Archivi del giorno: 8 aprile 2019

Dramma alla maratona, atleta crolla: muore a poca distanza dal traguardo


Risultati immagini per Vienna City Marathon 2019

articol: https://sport.ilmattino.it/altrisport/maratona_morto_vienna_oggi_8_aprile_2019-4416406.html

Dramma e morte alla 36a edizione della Vienna City Marathon che si è corsa domenica in Austria: un maratoneta a poca distanza ormai dal traguardo è stramazzato al suolo nella zona del Prater, attorno al 35esimo chilometro, e ogni intervento di rianimazione è stato vano. Il runner di oltre 60 anni è morto domenica pomeriggio: lo hanno annunciato gli stessi organizzatori ieri in prima serata. Il corridore è crollato durante la gara, probabilmente per un problema cardiaco. continua a leggere

Vienna City Marathon  2019 – Join now

Sky Sport – Infortunio Brozovic: esami clinici fissati a domani


Sky Sport - Infortunio Brozovic: esami clinici fissati a domani

articolo: https://www.fcinternews.it/focus/sky-sport-infortunio-brozovic-esami-clinici-fissati-a-domani-305162

Sarà domani la giornata degli esami strumentali per Marcelo Brozovic, costretto ad uscire dal campo dopo 20′ nella sfida di ieri contro l’Atalanta per una presunta distrazione muscolare ai flessori della coscia destra. Lo riferisce Sky Sport, specificando come, attraverso i test clinici delle prossime ore, si potrà avere un’idea più chiara sui tempi di recupero: il croato salterà sicuramente la trasferta di Frosinone e resta a forte rischio per il big match di San Siro contro la Roma. 

DESIGN FOR SPORT: L’INTER ALLA MILANO DESIGN WEEK


L’iniziativa nel cuore di Milano: anche un contest per disegnare la nuova livrea del pullman nerazzurro

https://www.inter.it/it/news/93531/design-for-sport-l-inter-alla-milano-design-week

MILANO – C’è un palazzo completamente nerazzurro nel cuore di Milano. È in via Felice Casati 16 e per una settimana sarà la casa di Design for Sport, l’iniziativa con cui Inter partecipa, per il secondo anno consecutivo, alla Milano Design Week. Innovazione, passione e design: tre parole cardine della settimana milanese ma anche e soprattutto della filosofia che vuole abbracciare FC Internazionale Milano. “Vogliamo essere il club con il feeling più giovane al mondo” diceva l’anno scorso Steven Zhang, presidente nerazzurro, all’inaugurazione della passata edizione della Design Week. È con questo spirito che l’Inter sarà protagonista in questa settimana, in collaborazione con RM Istituto Moda e Design di Milano, una scuola che raccoglie intorno a sé i più grandi maestri del design. continua a leggere

https://www.inter.it/it/news/93531/design-for-sport-l-inter-alla-milano-design-week

Inter, c’è un dilemma che accompagna il pari con l’Atalanta….


Inter, c’è un dilemma che accompagna il pari di ieri. Perisic, la scusa non regge

articolo completo: http://www.fcinter1908.it/copertina/inter-ce-un-dilemma-che-accompagna-il-pari-con-latalanta-perisic-la-scusa-non-regge/

Due punti persi o uno guadagnato? E’ questo il dilemma che ha accompagnato i tifosi nerazzurri all’uscita dal Meazza dopo Inter-Atalanta. Un pareggio che se da un lato rincuora, in virtù dei risultati delle altre e dell’allungo sul Milan, dall’altro lascia l’amaro in bocca per ciò che poteva essere e non si è verificato: scavare un solco sul quarto posto a sette giornate dal gong avrebbe rappresentato quella dose di concretezza che talvolta all’Inter si insegue senza acchiapparla, soprattutto tenendo conto dei diversi scontri diretti che costellano il calendario da qui al termine della stagione.

ASSENTE INGIUSTIFICATO – Pesa, probabilmente quanto lo stop del suo connazionale, l’insufficiente prova sfoderata da Ivan Perisic nello scorrere complicato dei minuti per l’Inter quando la stanchezza finisce inesorabilmente per appannare le idee in fase di sviluppo del gioco. Apprezzabile il sacrificio del numero 44 in fase di ripiego, come spesso sottolinea Luciano Spalletti, ma alla lunga l’alibi diventa fragile e l’impellenza e l’imprecisione negli ultimi metri rischiano di giustificare i mugugni da parte del pubblico nei suoi confronti, considerando le doti atletiche e tecniche che si ritrova.

Inter, ecco il progetto di San Siro nerazzurro


FCInter1908.it ha intervistato in esclusiva i due noti architetti dello studio Dontstop sulla questione stadio

articolo: http://www.fcinter1908.it/video/video-inter-ecco-il-progetto-di-san-siro-nerazzurro/

Nei giorni scorsi, FCInter1908.it vi aveva proposto l’intervista esclusiva a Stefano Boeri, convinto che San Siro possa diventare un impianto di ultima generazione. Per capirne qualcosa in più, abbiamo raggiunto Michele Brunello e Marco Brega, noti architetti dello studio Dontstop che, nel 2015, su mandato di Erick Thohir, allora presidente nerazzurro, aveva progetto il restyling di San Siro.

Nel video il progetto di San Siro nerazzurro

http://video.gazzanet.gazzetta.it/video-embed/gazzanet-0045-0001373976?autoPlay=true&newspaper=gazzanet&cookiePolicyAccepted=true&playerType=gazzanet_fcinter&skinColor=003267&fogliaVideo=true&tipo_video=embed_norcs

Inter, Pellegrini: “Zhang farà vincere i nerazzurri, ma a San Siro”


Immagine correlata

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/05-04-2019/inter-pellegrini-zhang-fara-vincere-nerazzurri-ma-san-siro-330521065641.shtml

L’ex presidente: “No alla demolizione dello stadio. Icardi? Con me non sarebbe accaduto. Sogno Messi. Con la Var avrei uno scudetto in più”

Settimo piano, parete in vetro su tutta la città. Da lassù si domina Milano, Ernesto Pellegrini intravede pure San Siro. Ok, togliamoci subito il dente.

Presidente, lei da che parte sta sulla questione stadio? 
“Io ragiono da milanese. Se tutto nascesse da zero, dico che sarebbe bello avere due impianti di proprietà, uno per squadra. Ma c’è San Siro, lo vede? C’è sempre stato. È un monumento nazionale, lì ho ammirato i migliori: è un discorso che va oltre il fattore economico. Qui c’è in ballo il cuore, non trovo necessario spendere soldi per fare altro. Piuttosto, andrebbe ristrutturato e sfruttata l’area circostante per costruire quel che si vuole. Guai a demolirlo”.
Per i club di oggi, però, l’impianto di proprietà è una delle poche vie per aumentare i ricavi. Risvolti del fair play finanziario… 
“Meglio così. Sa quante squadre sono fallite perché i loro presidenti hanno fatto il passo più lungo della gamba? A me non è mai accaduto”.

Però ci sarà stato un calciatore per cui ha fatto una pazzia. 
“Guardi, ho sempre acquistato i calciatori che volevo, non ne ricordo uno che non sono riuscito a prendere”.
Beh, uno sì: Falcao. 
“Ero seduto alla destra del presidente Viola alla finale Roma-Liverpool, ricordo uno striscione “Pellegrini giù le mani da Falcao”. Ma le dico la verità: non era una mia idea, a volere Falcao era Mazzola. Io avevo in testa solo Rummenigge”.
È il calciatore a cui è più legato? 
“Per me fu un simbolo, mi presentai con quell’acquisto. Allora era il più forte attaccante al mondo, perse la finale del Mondiale solo perché marcato da Bergomi. Anche se Beppe un giorno mi ha confessato: “Ebbi vita facile perché Kalle non stava bene”. Non è vero però che lo rubai alla Juve. Successe con altri”.
Chi? 
“Bergkamp. Loro pensavano di averlo in pugno. Io presi un aereo e andai a casa del giocatore. Tornai a Milano, mi telefonò Boniperti e mi disse: “Sei sicuro?”. Gli risposi: “Mi dispiace”. E lui: “Sei stato bravo””.
Porti uno solo dei suoi calciatori nell’Inter attuale? 
“Facciamo due. Anzi, tre: Rummenigge, Matthaus e Brehme”.
Portiamo lei nell’Inter attuale, invece. Come avrebbe gestito il caso Icardi? 
“Con me non sarebbe mai successo. Io mi rifiutavo di discutere di contratti durante la stagione, a chi avanzava pretese dicevo “ne parliamo a fine campionato”. Una volta ci provò Matthaus, che aveva il Real Madrid che gli soffiava addosso. Gli spiegai e lui accettò. Avrei fatto lo stesso con Icardi”. continua a leggere

Juventus, calcio Mandzukic-Romagnoli nel mirino del giudice sportivo


articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/08-04-2019/juventus-calcio-mandzukic-romagnoli-mirino-giudice-sportivo-330595318188.shtml

L’episodio sfuggito agli ufficiali durante la partita col Milan. La valutazione si concentrerà sulla portata del gesto. Rizzoli: “La Var non è scattata perché evidentemente l’arbitro addetto al video non ha ravvisato nel fallo i connotati della condotta violenta

Risultati immagini per calcio Mandzukic-Romagnoli

In queste ore il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea sta valutando di utilizzare la prova tv per fare chiarezza sul contatto tra Mandzukic e Romagnoli. Nel concitato finale di Juventus-Milan, infatti, l’attaccante croato ha colpito con un calcio da terra il difensore milanista, quando la palla e il gioco erano lontani. L’episodio è sfuggito agli ufficiali di gara, a cominciare dall’arbitro Michael Fabbri, ma non alle telecamere, che lo hanno riproposto pochi istanti dopo. continua a leggere

Video e articolo: https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2019/04/08/juve-mandzukic-prova-tv-squalifica.html