Alberto Angela convince con la sua puntata più politica.


Alberto Angela convince con la sua puntata più politica. Sui social: “Stasera Ulisse è da guardare in silenzio”

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/tv-radio/2018/10/13/news/alberto_angela_rastrellamento_1943_social_servizio_pubblico-208894245/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P9-S1.4-T1

Ancora una volta Alberto Angela ha conquistato il pubblico. E stavolta lo ha fatto non raccontando le bellezze dell’Italia ma l’orrore della storia. Una puntata dedicata al 16 ottobre 1943, il rastrellamento nel quartiere ebraico di Roma. Testimonianze – come quelle di Liliana Segre e Sami Modiano – e ricostruzioni storiche per immergere lo spettatore nel mezzo del rastrellamento nel cuore di Roma, sui camion telonati, lungo il binario 21 della stazione di Milano Centrale, e poi ad Auschwitz-Birchenau. Infine a Berlino, allo Jüdisches Museum e al Memoriale dell’Olocausto.

Il 16 ottobre 1943 le truppe tedesche rastrellarono 689 donne, 363 uomini e 207 tra bambini e bambine quasi tutti appartenenti alla comunità ebraica; 1023 persone vennero deportate direttamente nel campo di sterminio di Auschwitz-Birchenau. Solo 16 sopravvissero. continua a leggere

Per vedere la puntata completa premere sul Link : https://www.raiplay.it/video/2018/10/Ulisse-Il-piacere-della-scoperta-Viaggio-senza-ritorno-7f6e873c-761b-47d2-976e-a439f73e3c22.html

Linate chiude per lavori,


Linate chiude per lavori, due milioni di passeggeri dirottati

articolo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/chiusura-linate-voli-1.4235543

Milano, 12 ottobre 2018 – Il piano di investimenti messo a punto da Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Milano, provocherà la momentanea chiusura di Linate, come già annunciato nei mesi scorsi, perché tra gli interventi previsti c’è anche il rifacimento della pista. Un intervento non più rinviabile perché nel 2019, secondo le scadenze stabilite dalle norme, il manto avrà esaurito il suo ciclo vitale. I dettagli, allora.

Risultati immagini per aeroporto linate milano

I lavori dureranno tre mesi: dal 27 luglio al 27 ottobre 2019. La pista misura 2.440 metri e tale resterà perché è semplicemente «inallungabile», da qui l’ormai riconosciuta impossibilità di un ulteriore sviluppo del city airport milanese. In questi tre mesi saranno dirottati altrove i voli di tutte le compagnie presenti a Linate. Tradotto: i voli che riempiono i tabelloni dell’aeroporto milanese nel periodo compreso tra la fine di luglio a la fine di ottobre sono 20mila. Tutti saranno accasati altrove, in via momentanea. L’aeroporto di Malpensa assorbirà il 95% di quei 20mila collegamenti, mentre Orio Al Serio (Bergamo) assorbirà il restante 5%. continua a leggere

Zoom Chiusura-Aeroporto-Linate Travelgood

 

Parma al top per la mobilità sostenibile, seguono Milano e Venezia


articolo: http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/mobilita/2018/10/12/parma-al-top-per-mobilita-sostenibile-poi-milano-e-venezia_b636bf95-1372-442d-8bbe-eb0945757ccf.html

ROMA – Parma si conferma la città più “eco-mobile” d’Italia, sia per la consolidata presenza di un mobility manager di città e di servizi di sharing mobility, ma anche una buona dotazione di servizi di trasporto pubblico e per uno dei parchi circolanti più ricchi di veicoli a basso impatto.

E’ anche una delle prime città italiane ad aver approvato il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. E’ quanto emerge dal dodicesimo Rapporto “Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città”, elaborato da Euromobility con il Patrocinio del ministero dell’Ambiente, che indicano sul podio Milano al secondo posto e Venezia al terzo, mentre Cagliari, al settimo posto, è l’unica città del sud nella “top ten”, dove spicca Brescia al quarto posto, seguita da Padova e Torino. continua a leggere

La UEFA congela…….


La UEFA congela, in via precauzionale, i premi dell’Europa League per il Milan: la motivazione

articolo: https://www.milannews.it/news/mn-la-uefa-congela-in-via-precauzionale-i-premi-dell-europa-league-per-il-milan-la-motivazione-310698

Con le motivazioni complete del TAS che non sono ancora state rese note, la UEFA ha deciso di attuare in via precauzionale alcune misure di temporanea sospensione della liquidazione dei ricavi spettanti ai club in relazione alla partecipazione all’Europa League 2018-19. In virtù di questa situazione, la capogruppo AC Milan SpA, visto il parare anche dei propri consulenti, ha deciso di stanziare nel bilancio al 30 giugno 2018, uno stanziamento prudenziale a copertura del rischio di derivante dall’applicazione di eventuali sanzioni economiche da parte dell’UEFA.

Milan, rosso da record nel bilancio: -126 milioni di euro


Risultati immagini per milan

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2018/10/12/news/milan_rosso_record_bilancio-208804887/?ref=RHPPBT-VS-I0-C6-P24-S4.2-T1

MILANO – Rosso da record per il bilancio Milan 2017-18. Il rendiconto, che dovrà essere approvato nel corso dell’assemblea dei soci convocata per il 25 ottobre, presenta una perdita di 126 milioni del Gruppo Milan che diventa  -135.6 milioni per Ac Milan Spa fuori dal consolidato. E’ un disavanzo che va al di là di ogni aspettativa.

Accantonamenti UEFA – La nuova proprietà di Elliott ha aumentato il passivo di bilancio prevedendo una serie di accantonamenti. Tra questi 17.5 milioni in previsione delle sanzioni Uefa per violazione del fair-play finanziario. Questo scostamento estremamente significativo, infatti, va ad aggiungersi alla deviazione dalla “break-even rule” Uefa relativa al triennio 2014-17, ultimi anni della gestione Berlusconi, e alla mancanza di credibilità nel piano di rientro evidenziato dalla dirigenza guidata da Fassone. In generale il bilancio sembra essere stato redatto in modo da scaricare passività sull’ultimo esercizio in modo da gravare meno sulla prima stagione dell’attuale proprietà. Questo può essere utile anche in ottica Uefa visto che il Milan, come detto da Paolo Scaroni due mesi fa, vorrebbe chiedere un voluntary agreement. continua a leggere

Benzina, gasolio e gas, occhio ai bollini:


Benzina, gasolio e gas, occhio ai bollini: 

auto e distributori “parlano” così

Benzina, gasolio e gas, occhio ai bollini: auto e distributori "parlano" così

Ecco le nuove sigle che troveremo sulle pompe di rifornimento e sui bocchettoni delle auto. Sono in bianco e nero applicate sui colori classici che identificano i carburanti (nero per il gasolio, verde per la benzina).

Sui tappi e sulle pistole di rifornimento nuovi simboli. Forma circolare per la benzina, quadrata per il diesel e a rombo per i combustibili gassosi

Benzina, gasolio e gas, occhio ai bollini: auto e distributori "parlano" così

E’ vero, già adesso il sistema di rifornimento delle auto è a prova di scimmia. Nel senso che bisogna proprio impegnarsi (forma diversa delle pistole, colori, tappi di sicurezza, ecc.) per mettere il gasolio nel serbatoio di un’auto a benzina o vicersa. Ma per essere ancora più sicuri ora si cambia, al distributore arrivano le etichette ‘green’, posizionate sia sugli erogatori che sui tappi dei serbatoi.

Una svolta per chi ha vecchie auto (lì i bocchettoni “bevono” tutto) e per chi arriva dall’estero perché adesso è ancora più difficile sbagliare carburante: su pompe di rifornimento e attacco del serbatoio ci sono bollini di forma circolare per la benzina, quadrata per il diesel e romboidale per i combustibili gassosi. Non solo, ci saranno anche rispettivamente la lettera ‘E’, la ‘B’ (più un eventuale numero ad indicare la loro percentuale ‘ecologica’), e LPG (il Gpl, o altre sigle)

Benzina – Questo complica un po’ le cose perché quel numero – ad esempio per la benzina – indica la percentuale di etanolo contenuta (E5, E10 o E85, quindi 5, 10 o 85% di combustibile ‘verde’). Ma è l’applicazione letterale del regolamento europeo 2014/94, recepito in Italia con un decreto legislativo del 2017.

Comunque in Italia la benzina addizionata con etanolo non esiste, quindi per noi si tratta dell’ennesima (e folle…) complicazione perché l’unica sigla che vedremo sarà la ‘E’. 

Diesel – E veniamo al diesel: su pistole e bocchettoni potremmo leggere B7 o B10, che sono sigle riferite ai contenuti di biodiesel (rispettivi del 7 e del 10%), mentre XTL è invece la sigla del gasolio sintetico non derivante dalla raffinazione del greggio.

I carburanti gassosi verranno indicati con H2 per l’idrogeno (questo non lo leggeremo mai, per ora in Italia c’è un solo distributore) e in CNG per il gas naturale compresso, mentre LPG è il Gpl e LNG il gas naturale liquefatto.

Tutte sigle che non cambieranno ovviamente di una virgola il comportamento degli italiani dal distributore. Basti dire che il biodiesel da noi c’è da 20 anni ma che non lo vuole nessuno: costa di più e questo basta per stroncare la sua distribuzione. Alla faccia dell’attenzione per l’ambiente. continua a leggere l’articolo completo

Scommesse, sospetti su Psg-Stella Rossa:


Scommesse, sospetti su Psg-Stella Rossa: Uefa apre un’indagine

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2018/10/12/news/scommesse_sospetti_su_psg-stella_rossa_uefa_apre_un_indagine-208810724/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P7-S1.4-T1

Parigi – Si tinge di giallo la partita dello scorso 3 ottobre di Champions League tra Psg e Stella Rossa, vinta dai campioni di Francia per 6-1. Sulla gara ci sarebbero stati dei brogli: in particolare un alto dirigente del club serbo avrebbe scommesso l’ingente somma di 5 milioni di euro sulla sconfitta con almeno cinque gol di scarto della formazione del tecnico Milojevic.

Aperta indagine – L’indiscrezione arriva dal quotidiano francese “L’Equipe“. La Uefa vuole vederci chiaro e ha subito aperto un’indagine preliminare sui fatti dopo che la denuncia è arrivata da un informatore ritenuto credibile, ma le cui generalità sono ovviamente ancora top secret. continua a leggere