La Gurerra Russia- Ucraina



>>>>>>>>>>>>>>>corriere.it<<<<<<<<<<<<<<<

Ecco il luogo dei pesanti bombardamenti della notte a Kiev 

articolo di Cremonesi: https://video.corriere.it/esteri/kiev-ore-7-suonano-sirene-domenica-sera-bombe-un-centro-commerciale/a72c2bd8-a8dc-11ec-8325-fd7a7d1851e8

Sette morti e il bilancio di sangue è destinato a crescere. Le conseguenze dei bombardamenti russi sulla capitale nelle ultime si rivelano particolarmente gravi. I razzi ieri sera hanno colpito alcune abitazioni e un grande centro commerciale a Podil… continua a leggere

Bombe russe su un centro commerciale a Kiev: almeno 8 morti

articolo LaPresse / CorriereTv: https://video.corriere.it/esteri/immagini-bombardamento-russo-kiev/635cc96e-a8df-11ec-8325-fd7a7d1851e8

alcune delle foto del centro commerciale Retroville di Kiev bombardato x le foto complete premere il Link qui sotto:

https://www.corriere.it/foto-gallery/esteri/22_marzo_21/foto-centro-commerciale-retroville-kiev-33728526-a8f9-11ec-8325-fd7a7d1851e8.shtml

Ucraina Russia, le news di oggi sulla guerra | Bombe a Kiev su centro commerciale e nuovo coprifuoco. «I russi attaccano Odessa dalle navi»

articolo di Lorenzo Cremonesi, Andrea Nicastro, Marta Serafini: https://www.corriere.it/esteri/22_marzo_21/ucraina-russia-news-oggi-guerra-793664e4-a893-11ec-9fb7-9b041ce9b963.shtml

Le notizie sulla guerra, minuto per minuto, di lunedì 21 marzo: oggi colloquio telefonico tra Biden, Draghi, Macron, Scholz, Johnson, che ha annunciato di voler andare in Ucraina. Cremlino: «No a incontro Putin-Zelensky per ora»

• La guerra è al 26esimo giorno e stiamo vivendo ore decisive per Mariupol. Respinto l’ultimatum dei russi per un cessate il fuoco: «La resa non è un’opzione». Nella città le autorità locali hanno riferito di «centinaia di persone deportate», e si moltiplicano le notizie sugli stupri di guerra.

• A Kiev, racconta il nostro inviato Lorenzo Cremonesi, un centro commerciale è stato bombardato nella notte: almeno 8 i morti. Nuovo coprifuoco di 35 ore nella capitale da lunedì sera a mercoledì mattina. «Arginata» una fuga di ammoniaca da un impianto a Sumy, altra città sotto attacco.

• Proseguono gli sforzi della diplomazia. Oggi colloquio telefonico tra Biden, Draghi, Macron, Scholz, Johnson. La Svizzera si propone per ospitare i negoziati.

• Ieri Mosca è tornata a usare missili ipersonici.

• Zelensky ha parlato domenica alla Knesset, paragonando la situazione dell’Ucraina alla storia di Israele, e i russi ai nazisti: un confronto che ha creato scandalo, in Israele.

• Perché la Russia ha minacciato l’Italia, sabato? La risposta potrebbe essere in un «ricatto» risalente alla prima fase della pandemia di Covid. continua a leggere

>>>>>>>>>>>>>>>repubblica.it<<<<<<<<<<<<<<<

Kiev, bombe su centro commerciale. Cremlino: “No condizioni per incontro Putin-Zelensky”

articolo dall’ inviato Fabio Tonacci: https://www.repubblica.it/esteri/2022/03/21/news/ucraina_russia_news_oggi_guerra-342177254/?ref=RHTP-BL-I341773210-P1-S1-T1

21 marzo 2022

Ucraina – Russia, le news di oggi dalla guerra: la Ue discute sanzione energetiche. I filorussi: ancora una settimana per prendere Mariupol

Cremlino: no a cessate il fuoco. Due navi russe sparano contro il porto di Odessa. Kiev bombardata, da stasera coprifuoco di 35 ore. Baerbock: Ue e America facciano ponte aereo

L’Alto rappresentante Ue, Borrell: a Mariupol orrendo crimine di guerra. Il premier israeliano Bennett sul discorso di ieri di Zelensky alla Knesset: sbaglito comparare la Shoah. Mosca rivendica di avere colpito con i missili un centro di addestramento a Rivne, nel nordovest: “Uccisi 80 mercenari e nazionalisti“. Fermata la perdita di ammoniaca da un impianto chimico colpito a Sumy: per Mosca è stata “una provocazione ucraina premeditata“. Kiev respinge l’ultimatum dei russi a Mariupol che chiedevano ai militari di “lasciare la città entro le 5 del mattino“. A Kiev bombardato un centro commerciale: almeno 8 i morti. La Casa Bianca fa sapere che Biden sarà a Varsavia il 25 marzo. E nel pomeriggio sentirà al telefono Draghi e altri leader Ue.

Dossier: le conseguenze della guerra per l’Italia – Il podcast La Giornata

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

QuotidianoNazionale

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Il momento dell’esplosione al centro commerciale Retroville di Kiev

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

TG2000

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Ucraina, il sindaco di Kiev: “Colpiti case, scuole e asili”. Mariupol ridotta in macerie

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

euronews (in Italiano)

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Continua la lenta avanzata russa in Ucraina. Esplosioni all’aeroporto di Leopoli

Manifestazione per l’Ucraina a Milano, cinquemila persone all’Arco della Pace


articolo di Giovanna Maria Fagnani: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_marzo_19/manifestazione-l-ucraina-milano-oggi-all-arco-pace-parlera-sindaco-beppe-sala-3e05bc62-a799-11ec-ab9e-1f46da6d580e.shtml

La manifestazione promossa dal Consiglio comunale, con il sindaco Sala: è la prima iniziativa istituzionale per chiedere la fine dell’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo. Nel pomeriggio il corteo delle sinistre e dei centri sociali

Milano, diecimila persone all’Arco della Pace

Gremito il piazzale davanti all’Arco della Pace a Milano. Fra i 4 e i 5 mila i partecipanti alla manifestazione di sabato pomeriggio, promossa dal Consiglio comunale di Palazzo Marino con il sindaco Beppe Sala. «Arco per la Pace, Milano contro la guerra» è la prima iniziativa istituzionale per chiedere la fine dell’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo. Oltre alla politica milanese, presenti una cinquantina di sigle in rappresentanza del mondo del lavoro e dell’associazionismo. Tante bandiere della pace arcobaleno accanto a quelle gialle e blu dell’Ucraina. Nel frattempo, con un gioco di luci, l’Arco della Pace è stato illuminato con i colori giallo e azzurro. Volontari hanno distribuito fogli di cartoncino gialli e blu invitando a scrivere un messaggio di pace. Il sit-in si è aperto sulle note di «Give peace a chance». Tra gli slogan «Libertà! Libertà!» E «Dalla Nato fuori l’Italia». Nella folla tante famigliole e anche nonni coi nipotini. Al momento del flash mob, i partecipanti hanno sollevato i fogli, «colorando» la piazza di giallo e blu.

Decine di persone appartenenti alla comunità ucraina hanno srotolato una enorme bandiera gridando «Gloria all’Ucraina, gloria alla nostra patria e ai nostri militari che stanno combattendo», «Putin assassino, Putin terrorista», «La nostra resistenza è la vostra sicurezza, siamo l’avamposto dell’Europa». Sui loro cartelli la scritta sui bambini uccisi in Ucraina dall’inizio del conflitto, «119 kids killed»: alcuni hanno portato in braccio dei fagottini, a rappresentare le piccole vittime. Al termine di ogni intervento la comunità ucraina ha scandito slogan patriottici e di sostegno all’esercito, «Gli eroi non muoiono», «Siamoci» (antico motto dei cosacchi). continua a leggere

Manifestazione a Firenze per la pace


Manifestazione a Firenze per la pace: in Santa Croce 20 mila persone Zelensky in video: «Guerra contro i valori dell’Occidente»

articolo di Giorgio Bernardini: https://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/22_marzo_12/firenze-capitale-pace-zelensky-collegamento-la-piazza-7f18b260-a16b-11ec-855d-5433a3b1d5df.shtml?fbclid=IwAR3PdN1I-T6hk0ZCCuPOpYZvvn2a2MOARZtjqHDFMyMtpvV8dewhP9VVbcc

In piazza Santa Croce a Firenze la manifestazione per la pace «Cities stand with Ukraine». Zelensky collegato in video: «Questa è una guerra contro i valori europei»

I rintocchi delle campane della basilica di Santa Croce suonano per 17 volte, tante quanti sono i giorni di guerra in Ucraina. Piazza Santa Croce a Firenze è piena per la manifestazione «Cities stand with Ukraine», promossa contro la guerra in Ucraina dal sindaco Dario Nardella come presidente di Eurocities, associazione che raggruppa 200 città europee. Sono circa 20.000 le persone scese in piazza. Quella di Santa Croce è la manifestazione principale in Italia, mentre altre si tengono in contemporanea in altre cento città europee: lo scopo è un’unica grande manifestazione che faccia sentire unita la voce dell’Europa. Alle 15.30 va in onda l’atteso messaggio del presidente dell’Ucraina Volodymir Zelensky: «Siamo molto grati per tutti voi che siete nelle piazzeQuesta guerra non è stata iniziata da noi, questa è l’invasione cinica e crudele da parte della Russia, è la guerra contro il popolo ucraino, ma è anche la guerra contro i valori europei. Le forze armate russe hanno circondato le città ucraine e le vogliono distruggere. Bombardano 24 ore su 24, bombardano le cliniche, le chiese, le piazze, che sono come le vostreQuesta guerra non è solo contro gli ucraini ma contro i valori che ci uniscono, contro il nostro modo di vivere» in OccidenteDite ai vostri politici di chiudere i cieli dell’Ucraina», «dai razzi, dagli aerei russi, dai missili» .

La manifestazione si è aperta con un video messaggio di David Sassoli, ex presidente dell’Unione Europea, scomparso qualche mese faNel suo discorso, pronunciato nel 2019 a Firenze in occasione del Consiglio comunale straordinario su «L’eredità di Giorgio La Pira nell’Europa di oggi», Sassoli sottolineò: «Quando saremo arrivati al termine della costruzione europea, perché siamo ancora dentro un cantiere e dobbiamo mandarlo avanti, dobbiamo scriverci un bel cartello `Lavori in corso´; quando alla fine la costruzione europea sarà terminata e tanti muri saranno crollati e tanto spirito nazionalista svanira’ per far emergere quanto è bello sentirsi italiani, ma senza questo spirito nazionalista che ti fa essere separato e diverso e diviso dagli altri, cosa ci sarà alla fine? Ci sarà che l’Europa saranno le nostre città – aggiunse – e Firenze si troverà avvantaggiata, perché ha avuto una ricchezza di esperienze, di sapere. E saprà da che punto prendere il mondo e aiutarlo a crescere. E a vivere in pace».

Chi c’è – La manifestazione viene moderata dalla conduttrice televisiva e scrittrice Camila Raznovich e non prevede corteo, ma solo la presenza in piazza. «È una manifestazione anche di solidarietà con il popolo ucraino, una manifestazione che vede le città europee unite per la pace e nella solidarietà», ha detto Nardella che ha ricordato una celebre frase di Giorgio La Pira, il sindaco santo: «Unire le città per unire le nazioni». In piazza non c’è un palco, si parla dal sagrato. Il maxischermo ha trasmesso l’esecuzione dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, che dal cenacolo della basilica suonerà Ave Verum Corpus di Mozart, e i messaggi video della presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, dei sindaci europei di Kiev, Vitali Klitschko, di Atene, Kostas Bakogiannis, di Varsavia, Rafał Trzaskowski e di Marsiglia, Benoît Payan. Oltre ovviamente all’atteso collegamento con il presidente ucraino Zelensky. Presentil segretario del Pd Enrico Letta, del leader di Iv Matteo Renzi, del segretario di Sinistra italiana Nicola Fratoianni, ma anche di Azione, Più Europa, Articolo uno, Verdi, Leu, e numerose associazioni, come l’Arci e l’Anpi. Ci sono anche il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, quello della Cgil, Maurizio Landini, e quello della Uil, Pierpaolo Bombardieri, nonché il governatore Giani e il presidente del Lazio Nicola Zingaretti.

Da Mosca a San Pietroburgo, sempre più persone scendono in strada……


Nonostante le repressioni e gli arresti, in Russia non si fermano le manifestazioni contro la guerra in Ucraina. Da Mosca a San Pietroburgo, sempre più persone scendono in strada al grido di “No alla guerra!

UCRAINA: Sì ai corridoi umanitari, intesa sulla tregua


articolo Redazione ANSA: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2022/03/03/ucraina-russia-putin-kiev_bf445b52-5f1f-4afa-82fb-05075d9b6031.html

Putin minaccia: ‘Combattiamo l’anti Russia’

Russia e Ucraina, nel secondo round di colloqui, hanno raggiunto un’intesa sulla creazione di corridoi umanitari con un cessate il fuoco temporaneo.

Foto da republica.it

Presto si terrà un terzo incontro.

Nei colloqui con l’Ucraina  – ha detto il capo-negoziatore russo, Vladimir Medinsky – sono stati raggiunti “progressi significativi”. “Le posizioni della Russia e dell’Ucraina – ha aggiunto – sono chiare. Un accordo è stato raggiunto su alcune delle questioni sollevate“, ha detto ancora Medinsky, secondo cui sono state discusse questioni umanitarie e militari e una possibile futura soluzione politica al conflitto.

Intanto il presidente ucraino Zelensky avverte: “Se l’Ucraina cade, la Russia si prenderà i Paesi Baltici e l’Europa orientale“. E il presidente russo Vladimir Putin conferma le sue posizioni:  “Non ritornerò mai indietro rispetto alla mia dichiarazione che Russia e Ucraina sono un unico popolo. I militari russi – ha sottolineato – stanno combattendo per la pace, per non avere un’anti-Russia” creata dall’Occidente “che ci minaccia, anche con armi nucleari“.

Le forze russe si stanno inoltre dirigendo verso Odessa e si preparano allo sbarco. Secondo fonti dell’intelligence Usa, citate dalla tv spagnola Rtve, in Crimea ci sono già diverse navi in attesa dell’arrivo delle truppe di terra per lanciare l’attacco dal mare. Le autorità di Odessa – secondo le stesse fonti – hanno chiesto ai cittadini di recarsi in un rifugio per il rischio imminente di un attacco. Un cargo estone è affondato vicino alle coste dell’Ucraina, nei pressi di Odessa, in Ucraina, dopo un’esplosione. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando la Reuters.

E, rende noto il Viminale, sono 6.608 i cittadini ucraini entrati in Italia dall’inizio del conflitto: . Sono 3.286 donne, 804 uomini e 2.518 minori. Principali destinazioni Roma, Milano, Bologna e Napoli. La Farnesina rinnova agli italiani presenti in Ucraina l’invito a lasciare immediatamente il Paese.

Nel frattempo, anche la Moldavia ha ufficialmente presentato la sua candidatura di adesione all’Uecontinua a leggere

80enne russa, protesta contro la guerra e viene arrestata…


Che tempo che fa

L’80enne russa, Yelena Osipova, protesta contro la guerra e viene arrestata

La russa Yelena Osipova, 80 anni, sopravvissuta all’assedio nazista di Leningrado, è stata arrestata nella stessa città, oggi San Pietroburgo, per essere scesa in piazza contro la guerra. Sui cartelloni aveva scritto “Soldato, lascia cadere la tua arma e sarai un vero eroe!

Ucraina – Russia, le news di oggi dalla guerra.


Ucraina – Russia, le news di oggi dalla guerra. Mosca: “Pronti a riprendere negoziati questa sera”. I russi: “Abbiamo preso Kherson”. Zelensky: “Uccisi quasi 6mila russi”

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2022/03/02/news/ucraina_russia_news_oggi_guerra-339914540/?ref=RHTP-BL-I338475600-P1-S1-T1

Le forze russe intensificano l’offensiva sulle città ucraine e in mattinata annunciano di avere preso Kherson. Il numero delle vittime civili aumenta, così come quello degli ucraini che cercano scampo in Europa. Zelensky annuncia che le truppe di Kiev avrebbero ucciso fino ad ora 6mila russi. In questo scenario sembrano affievolirsi le speranze di una soluzione negoziale: le delegazioni dei due Paesi secondo il Cremlino dovrebbero incontrarsi di nuovo stasera. Ma gli sviluppi sul terreno non lasciano molto spazio all’ottimismo. E Biden, nel suo primo discorso sullo stato dell’Unione, parla di Putin come “un dittatore” che pagherà un prezzo alto. continua a leggere

Euronews in diretta

Ucraina – Russia, le news di oggi


Ucraina – Russia, le news di oggi. Proseguono i bombardamenti sulle città, distrutta la sede del governo a Kharkiv. La minaccia di Mosca: “Avanti fino alla fine”

articolo a cura di Anna Lombardi ,  Ilaria Zaffino: https://www.repubblica.it/esteri/2022/03/01/news/ucraina_russia_news_oggi_diretta-339754153/?ref=RHTP-BL-I338475600-P1-S1-T1

Convoglio militare russo lungo oltre 60 km verso Kiev. Una base militare in fiamme vicino alla capitale. Truppe di Mosca alle porte di Kherson. Prosegue l’esodo dei profughi verso Polonia e Romania

Poche ore dopo il primo incontro tra le delegazioni di Russia e Ucraina, Mosca ha intensificato l’offensiva militare. Le sirene antiaeree hanno squarciato la notte di molte città ucraine, Kiev compresa. Una colonna di mezzi russi lunga oltre 60 chilometri sta dirigendo verso la capitale, nel Sud Kherson è circondata dalle truppe di Putin. Pesante l’attacco di ieri su Kharkiv, dove sono state prese di mira zone residenziali e ci sono state vittime civili. Con il passare dei giorni si aggrava l’emergenza umanitaria: centinaia di migliaia di persone sono in fuga dall’Ucraina e premono alle frontiere dell’Ue. Intanto si inaspriscono le sanzioni internazionali contro Mosca, che stanno mettendo in difficoltà il sistema economico russo. Il canale negoziale rimane comunque aperto, le delegazioni dovrebbero incontrarsi di nuovo, stavolta al confine tra Bielorussia e Polonia. continua a leggere

Euronews in diretta

https://fb.watch/btU-Jh8IzK/

I motivi del conflitto Ucraina-Russia e cosa succede nel Donbass


articolo di Enrico Franceschini: https://www.repubblica.it/esteri/2022/02/22/news/motivi_conflitto_ucraina_russia_donbass-338759255/?ref=RHTP-BG-I0-P5-S2-T1

Ecco i motivi per cui le truppe russe entrano in Donbass e si rischia una guerra ai confini dell’Europa (articolo pubblicato il 22 febbraio, aggiornato il 24 febbraio)

La guerra ai confini dell’Europa è esplosa, con l’invasione russa decisa da Putin e annunciata con un videomessaggio registrato nei giorni scorsi. Ma cosa sta succedendo? Proviamo a spiegarvi la situazione e quali sono gli interessi in campo.

Esiste l’Ucraina? – Secondo Putin no: ha sempre fatto parte della Russia. Ma il capo del Cremlino cerca di riscrivere la storia: quella dell’Ucraina è molto più complessa di come la racconta lui. In parte colonia greca, romana e bizantina lungo le rive del Mar Nero (dove in seguito anche la repubblica marinara di Genova creò alcune colonie), nel Medio Evo il territorio dell’odierna Ucraina era suddiviso fra diversi clan tribali slavi. Nel 988 il principato di Kiev sotto Vladimir I adotta il cristianesimo come religione e da questa entità si sviluppa la cosiddetta “Russia di Kiev“, considerata antesignana della Russia moderna. Ma nel 1249 le invasioni mongole distruggono completamente Kiev, dopodiché il territorio ucraino viene spartito per secoli fra varie potenze: il regno polacco-lituano, l’impero ottomano, i cosacchi del Dnieper, l’Austria e l’impero russo, nel frattempo affermatosi più a nord con Mosca e più tardi San Pietroburgo come capitale. Con la rivoluzione bolscevica del 1917, in Ucraina scoppia una guerra civile, con due repubbliche ucraine in competizione tra loro, una nella parte occidentale e una nella parte orientale, diventando il teatro principale del conflitto tra “rossi” (i bolscevichi) e “bianchi” (le forze anticomuniste legate al vecchio esercito zarista). Soltanto nel 1922, con la vittoria dei “rossi”, l’Ucraina entra a fare parte dell’Unione Sovietica.

Quando è diventata una nazione indipendente?L’Ucraina è diventata indipendente nel 1991, con il crollo dell’Unione Sovietica, o meglio è tornata ad esserlo dopo la breve esistenza di una repubblica ucraina durante la guerra civile 1917-22. Nei successivi trent’anni fino a oggi ha avuto una successione di governi, alternativamente filo-russi o filo-europei. La cosiddetta Rivoluzione Arancione nel 2004 e la rivolta di Maidan nel 2013 hanno riaffermato il desiderio della maggioranza della popolazione di stringere rapporti con l’Unione Europea.

Cosa è successo nel 2014?A quel punto milizie armate e ispirate da Mosca hanno proclamato due repubbliche filo-russe nelle regioni di Donetsk e Lugansk, anche conosciute come l’area mineraria del Donbass, la parte orientale dell’Ucraina confinante con la Russia e in cui la maggior parte della popolazione è di lingua russa; e l’esercito russo ha occupato la penisola della Crimea, sul mar Nero, più tardi annessa formalmente alla Russia.

Da allora nel Donbass va avanti una guerra fino a questo momento a bassa intensità, che però ha fatto ben 14mila morti e decine di migliaia di feriti. Con l’annuncio di questa settimana, prima dell’invasione, Putin ha riconosciuto le repubbliche di Donetsk e Luganks, inviando anche lì truppe russe e di fatto annettendole alla Russia.

Crisi Ucraina-Russia, Putin riconosce il Donbass: nella notte le sue truppe entrano in territorio ucrainodal nostro inviato Paolo Brera – 21 Febbraio 2022

Cosa sono le repubbliche di Donetsk e Lugansk? – Come molti paesi, l’Ucraina – essendo un territorio molto grande, più di 600 mila km quadrati – è suddivisa al suo interno in diverse regioni o distretti. Donetsk e Lugansk sono le più orientali, lungo il confine con la Russia, un’ampia zona mineraria identificata anche come Donbass, dove la stragrande maggioranza della popolazione, tra cui molti minatori, è di etnia e lingua russa. In tutto ci abitano 3 milioni di persone, o meglio ci abitavano prima che nel 2014 scoppiasse la guerra, che ha spinto la parte ucraina della popolazione a cercare rifugio nella parte più occidentale dell’Ucraina. Dopo l’occupazione delle forze filo-russe nel 2014, le due regioni si sono autoproclamate “repubbliche indipendenti” e ora sono state riconosciute e in pratica annesse dalla Russia. Resta un dubbio: le forze filo-russe occupano soltanto una parte della regioni di Donetsk e Lugansk, ciascuna delle quali ha un territorio amministrativo assai più ampio. Le auto-proclamate repubbliche indipendenti rivendicano per sé l’intero territorio delle due regioni: se provassero a conquistarlo militarmente, ora che a Donetsk e Lugansk sono entrate anche le forze armate di Mosca vere e proprie, crescerebbe il rischio di un conflitto diretto con l’Ucraina, che considera le due regioni “temporaneamente occupate” e vorrebbe riprenderne il controllo, come previsto in origine dagli accordi di Minsk fra le due parti, peraltro rimasti lettera morta.  continua a leggere

Ucraina – Russia, le news di oggi.


Ucraina – Russia, le news di oggi. Le ruppe russe entrano a Kharkiv. Zelensky: “Stranieri, venite ad aiutarci a combattere”. Ultimatum di Mosca: “Risposta entro le 13 su negoziato”

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2022/02/27/news/ucraina_russia_news_oggi_guerra-339462420/?ref=RHTP-BL-I338475600-P1-S1-T1

Forti esplosioni nella capitale ucraina. Il presidente ucraino: “Notte brutale, attaccate le ambulanze”. “Questi attacchi sono genocidio, meritano il tribunale internazionale”. Mosca: accerchiate anche Kherson e Berdiansk, colpiti 975 obiettivi militari. Von der Leyen: “Paralizzeremo asset Banca centrale russa”.

Il cielo sopra a Kiev anche la notte scorsa, per il quarto giorno consecutivo, è stato illuminato dai bagliori dalle esplosioni. Nella capitale ucraina, che non si arrende all’attacco delle forze russe, continuano i combattimenti.All’alba truppe russe sono entrate a Kharkiv. In mattina il Cremlino avanza una nuova offerta di negoziati, da svolgere in Bielorussia. Invito respinto al mittente dal presdiente ucraino Zelensky, che ha aperto ad un confronto ma non sul territorio di Minsk.  In una dichiarazione alla stampa, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato invece che sarà impedito a Putin di usare “il suo forziere da guerra” e ha definito la Russia un paria economico. continua a leggere

https:Watch Sky News live

Milano scende in piazza contro la guerra….


Manifestazione a Milano contro la guerra in Ucraina, in migliaia in piazza tra bandiere e slogan: “Subito la pace

articolo di Zita Dazzi: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/26/news/milano_contro_guerra_ucraina_corteo_cairoli_studenti_pace-339343039/

Tante le sigle che hanno aderito all’appello. Ad aprire il corteo, partito da largo Cairoli, una lunga bandiera della pace. In Piazza Duomo i cittadini ucraini cantano il loro inno tra gli applausi  

Bandiere con i colori dell’arcobaleno, striscioni di Emergency e dell’Unione degli studenti. Tanti con i colori dell’Ucraina portati indosso e dipinti sui volti, le donne con le corone di fiori in testa. Cartelli contro i carri armati e contro Putin. Dopo il grande presidio di giovedì sera davanti a Palazzo Marino (indetto da Anpi provinciale di Milano e Cgil-Cisl-Uil con la partecipazione dei partiti e delle Ong), oggi sabato 26 febbraio, la Milano che dice no alla guerra è scesa di nuovo in piazza per manifestare la propria solidarietà al popolo ucraino attaccato dalla Russia. Sono migliaia – gli organizzatori dicono “siamo in 30mila” – le persone che hanno iniziato a sfilare per le vie del centro, partendo dal largo Cairoli, di fronte al Castello. Ad aprire il corteo è una lunga bandiera della pace che i manifestanti tengono sopra le loro spalle, sotto la quale giocano bambini che sono venuti in corteo con le loro famiglie. E a sfilare in solidarietà con il loro popolo anche tanti cittadini ucraini che vivono a Milano. continua a leggere

Ucraina, russi contro la guerra a Milano: “Mi vergogno per quello che sta succedendo”alanews
Ucraina, un gigantesco arcobaleno: Milano manifesta per la pace – QuotidianoNazionale

Non solo a Milano ……

Bologna in piazza contro la guerra in Ucraina sotto le note di Morandi: “Contro ogni conflitto”Fanpage.it

Ucraina – Russia, le news di oggi. Spari ed esplosioni a Kiev, respinto l’attacco. Zelensky: “I russi hanno perso 3.500 soldati, arrivano armi dai nostri partner”


articolo a cura di Flavio Bini ,  Anna Lombardi ,  Daniele Castellani Perelli ,  Piera Matteucci: https://www.repubblica.it/esteri/2022/02/26/news/ucraina_russia_news_oggi_guerra-339311237/?ref=RHTP-BL-I338475600-P1-S1-T1

Notte di scontri nella zona dello zoo, il presidente ucraino non lascia la città: “Non credete alla fake news, io sono qui”. Mosca: “Abbiamo preso Melitopol”

Ancora esplosioni a Kiev in quella che il presidente ucraino aveva definito la notte più dura. Dopo che il presidente russo Vladimir Putin ieri aveva invitato l’esercito ucraino a ribellarsi, in serata erano circolate voci di un possibile negoziatocon Zelensky. Invece durante la notte si sino susseguiti gli scontri nella zona dello zoo. Intanto la Casa Bianca ha chiesto al Congresso 6,4 miliardi di dollari per assistere l’Ucraina.

LO SPECIALE GUERRA IN UCRAINA – FOCUS SENTIERI DI GUERRA

10.13 La Polonia rifiuta di giocare con la Russia per la qualificazione ai Mondiali del Qatar

Lo annuncia la federazione polacca. La partita è in programma il prossimo 24 marzo a Mosca. “Basta chiacchiere, è ora di agire”, ha scritto il presidente della federazione polacco Cezary Kulesza  su Twitter aggiungendo che “è l’unica decisione corretta” e che sta lavorando con le federazioni svedese e ceca per presentare una posizione comune alla FIFA. continua a leggere

LIVE – War in Ukraine: Follow the latest on FRANCE 24 – #LiveF24 #Ukraine #UkraineWar
Guerra Russia-Ucraina, secondo giorno di bombardamenti: esercito russo verso Kiev. News in direttaFanpage.it



Ucraina – Russia, le news di oggi. Kiev colpita da missili, truppe russe a 32 km. 


Ucraina – Russia, le news di oggi. Kiev colpita da missili, truppe russe a 32 km. Zelensky: “Noi soli, le potenze stanno a guardare”. Ue vara sanzioni pesanti contro le banche russe

articolo di Daniele Castellani Perelli ,  Anna Lombardi ,  Piera Matteucci ,  Cristiana Salvagni ,  e dall’inviato Paolo Brera: https://www.repubblica.it/esteri/2022/02/25/news/ucraina_russia_news_oggi_guerra-339159760/?ref=RHTP-BL-I338475600-P1-S1-T1

Le forze russe bombardano l’aeroporto di Velyka Omelyana. Ministro degli Esteri: “Attacco orribile come nel 1941”. Aereo russo cade su edificio. Consegnati 10mila fucili ai civili. Macron: “Pronti a dare materiale militare all’Ucraina”. Checkpoint russi sull’autostrada Sumy-Kiev

Almeno 137 vittime. È questo il bilancio provvisorio fatto dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky al termine della prima giornata di combattimenti in Ucraina dopo l’invasione russa. Il presidente ucraino ha parlato di vittime “militari e civili“. “Altre 316 persone sono rimaste ferite”, ha aggiunto il presidente, che ha firmato il decreto per la mobilitazione generale. E mentre continuano ad arrivare dichiarazioni di condanna nei confronti dell’iniziativa di Putin, Kiev è assediata dai militari russi. Il presidente Usa, Joe Biden, ha annunciato nuove sanzioni contro Mosca e non esclude sanzioni personali contro il capo del Cremlino. Esplosioni hanno scosso la capitale ucraina. Abbattuto un missile o un aereo russo dalle forze ucraine. continua a leggere

Ucraina, invasione russa: ultimi sviluppi in diretta

I russi in piazza contro la guerra in Ucraina: si schierano i vip, 1.400 arresti


articolo di Greta Sclaunich e Irene Soave: https://twitter.com/nexta_tv/status/1496905396178534409?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1496905396178534409%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.corriere.it%2Festeri%2F22_febbraio_24%2Fproteste-in-russia-contro-la-guerra-in-ucraina-1cbf9ade-959a-11ec-ae45-371c99bdba95.shtml

Manifestazioni senza precedenti a San Pietroburgo e Mosca, un corteo anche a Novosibirsk. La polizia: «Non scendete in piazza». Pioggia di adesioni da cantanti e personalità tv

I russi in piazza contro la guerra in Ucraina Foto da repubblica.it

Una mobilitazione come quella di giovedì nelle città russe, contro la guerra in Ucraina, non si vedeva da molto tempo: nemmeno dopo l’arresto del leader dell’opposizione Aleksej Navalny erano scesi in piazza in tanti, con cartelli e slogan pacifisti ma anche contro il presidente Vladimir Putin. Ieri in «43 città almeno», così l’ong OVD-Info, ci sono stati cortei e picchetti contro l’invasione dell’Ucraina: folle, come a San Pietroburgo, o picchetti solitari subito finiti in arresti. Circa 1.400 persone, comunica la stessa ong, sono state arrestate giovedì in tutto il Paese. La metà di loro a Mosca, nella manifestazione di piazza Pushkin subito resa «zona rossa» dalla polizia; 378 a Pietroburgo, seconda metropoli del Paese e città natale del presidente Putin. continua a leggere

Ucraina – Russia, le news di oggi. Putin annuncia il via alle operazioni militari. Esplosioni a Kiev e in altre città . Cnn: centinaia di vittime


articolo a cura di Rosa Femia, Piera Matteucci, Anna Lombardi: https://www.repubblica.it/esteri/2022/02/24/news/ucraina_russia_news_oggi_diretta-338988051/?ref=RHTP-BL-I338475600-P1-S1-T1

Esplosioni a Kiev e in altre città

Il presidente russo, Vladimir Putin ha annunciato in tv l’autorizzazione a operazioni militari del Donbass e ha lanciato un appello ai soldati ucraini affinché depongano le armi. Il capo del Cremlino ha intimato ai Paesi stranieri di evitare interferenze, altrimenti ci saranno conseguenze mai viste. Esplosioni sono state avvertite a Kiev e in alre città. Prima dell’attacco, il presidente Zelensky aveva chiesto invano un colloquio a Putin. I separatisti del Donbass avevano chiesto l’aiuto di Mosca. Un pretesto per il blitz, secondo gli Stati Uniti. Ferma la reazione della comunità internazionale, dal presidente americano Joe Biden all’Unione europea: “L’attacco russo è inaccettabile e ingiustificabile. La risposta sarà forte“. continua a leggere

Ucraina, iniziato l’attacco russo: la diretta da Piazza Maidan a Kiev
Ucraina, invasione russa: ultimi sviluppi in diretta
euronews (in Italiano)
La Russia invade l’Ucraina, missili su Kiev: Putin ha dato l’ordine d’attacco. È guerraFanpage.it
La Russia invade l’Ucraina: il ricatto di Putin
Krònos