Archivi del giorno: 25 aprile 2019

Chernobyl, i luoghi dell’abbandono: cosa resta 33 anni dopo il disastro


Immagine correlata

Il disastro di Černobyl’ è stato il più grave incidente mai verificatosi in una centrale nucleare. È uno dei due incidenti classificati come catastrofici con il livello 7 e massimo della scala INES dell’IAEA, insieme all’incidente avvenuto nella centrale di Fukushima Dai-ichinel marzo 2011

articolo: https://video.repubblica.it/mondo/chernobyl-i-luoghi-dell-abbandono-cosa-resta-33-anni-dopo-il-disastro/332841/333437?ref=RHPPBT-BS-I220012994-C12-P1-S3.4-T1

Tavole ancora imbandite, oggetti personali e fotografie, documenti privati e suppellettili, testimonianze di vite spezzate, segnate per sempre dalla tragedia. È quello che resta a 33 anni dal disastro nucleare di Chernobyl , avvenuto il 26 aprile 1986.
La Zona di Esclusione, così è chiamata l’area di 30 km attorno al reattore, presidiata militarmente e a cui si accede solo grazie a particolari permessi, appare oggi come un girone infernale: dai villaggi più perimetrali come Zalissya e Kopachi, di cui restano solo le abitazioni con i tetti e i pavimenti divelti, le attrezzature agricole e qualche macchinario abbandonato, fino al cuore di Chernobyl, l’area delle centrali nucleari e dei radar sovietici come l’imponente ”Duga” ancora in piedi. Si arriva poi a Pripyat, l’unica area veramente disabitata, nelle altre soggiornano addetti ai lavori e militari per brevi periodi di tempo e su turnazione. Questa cittadina, che ospitava all’epoca 50mila persone, era ricca e fiorente. Chiamata anche ‘la città dei bambini’, qui avevano trovato la loro dimora i dipendenti delle centrali nucleari e le loro famiglie.

La Storia Siamo Noi L’incidente di Chernobyl a cura di Gianni Minoli

Storia completa italiano su chernobyl+Bonus 2018

Milan, Calabria si frattura il perone: stagione finita


Davide Calabria Milan

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Milan/25-04-2019/milan-calabria-si-frattura-perone-stagione-finita-3301049339593.shtml

Tegola per il Milan: la stagione di Davide Calabria si è chiusa ieri sera contro la Lazio, partita in cui il terzino destro rossonero si è procurato la frattura del perone. Per il laterale classe 1996 cresciuto nel vivaio milanista sono previsti due mesi di stop.

TITOLARISSIMO — Calabria, partito esterno di centrocampo nel 3-4-2-1 varato da Gattuso nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro i biancocelesti, è uscito al 40′ del primo tempo dopo una botta ricevuta lasciando il posto a Conti. Era stato tra i migliori del Milan, impegnando Strakosha con un sinistro insidioso sullo 0-0. In stagione ha totalizzato 33 presenze e un gol, all’esordio rossonero in campionato contro il Napoli. A questo punto sulla destra sarà ballottaggio tra Conti, apparso ancora poco brillante dopo la prova opaca con il Parma, e Abate, l’altro terzino destro in rosa.

LA NOTA — Con una nota sul proprio sito internet, il Milan ha ufficializzato l’infortunio: “Nel corso del match di Coppa Italia disputato ieri contro la Lazio – si legge –, Davide Calabria ha subito un trauma contusivo diretto della gamba sinistra. Gli accertamenti clinici e strumentali eseguiti in data odierna hanno evidenziato una frattura composta del perone sinistro. Un nuovo controllo radiologico è previsto tra un mese”.

NEWS MILAN – Il club rossonero ha emesso un comunicato ufficiale riguardante l’infortunio di Davide Calabria:

«AC Milan comunica che nel corso del match di Coppa Italia disputato ieri contro la Lazio, Davide Calabria ha subito un trauma contusivo diretto della gamba sinistra. Gli accertamenti clinici e strumentali eseguiti in data odierna hanno evidenziato una frattura composta del perone sinistro. Un nuovo controllo radiologico è previsto tra un mese».

25 aprile – sfila il corteo dell’Anpi a Milano “Siamo oltre 70mila”


Striscione fascista: Zingaretti, risposta sono piazze piene © ANSA

articolo: http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2019/04/25/25-aprile-sfila-il-corteo-dellanpi-a-milano_ed57ae65-86b5-4aed-9a52-ce075f31bf22.html

La Repubblica

Trasmissione in live streaming 4 ore fa
ISCRIVITI 151.305
Il corteo organizzato dall’Anpi sfila per le strade di Milano partendo da corso Venezia in piazza Duomo. Al termine il palco in piazza con gli interventi.

 

Dopo Roma, anche a Milano ha sfilato il corteo per la Festa della Liberazione. In testa le autorità, con il sindaco, Giuseppe Sala, e i gonfaloni dei comuni. Nel corteo anche il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, che sfila appena dietro la testa del corteo, tra i manifestanti del suo partito. 

“Siamo oltre 70mila. C’è uno spezzone del corteo ancora in via Palestro, Milano ha saputo dare una grande risposta”, ha sottolineato dal palco il presidente dell’Anpi di Milano e provincia, Roberto Cenati, concludendo gli interventi.

Forti contestazioni si sono verificate al passaggio della Brigata Ebraica durante il passaggio del corteo del 25 aprile, da parte dei manifestanti pro Palestina. “Via i sionisti dal corteo” e “Israele Stato terrorista” sono stati gli slogan usati. La contestazione, pur molto accesa, non ha provocato incidenti. Tra i manifestanti c’è un ampio schieramento delle forze dell’ordine. Al momento della contestazione gli esponenti della Brigata cantavano ‘Bella Ciao’. continua a leggere

Volti e slogan dal 25 Aprile: il corteo di Milano

Le celebrazioni del 25 Aprile a Milano: dal Sacrario a piazzale Loreto

Le celebrazioni del 25 Aprile a Milano: dal Sacrario a piazzale Loreto

{}

{}

25 Aprile: Mattarella: “Ritorno a libertà dopo dittatura”


Risultati immagini per 25 aprile 2019

articolo: https://www.repubblica.it/politica/2019/04/25/news/25_aprile_mattarella_depone_corona_alloro_ad_altare_patria-224816162/?ref=RHPPTP-BL-I224802389-C12-P2-S1.8-T1

Il presidente della Repubblica depone corona alloro ad Altare Patria: al via le celebrazioni della Festa della Liberazione dal nazifascismo. Bongiorno (Lega): “Memoria è un dovere”. Di Maio attacca Salvini: “La mafia si elimina con il buon esempio, non festeggiando a Corleone. Divide chi non vuole festeggiare”. A Roma la comunità ebraica non partecipa al corteo in polemica con Anpi e Pd per la presenza delle bandiere palestinesi

Roma, 25 aprile 2019 . Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, rende omaggio al Monumento del Milite Ignoto all’Altare della Patria.

Il Capo dello Stato, accompagnato dal Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta e dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli, ha passato in rassegna il reparto d’onore schierato con Bandiera e banda e ha deposto una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto. Presenti il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, la sindaca di Roma, Virginia Raggi e le più alte cariche dello Stato, i Vertici militari.

“Festeggiare il 25 aprile, giorno anche di San Marco, significa celebrare il ritorno dell’Italia alla libertà e alla democrazia, dopo vent’anni di dittatura, di privazione delle libertà fondamentali, di oppressione e di persecuzioni. Significa ricordare la fine di una guerra ingiusta, tragicamente combattuta a fianco di Hitler. Una guerra scatenata per affermare tirannide, volontà di dominio, superiorità della razzasterminio sistematico“. Lo ha affermato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia di Vittorio Veneto per le celebrazioni del 74esimo anniversario della Festa della Liberazione dal nazifascismo.

“Se oggi, in tanti – ha proseguito Mattarella – ci troviamo qui e in tutte le piazza italiane è perché non possiamo, e non vogliamo, dimenticare il sacrificio di migliaia di italiani, caduti per assicurare la libertà di tutti gli altri. La libertà nostra e delle future generazioni. A chiamarci a questa celebrazione sono i martiri delle Fosse Ardeatine, di Marzabotto, di Sant’Anna di Stazzema e di tanti altri luoghi d’Italia; di Cefalonia, dei partigiani e dei militari caduti in montagna nelle città, dei deportati nei campi di sterminio, dei soldati di Paesi lontani che hanno fornito un grande prezioso contributo e sono morti in Italia per la libertà”. continua a leggere

25 Aprile, il Presidente Mattarella assiste alla Cerimonia dell’alzabandiera a Vittorio Veneto

(Agenzia Vista) Vittorio Veneto, 25 aprile 2019 – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella assiste alla Cerimonia dell’alzabandiera a Vittorio Veneto per le celebrazioni del 25 Aprile.

Mattarella a Vittorio Veneto per le commemorazioni del 25 aprile

https://video.corriere.it/25-aprile-mattarella-all-altare-patria/e36afa66-6726-11e9-8fa9-3e1bbc7d4c0f

TUTTO PRONTO PER L’ARRIVO DEL PRESIDENTE MATTARELLA | A3 NEWS Treviso 24/04/2019

antennatre

Pubblicato il 24 apr 2019
ISCRIVITI 30.170
VITTORIO VENETO – In primo piano l’arrivo domani a Vittorio Veneto del capo dello stato Mattarella per le celebrazioni del 25 aprile

The Voice chi sono i giudici


Logotvoi.jpg

The Voice of Italy (noto semplicemente come The Voice) è un programma televisivo italiano in onda dal 2013 in prima serata su Rai 2. Si tratta della versione italiana del talent show The Voice, format olandesetrasmesso in tutto il mondo e ideato da John de Mol, creatore del Grande Fratello.

Il programma viene realizzato presso lo Studio 2000 del Centro di Produzione Rai situato a Milano in Via Mecenate, 76.

Condotta da: Simona Ventura

Risultati immagini per the voice

Simona Ventura (Bentivoglio, 1º aprile 1965) è una conduttrice televisiva,  showgirl  e  attrice italiana

 I coach: ????

Risultati immagini per the voice of italy

Gigi D’Alessio – Elettra Miura Lamborghini – Gué Pequeno – Morgan

Risultati immagini per The voice 2019 i giudici

Gigi D’Alessio

Immagine correlata

Gigi D’Alessioall’anagrafe Luigi D’Alessio (Napoli, 24 febbraio 1967), è un cantautore e produttore discografico italiano

Elettra Miura Lamborghini

 

Risultati immagini per Elettra Lamborghini

Elettra Miura Lamborghini (Italia, 17 maggio 1994) è una celebrità di Internet, cantante e cantautrice italiana. È nota per essere la nipote di Ferruccio Lamborghini fondatore della supercar Lamborghini, e per la sua partecipazione al programma Super Shore

Gué Pequeno 

Gué Pequenopseudonimo di Cosimo Fini (Milano, 25 dicembre 1980), è un rapper  e produttore discografico  italiano, noto per la sua militanza nei Club Dogo

Morgan

Risultati immagini per morgan

Morganpseudonimo di Marco Castoldi (Milano, 23 dicembre 1972), è un cantautore, musicista e scrittore italiano, fondatore dei Bluvertigo. Da solista ha vinto anche la Targa Tenco e il Premio Lunezia per l’ Album “Canzoni dell’appartamento”

Risultati immagini per the voice

Rubate le mail a 1,4 milioni di utenti Libero e Virgilio


Il cybercriminale, uno studente di 24anni, si è intrufolato nella rete Wi-Fi del gestore (Italiaonline) operando da un bar vicino alla sede dell’azienda (Assago, Milano). I carabinieri l’hanno fermato dopo che aveva già spedito il pacchetto di credenziali mail al committente

articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2019/04/24/news/rubate_le_mail_a_1_4_milioni_di_utenti_libero_e_virgilio-224777157/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P11-S1.6-T1

È POSSIBILE sedersi comodi a un tavolino di un bar, vicino alla sede di un grande provider di servizi di posta, e rubare le credenziali di accesso mail di 1,4 milioni di italiani. È quanto successo in questi giorni con le caselle di Libero Mail e Virgilio Mail, gestite dall’azienda Italiaonline, secondo un’indagine della Procura di Milano rivelata nelle scorse ore. È quindi proprio da un bar ad Assago, vicino alla sede di Italiaonline, che è stato possibile compiere il crimine informatico: uno studente 24enne di giurisprudenza (a quanto accertato dai carabinieri che hanno collaborato con la Procura) ha ottenuto le credenziali dopo aver violato la rete Wi-Fi dell’azienda. Tutto questo con un portatile dotato di un’antenna, kit tipico utilizzato dai criminali informatici per craccare reti Wi-Fi. Non si sa ancora se la rete avesse  una vulnerabilità, sfruttata dal giovane, o se ci si è avvalsi di un basista. Fatto sta che il ragazzo è stato scoperto solo al secondo tentativo ed era già riuscito a spedire un pacchetto di credenziali al committente (tuttora non noto alle cronache), con cui comunicava via Telegram e da cui era pagato in bitcoin.

Italiaonline ha riferito che non risultano ad oggi accessi abusivi a caselle di posta ma ha già avvisato gli utenti coinvolti, chiedendo loro di cambiare la password. Non basta: dovranno – evidentemente – cambiare anche quella di tutti gli altri servizi dove hanno usato la stessa password di Libero o Virgilio. continua a leggere