Archivi del giorno: 25 giugno 2020

Coronavirus, a Bologna focolaio nella ditta


Coronavirus, a Bologna focolaio nella ditta di logistica Bartolini: 45 positivi

articolo: https://bologna.repubblica.it/cronaca/2020/06/25/news/focolaio_bologna-260137828/?ref=RHPPTP-BH-I260086002-C12-P9-S1.8-T1

Area sanificata e attività ridotta ai minimi termini, mentre proseguono i controlli

BOLOGNA – Quarantacinque operai positivi, un ricovero in ospedale, centinaia di tamponi già fatti o ancora da eseguire nei prossimi giorni ai lavoratori e alle loro famiglie. L’aumento dei contagi a Bologna – 17 quelli registrati soltanto ieri – è dovuto in gran parte al focolaio scoppiato in un’azienda di logistica, la Bartolini, che grazie al superlavoro degli esperti della Sanità pubblica si sta cercando faticosamente di spegnere.

Il picco di casi era stato comunicato nei giorni scorsi dalla Regione, e riguarda un reparto di stoccaggio dove lavorano i magazzinieri della ditta. Nei giorni scorsi l’area è stata sanificata e l’attività lavorativa ridotta ai minimi termini perché sono tanti i dipendenti finiti in isolamento precauzionale in attesa dei test. I controlli sono stati allargati a numerosi dipendenti ( che appartengono a più cooperative) e alle famiglie secondo la logica dei ” cerchi concentrici”: parti da un episodio e ti espandi sempre di più alla rete dei contatti. Per questo non si può escludere che, a partire da oggi, i numeri siano destinati a salire ancora.
Il caso è strettamente monitorato dall’Ausl, dal Comune e dall’assessorato alla Sanità. In particolare è il settore della logistica a ricevere attenzioni particolari in questo periodo. continua a leggere

Nuovo regolamento europeo droni slitta al 1 Gennaio 2021


articolo: https://www.gocamera.it/blog/nuovo-regolamento-enac-droni-gennaio-2021/?utm_source=facebook&utm_medium=post&utm_campaign=regolamento-enac&fbclid=IwAR0mEwDl7PtMcdxAYiC0Qw3cARKViinTIi6EmwyzvjU6hCQDRL_smvo7PRI

La normativa che regolamenta l’utilizzo dei droni in Italia è in continuo aggiornamento, e le ultime novità hanno apportato sostanziose modifiche. Tra tutte, la principale è lo slittamento di 6 mesi della normativa EASA (a causa dell’emergenza Covid-19), che doveva partire il 1 Luglio 2020 e che invece vedrà la luce dal 1 Gennaio 2021.

Ma quali sono quindi, le regole attualmente in vigore e quelle che invece ci aspettano dopo tale data? Approfondiamo insieme.

Recap: le regole in vigore

Recap: le regole in vigore – Facciamo un riepilogo di tutto ciò che devi fare, attualmente secondo regolamento ENAC 3, dopo aver acquistato un drone:

  • Registrarlo su D-Flight e applicare il QR Code;
  • Assicurarlo: se voli da hobbysta, controlla che possa coprirti anche la semplice assicurazione del capofamiglia. Se sei un professionista, dovrai stipulare un’assicurazione specializzata di tipo aeronautico (valuta le soluzioni proposte da DronEzine);*
  • Se pesa più di 250g devi possedere il patentino, che si consegue online (è il caso di Mavic Air 2, approfondimento in questo articolo);
  • Se pesa meno di 250g, ma ha la fotocamera (come Mavic Mini) va comunque registrato;
  • Non volare sugli aeroporti;
  • Non volare su assembramenti di persone, ma solo in spazi aperti e sgombri;
  • Volare sempre a vista (VLOS);
  • Controllare le mappe su D-Flight per sapere dove puoi o non puoi volare e rispettare sempre le quote massime segnalate;
  • Restare sempre a 50m da chi non è coinvolto nelle operazioni di volo, per rispettarne la privacy.

*Attenzione: la Care Refresh non è considerata una polizza assicurativa. È una protezione aggiuntiva che copre da danni accidentali, un prolungamento della Garanzia Italia di 2 anni e non è obbligatoria (anche se caldamente consigliata). 

Il regolamento europeo EASA

Il regolamento europeo EASA – Prima di spiegare cosa introdurrà il nuovo regolamento droni europeo dal 1 Gennaio 2021, facciamo una debita distinzione tra ENAC ed EASA, per chi ancora non la conoscesse:

  • EASA – European Union Aviation Safety Agency
    Dal 1 Gennaio 2021 sarà l’ente di riferimento per la normativa droni in Italia.
  • ENAC – Ente Nazionale Aviazione Civile
    L’attuale ente di riferimento: è in vigore il suo regolamento Edizione 3, che media le normative EASA in attesa che vengano applicate (dal 1 Gennaio 2021)

Le categorie – La categorizzazione dipenderà in modo particolare dal livello di potenziale pericolosità (per cose e persone) dell’operazione di volo. Le categorie sono tre e sono:

  • Open
  • Specific
  • Certified

Quindi, non conterà più il motivo del volo (hobby, lavoro, operazioni critiche o non critiche) ma il rischio. Le categorie funzionano per esclusione: tutto ciò che non rientra in OPEN, è automaticamente SPECIFIC (per cui servono autorizzazioni speciali).

La categoria che più ci interessa è la OPEN, a cui appartengono la maggior parte dei droni consumer, come i droni DJI serie Mavic. Nel dettaglio fanno parte di OPEN:

  • Droni inferiori ai 25kg di peso;
  • Guidati con volo a vista (VLOS);
  • Dotati di marchio CE;
  • Con altezza in volo non oltre i 120 metri.

Anche se alcuni droni OPEN possono superare i 120 metri, meglio restare entro i limiti della normativa e volare secondo la legge, pena sanzioni anche molto salate.

 

Le sotto-categorie –  All’interno della categoria OPEN troviamo tre sottocategorie:

  • A1 – volo sopra le persone (no su assembramenti);
  • A2 – volo vicino le persone (sempre a distanza di sicurezza);
  • A3 – volo lontano dalle persone (con la sicurezza che non vengano coinvolte).

A proposito della questione marchio CE, c’è da fare chiarezza su una cosa: attualmente, nessun drone lo possiede perché sarà obbligatorio solo dal 2022. Ma dato che questa regolamentazione vale solo per i droni che lo possiedono, come funziona per i droni “vecchi” e attualmente in commercio che invece non ce l’hanno? Riassumendo:

  • Drone che pesa meno di 250g: continuerà a volare tranquillamente in tutte e tre le classi;
  • Drone che pesa tra 250g e 500g: a partire da Giugno 2022, volerà in A3;
  • Drone che pesa più di 500g: volerà solo in A3.

Non è finita: è prevista un’ulteriore suddivisione, in base al peso:

  • C0 – sotto i 250g
  • C1 – sotto i 900g
  • C2 – sotto i 4kg
  • C3 – sotto i 25kg

Per semplificare: Mavic Mini ad esempio, rientra in categoria OPEN C0, e potrà volare in A1 (sopra le persone e nei centri urbani) anche senza patentino, perché inferiore ai 250g. E potrà continuare a farlo nel 2022 anche senza marchio CE.

Mavic Air 2 invece è in OPEN C1, e può volare in A1 solo con certificazione (patentino): tutti quelli acquistati oggi però, non dotati di marchio CE, dal 2022 in poi voleranno seguendo le restrizioni della classe A3.

Mavic 2 Pro invece, pesando più di 900g, va in OPEN C2 e può volare in A2 (con patentino). Idem come sopra, dal 2022 quelli senza marchio CE voleranno solo in A3.

Concludendo, non resta che continuare ad informarsi su tutte le novità per rimanere aggiornati e volare in sicurezza, attendendo il 1 Gennaio 2021 per la messa in vigore del regolamento definitivo.

Arianna Varone muore a 21 anni…..


twitter-arianna-varone

Arianna Varone muore a 21 anni in un incidente sullo scooter: choc nel calcio femminile

articolo: https://www.ilmessaggero.it/italia/arianna_varone_morta_incidente_stradale_calcio_inter_milan_ultime_notizie_24_giugno_2020-5307091.html

Arianna Varone è morta a 21 anni, vittima di un tragico incidente stradale. Il mondo del calcio femminile è sotto choc per la scomparsa della giovane centrocampista che ha iniziato la sua carriera a nell’Asd femminile Inter, valorizzandosi poi nel  Milan Ladies prima di approdare nel 2017 nella Riozzese, con la quale ha disputato un’ultima stagione da protagonista contribuendo con le sue prestazioni all’ottimo campionato del club rosanero. ​Centrocampista dalle grandi prospettive, mediano dai piedi buoni e all’occorrenza infaticabile recupera palloni. continua a leggere

Albizzate, crolla cornicione


download

Albizzate, crolla cornicione: morti mamma e 2 figli, schiacciati da macerie sotto gli occhi del papà. Terzo bimbo salvo

articolo: https://www.ilmessaggero.it/italia/varese_crollo_tetto_palazzina_morti_albizzate_dispersi_news_ultima_ora-5307183.html?fbclid=IwAR0XA6EqfZ8ZJZ5i-oM7FIe6iIgdJnuFcUL2AWXXzePxsd1pkDykcoK2r-o

Albizzate (Varese), 24 giugno 2020 – Camminavano in strada, per le vie del centro storico, quando sono stati travolti da un cumulo di macerie. Il cornicione di una palazzina industriale che ospitava una lavanderia e una pizzeria è crollato nel pomeriggio in viale Marconi ad Albizzate, in provincia di Varese. Ben 73 metri di cemento, coppi e mattoni. Tre persone, una mamma e i suoi due bimbi di orgine marocchina, sono morti sotto gli occhi del papà. L’altro fratellino di 9 anni che era con loro si è salvato perchè si trovava con il padre poco più distante.

Crollo tetto Albizzate (Varese), madre e due figli travolti e uccisi: i rilievi dei carabinieri

Albizzate, tetto crolla e uccide madre e due figli: “Un botto e ho visto il corpo sotto le macerie”