Archivi del giorno: 3 giugno 2020

Fase 3, la conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte


Fase 3, la conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Gianluigi Paragone, incidente in moto a Roma per l’ex senatore 5S


articolo: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/20_giugno_03/roma-incidente-moto-paragone-ex-senatore-5s-3ce518b4-a5b1-11ea-9dea-fe0c662b4b9d.shtml?fbclid=IwAR1ioI4MIj8s07TMdvQR-v-AWTiqfFUs7PZ1RSTJ3MhFpImKr9hDJwSsDmQ

Il giornalista si è scontrato con un’auto, ma per fortuna senza gravi conseguenze: nella caduta ha riportato ferite a una mano

Cattura-kFtB-U3190742678974trH-656x492@Corriere-Web-Roma

Drammatico incidente stradale per fortuna senza gravi conseguenze per Gianluigi Paragone, giornalista ed ex senatore dei Cinquestelle. Alle 15 di mercoledì è stato coinvolto in uno scontro con un’auto – una Honda Insight- mentre si trovava in sella al suo scooter Peugeot in largo De Bosis, nella zona del Foro Italico. Subito soccorso e trasportato in ambulanza dell’Ares 118 al Policlinico Gemelli, Paragone è entrato in ospedale in codice rosso.

I medici lo hanno sottoposto a una serie di esami per capire l’entità delle lesioni alla mano: gli sono stati applicati alcuni punti di sutura. I vigili urbani indagano per ricostruire la dinamica dell’incidente che ha coinvolto due donne, una delle quali al volante dell’auto, di 77 anni.

 

Crescono le frodi informatiche via telefono, è il momento del Vishing


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2020/05/30/news/crescono_le_frodi_informatiche_via_telefono_e_il_momento_del_vishing-257985681/?ref=RHPPBT-VT-I156087370-C6-P4-S3.2-T1

L’allarme della polizia postale: sempre più denunce da parte di cittadini per addebiti non autorizzati sulle proprie carte di credito. Grazie a questo tipo di raggiro via telefono che permette ai malfattori riescono ad estorcere il codice di sicurezza necessario par appropriarsi del denaro

ROMA – E’ un’escalation sommersa, ma molto pericolosa. L’alert arriva dalla Polizia postale e delle comunicazioni: sono in aumento nell’ultimo periodo le denunce da parte di cittadini per addebiti non autorizzati sulle proprie carte di credito, e questo a causa di raggiri via telefono noti con il termine di “Vishing” (dall’inglese voice-phishing o phishing vocale). 

Le forze dell’ordine ricordano che di regola la vittima di queste frodi “viene contattata telefonicamente da finti operatori bancari o di società emittenti carte di credito. Questi, riferendo di presunte ‘anomalie’ nella gestione della carta di credito o del conto corrente, avvisano la persona che, nel suo stesso interesse, è necessario attivare fantomatiche ‘procedure di sicurezza‘”. I truffatori richiedono quindi alla vittima di leggere a voce alta il “codice di conferma” che, proprio in quel momento, appare via messaggio sul display del telefono. Ma questo codice altro non è che il codice autorizzativo di una transazione che in quel momento i truffatori stanno tentando di effettuare via web ai danni del malcapitato di turno.  continua a leggere

Il calcio invisibile dei Dilettanti:


Il calcio invisibile dei Dilettanti: club al collasso e giocatori ridotti alla fame

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/06/03/news/il_calcio_invisibile_dei_dilettanti_club_al_collasso_e_giocatori_ridotti_alla_fame-258280743/?ref=RHPPTP-BH-I258185357-C12-P7-S2.4-T1

La Serie D non riparte e anche il futuro è incerto tra crisi aziendali, fuga degli sponsor e stipendi azzerati

download

La Serie A sta per ricominciare, la Serie B programma a sua volta la ripartenza, la Serie C discute su play-off e play-out, il calcio femminile spera nella ripresa del massimo campionato. La Serie D, invece, è alle prese con lo stop della stagione, che per molti calciatori dilettanti significa una drammatica situazione economica, visti l’assenza degli ammortizzatori sociali, la crisi di aziende e sponsor impossibilitati a finanziare i club, la coperta cortissima degli stipendi mascherati da rimborsi spese e i settori giovanili della provincia italiana, serbatoio del movimento, di fatto paralizzati.

Dopo l’intervista-denuncia del decano degli allenatori, il paladino degli Invisibili Massimo Morgia, a parlare con Repubblica del dissesto del calcio dilettantistico italiano, travolto dal Covid 19, sono altri due diretti protagonisti,

F1: Fia ufficializza 8 Gp, a Monza si correrà il 6 settembre


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/f1/2020/06/02/f1-fia-ufficializza-8-gp-a-monza-si-correra-il-6-settembre_5c78b4ba-766d-4206-8491-079afb44671b.html

Si parte con un doppio appuntamento il 5 e 12 luglio in Austria

Formula One pre-season testings

La Formula 1 si appresta a tornare in pista dopo il lungo stop per il Covid-19: la Fia ha ufficializzato il calendario con le prime 8 gare nel continente europeo. Il primo Gp si disputerà il 5 luglio in Austria, sul circuito Red Bull Ring, che ospiterà una seconda prova il successivo 12 luglio. Doppio appuntameneto anche in Gran Bretagna, mentre il 6 settembre andrà in scena Gp d’Italia, sul circuito di Monza

articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/06/02/news/formula_uno_calendario-258252946/

115007977-3cdf747d-68c6-4750-b321-a36df074f99c

Senza pubblico, come previsto, però la Formula 1 partirà davvero e lo farà in Austria, il 5 e il 12 luglio, con un protocollo molto severo per la sicurezza approvato nei giorni scorsi dal governo di Vienna. Decise le prime 8 gare, tutte in Europa, di questo travagliato Mondiale 2020: c’è anche Monza (6 settembre). Le restanti date verranno fissate nelle prossime settimane seguendo l’evolversi della pandemia. L’obiettivo della F1 è disputate un campionato da 15-18 gp con conclusione quasi certa ad Abu Dhabi a metà dicembre. Accanto alla F1, anche la F2 e la F3. continua a leggere

‘The show must be paused’, l’industria musicale si ferma per l’assassinio di George Floyd


articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/06/02/news/_theshowmustbepaused_la_musica_si_ferma_per_l_assassinio_di_george_floyd-258251805/

'The show must be paused', l'industria musicale si ferma per l'assassinio di George Floyd

Il celebre slogan ‘lo spettacolo deve andare avanti’ cambia per la prima volta e, a ogni latitudine, artisti e manager dell’industria dell’intrattenimento si fermano per condividere l’hashtag e riflettere sulla vicenda dell’afroamericano ucciso da un poliziotto

È un giorno per prendersi una pausa per una onesta, riflessiva e produttiva trasformazione riguardo le azioni che, collettivamente, dobbiamo fare per supportare la comunità nera“: così le dirigenti musicali Jamila Thomas Brianna Agyemang, responsabili marketing di un colosso della discografia come la Atlantic Records, hanno commentato la brutale uccisione dell’afroamericano George Floyd, assassinato da un poliziotto a Minneapolis, lo scorso 25 maggio, durante un fermo. Il passo successivo è stato lanciare un hashtag, #theshowmustbepaused, che è stato rilanciato su moltissimi account social di artisti, addetti ai lavori non solo nel campo musicale ma anche di cinema e teatro e testate del settore, che hanno deciso di fermarsi sui social per 24 ore. Non ultimo, c’è stato David Guetta che, seppur deriso sui social, ha campionato il celebre discorso di Martin Luther King alla marcia su Washington, ‘I have a dream’, “perché queste tragedie non succedano più”.  continua a leggere

View this post on Instagram

#theshowmustbepaused #blackouttuesday

A post shared by Elton John (@eltonjohn) on

Ucraina, 25 fra giocatori e staff del Karpaty positivi: squadra in quarantena


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/06/02/news/ucraina_25_fra_giocatori_e_staff_del_karpaty_positivi_squadra_in_quarantena-258298839/

Annullate le prossime due partite previste a  metà giugno per il club di Leopoli

download

La squadra di calcio ucraina, Karpaty Lviv, è stata messa in quarantena dopo che 25 persone tra i giocatori e staff sono risultati positivi al nuovo coronavirus. Lo ha reso noto la Premier League del Paese. Tutti i contagiati si sono auto-isolati mentre il club è stato “messo in quarantena per almeno due settimane“, ha spiegato la federazione in una nota.

Gli allenamenti sono stati sospesi. Le prossime due partite per la squadra di Leopoli, in programma a metà giugno, sono state annullate. Il Karpaty ha spiegato che 65 persone sono state sottoposte a test per il coronavirus e ha esortato altri club a fare lo stesso con “la massima responsabilità”.

Keita vince la sua battaglia:


images

Keita vince la sua battaglia: dopo tanti no, trova un tetto a 90 lavoratori stagionali senegalesi

articolo del 02 giugno 2020: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/06/02/news/keita_vince_la_sua_battaglia_dopo_i_tanti_no_trova_un_tetto_a_90_lavoratori_stagionali_senegalesi-258291253/

Mi sono offerto volontario per aiutarli, visto che non avevano proprio nulla e dormivano sui cartoni. Non sono qui per combattere una guerra morale, sociale, di razza o colore. Ho inviato il denaro necessario affinché abbiamo un tetto sotto cui dormire, da mangiare e vestiti puliti“. L’ex attaccante della Lazio Keita Balde, nato in Catalogna ma di origini senegalesi (infatti gioca nella nazionale del paese africano), annuncia su Instagram di aver vinto la sua personale battaglia contro razzismo e pregiudizi, e di aver trovato un tetto ai braccianti senegalesi ai quali a Lerida, in Spagna, era stato detto di no da vari alberghi che non avevano voluto ospitarli nonostante l’ex biancoceleste si fosse offerto di pagare tutte le spese.

Ora, invece, per 90 di questi lavoratori stagionali (sono circa 200 in totale), fa sapere il 25enne Keita Balde, una soluzione è stata trovata.  continua a leggere

Keita Balde vuole pagare l’affitto a 200 braccianti: ma i proprietari dicono no

articolo del 01 giugno 2020: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/06/01/news/keita_balde_vuole_pagare_l_affitto_a_200_braccianti_ma_i_proprietari_dicono_no-258175636/

Una situazione paradossale. E’ quella che sta vivendo Keita Balde, ex Lazio ed Inter, attualmente in forza al Monaco, dopo che un grande gesto di solidarietà è stato respinto. Keita si è offerto di pagare l’alloggio a 200 braccianti costretti a dormire in strada, ma la sua proposta è stata respinta da decine di strutture.

Affiancato da diverso tempo da Nogay Ndiaye, un attivista anti-razzista, Keita ha denunciato su Instagram l’accaduto. ”Informazione per tutto il mondo. Stiamo lottando e lavorando duramente ogni giorno con Nogay per trovare una sistemazione a chi non ne ha. Siamo in un sistema sgradevole e brutto, in cui affittare una casa o altro genera problemi per il colore della pelle o per il fatto di essere di un altro paese. Vi chiedo un po’ di forza e pazienza, non mi arrenderò e manterrò la mia promessa costi quel che costi

Morta la sorella di Rino Gattuso….


Schermata-2020-06-02-alle-13.03.41

Morta la sorella di Rino Gattuso a Varese: Francesca aveva 37 anni ed era ricoverata dopo un malore

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/06/02/news/rino_gattuso_sorella_morta_malore_varese-258258666/

A febbraio la donna si era sentita male ed era stata operata e ricoverata in terapia intensiva. Oggi la notizia: l’allenatore del Napoli è partito subito da Castel Volturno dove era impegnato negli allenamenti della squadra

E’ morta a Varese Francesca Gattuso, 37 anni, la sorella dell’allenatore del Napoli Rino Gattuso. La donna, che viveva a Gallarate, era ricoverata dopo che a febbraio aveva avuto un malore. Operata d’urgenza e ricoverata in terapia intensiva, si è improvvisamente aggravata nelle ultime ore. 

Il tecnico del Napoli ed ex colonna del Milan ha lasciato immediatamente gli allenamenti a Castel Volturno per partire verso la Lombardia. Anche il giorno in cui la sorella si era sentita male, Rino Gattuso era corso da lei al termine di Sampdoria-Napoli, appena informato della notizia, lasciando le interviste post-partita al suo vice Riccio.

Francesca Gattuso ha affrontato la malattia con la stessa carica e la stessa solarità con cui ha vissuto Milanello e il Milan ogni giorno. Rino, il tuo immenso dolore e quello della tua famiglia è anche il nostro. Riposa in pace cara Francesca“: questo il messaggio twittato dal Milan.

https://www.sscnapoli.it/static/news/E–scomparsa-la-sorella-di-Gattuso-Il-cordoglio-della-SSC-Napoli-20295.aspx

Notizie | 02/06/2020

Il Presidente Aurelio De Laurentiis con la moglie Jacqueline e i figli Luigi, Edoardo e Valentina, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra, tutta la SSC Napoli e la Filmauro abbracciano forte Rino Gattuso e partecipano al suo immenso dolore per la scomparsa della sorella Francesca.

Ti siamo tutti vicini con il cuore caro Rino