Archivi del mese: maggio 2019

Milano, allarme bomba in Corso Lodi:…….


Milano, allarme bomba in Corso Lodi: all’interno del pacco sospetto solo cibo per cani3

articolo: https://www.milanotoday.it/cronaca/corso-lodi-traffico.html

“C’è un pacco bomba vicino al cestino”, scatta l’allerta massima in corso Lodi: falso allarme

Strada chiusa al traffico e artificieri al lavoro in corso Lodi a Milano nel pomeriggio di venerdì 31 maggio. L’allarme è scattato intorno alle 17 quando un passante ha segnalato la presenza di un pacco sospetto vicino a un cestino di via Ponti della Priula.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile che in attesa dell’intervento degli artificieri hanno delimitato l’area. Sul posto anche la polizia locale che ha chiuso al traffico un tratto dell’arteria stradale. Fortunatamente non è successo nulla di grave: all’interno del pacco è stato trovato del cibo per cani.

Corso Lodi chiuso: autobus deviati – A causa della chiusura di Corso Lodi Atm aveva deviato l’autobus della linea 65 in direzione Porta Romana che deviava da Brenta Corso Lodi a Corso Lodi/Friuli, lo stesso bus diretto ad Abbiategrasso, invece, deviavada Corso Lodi Brembo a Orltles Calabiana.

Un anno di stop al 14enne che si è calato i pantaloncini in faccia all’arbitro donna


articolo: https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/un-anno-di-stop-al-14enne-che-si-e-calato-i-pantaloncini-in-faccia-all-arbitro-donna_1278138-201902a.shtml

E’ stato squalificato per un anno dal giudice sportivo della Lega dilettanti del Veneto il quattordicenne del Treporti calcio che lo scorso 22 maggio si è calato i pantaloncini inveendo contro un arbitro donna nel corso di una partita valida per un torneo Giovanissimi a Mestre. La sentenza, depositata oggi, prevede il dimezzamento della squalifica se il ragazzo accetterà di sottoporsi a un percorso rieducativo presso l’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Cavallino-Treporti, paese sul litorale veneziano dove abita.

Giulia Nicastro, questo il nome dell’arbitro indegnamente offeso, aveva cominciato a subire offese sin dal fischio d’inizio della partita, quando una ventina di genitori del Treporti aveva cominciato a inveire contro di lei invitandola a dedicarsi al mestiere più antico del mondo piuttosto che calcare i campi da calcio.Ma il peggio doveva ancora venire. Al momento dell’esecuzione di un calcio d’angolo il 14enne oggi punito si era abbassato i pantaloncini in mezzo al campo sfidando apertamente l’arbitro: “Vediamo se hai il coraggio di espellermi oppure…” e qui l’invito a pratiche sessuali. Immediato il rosso per il ragazzino, cosa che aveva fatto crescere ancor di più i toni dei genitori-ultras. 

E’ morto Marcello Spalletti, fratello dell’allenatore dell’Inter


Articolo: https://www.google.com/amp/s/sport.sky.it/calcio/serie-a/2019/05/28/morto-fratello-spalletti.amp.html

L’annuncio da parte del club nerazzurro attraverso un tweet. Marcello Spalletti aveva 66 anni, i suoi funerali si svolgeranno questo mercoledì alle ore 16 presso la Chiesa San Jacopo di Avane, a Empoli.

Lutto in famiglia per Luciano Spalletti. E’ scomparso il fratello maggiore Marcello, come reso noto dall’Inter che ha voluto porgere le sue condoglianze all’allenatore tecnico. “FC Internazionale Milano si stringe
attorno alla famiglia Spalletti per la scomparsa di Marcello, fratello di Luciano. Al mister, ai suoi familiari e a tutti i suoi cari vanno il pensiero e l’affetto del Club e di tutto il mondo nerazzurro”, si legge in una nota sul sito. Anche la Roma, attraverso i suoi profili social, ha voluto mandare un messaggio di vicinanza al suo ex allenatore: “L’AS Roma è vicina a Luciano Spalletti … e partecipa al dolore della sua famiglia”.

L’annuncio da parte del club nerazzurro attraverso un tweet. Marcello Spalletti aveva 66 anni, i suoi funerali si svolgeranno questo mercoledì alle ore 16 presso la Chiesa San Jacopo di Avane, a Empoli.

Il Club si unisce al dolore di Luciano Spalletti e della sua famiglia per la scomparsa del fratello Marcello

L’AS Roma è vicina a Luciano Spalletti per la scomparsa del fratello Marcello e partecipa al dolore della sua famiglia

Gazzetta – Juve, c’è la parola fine su Calciopoli. Finito il tempo dei ricorsi


Calciopoli, l’ultima parola: “Juve, finito il tempo dei ricorsi”. Le motivazioni

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/29-05-2019/calciopoli-l-ultima-parola-juve-finito-tempo-ricorsi-3302031679560.shtml

Il Collegio presieduto da Frattini ha dichiarato definitivamente inammissibile il ricorso con cui i bianconeri chiedevano la revoca dello scudetto 2006 assegnato all’Inter

“Alla luce di quanto esposto, può quindi concludersi che il ricorso della Juventus e le doglianze ivi contenute, sotto qualsivoglia prospettiva le si esamini, non solo non possono essere portate all’attenzione del Collegio di garanzia dello sport, giacché inammissibili, ma può, altresì, affermarsi che le stesse non possono più essere oggetto di delibazione alcuna da parte del sistema di giustizia sportiva». Così si sono conclude le motivazioni della sentenza del Collegio di garanzia che ha dichiarato inammisibile il ricorso della Juventus, con cui la Juve chiedeva la revoca dello scudetto 2006 assegnato all’Inter ai tempi di Calciopoli. 

LE MOTIVAZIONi

Il Collegio presieduto da Franco Frattini, nelle motivazioni, dichiara inizialmente la sua incompetenza e sostiene che la Juve, di fronte al rigetto del Tnas, avrebbe dovuto rivolgersi a suo tempo all’Alta corte di giustizia: “Non è concepibile che la società tenti di ovviare a questa omissione a distanza di più di sette anni”. Commenta l’avvocato Roberto Argeri di Cleary Gottlieb che ha difeso l’Inter: “Il Collegio di garanzia dello sport è l’organo di ultima istanza della giustizia sportiva: è stata messa la parola ‘fine’, anche in ambito sportivo, alla lunghissima controversia”.

Piazza Loggia: commemorazione a Brescia


Per non dimenticare!

articolo: http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2019/05/28/piazza-loggia-commemorazione-a-brescia_08091037-d57c-45dd-b964-4cd907a12313.html

(ANSA) – Brescia, 28 maggio 2019 – “Siamo in piazza per non dimenticare“. Così il segretario della Cgil di Brescia, Silvia Spera, ha aperto le celebrazioni per il 45esimo anniversario della strage di Piazza della Loggia.
”Una catena eversiva legava le stragi di quegli anni, la democrazia è stata più forte” ha detto la sindacalista che ha anche letto il messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Alle 10.12, momento in cui il 28 maggio 1978 scoppiò l’ordigno, otto rintocchi delle campane hanno ricordato le otto vittime.

28 maggio 1974 la strage di Piazza della Loggia

La storia – premere il link qui sotto

https://alessandro54.com/2016/05/29/28-maggio-1974-la-strage-di-piazza-della-loggia/

Partite truccate, in Spagna arrestati calciatori Liga, anche ex Real Madrid


articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2019/05/28/partite-truccate-in-spagna-arrestati-calciatori-liga-_33b23d4d-a2ad-472a-9d43-079996d97d9f.html

C’è uno scandalo a base di partite ‘truccate’ in Spagna. Secondo quanto riferiscono i media locali, la polizia sta procedendo a numerosi arresti nell’ambito di un’indagine cominciata nel maggio del 2018. Fra le persone fermate ci sono sei calciatori fra i quali l’ex del Real Madrid Raul Bravo, vincitore della Champions nel 2002 e ritiratosi l’anno scorso (è ritenuto uno dei capi dell’organizzazione), l’altro ex madridista Borja Fernandez, Inigo Lopez del Deportivo La Coruna e l’ex del Siviglia Aranda. continua a leggere

Tensione Chelsea: lite Luiz-Higuain, Sarri si infuria e se ne va


Sarri si infuria con Higuain e David Luiz e lascia furioso la rifinitura

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Europa-League/28-05-2019/sarri-si-infuria-suoi-lascia-allenamento-3302016612744.shtml

Un diverbio tra il difensore brasiliano e l’attaccante argentino ha scatenato la rabbia del tecnico, che ha anche lanciato il cappellino per terra

Anche una normale seduta di rifinitura alla vigilia di una finale europea riesce a regalare momenti di tensione nel Chelsea. Il fattaccio avviene nella partitella. Higuain e Luiz si scontrano in un contrasto. L’argentino s’innervosisce e va nuovamente giù duro con la gamba. Non ci sono contatti, ma Luiz ha l’aria seccata e a quel punto Higuain prova a dirgli qualcosa per scusarsi, ma il brasiliano con una mano allontana l’argentino.

David Luiz and Higuain clash and Sarri is furious