25 aprile – Festa della Liberazione


«Il difficile momento che stiamo vivendo limita le modalità di celebrazione ma desidero con uguale intensità, in questo 25 aprile, Festa della libertà di tutti gli italiani, ricordare il sacrificio di migliaia di connazionali che hanno lottato nelle fila della Resistenza e combattuto nelle truppe del Corpo italiano di liberazione, di quanti furono deportati, internati, sterminati nei campi di concentramento e delle donne e degli uomini di ogni ceto ed estrazione che non hanno fatto mancare il loro sostegno, pagando spesso duramente la loro scelta». Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio alle associazioni combattentistiche e d’Arma in occasione del 76esimo anniversario della Liberazione. «Nell’onorare il ricordo di quanti sono stati protagonisti della conquista della libertà e della democrazia, rivolgo ai rappresentanti delle Forze Armate, delle Associazioni combattentistiche, d’Arma e partigiane, il saluto di tutti gli italiani, riconoscenti per l’instancabile opera volta a mantenere vivi gli ideali di abnegazione, spirito di sacrificio e democrazia simboleggiati dal tricolore. Viva la Liberazione, viva la Repubblica».«Ora più che mai – conclude il Capo dello Stato – è necessario rimanere uniti in uno sforzo congiunto che ci permetta di rendere sempre più forti e riaffermare i valori e gli ideali che sono alla base del nostro vivere civile, quel filo conduttore che, dal Risorgimento alla Resistenza, ha portato alla rinascita dell’Italia».

25 Aprile 2021: 76° anniversario della Resistenza e della Liberazione.- Al parco Pertini interventi celebrativi a cura del sindaco Simone Negri e della vicepresidente di Anpi Paola Ariis.

Che significato ha il 25 aprile oggi? Le risposte dei lettori

articolo: https://www.corriere.it/cronache/21_aprile_25/25-aprile-liberazione-liberta-risposte-lettori-beee4946-a454-11eb-a7d3-6cda844bb148.shtml?fbclid=IwAR2EilslKUfABpJeT1Sd1q1imhTDuCjJc0t-sbBeWfKP4qzAqnNkCbtADl8

Per alcuni il 25 aprile è ricordare i racconti dei nonni che parteciparono alla Liberazione; per altri è il dono di un vaccino contro il Covid, per altri ancora è una data così importante da sceglierla per sposarsi

Ricorrono oggi i 76 anni da quando l’Italia, il 25 aprile 1945, è stata liberata dal nazifascismo. Ma il 25 aprile non è solo una data, una festa che cade una volta all’anno: la Liberazione è tutti i giorni. È un simbolo per ricordarci che la libertà è partecipazione, sacrificio e coraggio.

Chi lo ha vissuto racconta che il 25 aprile ha un significato preciso: è stato il primo giorno di una libertà, che non è liceità, ma responsabilità. Come raccontava Claudia Ruggerini, la partigiana «Marisa», che il 25 aprile 1945 partecipò alla liberazione del Corriere della Sera: «La libertà va coltivata con la coscienza, con la consapevolezza e con il riconoscere la libertà degli altri».

Questo è il secondo 25 aprile che trascorriamo in maniera diversa: il Covid impedisce di ritrovarsi insieme e festeggiare, vivere momenti di condivisione, abbracciarsi, come hanno fatto i nostri nonni e bisnonni quando hanno liberato l’Italia. Ma non dev’essere un motivo per non festeggiare: ora che siamo distanti fisicamente dobbiamo ricordarci della libertà collettiva che è stata conquistata 76 anni fa con tanto sacrificio e coraggio. Per questo abbiamo chiesto ai lettori di raccontarci cosa è per loro il 25 aprile oggi. continua a leggere

Giorgio Gaber – La libertà
Tosca – Bella ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...