Archivi del giorno: 23 giugno 2020

Tennis, anche Novak Djokovic positivo al coronavirus


articolo: https://www.repubblica.it/sport/tennis/2020/06/23/news/federer_positivo_covid_19-259969431/

Dopo Coric, Troicki e Dimitrov, anche il numero uno del mondo risulta contagiato. Il flop dell’esibizione organizzata dal serbo

Il Fai-da-te da oggi è bello che bocciato. L’Adria Tour di tennis organizzato da Novak Djokovic s’è rivelato un focolaio della pandemia, altro che esibizione in nome dello sport: anche il numero uno del mondo, dopo il tampone, ha dovuto ammettere al mondo di essere positivo.

Novak Djokovic è risultato positivo al test per il Covid-19. Immediatamente dopo il suo arrivo a Belgrado Novak e tutta la sua famiglia si è sottoposta al test per il coronavirus” ha annunciato in un comunicato Djokovic spiegando che “sia lui che sua moglie sono infetti, mentre i bambini sono negativi“.

Prima del serbo, altri sei avevano rivelato la positività, da Grigor Dimitrov aBorna Coric, da Panichi (preparatore fisico di Nole) a Stroh, tecnico del bulgaro. Oltre al connazionale Troicki e sua moglie (incinta). E chissà quanti altri ne seguiranno. continua a leggere

Tennis, la Croazia condanna l’esibizione

articolo: https://www.repubblica.it/sport/tennis/2020/06/22/news/tennis_coric_positivo_al_covid_anche_lui_aveva_giocato_con_djokovic-259863744/

Polemiche a Zara dopo l’evento e i casi di Covid al torneo di Djokovic. Ora sotto accusa

ROMA – Paura in Croazia, e mai più esibizioni di tennis. E i media croati hanno attaccato Djokovic che, invece di far subito il tampone, è tornato in Serbia. “Abbiamo dimenticato l’Italia, e messo a rischio migliaia di persone perché qualcuno voleva colpire la palla”. L’Adria Tour, l’idea del n. 1 del mondo, si sta rivelando un boomerang per Djokovic. continua a leggere

Tangenti e appalti truccati sulla metropolitana a Milano,….


Tangenti e appalti truccati sulla metropolitana a Milano, 13 arresti per gare da 150 milioni: c’è anche un dirigente Atm

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/06/23/news/atm_metropolitana_milano_tangenti_arresti-259948885/

Sotto la lente i lavori per gli impianti di segnalamento e automazione della M2. Le accuse: corruzione, turbativa d’asta, peculato, abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. E c’è un episodio di corruzione del 2006 sul segnalamento della M1 che potrebbe avere collegamenti con i problemi di frenate degli ultimi mesi. Il dg di Atm Giana: dipendenti sospesi

Tredici persone sono state arrestate dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Milano nell’ambito di un’inchiesta su presunte tangenti e appalti truccati. Un’altra persona è ai domiciliari. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata al compimento di plurimi reati contro la pubblica amministrazione e in particolare corruzione, turbativa d’asta, peculato, abuso d’ufficio e falso in atto pubblico.

Decine i presunti episodi corruttivi e di turbativa d’asta maturati in particolare nel settore degli appalti per l’innovazione e manutenzione delle metropolitane milanesi. Le indagini hanno riguardato in totale 30 persone fisiche e 8 società: sotto la lente 8 gare d’appalto per un importo complessivo di 150 milioni. Tra ottobre 2018 e luglio 2019 sono state “registrate promesse e dazioni di denaro” pari a oltre 125 mila euro, oltre a diversi benefit e oltre, ovviamente, all’aggiudicazione degli appalti stessi. continua a leggere