A fuoco otto auto nel parcheggio davanti alla stazione di Melzo: le fiamme riprese dai pendolari


articolo & video a cura di Ilaria Carra: https://video.repubblica.it/edizione/milano/a-fuoco-otto-auto-nel-parcheggio-davanti-alla-stazione-di-melzo-le-fiamme-riprese-dai-pendolari/411434/412361?video

Incendio nel parcheggio della stazione ferroviaria di Melzo, nell’hinterland milanese. Fiamme, botti, esplosioni. E’ la scena che si sono trovati davanti i pendolari che stavano andando a prendere il treno lunedì mattina. Secondo i vigili del fuoco accorsi sul posto sono almeno otto le auto andate a fuoco. Dalle prime informazioni, sembra che il rogo sia partito da un furgone posteggiato nel piazzale. Non ci sarebbero feriti né intossicati.

Lautaro Martinez positivo al Covid, non va in Argentina


articolo di Franco Vanni: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/inter/2022/03/21/news/lautaro_martinez_positivo_covid-342281660/

L’attaccante dell’Inter salterà le sfide di qualificazioni ai mondiali contro Venezuela e Ecuador. Resterà in isolamento una settimana

Lautaro Martinez è risultato positivo al Covid 19. Per questo non raggiungerà i compagni della nazionale argentina impegnati nelle qualificazioni dei mondiali in Qatar, il 26 marzo contro il Venezuela e il 30 con l’Ecuador. A darne notizia è stata la stessa Seleccion albiceleste tramite i propri canali social: “Lisandro Martínez, con un infortunio muscolare al tendine del ginocchio alla gamba sinistra e Lautaro Martínez, positivo al Covid 19, saranno assenti per questa doppia data di qualificazione“.

Una settimana di isolamento – La positività al Covid di Lautaro, confermata da una nota dell’Inter, imporrà al giocatore una settimana di isolamento fiduciario a partire da domenica, giorno in cui ha fatto i tamponi. Poi potrà tornare alla Pinetina ad allenarsi, in vista della gara di Torino con la Juventus del prossimo 3 aprile. Oltre a Lautaro sono stati testati altri sei giocatori, che come lui dovevano prendere un volo intercontinentali per raggiungere le proprie nazionali: Correa, Sanchez, Vidal, Vecino e i fratelli Carboni della primavera, entrambi alla prima convocazione con l’Argentina. Tutti sono risultati negativi.

Comunicato ufficiale: https://www.inter.it/it/news/2022/03/21/comunicato-ufficiale-inter-lautaro-covid.html

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANOLautaro Martinez è risultato positivo al Covid-19

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO

Lautaro Martinez è risultato positivo al Covid-19

21/03/2022

MILANO – FC Internazionale Milano comunica che Lautaro Martinez è risultato positivo al Covid-19 in seguito al test effettuato nella giornata di domenica prima della partenza per l’Argentina, dove sono in programma gli impegni con la propria nazionale.

Il giocatore seguirà da ora le procedure previste dal protocollo sanitario.


English Version  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española 

In Cina è caduto un aereo con 132 persone a bordo: l’incidente mentre scendeva a 9.400 metri al minuto


articolo di Leonard Berberi: https://www.corriere.it/esteri/22_marzo_21/incidente-aereo-cina-130-persone-bordo-0d7bee88-a8f0-11ec-8325-fd7a7d1851e8.shtml

Un Boeing 737-800 della China Eastern Airlines è caduto vicino a Wuzhou, nel sud della Cina. Le due ipotesi: problema tecnico grave o gesto intenzionale dei piloti

L’aereo caduto il 21 marzo 2022 aveva una livrea particolare

Un Boeing 737-800 della compagnia aerea China Eastern Airlines è precipitato vicino a Wuzhou, nel sud della Cina. A bordo c’erano 132 persone: 123 passeggeri e 9 membri dell’equipaggio, secondo l’ente locale per l’aviazione civile (la tv di Stato Cctv invece aveva riferito 133).

Non è ancora chiaro se ci siano o meno vittime, anche se sarebbe un miracolo trovare dei sopravvissuti. Il presidente cinese Xi Jinping, «sconvolto» per l’incidente, ha chiesto di impiegare «tutti gli sforzi possibili» per «organizzare la ricerca e il salvataggio, gestire adeguatamente le conseguenze, rafforzare le indagini sui potenziali rischi per la sicurezza nell’aviazione civile e garantire l’assoluta sicurezza delle operazioni di aviazione».

Gli ultimi secondi – La dinamica dell’impatto, stando almeno alle ultime informazioni a disposizione sui siti di tracciamento dei voli, mostrerebbe una caduta quasi verticale del velivolo (che è un modello diverso dal 737 Max).

Nell’ultimo pacchetto di dati raccolto dai dispositivi di Flightradar24 poco prima di far perdere le tracce il Boeing 737-800 stava scendendo a oltre 9.400 metri al minuto (cioè a 157 metri al secondo), valori che non fanno pensare a una normale discesa di quota. L’ultimo segnale lo colloca a 983 metri di quota, in un’area peraltro collinare.

Le ipotesi – È prematuro giungere a una conclusione senza aver ancora recuperato le due scatole nere che registrano gli audio a bordo dei piloti e i dati reali del velivolo. Sulla base dei valori indicati dai siti di tracciamento degli aerei — e incrociandoli con un video che mostrerebbe gli ultimi secondi del jet cinese — due piloti di Boeing 737 consultati dal Corriere spiegano che per scendere a quelle velocità variometriche le spiegazioni di solito si riducono a due: o un problema tecnico grave ai comandi di volo oppure un gesto intenzionale di chi era in cabina di pilotaggio.

In alte parole: dato che l’aereo viene giù in picchiata, secondo i due esperti o i piloti hanno perso l’uso dei comandi oppure deliberatamente lo pilotano verso terra. Il velivolo mostrato nel filmato, infatti, non fa alcuna «spirale», nessun movimento, scende perfettamente in verticale verso terra. continua a leggere

Cina, aereo con 132 persone a bordo precipita nel Guangxi: le immagini dopo lo schiantoNotizie.it

La Gurerra Russia- Ucraina



>>>>>>>>>>>>>>>corriere.it<<<<<<<<<<<<<<<

Ecco il luogo dei pesanti bombardamenti della notte a Kiev 

articolo di Cremonesi: https://video.corriere.it/esteri/kiev-ore-7-suonano-sirene-domenica-sera-bombe-un-centro-commerciale/a72c2bd8-a8dc-11ec-8325-fd7a7d1851e8

Sette morti e il bilancio di sangue è destinato a crescere. Le conseguenze dei bombardamenti russi sulla capitale nelle ultime si rivelano particolarmente gravi. I razzi ieri sera hanno colpito alcune abitazioni e un grande centro commerciale a Podil… continua a leggere

Bombe russe su un centro commerciale a Kiev: almeno 8 morti

articolo LaPresse / CorriereTv: https://video.corriere.it/esteri/immagini-bombardamento-russo-kiev/635cc96e-a8df-11ec-8325-fd7a7d1851e8

alcune delle foto del centro commerciale Retroville di Kiev bombardato x le foto complete premere il Link qui sotto:

https://www.corriere.it/foto-gallery/esteri/22_marzo_21/foto-centro-commerciale-retroville-kiev-33728526-a8f9-11ec-8325-fd7a7d1851e8.shtml

Ucraina Russia, le news di oggi sulla guerra | Bombe a Kiev su centro commerciale e nuovo coprifuoco. «I russi attaccano Odessa dalle navi»

articolo di Lorenzo Cremonesi, Andrea Nicastro, Marta Serafini: https://www.corriere.it/esteri/22_marzo_21/ucraina-russia-news-oggi-guerra-793664e4-a893-11ec-9fb7-9b041ce9b963.shtml

Le notizie sulla guerra, minuto per minuto, di lunedì 21 marzo: oggi colloquio telefonico tra Biden, Draghi, Macron, Scholz, Johnson, che ha annunciato di voler andare in Ucraina. Cremlino: «No a incontro Putin-Zelensky per ora»

• La guerra è al 26esimo giorno e stiamo vivendo ore decisive per Mariupol. Respinto l’ultimatum dei russi per un cessate il fuoco: «La resa non è un’opzione». Nella città le autorità locali hanno riferito di «centinaia di persone deportate», e si moltiplicano le notizie sugli stupri di guerra.

• A Kiev, racconta il nostro inviato Lorenzo Cremonesi, un centro commerciale è stato bombardato nella notte: almeno 8 i morti. Nuovo coprifuoco di 35 ore nella capitale da lunedì sera a mercoledì mattina. «Arginata» una fuga di ammoniaca da un impianto a Sumy, altra città sotto attacco.

• Proseguono gli sforzi della diplomazia. Oggi colloquio telefonico tra Biden, Draghi, Macron, Scholz, Johnson. La Svizzera si propone per ospitare i negoziati.

• Ieri Mosca è tornata a usare missili ipersonici.

• Zelensky ha parlato domenica alla Knesset, paragonando la situazione dell’Ucraina alla storia di Israele, e i russi ai nazisti: un confronto che ha creato scandalo, in Israele.

• Perché la Russia ha minacciato l’Italia, sabato? La risposta potrebbe essere in un «ricatto» risalente alla prima fase della pandemia di Covid. continua a leggere

>>>>>>>>>>>>>>>repubblica.it<<<<<<<<<<<<<<<

Kiev, bombe su centro commerciale. Cremlino: “No condizioni per incontro Putin-Zelensky”

articolo dall’ inviato Fabio Tonacci: https://www.repubblica.it/esteri/2022/03/21/news/ucraina_russia_news_oggi_guerra-342177254/?ref=RHTP-BL-I341773210-P1-S1-T1

21 marzo 2022

Ucraina – Russia, le news di oggi dalla guerra: la Ue discute sanzione energetiche. I filorussi: ancora una settimana per prendere Mariupol

Cremlino: no a cessate il fuoco. Due navi russe sparano contro il porto di Odessa. Kiev bombardata, da stasera coprifuoco di 35 ore. Baerbock: Ue e America facciano ponte aereo

L’Alto rappresentante Ue, Borrell: a Mariupol orrendo crimine di guerra. Il premier israeliano Bennett sul discorso di ieri di Zelensky alla Knesset: sbaglito comparare la Shoah. Mosca rivendica di avere colpito con i missili un centro di addestramento a Rivne, nel nordovest: “Uccisi 80 mercenari e nazionalisti“. Fermata la perdita di ammoniaca da un impianto chimico colpito a Sumy: per Mosca è stata “una provocazione ucraina premeditata“. Kiev respinge l’ultimatum dei russi a Mariupol che chiedevano ai militari di “lasciare la città entro le 5 del mattino“. A Kiev bombardato un centro commerciale: almeno 8 i morti. La Casa Bianca fa sapere che Biden sarà a Varsavia il 25 marzo. E nel pomeriggio sentirà al telefono Draghi e altri leader Ue.

Dossier: le conseguenze della guerra per l’Italia – Il podcast La Giornata

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

QuotidianoNazionale

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Il momento dell’esplosione al centro commerciale Retroville di Kiev

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

TG2000

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Ucraina, il sindaco di Kiev: “Colpiti case, scuole e asili”. Mariupol ridotta in macerie

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

euronews (in Italiano)

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Continua la lenta avanzata russa in Ucraina. Esplosioni all’aeroporto di Leopoli

Belgio, auto contro la folla al carnevale di La Louvière: 6 morti. Italiani sia le vittime che i due al volante: arrestati


articolo di Floriana Bulfon: https://www.repubblica.it/esteri/2022/03/20/news/belgio_auto_contro_folla_carnevale_in_vallonia_4_morti_12_feriti_gravi-342087209/?ref=RHTP-BH-I340457320-P8-S1-T1

Belgio, auto contro folla a La Louviere durante la celebrazione del Carnevale

I due a bordo sono 30enni originari della provincia di Agrigento. I morti hanno cittadinanza o origini del nostro Paese. Gli inquirenti escludono il terrorismo: si attendono i risultati dei test tossicologici. Dieci i feriti gravi

E’ una tragedia soprattutto italiana quella della sfilata di carnevale a Strépy-Bracquegnies, nel comune vallone di La Louvière. Lo sono le vittime, con cittadinanza o con origini del nostro Paese, nel solco della grande tradizione di emigrazione verso questa regione del Belgio. E lo sono i due trentenni che a bordo di una Bmw serie 5 nera si sono lanciati a tutta velocità sulla folla uccidendo sei persone e lasciando a terra una dozzina di feriti gravi.

Sono morti così, all’alba di una domenica mattina, mentre stavano preparandosi per assistere alla festa mascherata del “ramassage des Gilles”, che si teneva per la prima volta dopo due anni pandemia. Mario Cascarano, sua moglie Micaela e suo cognato Salvatore Imperiale si erano trasferiti in Belgio da Volturara Irpina, tremila anime alle pendici del monte Terminio. Mario, che tifava Inter e amava andare a vedere le partite di calcio in patria come racconta il suo collega Rino Moscato, lavorava nello stabilimento dolciario Barry Callebaut (ex-Côte d’Or) di Hal. Con lui c’era la moglie Micaela, impiegata nel centro per l’assistenza sociale del comune, mentre suo fratello Salvatore era dipendente di un ipermercato e attivista sindacale: “Un uomo con un sorriso contagioso, e un grande cuore! Un vero tifoso del Raal e del Napoli, mi mancheranno le nostre discussioni sul calcio” dice il suo amico Laurent Darquenne. Erano partiti dall’Irpinia con i genitori negli anni Settanta e avevano mantenuto un legame forte con Volturara, dove tornavano ogni estate. continua a leggere