È morto Pepe Salvaderi dei Dik Dik…


È morto Pepe Salvaderi dei Dik Dik. “Ciao fratello, amico, grande musicista”

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/12/19/news/e_morto_pepe_salvaderi-279004143/

Fondatore del gruppo nel 1965 insieme a Giancarlo Sbrizolo e Pietro Montalbetti che contribuì in maniera fondamentale alla sprovincializzazione della nostra canzone con memorabili successi come ‘Senza luce’, ‘Sognando California’, ‘L’isola di Wight’

 
DIK DIK
23 ore fa

Ciao Pepe te ne sei andato a suonare con gli angeli e ci hai lasciato qui a piangerti e ricordarti per sempre.
Conoscendo la tua innata ironia lo avrai fatto così senza avvertirci affinchè suonassimo le tue canzoni, le nostre canzoni ancora più forte, così forte da arrivare fino al cielo e il cielo sarà con te ad ascoltarci.
Noi non ti abbiamo perso e non ti perderemo mai perché sei e sarai sempre dentro di noi e ti promettiamo un cosa, l’ultimo lavoro, quello che hai voluto tanto non andrà perduto.
Ciao fratello, amico, grande musicista, ciao Pepe ci incontreremo in tutti i nostri sogni. ❤️❤️❤️

Un altro pezzo della storia della canzone italiana se n’è andato. Con Pepe Salvaderi, uno dei fondatori dei Dik Dik salutiamo un rappresentante di quella generazione che tra gli anni Sessanta e Settanta contribuì in maniera fondamentale al rinnovamento della musica italiana, alla sprovincializzazione della nostra canzone, con brani che sono entrati a far parte dell’imponente canzoniere nazionale. Salvaderi era nato a Milano, aveva iniziato subito ad appassionarsi alla musica, studiando la chitarra classica un con un grande maestro come Miguel Albeniz. Ma all’alba degli anni Sessanta, come tutta la sua generazione, fu colpito dall’avvento del beat, della musica “giovanile”, del rock inglese e americano, e decise di mettere a frutto quello che aveva imparato assieme a due grandi amici d’infanzia, Lallo (Giancarlo Sbrizolo) e Pietruccio (Pietro Montalbetti), fondando i Dreamers, i sognatori. Nome “morbido” e fricchettone, cambiato poi nel più aggressivo Squali, per poi approdare al definitivo e “creativo” Dik Dik, riferito a una specie di antilopi ma in realtà immaginifico e fantasioso. coninua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...