Archivi del giorno: 31 Mag 2019

Milano, allarme bomba in Corso Lodi:…….


Milano, allarme bomba in Corso Lodi: all’interno del pacco sospetto solo cibo per cani3

articolo: https://www.milanotoday.it/cronaca/corso-lodi-traffico.html

“C’è un pacco bomba vicino al cestino”, scatta l’allerta massima in corso Lodi: falso allarme

Strada chiusa al traffico e artificieri al lavoro in corso Lodi a Milano nel pomeriggio di venerdì 31 maggio. L’allarme è scattato intorno alle 17 quando un passante ha segnalato la presenza di un pacco sospetto vicino a un cestino di via Ponti della Priula.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile che in attesa dell’intervento degli artificieri hanno delimitato l’area. Sul posto anche la polizia locale che ha chiuso al traffico un tratto dell’arteria stradale. Fortunatamente non è successo nulla di grave: all’interno del pacco è stato trovato del cibo per cani.

Corso Lodi chiuso: autobus deviati – A causa della chiusura di Corso Lodi Atm aveva deviato l’autobus della linea 65 in direzione Porta Romana che deviava da Brenta Corso Lodi a Corso Lodi/Friuli, lo stesso bus diretto ad Abbiategrasso, invece, deviavada Corso Lodi Brembo a Orltles Calabiana.

Un anno di stop al 14enne che si è calato i pantaloncini in faccia all’arbitro donna


articolo: https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/un-anno-di-stop-al-14enne-che-si-e-calato-i-pantaloncini-in-faccia-all-arbitro-donna_1278138-201902a.shtml

E’ stato squalificato per un anno dal giudice sportivo della Lega dilettanti del Veneto il quattordicenne del Treporti calcio che lo scorso 22 maggio si è calato i pantaloncini inveendo contro un arbitro donna nel corso di una partita valida per un torneo Giovanissimi a Mestre. La sentenza, depositata oggi, prevede il dimezzamento della squalifica se il ragazzo accetterà di sottoporsi a un percorso rieducativo presso l’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Cavallino-Treporti, paese sul litorale veneziano dove abita.

Giulia Nicastro, questo il nome dell’arbitro indegnamente offeso, aveva cominciato a subire offese sin dal fischio d’inizio della partita, quando una ventina di genitori del Treporti aveva cominciato a inveire contro di lei invitandola a dedicarsi al mestiere più antico del mondo piuttosto che calcare i campi da calcio.Ma il peggio doveva ancora venire. Al momento dell’esecuzione di un calcio d’angolo il 14enne oggi punito si era abbassato i pantaloncini in mezzo al campo sfidando apertamente l’arbitro: “Vediamo se hai il coraggio di espellermi oppure…” e qui l’invito a pratiche sessuali. Immediato il rosso per il ragazzino, cosa che aveva fatto crescere ancor di più i toni dei genitori-ultras.