Archivi del giorno: 26 aprile 2019

25 aprile, ‘Bella ciao’ colonna sonora della giornata


Cori e balli sulle note della canzone partigiana

Tanti gli appuntamenti dedicati alla celebrazione della Liberazione da Nord a Sud della penisola. Nelle piazze sono risuonate le note di ‘Bella ciao’: Moni Ovadia ha cantato dal palco di Parma emozionando la folla, mentre Gianni Morandi ha eseguito il brano accompagnandosoi con la chitarra. A Bologna le note hanno accompagnato una coreografia di danza tutta al femminile. Anche i Marlene Kuntz con Skin hanno realizzato una versione di ‘Bella ciao’ nel videoclip girato a Riace.

https://video.repubblica.it/politica/25-aprile-bella-ciao-colonna-sonora-della-giornata-cori-e-balli-sulle-note-della-canzone-partigiana/333002/333599

Marlene Kuntz + Skin – Bella Ciao

Ringraziamo: le famiglie e gli abitanti di Riace, Nicolina Curiale, Teresa Carnà, il Ristorante “Da Nicolina”, Luca Musuraca, Esterina, Erica Rigato, l’Istituto IIS Fermi di Catanzaro.

Bella Ciao è un canto per la libertà, il canto di tutti. Noi invitiamo le persone ad abbracciarsi, non a dividersi, e la libertà è il presupposto principale per avere lo stato d’animo positivo e buono per farlo. Non si tratta di buonismo, e nemmeno di avere soluzioni in tasca a problemi enormi destinati a diventare sempre più complessi, ma di avere la mente predisposta a sentimenti di pace, a comprendere gli altri, a cercare soluzioni umane per tutti, a mantenere la calma. A non perdere il sentimento della compassione, che per noi va rivolto a tutti, dagli italiani a chiunque altro.

Bella ciao” dunque è l’emblema della resistenza nei confronti di una deriva che consideriamo portatrice di tensioni. E, dal nostro punto di vista, di valori ben poco poetici. E siccome la poesia piace a tutti, facciamo in modo di essere coerenti con questo slancio poetico insito nell’essere umano.  continua a leggere

Il Milan denuncia episodi di razzismo agli organi sportivi


Il club rossonero dopo la sfida con la Lazio: “La Procura della Figc non ha ritenuto opportuno avviare procedure stop”

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2019/04/25/milan-denuncia-razzismo-a-organi-sport_f240554e-b14e-4602-8f0d-128ca002054c.html

AC Milan sente il dovere di denunciare ai massimi Organi sportivi i gravi episodi di ieri avvenuti sia all’esterno che all’interno dell’impianto sportivo, per i quali la Procura Federale non ha ritenuto opportuno avviare le procedure per porvi fine, con l’auspicio che, con l’impegno di tutti, vengano presi dei provvedimenti affinché il razzismo possa essere debellato da tutti gli stadi italiani“. Lo afferma il club rossonero in una nota all’indomani della finale di coppa Italia contro la Lazio.

Scaroni, cori e ululati razzisti avvilenti – “È stato avvilente seguire un così importante evento sportivo nel nostro stadio mentre da un settore erano percepibili ululati e insulti razzisti. È doveroso non abbassare la guardia: il calcio è rispetto. Il calcio deve unire e non dividere”. Lo afferma il presidente del Milan, Paolo Scaroni, nella nota con cui il club denuncia “ai massimi Organi sportivi” i cori razzisti scanditi dai tifosi della Lazio ieri dentro e fuori San Siro, prima e durante la semifinale di coppa Italia.