: https://www.corriere.it/cronache/22_settembre_18/taiwan-violento-terremoto-68-gradi-crollato-ponte-si-temono-vittime-edf4265c-3724-11ed-a171-b4e404142d82.shtml

Il Giappone ha diramato un’allerta tsunami preventiva. La stessa zona interessata sabato da altre scosse meno forti

L’epicentro del terremoto sull’isola di Taiwan – Foto corriere.it

La costa sud-orientale di Taiwan è stata colpita da un violento terremoto di magnitudo 6.8 secondo, le prime stime, a 7 chilometri di profondità presso la città di Taitung. Il Giappone ha diramato un’allerta tsunami preventiva per un’onda dall’altezza massima di 1 metro attesa sulle isole più meridionali. La scossa è stata avvertita alle 14,44 (le 8,44 in Italia), dopo che sabato la stessa zona era stata investita da altri forti scuotimenti. Si temono vittime, ma al momento non se ne ha notizia. Sui social sono apparsi video che mostrano ponti caduti e crolli di palazzi. Tre carrozze di un treno fermo in stazione si sono rovesciate.

Maltempo in Emilia Romagna, nave da crociera con 870 passeggeri rompe gli ormeggi a Ravenna


articolo di Enea Conti: https://corrieredibologna.corriere.it/bologna/cronaca/22_settembre_17/maltempo-emilia-romagna-ravenna-nave-crociera-rompe-ormeggi-92f8959e-3684-11ed-aaed-f82cfad8a3dd.shtml

 I rimorchiatori tentano di riportare la Viking Sea alla banchina foto su corriere.it

La raffiche oltre i 150 chilometri orari hanno allontanato dalla banchina del porto le 48mila tonnellate di stazza della Viking Sea, a bordo anche 200 membri dell’equipaggio. Recuperata dai rimorchiatori dopo quattro ore

Le forti raffiche di vento, nell’ondata di maltempo che ha investito, dopo le Marche, l’Emilia Romagna, hanno raggiunto sulla Riviera romagnola una velocità prossima ai 150 chilometri orari. Una potenza impressionante, a Ravenna la nave da crociera Viking Sea ha rotto gli ormeggi al terminal crociere di Porto Corsini. Il giorno precedente, il 16 settembre, era partita dal porto di Chioggia in anticipo proprio per evitare di trovarsi in mare nelle ore in cui erano previste le condizioni meteo più avverse. Ma neppure in porto è rimasta al sicuro: il vento l’ha sospinta lontano dalla banchina ed è stato necessario procedere a un intervento congiunto e straordinario di Capitaneria e tecnici nautici per metterla in sicurezza. Per rendersi conto di quanto fossero impetuose le raffiche è sufficiente pensare al peso – 48mila tonnellate e alla lunghezza – 227 metri – della nave. Durante le operazioni di recupero da parte di alcuni rimorchiatori – durate circa quattro ore – 870 passeggeri si trovavano a bordo della nave, oltre a 200 membri dell’equipaggio, per un totale di quasi mille persone. Tanta paura ma nessun danno sia all’imbarcazione che alle persone. Intanto, l’autorità marittima ha imposto che la nave resti in porto fino a quando non saranno appurate le dinamiche esatte di quanto accaduto. Ispezioni nel corso delle prossime ore. continua a leggere su https://corrieredibologna.corriere.it

Lorenzo Insigne: la moglie, incinta, perde il bambino. Dramma a Toronto


articolo di Monica Scozzafava: https://www.corriere.it/sport/calcio/22_settembre_17/lorenzo-insigne-toronto-moglie-incinta-ha-perso-bambino-582bba54-3693-11ed-abb6-02eafcf44338.shtml

L’attaccante napoletano non si allena da due settimane. Il club canadese e i compagni di squadra sono vicini alla famiglia. Lui a Dazn: «Mi manca Napoli, non riesco a guardare le gare in tv»

Il nome di Lorenzo Insigne stavolta non c’è sul taccuino del c.t. della nazionale, Roberto Mancini. L’ex attaccante del Napoli, da giugno al Toronto, non figura nella lista dei convocati per la Nations League per motivi personali del giocatore. Da due settimane Insigne, dopo un avvio con 6 goal e 2 assist, non si allena con la squadra canadese e ancora non si sa quando rientrerà. La sua famiglia vive un momento molto delicato: la moglie del calciatore, Genny Darone, ha perso il bambino che portava in grembo da sei mesi. Sulla vicenda c’è il più stretto riserbo, ma inevitabilmente le voci si sono rincorse e diffuse. Sui social ci sono tanti messaggi di solidarietà, la famiglia in qualche caso ha anche risposto ringraziando. Rompendo così la privacy, finora rispettata da tutti. Si tratta del dolore più grande che un genitore possa provare. continua a leggere su corriere.it

Maltempo agg.: Marche


LIVE Maltempo insiste sulle Marche, vento e pioggia si scatenano su Fano : diretta video – Local Team
Marche, ricomincia a piovere: nubifragio su CantianoLocal Team
Torna a piovere in modo a tratti molto intenso nelle zone colpite dall’alluvione. Qui siamo a Cantiano. Le immagini sono state girate alle 11.00.



Allerta arancione in Emilia Romagna: il mare divora le spiagge,……


Allerta arancione in Emilia Romagna: il mare divora le spiagge, chiude Mirabilandia, sospesa la gara «Iron Man» a Cervia

articolo di Enea Conti: Allerta arancione in Emilia Romagna: il mare divora le spiagge, chiude Mirabilandia, sospesa la gara «Iron Man» a Cervia – CorrierediBologna.it

La spiaggia di Bellaria (Rimini) divorata dalle onde e un albero caduto nel centro di Rimini

Maltempo, dopo il disastro nelle Marche, sabato 17 settembre arrivano i temporali previsti sull’Emilia Romagna: in Riviera venti oltre 100 chilometri orari, a Bologna si ferma il treno monorotaia. Il Comune di Ravenna: evitare spostamenti. Ipotesi neve sull’Appennino

Vento, temporali, burrasche e mareggiate che potrebbero allagare spiagge e stabilimenti balneari. Tutto come era stato previsto. Ieri l’allerta arancione oggi, sabato 17 settembre, il maltempo. Nelle prime ore del mattino venti di bora hanno investito la Regione Emilia Romagna e in particolare il settore costiero e orientale con raffiche – per ora – fino ai 120 chilometri orari. Assieme alle raffiche arrivano anche i temporali con le prime precipitazioni che si stanno abbattendo sempre sulla costa.Nelle città della costa si segnalano alberi caduti mentre il mare sta lentamente invadendo le spiagge, in parte già smantellate arrivando a divellere i pochi ombrelloni rimasti e alcune torrette dei marinai di salvataggio. per maggiori informazzioni continua a leggere su https://corrieredibologna.corriere.it/

Il Comune di Ravenna: evitare gli spostamenti non necessari

Chiuso Mirabilandia, sospeso il triathlon

Fermo il monorotaia tra stazione e aeroporto di Bologna

Venti anche oltre i 100 chilometri orari e ipotesi neve in montagna

Rimini, il vento sradica la torretta di salvataggioaltarimini
Rimini maltempo in spiaggia al Bagno 26Corriere Romagna

Alluvione Marche, il giorno dopo….


LIVE Alluvione nelle Marche, danni ingenti a Cantiano (Pesaro e Urbino): diretta videoLocal Team
Alluvione nelle Marche, sommersa Pianello di Ostra: immagini aeree, auto trascinate viaLocal Team
Cantiano, fango ovunque: “Tuoni e fulmini di continuo”Local Team

Meteo, arriva l’autunno (in anticipo) con forti temporali e temperature giù anche di 15 gradi


articolo: https://www.corriere.it/cronache/22_settembre_15/meteo-arriva-l-autunno-in-anticipo-forti-temporali-temperature-che-scenderanno-anche-15-gradi-878469a6-34ca-11ed-a19f-3ea486a8cbed.shtml

Primo assaggio stagionale per effetto dell’ex uragano Danielle di una perturbazione polare dalla Svezia. Minime di otto gradi al mattino in pianura al Centro-Nord

Calendario alla mano, siamo ancora in estate. Ma da oggi l’evoluzione meteo sull’Italia offrirà un primo assaggio autunnale. Prepariamoci, dicono gli esperti, ad un doppio attacco: da un lato l’ex-uragano Danielle e dall’altro, subito a ruota, una perturbazione polare dalla Svezia. Il primo di questi eventi sta portando maltempo al Centro-Nord con piogge e temporali forti e continuerà a dettare legge per altre 24 ore, soprattutto sul Triveneto e lungo le regioni tirreniche. La perturbazione svedese, invece, si avvertirà nella notte tra venerdì e sabato. Oltre alle piogge, causerà un crollo delle temperature. La somma di queste due perturbazioni avrà come risultato l’arrivo dell’autunno in anticipo. L’abbattimento delle temperature sarà nell’ordine di almeno 10 gradi. Anche di 15 gradi in meno in quelle zone dove resiste ancora il clima nordafricano. continua a leggere su corriere.it

Previsioni: Nel dettaglio:
Venerdì 16.

  • Al nord: temporali su Triveneto e Lombardia, peggiora ulteriormente in serata.
  • Al centro: rovesci soprattutto sugli Appennini.
  • Al sud: molto caldo ed afoso salvo temporali in Campania e Basilicata.

Sabato 17.

  • Al nord: maltempo intenso su Triveneto ed Emilia Romagna con venti di burrasca e piogge intense.
  • Al centro: maltempo con crollo termico, vento e temporali.
  • Al sud: instabile con ulteriore calo termico, vento e temporali sparsi, anche forti in estensione fino alla Sicilia.

Domenica 18. Tempo in miglioramento ma con minime ad una cifra, dunque sotto i 10 gradi in pianura al Centro-Nord. Possibile veloce raid instabile dalle regioni adriatiche verso il Sud nella nuova settimana.

Maltempo:


La piena è arrivata in centro: esondato il Misa sul ponte Degli Angeli. Allagato il corso.

articolo: https://www.viveresenigallia.it/2022/09/16/la-piena-arrivata-in-centro-esondato-il-misa-sul-ponte-degli-angeli-allagato-il-corso-i-video/2100257725/

La piena è arrivata in centro: esondato il Misa sul ponte Degli Angeli. Allagato il corso

Senigallia 15 settembre 2022 –

L’allarme a Senigallia è scattato intorno alle 19.30, quando dall’entroterra iniziavano ad arrivare notizie della piana del Misa (che purtroppo poi è esondato in vari punti) e che inevitabilmente sarebbe arrivata anche a Senigallia.

Subito il Comune ha attivato il COC invitando la cittadinanza a “limitare gli spostamenti non necessari”. I residenti del centro e delle zone limitrofe al fiume sono stati allertati a recarsi ai piani alti.

  • Ore 23.17: L’acqua inizia ad arrivare nel centro abitato: si ordina a tutti i cittadini di non uscire di casa e di andare ai piani alti. Ponte Garibaldi è completamente ostruito.
  • Ore 23.49: la piena del Misa sta passando, portando detriti e provocando allagamenti
  • Ore 24.00: il fiiume è sesondato in centro all’altezza di ponte degli Angeli dell’8 Dicembre
  • Ore 00.30: l’acqua e il fango hanno invaso corso 2 Giugno, i portici, la zona del rione Porto e il porto stesso, e alla zona stadio
  • Ore 01:41 la Protezione Civile della Regione Marche informa che l’onda di piena del fiume Misa ha raggiunto il picco massimo. È attivo il servizio di notizie in tempo reale  tramite  Whatasapp  e  Telegram di Vivere Senigallia.

Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0317900 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viveresenigallia o cliccare su t.me/viveresenigallia.

Esondazione a Senigallia: notte di emergenza – Local Team
Alluvione a Senigallia: esonda il Misa Local Team



Maltempo: bomba d’acqua nelle Marche, si temono dispersi


articolo di Paolo Virtuani : Maltempo: bomba d’acqua nelle Marche, si temono dispersi- Corriere.it

A Cantiano, un paese di circa 2 mila abitanti, le strade sono diventate come torrenti e hanno trascinato via le auto. Il sindaco: restate in casa

Si teme che ci siano dei dispersi a Cantiano, un paese di poco più di 2 mila abitanti, colpito da una bomba d’acqua che ha trasformato le strade in torrenti e trascinato via auto. Non si tratta di persone scomparse, ma che al momento non sono state rintracciate. I telefoni non funzionano e il sindaco Alessandro Piccini ha lanciato un appello via social, invitando i cittadini a restare in casa. In alcune zone l’acqua è arrivata ai primi pani.

Torrenti straripati – Sono straripati diversi corsi d’acqua, tra cui il Burano. «Una bomba d’acqua si sta abbattendo su Cantiano», aveva detto il sindaco dando l’allarme. «Diversi fiumi sono straripati. L’acqua ha invaso le vie centrali del paese. Diverse zone sono già sommerse. La viabilità comunale è interrotta in diversi tratti. Invitiamo la cittadinanza a mantenere la calma ed evitare situazioni di rischio». Sul luogo sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri. Un’altra emergenza è stata segnalata a Pergola, sempre in provincia di Pesaro Urbino, dove una famiglia si è rifugiata all’ultimo piano di una casa e ha chiesto aiuto. continua a leggere su https://www.corriere.it/

Maltempo nelle Marche, a Cantiano (Pesaro e Urbino) strade invase dal fangoBlitzTv
ALLUVIONE a CANTIANO: l’acqua travolge il paese, tutto è sommerso 15/09/2022MeteoReporter24
ALLUVIONE ad OSTRA (AN), la furia dell’acqua trascina via le auto 15 settembre 2022MeteoReporter24
ALLUVIONE a SASSOFERRATO (AN): bomba d’acqua da 300mm, si temono vittime e dispersi 15/09/2022MeteoReporter24

Milano, sciopero Atm e Ferrovienord venerdì 16 settembre: orari di metro, bus, tram, treni


articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/09/14/scioperi-atm-a-milano-possibile-agitazione-fino-alle-15_a120d3a7-1181-48b1-863f-a6314019ed22.html

Venerdì si ferma il trasporto pubblico locale

articolo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/sciopero-mezzi-16-settembre-1.8080412

Otto ore di agitazione per denunciare le aggressioni subite dai lavoratori. Ripercussioni possibili anche per i convogli di Trenord

Milano, 15 settembre 2022 – Venerdì di passione per i pendolari, anche in LombardiaConfermato lo sciopero del 16 settembre: bus, tram, metro e treni saranno a rischio per otto ore. La protesta nasce, secondo gli organizzatori, per chiedere più sicurezza per i dipendenti dei trasporti pubblici.  Per il sindaco di Milano Giuseppe Sala l’agitazione “si poteva evitare“. L’astensione dal lavoro è stata concordata a livello nazionale e sottoscritta da tutte le principali sigle sindacali (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal, Ugl e Orsa).

La protesta – La ragione della protesta è presto detta: i sindacati denunciano la mancata adozione di misure e provvedimenti capaci di contrastare e scoraggiare le aggressioni ad agenti di stazione delle metropolitane, conducenti di autobus e tram, controllori e capitreno dei convogli regionaliL’elenco degli episodi è lungo e unisce da Nord a Sud tutto il Paese. Limitandosi a Milano, il 9 settembre scorso al mezzanino di Affori M3 un passeggero ha dapprima saltato i tornelli e poi ha colpito con una testata l’agente di stazione che lo aveva richiamato e invitato a fare il biglietto. Il 26 agosto, alla stazione di Loreto M1, una agente di stazione, una donna questa volta, è stata presa a pugni e minacciata di morte da un passeggero che, di nuovo, aveva superato i tornelli senza avere alcun titolo di viaggio. Non è finita: il 26 giugno nel mezzanino di San Donato M3 un altro agente di stazione è stato malmenato da quattro giovani mentre procedeva alla chiusura degli ingressi della stazione. Infine, a chiudere la serie dell’estate, il 22 giugno, alla stazione ferroviaria di Belgioioso (provincia di Pavia), un capotreno di Trenord è stato aggredito a colpi di catena da quattro persone. Da qui lo sciopero indetto per domani. E il commento del sindaco.

Atm – “A Milano, l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio delle linee di superficie e metropolitane sarà possibile solo dalle 8.45 alle 15“, ha comunicato Atm con una nota.  “L’azione – si legge ancora – è stata proclamata ai sensi dell’art. 2 comma 7 della legge 146/90 e ss.mm., che prevede che le disposizioni in tema di preavviso minimo non si applichino in casi di astensione dal lavoro di protesta per gravi eventi lesivi dell’incolumità e della sicurezza dei lavoratori“.

Trenord – A comunicare gli orari dei treni Trenord, ci ha pensato la stessa azienda con una nota. “Dalle 9.01 alle 16.59 – hanno scritto – è previsto uno sciopero, che non interessa le fasce orarie di garanzia, al quale potrebbe aderire esclusivamente il personale del gestore dell’infrastruttura Ferrovienord Spa. L’agitazione sindacale potrebbe, in quel caso, generare ripercussioni sul servizio offerto da Trenord“.

Nel dettaglio saranno interessati i treni circolanti su rete Ferrovienord:

  • S2/S4 Milano Cadorna – Mariano/Camnago
  • S3 Milano Cadorna – Saronno
  • Milano Cadorna – Asso
  • Milano Cadorna – Como Lago
  • Milano Cadorna – Novara Nord
  • Milano Cadorna – Varese/Laveno
  • Brescia/Iseo – Edolo

Coinvolti anche i collegamenti aeroportuali:

  • Milano Cadorna/Milano Centrale/Milano P.ta GaribaldiMalpensa Aeroporto
  • S50 Malpensa AeroportoBellinzona

Saranno invece possibili delle ripercussioni nei tratti a gestione mista, in particolare sulle linee:

  • S1 Saronno – Milano Passante – Lodi
  • S9 Saronno – Seregno – Milano – Albairate
  • S13 Milano Bovisa – Pavia

Non saranno coinvolti i treni circolanti esclusivamente sulla rete ferroviaria Rfi.

Da Trenord precisano inoltre che i treni circolanti esclusivamente sulle linee Ferrovienord, con partenza prevista dalla stazione di origine entro le ore 9 arriveranno fino alla destinazione finale. Per quanto riguarda i treni a gestione mista, in arrivo/partenza da/per la rete di Rfi, vale l’orario di partenza dalle stazioni di Milano Bovisa e Seregno.

Nel caso di cancellazione dei treni, per i soli collegamenti aeroportualisaranno istituiti autobus senza fermate intermedie tra:

  • Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto (da Milano Cadorna partiranno da via Paleocapa 1)
  • Busto Arsizio FS e Malpensa Aeroporto per la linea S50

Funicolare Como-Brunate – Lo sciopero potrebbe avere conseguenze sul servizio della funicolare Como-Brunate dalle 8:30 alle 16:30.

Linee AutoguidovieI bus delle Linee Autoguidovie potrebbero risentire dello sciopero tra le 11 e le 15 e tra le 18 e le 22.

Morte di Marco Pantani, l’Antimafia: «Non escluse infiltrazioni nel Giro d’Italia»


artidolo di Enea Conti: Morte di Marco Pantani, l’Antimafia: «Non escluse infiltrazioni nel Giro d’Italia» – CorrierediBologna.it

Giovanni Endrizzi, senatore della commissione: «Sulla morte verità non soddisfacenti: alcune verifiche non sono state svolte, incongruenze logiche e metodologiche»

Marco Pantani e il senatore Giovanni Endrizzi

«Il dubbio che le mafie possano aver infiltrato il Giro d’Italia rimane un’ipotesi aperta che non abbiamo potuto chiudere e quindi tantomeno escludere». Le parole sono del senatore Giovanni Endrizzi, della Commissione Antimafia. Il Giro d’Italia che chiama in causa è quello del 1999, che passò alla storia per le vicende legate a Marco Pantani: era il 5 giugno quando dopo la tappa di Madonna di Campiglio un’analisi del sangue rivelò un livello alto (al 52% contro il 50% di tolleranza) di ematocrito. Da quel giorno la vita del «Pirata» non fu più la stessa. Endrizzi ha coordinato il comitato preposto alle indagini nell’ambito della Commissione Antimafia sull’esclusione di Pantani dal Giro e sulle cause che portarono al decesso del Pirata, i cui atti saranno trasmessi alla Procura di Rimini, che ha aperto alla fine dello scorso anno il terzo fascicolo sulla morte del campione. «Le verità che ci sono state consegnate – ha spiegato Endrizzi ai margini di una conferenza stampa – non sono soddisfacenti né per quanto riguarda la squalifica al Giro d’Italia né per quanto riguarda le vicende che hanno portato alla morte» del ciclista Marco Pantani. continua a leggere

Notte di terrore e fiamme a Cagliari: a fuoco una palazzina di sei piani


Incendio in studio medico a Cagliari, due piani a fuoco

articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/09/15/incendio-in-studio-medico-a-cagliari-due-piani-a-fuoco_9247a93c-8963-4cf6-bde6-7ef72fa695b6.html

Coltre nera nel cielo e tanto spavento ma nessun ferito

L’incendio divampato al primo e secondo piano di uno stabile di sei piani fuori terra. – ANSA/US VIGILI DEL FUOCO – NO SALES, EDITORIAL USE ONLY – NPK

E’ stato causato da un corto circuito, probabilmente un problema elettrico di qualche macchinario, il vasto incendio che durante la notte ha devastato lo studio dentistico Falconi, in via Mameli a Cagliari, e danneggiato un’intera palazzina, fortunatamente adibita ad uffici e senza inquilini.

È la conclusione a cui sono arrivati gli specialisti del Nucleo investigativo dei Vigili del fuoco del capoluogo sardo, che hanno effettuato un dettagliato sopralluogo all’interno dei due locali devastati dalle fiamme e danneggiati dal fumo.

I due appartamenti dello studio dentistico, ma anche quello che si trova sopra, sono attualmente inagibili.

Saranno necessari ulteriori sopralluoghi anche da parte di tecnici per capire quanti sono i danni e quali le riparazioni da effettuare affinché si possa ripristinare l’agibilità.

    Notte di terrore e fiamme a Cagliari: a fuoco una palazzina di sei pianiVideoNewsLive

    Milan-Dinamo Zagabria, tensioni prima del match a San Siro: due tifosi croati feriti in una rissa


    articolo di Cesare Giuzzi: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_settembre_14/milan-dinamo-zagabria-tensioni-prima-match-san-siro-due-tifosi-croati-feriti-una-rissa-79f50a96-3445-11ed-84b2-7a0a86c6b31e.shtml

    Il gruppo di supporter della Dinamo sarebbe stato aggredito da una trentina di ultras rossoneri della Curva Sud. Nel pomeriggio un folto gruppo di tifosi ha «invaso» il centro commerciale sotto le Tre Torri: evacuati i clienti

    Alta tensione per il match di Champions League tra Milan e Dinamo Zagabria, in programma alle 18.45. Due tifosi croati sono rimasti feriti, sembra a coltellate, in una rissa avvenuta intorno alle 16 in via Alfonso Capecelatro, nei dintorni dello stadio di San Siro. Il gruppo di supporter della Dinamo sarebbe stato «aggredito» da una trentina di ultras rossoneri della Curva SudI soccorritori del 118 hanno medicato un uomo di 39 anni colpito a un gluteo. Non è in gravi condizioni. continua a leggere

    Champions Leaugue Milan – Dinamo Zagabria: tifosi croati si dirigono verso San SiroLocal Team

    È morta Irene Papas, è stata Penelope della miniserie ‘Odissea’


    Irene Papas pseudonimo di Irene Lelekou  3 settembre1926– Chiliomodi, 14 settembre2022 è stata un’attrice greca.

    articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2022/09/14/news/e_morta_irene_papas_e_stata_penelope_della_miniserie_odissea-365597011/?ref=RHUO

    La celebre attrice greca aveva 96 anni. Indimenticabili i suoi ruoli al cinema in ‘Zorba il Greco’ e in ‘Z – L’orgia del potere

    Addio a Irene Papas, la star greca del cinema conosciuta in tutto il mondo. Aveva 96 anni. Per il cinema è conosciuta dal pubblico internazionale per le sue interpretazioni della combattente della resistenza Maria Pappadimos in I cannoni di Navarone del 1961; della vedova in Zorba il greco del 1964; della moglie del martire politico in Z – L’orgia del potere accanto a Yves Montand del 1968; e di Caterina d’Aragona in Anna dei mille giorni continua a leggere

    Stroppa esonerato. Il Monza per ora affida la guida tecnica della squadra a Palladino


    articolo di TOMMASO BONAN : https://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/ufficiale-stroppa-esonerato-il-monza-per-ora-affida-la-guida-tecnica-della-squadra-a-palladino-1730384

    Raffaele Palladino© foto di Daniele Buffa/Image Sport

    UFFICIALE: Stroppa esonerato. Il Monza per ora affida la guida tecnica della squadra a Palladino

    AC Monza comunica di aver sollevato Giovanni Stroppa dall’incarico di allenatore della Prima Squadra. Il Club ringrazia il tecnico per il percorso compiuto insieme, culminato con la conquista di una storica promozione in Serie A. AC Monza augura a Giovanni Stroppa i migliori successi professionali per il futuro“. Questo il comunicato con cui il club ufficializza l’esonero del tecnico Giovanni Stroppa.

    Contestualmente, sempre il Monza fa sapere di aver affidato la guida tecnica della squadra all’allenatore della Primavera, Raffaele Palladino: “AC Monza comunica che la guida tecnica della Prima Squadra viene affidata a Raffaele Palladino, allenatore della Primavera biancorossa dalla stagione sportiva 2021-2022 e già dal 2019 nell’organico tecnico del Settore Giovanile del Monza“.

    Vendita Milan a RedBird, ricorso d’urgenza. Cosa sta succedendo?


    articolo: Vendita Milan a RedBird, ricorso d’urgenza. Cosa sta succedendo? – Sport – Calcio – ilgiorno.it

    Blue Skye, l’ex socio di minoranza nella gestione Elliott, si appella al Tribunale di Milano per annullare la cessione

    Gerry Cardinale e Paolo Maldini

    Con un ricorso d’urgenza, depositato alla Sezione specializzata in materia di impresa del Tribunale di Milano, la società lussemburghese Blue Skye, ex socio di minoranza nella gestione del Milan, ha chiesto, in sostanza, di bloccare la vendita del club rossonero dal fondo Elliott a RedBird di Gerry Cardinale, il cui closing è stato perfezionato a fine agosto. Blue Skye e la sua controllante Luxembourg Investment Company lamentano di non aver mai “potuto ottenere alcuna informazione su questa vendita, alla quale erano direttamente interessate“. Il ricorso delle società lussemburghesi, che analoghi procedimenti hanno avviato già in Lussemburgo e a New York, sarà discusso domani in un’udienza davanti al giudice Angelo Mambriani. Nella causa civile milanese intentata contro il gruppo Elliott, come si legge nell’atto firmato dagli avvocati Maurizio Traverso, Emanuele Breggia e Federico Cerboni, Blue Skye e la sua controllante, che entrarono nel 2017 in Project Redblack (società costituita per l’operazione di investimento nel Milan), contestano unacondotta fraudolenta ai loro danni nella vendita della società rossonera da Elliott a RedBird. E chiedono nel merito lanullità radicale ed inefficacia di tutti gli atti e prima di tutto dell’accordo del 26 maggio scorso «per l’acquisto delle azioni» tra Elliott e il fondo di Cardinale. In particolare, nel ricorso cautelare in discussione domani (una decisione arriverà nei prossimi giorni) le società lussemburghesi chiedono che il giudice adotti un provvedimento d’urgenza per inibire la «esecuzione» degli accordi sulla cessione del Milan.

    Tutti gli indisponibili della Serie A 2022/23


    Tutti gli indisponibili della Serie A 2022/23: infortunati, squalificati e diffidati delle 20 squadre

    ATALANTA

    Infortunati: 

    • Djimsiti (frattura del perone, rientro previsto inizio dicembre), 
    • Zapata (problema muscolare, rientro previsto inizio ottobre), 
    • Zappacosta (problema muscolare, rientro previsto inizio ottobre)

    Squalificati:

    Diffidati: –

    BOLOGNA

    Infortunati: 

    • Arnautovic (problema al flessore, tempi di recupero da valutare), 
    • Dominguez (contrattura ai flessori, tempi di recupero da valutare), 
    • Sansone (problema muscolare, tempi di recupero da valutare), 
    • Soumaoro (lesione al bicipite femorale, rientro previsto metà ottobre)

    Squalificati:

    Diffidati: –

    CREMONESE

    Infortunati: 

    • Carnesecchi (operazione alla spalla sinistra, rientro previsto inizio ottobre), 
    • Bianchetti (problema fisico, tempi di recupero da valutare), 
    • Ghiglione (problema fisico, tempi di recupero da valutare)

    Squalificati

    Diffidati: –

    EMPOLI

    Infortunati: 

    • Tonelli (lesione del legamento crociato, rientro previsto metà novembre),
    • Cambiaghi (lesione di basso grado dei muscoli flessori della coscia sinistra, tempi di recupero da valutare), 
    • Baldanzi (lesione alla coscia, tempi di recupero da valutare), 
    • Destro (lesione al retto femorale, rientro previsto inizio ottobre).

    Squalificati:

    Diffidati: –

    FIORENTINA

    Infortunati: 

    • Castrovilli (operazione al ginocchio sinistro, rientro previsto febbraio 2023), 
    • Dodò (problema al gemello, tempi di recupero da valutare), 
    • Milenkovic (lesione all’adduttore, rientro previsto fine settembre)

    Squalificati: 

    • Igor – 1 giornata, salta la 7ª

    Diffidati: –

    INTER

    Infortunati: 

    • Dalbert (lesione del legamento crociato anteriore, rientro previsto gennaio), 
    • Lukaku (distrazione dei flessori della coscia sinistra, tempi di recupero da valutare).

    Squalificati: 

    Diffidati: Brozovic

    JUVENTUS

    Infortunati: 

    • Kaio Jorge (lesione del tendine rotuleo del ginocchio destro, rientro previsto inizio ottobre), 
    • Chiesa (lesione del legamento crociato anteriore, rientro previsto ottobre), 
    • Pogba (lesione al menisco laterale destro, rientro previsto novembre), 
    • Szczęsny (trauma alla caviglia destra, tempi di recupero da valutare), 
    • Rabiot (sovraccarico al soleo, tempi di recupero da valutare)
    • Di Maria (lesione di basso grado del muscolo adduttore lungo della coscia sinistra)

    Squalificati: 

    • Milik – 1 giornata, salta la 7ª, 
    • Cuadrado – giornate di squalifica da assegnare.

    Diffidati: –

    LAZIO

    Infortunati: 

    • Lazzari (problema al flessore, tempi di recupero da valutare)

    Squalificati: –

    Diffidati: –

    LECCE

    Infortunati: 

    • Dermaku (Lesione muscolare, tempi di recupero da valutare), Banda (contusione a un ginocchio, tempi di recupero da valutare), 
    • Persson (problema a una caviglia, tempi di recupero da valutare), 
    • Strefezza (lesione di primo grado al soleo, rientro previsto inizio ottobre)

    Squalificati: 

    Diffidati: 

    MILAN

    Infortunati: 

    • Ibrahimovic (operazione al ginocchio sinistro, rientro previsto gennaio 2023), 
    • Krunic (stiramento al retto femorale sinistro, tempi di recupero da valutare), 
    • Florenzi ( operazione al tendine del bicipite femorale, rientro previsto gennaio 2023), 
    • Origi (affaticamento alla coscia sinistra, rientro da definire), 
    • Rebic (problema alla schiena, tempi di recupero da valutare)

    Squalificati: 

    • Leao – 1 giornata, salta la 7ª

    Diffidati: 

    MONZA

    Infortunati: 

    • D’Alessandro (problema all’adduttore, tempi di recupero da valutare), 
    • A. Ranocchia (frattura del perone, rientro previsto inizio dicembre).

    Squalificati: –

    Diffidati: –

    NAPOLI

    Infortunati: 

    • Demme (infrazione del cuboide del piede sinistro, rientro previsto metà settembre), 
    • Osimhen (Lesione di 2° grado del bicipite femorale, rientro previsto fine ottobre)

    Squalificati: 

    Diffidati: 

    ROMA

    Infortunati: 

    • Darboe (lesione al legamento crociato, rientro previsto marzo 2023), 
    • Wijnaldum (frattura della tibia, rientro previsto fine novembre), 
    • El Shaarawy (lesione alla coscia destra, rientro previsto fine setembre), 
    • Kumbulla (lesione al bicipite femorale, rientro previsto fine settembre), 
    • Zalewski (problema flessore, tempi di recupero da stabilire), 
    • Karsdorp (problema al ginocchio, tempi di recupero da valutare)

    Squalificati: 

    Diffidati: –

    SALERNITANA

    Infortunati: 

    • Lovato (trauma distorsivo alla caviglia sinistra, rientro previsto metà ottobre), 
    • Bohinen (lesione parziale del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro, rientro previsto fine settembre), 
    • Radovanovic (lesione al polpaccio, rientro previsto fine settembre), 
    • Ribery (problema al ginocchio, tempi di recupero da valutare).

    Squalificati: 

    • Fazio – giornate di squalifica da assegnare.

    Diffidati: 

    SAMPDORIA

    Infortunati: 

    • De Luca (rottura del menisco, tempi di recupero da valutare), 
    • Colley (problema a un ginocchio, tempi di recupero da valutare), 
    • Trimboli (intervento alla spalla, tempi di recupero da valutare), 
    • Winks (problema fisico, tempi di recupero da valutare)

    Squalificati: 

    Diffidati: 

    SASSUOLO

    Infortunati: 

    • Traoré (frattura al quinto metatarso, rientro previsto metà novembre),
    • Muldur (frattura del malleolo mediale della caviglia destra, rientro previsto nel 2023), 
    • Berardi (ipertensione al flessore destro, rientro inizio ottobre), 
    • Defrel (frattura del metatarso, rientro previsto metà novembre)

    Squalificati: 

    • Ruan Tressoldi – 1 giornata, salta la 7ª

    Diffidati: –

    SPEZIA

    Infortunati: 

    • Amian (lesione della parete addominale, rientro previsto metà ottobre), 
    • Ekdal (affaticamento muscolare, tempi di recupero da valutare) 
    • Maldini (fastidio a un ginocchio, tempi di recupero da valutare),
    • Ferrer (operazione all’anca, rientro previsto inizio ottobre), 
    • Verde (problema muscolare, tempi di recupero da valutare).

    Squalificati: 

    Diffidati: 

    TORINO

    Infortunati: 

    • Miranchuk (lesione tra primo e secondo grado del bicipite femorale della coscia destra, rientro previsto inizio ottobre), 
    • Ricci (distrazione al soleo, rientro previsto inizio ottobre).

    Squalificati: –

    Diffidati: –

    UDINESE

    Infortunati: 

    • Buta (operato per la riduzione di una frattura alla tibia destra, rientro previsto dicembre), 
    • Masina (distorsione al ginocchio, tempi di recupero da valutare), 
    • Bijol (distorsione alla caviglia, rientro previsto fine settembre).

    Squalificati: –

    Diffidati: 

    VERONA

    Infortunati: –

    Squalificati: –

    Diffidati: –

    Buon compleanno all’immenso Dejan


    Deki scusa per il ritardo

    Quando poteva sprigionare il suo destro, non esisteva portiere che fosse al sicuro. Non importava la posizione, non contava la distanza. Era la traiettoria a comandare.
    Buon compleanno all’immenso Dejan 
    #Stankovic!
     🖤💙

    #Inter #ForzaInter #IMInter #Amala #Leggenda #Triplete #HappyBirthday

    11 settembre, ventuno anni fa l’attacco alle Torri Gemelle,………


    11 settembre, ventuno anni fa l’attacco alle Torri Gemelle, processi al palo

    articolo di Di Benedetta Guerrera: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/09/11/11-settembre-ventuno-anni-fa-lattacco-alle-torri-gemelle-processi-al-palo_6dc0ac17-449a-4a28-8281-9b50b26b3fe7.html

    L’attentato del 2001 alle Torri Gemelle. – ANSA

    Anniversario tra le polemiche. Le famiglie delle vittime: New York vieti il torneo di golf saudita

    Gli Stati Uniti si preparano a ricordare gli attentati dell’11 settembre tra le polemiche e il dolore dei familiari delle quasi 3.000 vittime che, neppure dopo 21 anni, riescono a trovare pace.

    Da una parte i processi alle menti degli attentati che continuano ad essere rinviati a Guantanamo, dall’altra i rapporti con l’Arabia Saudita, considerata il Paese culla della maggior parte dei terroristi delle Torri Gemelle, la pagina più buia della storia americana per molti non è stata ancora definitivamente voltata.

    Unico successo che l’amministrazione Usa può rivendicare quest’anno nel giorno in cui si ricordano le gli attacchi, l’uccisione del leader di Al Qaida Ayman al-Zawahri.

    Come ogni anno da quel giorno del settembre 2001 che ha cambiato per sempre la storia dell’Occidente, sono previste una serie di commemorazioni nei luoghi delle stragi. Il presidente Joe Biden depositerà una corona di fiori al Pentagono, dove attorno alle 9.37 dell’11/9 si schiantò un Boeing 757 dell’American Airlines. Nell’impatto morirono tutti i 64 passeggeri dell’aereo, inclusi i terroristi, e 125 persone che si trovavano nel palazzo del dipartimento della Difesa. La First Lady Jill Biden parteciperà invece alla cerimonia a Shanksville, in Pennsylvania, dove un altro aereo sequestrato dai terroristi, il volo 93 della United Airlines, si schiantò fallendo il suo obiettivo, forse addirittura la Casa Bianca, ma provocando la morte di tutte le 44 persone a bordo. Infine la vice presidente Kamala Harris, accompagnata dal marito Doug Emhoff, sarà al memoriale di Ground Zero. continua a leggere su ansa.it

    Cadice-Barcellona, uno spettatore sta male: portiere corre e lancia un defibrillatore sugli spalti


    articolo: https://video.repubblica.it/dossier/elisabetta-regina-inghilterra-video/il-cricket-non-si-ferma-per-la-prima-volta-the-oval-di-londra-canta-god-save-the-king/425401/426355?ref=vd-auto&cnt=1

    Cadice-Barcellona, Ledesma eroe: lancia un defibrillatore per un tifoso colto da un malore – DAZN Italia

    È il minuto 81 di Cadice-Barcellona: Jeremias Ledesma, portiere della squadra di casa, si accorge che uno spettatore sta male. Come mostrano le immagini di Dazn, il calciatore argentino richiama l’attenzione dell’arbitro, poi corre a prendere un defibrillatore e lo lancia sugli spalti. La partita della Liga spagnola è stata interrotta durante i soccorsi ed è ripresa dopo circa quindici minuti, quando l’uomo è stato accompagnato in ospedale. Il presidente del Cadice ha poi annunciato che il tifoso è in condizioni stabili.

    Dzeko dice no alla partita contro la Russia: “Solidale con il popolo ucraino”


    articolo : https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2022/09/10/news/dzeko_no_a_partita_bosnia_russia-365060458/?ref=RHTP-BH-I364394794-P6-S4-T1

    L’attaccante dell’Inter non giocherà l’amichevole decisa dalla federazione della Bosnia il 19 novembre a San Pietroburgo. La stessa posizione aveva assunto Pjanic

    Edin Dzeko – repubblica.it

    No alla partita con la Russia. Edin Dzeko, come  Miralem Pjanic, si è detto contrario a giocare l’amichevole prevista dalla sua nazionale, la Bosnia-Erzegovina, il 19 novembre a San Pietroburgo, in segno di solidarietà con il popolo ucraino. “Sono contro la disputa dell’incontro finchè ci saranno persone innocenti che soffrono. Sono sempre stato a favore della pace, e intendo solidarizzare con i cittadini ucraini in questo periodo difficile per loro“, ha detto l’attaccante dell’Inter a Sportsport.ba. continua a leggere su repubblica.it

    Inter, Suning tra Goldman, soci di minoranza e Ranadivé


    articolo di Redazione: https://www.calcioefinanza.it/2022/09/10/inter-suning-tra-goldman-sachs-soci-di-minoranza-e-voci-su-ranadive/

    Steven Zhang Inter manager and son of Inter President Zhang Jindong Barcelona 24-10-2018 Camp Nou Champions League 2018/2019 Group B Barcelona Vs Fc Internazionale Foto Daniele Buffa / Image Sport / Insidefoto

    Tornano a riemergere con insistenza le indiscrezioni sul fronte societario in casa Inter. Nelle scorse settimane Il Sole 24 Ore aveva anticipato che Goldman Sachs era tornata a far circolare il “teaser” sul club nerazzurro, alla ricerca di nuovi investitori. Un teaser che, come spiega la Gazzetta dello Sport, è stato aggiornato nei giorni scorsi e l’obiettivo principale, come era già stato nel gennaio 2021, è quello di trovare un socio di minoranza, con l’obiettivo di alleggerire l’impegno di Suning soprattutto per quanto riguarda il tema del prestito di Oaktree da oltre 290 milioni con tasso di interesse al 12%.

    Ieri, intanto, Zhang è volato in California per impegni personali non legati all’Inter. Tuttavia, spiega Tuttosport, dalla California rimbalza la voce di un nuovo soggetto interessato ad acquistare il club nerazzurro: si tratta del co-proprietario della squadra di basket Nba dei Sacramento Kings, Vivek Ranadivé, 64enne ingegnere di origine indiana, fondatore di numerose aziende nel settore dell’informatica e già negli scorsi messi inserito tra i possibili componenti della cordata della RedBird di Gerry Cardinale per acquistare il Milan da Elliott.

    La ricerca di un socio di minoranza potrebbe trasformarsi in cessione della maggioranza da parte di Suning in caso di valutazione del club “irrinunciabile”: si parla di 1,2 miliardi di euro, in linea con quella del Milan e con le richieste della famiglia Zhang già presentate nel 2021, quando dopo la due diligence non proseguì la trattativa con BC Partners (che sul piatto aveva messo circa 8/900 milioni).

    Plusvalenze Juve, ancora in corso le indagini della Procura


    articolo di Redazione: https://www.calcioefinanza.it/2022/09/09/plusvalenze-juve-ancora-in-corso-le-indagini-della-procura-di-torino/

    Sono ancora in corso le indagini preliminari della Procura di Torino sul caso delle plusvalenze in casa Juventus. Lo rende noto Exor, la holding degli Agnelli-Elkann che è azionista di maggioranza del club bianconero, nella relazione semestrale al 30 giugno 2022.

    In data 26 novembre 2021 e 1° dicembre 2021 alla Juventus sono stati notificati ordini di perquisizione e sequestro, per il tramite degli Ufficiali della “Guardia di Finanza del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria” di Torino”, si legge nella relazione.

    Nella stessa data la Juventus è stata informata dell’esistenza di un’istruttoria da parte della Procura della Repubblica del Tribunale di Torino, nei confronti della stessa e di alcuni suoi attuali ed ex rappresentanti, avente ad oggetto la voce “Proventi da diritti pluriennali alle prestazioni calciatori” iscritta al bilancio al 30 giugno 2019, 2020 e 2021 per i reati di cui all’articolo 2622 del codice civile (False comunicazioni sociali di società quotate) e all’art. 8 del Decreto Legislativo n. 74/2000 (Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti) e, per quanto concerne la Società, per il reato previsto dagli articoli 5 (Responsabilità della persona giuridica) e 25-ter (Reati societari) del D.lgs. Decreto n. 231/2001″.

    L’istruttoria avviata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino è in corso e ad oggi nessun avviso di conclusione delle indagini preliminari ex art. 415-bis del decreto del Presidente della Repubblica 22 settembre 1988, n. 447 (il “Codice di procedura penale”, o il “Codice di procedura penale”) è stato notificato. Juventus sta collaborando con gli inquirenti e confida di chiarire ogni aspetto di loro interesse, ritenendo di aver operato nel rispetto delle leggi e dei regolamenti che disciplinano la redazione dei documenti contabili, secondo i principi contabili e in linea con l’industria calcistica internazionale prassi e condizioni di mercato”, conclude Exor.

    Covid, il nuovo vaccino in Lombardia da lunedì 12 settembre: ecco a chi sarà riservato


    articolo di Sara Bettoni: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_settembre_10/covid-nuovo-vaccino-lombardia-lunedi-12-settembre-ecco-chi-sara-riservato-86e2d1ca-3076-11ed-bd18-991535f30fec.shtml

    Il vaccino bivalente di Pfizer sarà distribuito per primo, poi quello di Moderna. I farmaci aggiornati saranno utilizzati per le quarte dosi a over 60, fragili, operatori sanitari e donne incinte e per le terze agli over 12

    Il nuovo vaccino anti-Covid sarà disponibile anche in Lombardia a partire da lunedì 12 settembre. Si tratta di farmaci bivalenti, che contengono cioè il ceppo originario del virus pandemico (quello di Wuhan, comparso nel 2019-20) e la variante Omicron BA.1, in circolazione da novembre 2021. Per questo sono considerati più efficaci nel prevenire le forme gravi di malattia.

    Nei centri vaccinali lombardi da lunedì sarà distribuito il preparato di Pfizer, mentre nei giorni successivi sarà consegnato anche quello di Moderna. È previsto l’arrivo di circa 3 milioni di dosi nel mese di settembre, sul totale di 19 milioni in Italia. In una circolare inviata ieri agli ospedali e alle Ats il Pirellone specifica a quali categorie di cittadini è raccomandata la somministrazione dei vaccini «aggiornati», sulla base delle indicazioni del ministero della Salute. I nuovi farmaci saranno utilizzati solo per le iniezioni di richiamo. Saranno quindi impiegati per la quarta dose agli over 60, ai fragili, agli operatori sanitari, ai lavoratori e agli ospiti delle residenze sanitarie per anziani, alle donne in gravidanza. Inoltre verranno iniettati come terza dose a tutti gli over 12. La somministrazione va programmata ad almeno 120 giorni dall’ultima o da un precedente tampone positivo. I pazienti non potranno scegliere il farmaco: sarà proposto automaticamente ai soggetti per cui è indicato. continua a leggere su corriere.it

    Lione, prepartita nel caos: tifosi in campo


    articolo: Lione, prepartita nel caos: tifosi in campo | Sky Sport

    Prima del match contro il Besiktas, andata dei quarti di finale di Europa League, i tifosi francesi sono scesi sul terreno di gioco dopo il lancio di petardi da parte dei supporters turchi. Anche il presidente Jean-Michel Aulas in campo a tranquillizzare il suo pubblico. Gara cominciata con circa 45 minuti di ritardo. Già nel pomeriggio c’erano stati incidenti in città. continua a leggere su https://sport.sky.it/

    L’annuncio ufficiale di Santon a TMW: “Il mio corpo ha detto basta: sono costretto a smettere”


    articolo di MARCO CONTERIO   @MARCOCONTERIO: https://www.tuttomercatoweb.com/i-fatti-del-giorno/l-annuncio-ufficiale-di-santon-a-tmw-il-mio-corpo-ha-detto-basta-sono-costretto-a-smettere-1728987

    TUTTOmercatoWEB.com
    © foto di Antonello Sammarco/Image Sport

    Riproponiamo la lunga intervista in esclusiva a Tuttomercatoweb.com di Davide Santon, classe ’91, terzino liberatosi in estate dalla Roma, che annuncia il ritiro dal calcio giocato per le molteplici problematiche fisiche che lo hanno colpito nel corso degli anni

    Nella parole di Davide Santon c’è consapevolezza. Amara coscienza del presente, dubbi sul futuro ma i piedi saldi sul suolo, dopo che tutto era crollato. “Sono costretto a smettere di giocare. Non per non aver avuto offerte, non per altro, ma perché il mio corpo, con tanti infortuni avuti in passato, non ce la fa più“. Si racconta in una lunga intervista esclusiva per Tuttomercatoweb.com con la sincera lucidità di un uomo di trentuno anni. “Sono costretto a farlo. Non voglio, ma devo“, mentre la chiacchierata è un centrifugato di ricordi, emozioni, rimpianti, coscienza.

    A trentuno anni dice basta. Consapevolmente. – “Nel primo anno in cui sono stato messo fuori rosa, ho vissuto un controllo dopo l’altro ma non c’è niente da fare: l’unica cosa sarebbe rischiare di avere delle protesi. Ancora riesco a camminare sulle mie gambe ma per fare il giocatore professionista serve altro“.

    Coscienza e lucidità. Anche di quelle che sono le sue fragili ginocchia. – “Ho il ginocchio sinistro dove non mi sono operato che però è andato. Mi impedisce tante cose… E poi c’è il famoso ginocchio destro: mi sono operato tre volte. Cartilagine, tolto tutto il menisco esterno ma appena faccio un minimo sforzo, si gonfia e non si piega più. In automatico tutti i miei infortuni al flessore partono da lì. In Serie A devi spingere, il ginocchio destro non si piega, sforzavo la gamba sinistra e il flessore è… Andato. Ogni minimo sforzo c’è sempre da stirarsi, da star fermi. Giochi una gara, ne stai fuori cinque“.

    E’ una scelta matura, la sua. – “Se devo giocare con la paura, non lo faccio. E gioco da anni con paura, però mi sono adeguato, lavorando, tenendo botta. Però non giochi mai sereno, hai sempre paura: fai il compitino… Ho iniziato a giocare perché mi divertivo e negli ultimi anni era una sofferenza. Ho detto che se devo andare avanti, non è quello che voglio fare. C’erano alcune offerte però...”.

    Ha ricevuto profonde critiche a Roma, da chi non conosceva la sua situazione. – “Mi dicevano ‘stai a rubare i soldi a Roma’. Figuriamoci: col club eravamo a posto sul salutarci, il punto è che non riuscivo a passare le visite mediche altrove“.

    Così ha deciso. Come si sente? – “Ho sofferto i primi mesi. Ho avuto tempo di pensarci, di riflettere. Quando ero fuori rosa a Roma, ho avuto un primo periodo dove ho sofferto: non mi aspettavo questo finale di carriera. Volevo giocare, divertirmi, purtroppo ho avuto tutto subito ed è andato a scalare. Però bisogna accettare: ho pensato tanto, ho la famiglia, due bambine, ora mi dedico a quello e poi vedrò se restare nel calcio o in un altro ambito“.

    Ci ha pensato? – “La vita di un calciatore dura… Quindici anni? C’è chi finisce prima, chi dopo. Il dopo devi pensarlo bene, studiare, capire. Arrivi a un punto in cui ti trovi come vuoto, perché fai quella vita per tanti anni. Ritiri, partite, allenamenti, io sono andato via a 14 anni da casa. Collegio, sacrifici, l’abitudine era stare lontano. Poi una mattina ti svegli e non devi andare più ad allenarti. Ho sofferto i primi tempi ma mi sono abituato e ora inizio a pensare al futuro: non avevo pianificato questo fine carriera, è arrivato tutto all’improvviso”.

    Qual è stato il periodo più bello? – “Il primo periodo all’Inter, quando vincemmo tutto. Ho avuto stop, infortuni, ma è stato bellissimo: ero così giovane e non mi rendevo conto che stavamo scrivendo la storia. Abbiamo perso solo la Supercoppa Europea, è stato il momento più bello. Ero con dei campioni straordinari nello spogliatoio“.

    Ha vissuto una carriera travagliata, importante ma sfortunata e infortunata. – “Eppure ho avuto tante gioie e ho vissuto anche un periodo straordinariamente sereno. A Newcastle: sono andato lì che quasi non volevo ma una volta lì, non volevo più tornare. Poi è arrivata l’offerta dell’Inter e sono tornato ma in Inghilterra sono stato benissimo. L’ambiente che ti circonda, per giocare, è il migliore in assoluto. Ogni volta che vado in Inghilterra, quando riesco, vado allo stadio a vederlo: la Toon Army è fantastica, quando giocavamo c’era una serenità straordinaria. Nessun ritiro, quando giocavamo in casa: il pranzo era facoltativo, il ritrovo allo stadio era alle 13.15 per la partita alle 15.00… Era un ambiente che mi dava serenità ed è stato il periodo dove fisicamente sono stato meglio. Non al 100%, sfortunatamente dal primo infortunio in Under 21 a diciotto anni non sono mai stato al top, ma mi sono adeguato e ho avuto continuità. Tre anni di fila 34-35 presenze ogni anno da titolare, senza infortuni”.

    Ha una lista infinita di grandi tecnici che l’hanno guidata. Se li ricorda quasi tutti?
    “Mourinho, Benitez, Leonardo, Gasperini, Mancini, Conte che mi ha convocato in Nazionale, Pioli, Spalletti, Pardew, De Boer, Fonseca, Di Francesco, Ranieri… Senza scordare quelli dei primi anni al settore giovanile all’Inter, chiaro”

    Anche qui: tecnico dei momenti più belli e quello dei più spensierati? – “Con Mourinho ho vissuto il periodo più glorioso ma non lo metto tra i più sereni: ero giovane, c’era tanta pressione nell’ambiente. Quando devi vincere è giusto che sia così. L’anno della Champions sono stato fuori sei mesi a causa di problemi fisici, non è stato un periodo di grande serenità a differenza di quanto accade con Pardew prima e Carver poi. Ci siamo giocati la Champions all’ultima, il Tottenham ci passò, ma non c’erano grandi pressioni, l’ambiente era straordinario”.

    Ha un rimpianto, Santon? – “Quando mi sono infortunato a diciotto anni in Under 21, mi sono fatto male perché mi hanno fatto un’entrata. Sentii che il ginocchio si era rotto, mi faceva male: a fine primo tempo sono entrato negli spogliatoi, lo sentivo male, il secondo allenatore mi disse ‘abbiamo bisogno di te, tieni botta’ e decisi di non mollare. Giocai tutto il secondo tempo col ginocchio rotto e lo sfondai. Da una fratturina diventò una fratturona. Invece di fermarmi, di ascoltare il corpo, decisi di andare avanti”.

    A quell’età ‘la paghi tutta e a prezzi d’inflazione, quella che chiaman la maturità’ – “A diciotto anni vuoi dimostrare, hai fame, hai voglia. Sentivo tanto male, mi hanno dato un antinfiammatorio e sono andato in campo. Poi però non riuscivo più a camminare…“.

    Ora dovrà farlo in un altro abito. Prima ha detto che ancora non ha le idee chiare. – “Non lo so. Il calcio è diventato un mondo dove non c’è l’amore con cui sono cresciuto. Avevo Moratti come Presidente, era come un papà, dimostrava affetto ai giocatori. Ora è business, ti usano, ti scaricano e ne prendono un altro. Non so se mi appartenga ancora o no… La cosa che mi piacerebbe fare è allenare in un settore giovanile oppure… Ci devo pensare. Ma non so se continuare in questo mondo oppure no, magari anche il commentatore. Devi avere lo stimolo dentro, ti deve partire la scintilla giusta in quello che fai e lì deciderò bene cosa fare, con amore e voglia”.

    Bologna, De Zerbi rifiuta la panchina: lo ha fatto per Mihajlovic


    articolo di Matteo Pinci: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/bologna/2022/09/07/news/bologna_de_zerbi_rifiuta_panchina_per_mihajlovic-364588678/

    Il tecnico ex Sassuolo metteva d’accordo tutti, ma ha detto no: non ha un rapporto con Sinisa, ha fatto una scelta “umana”. E non, come qualcuno ha insinuato, perché tentato da altre squadre

    Bologna, 07 settembre 2022 

    Quando il Bologna ha deciso di esonerare Sinisa MIhajlovic, il primo nome che è circolato a Casteldebole è stato quello di Roberto De Zerbi. Un profilo che metteva d’accordo tutti, l’ad Fenucci e Di Vaio, Sartori e persino il proprietario Saputo. A quel punto è partito il contatto, ma la risposta è stata sorprendente. per tutti: “Vorrei, ma non posso farlo, dopo Sinisa“.

    De Zerbi, no al Bologna per Mihajlovic – Una risposta che ha lasciato stupiti tutti. Tanto da far supporre una presa di posizione per amicizia tra i due allenatori. In realtà, non c’è alcun legame particolare tra De Zerbi e Mihajlovic: i due a malapena si conoscono, non sono amici, non si sono frequentati. Soltanto, l’ex allenatore del Sassuolo ha fatto una scelta “umana“. Ma per lui irrinunciabile. La stessa che, a febbraio, quando è esploso il conflitto in Ucraina dove lui allenava lo Shakhtar, lo ha convinto a dire ai suoi collaboratori: “Io resto qui, non abbandono i miei giocatori“, restando giorni in un hotel a Kiev con guardie armate all’interno e le bombe fuori. continua a leggere su repubblica.it

    Premier League, 7ª giornata rinviata……


    Cancellate in segno di lutto le partite della 7ª giornata. A rischio anche le gare dell’8ª. Ma a fermarsi per scelta della Football Association, di il Principe William è presidente, è tutto il calcio inglese

    articolo di Davide Chinellato: https://www.gazzetta.it/Calcio/Premier-League/09-09-2022/premier-league-settima-giornata-rinviata-morte-regina-elisabetta-450102599449.shtml

    Non si gioca. In segno di rispetto per la morte della Regina Elisabetta, la Premier League ha deciso di cancellare l’intera 7ª giornata, in programma tra domani e lunedì. “Questo è un momento molto triste non solo per la Nazione, ma per milioni di persone in tutto il mondo che hanno ammirato la Regina: ci uniremo a loro nel piangere la sua morte“, ha detto Richard Masters, il direttore esecutivo della Premier.

    CALENDARIO – Il programma della 7ª giornata includeva il match clou tra Manchester City e Tottenham, in programma al Etihad sabato alle 17.30 italiane, prevedeva tre partite per domenica, comprese Arsenal-Everton e Crystal Palace-Manchester United, e si sarebbe dovuto chiudere lunedì col posticipo tra Leeds e Nottingham-Forest. Sono tutte state cancellate in segno di lutto, con la Premier che non ha indicato le date di un possibile recupero, non facili da trovare visto l’intasamento del calendario sia prima che dopo il Mondiale tra novembre e dicembre. A rischio ci sono in realtà anche le gare dell’8ª giornata, quelle che dovrebbero tenersi nel weekend in cui è previsto il funerale di Stato della Regina. continua a leggere sulla gazzetta.it

    Video, morte Regina Elisabetta II: il toccante minuto di silenzio negli stadi

    https://video.gazzetta.it/video-morte-regina-elisabetta-ii-toccante-minuto-silenzio-stadi/e83a66a6-2fc5-11ed-85b3-57df2906e671?vclk=home_generico