Archivi del giorno: 18 gennaio 2019

Collection #1, maxi-archivio con 770 mln e-mail rubate


Un database da 12.000 file con 22 milioni di password

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/2019/01/18/collection-1-maxi-archivio-con-770-mln-e-mail-rubate_2bac739e-0270-446e-bc6c-cd09779f1673.html

Si chiama Collection #1 e secondo alcuni potrebbe rappresentare il più grande archivio di e-mail e password rubate nella storia: una sorta di elenco del telefono, una ‘master list’ degli hacker, con dati rubati a milioni di utenti. Si tratta di un enorme database da oltre 87 GigaByte con più di 12.000 file, in cui sono raccolti 773 milioni di indirizzi e-mail e quasi 22 milioni di password. A renderlo noto l’esperto in sicurezza Troy Hunt, a capo del servizio ‘Have I been pwned?’ con cui si può verificare se i propri account sono stati compromessi. continua a leggere

Troy Hunt

@troyhunt

Just blogged: The 773 Million Record “Collection #1” Data Breach https://troy.hn/2QS2Khl 

The 773 Million Record “Collection #1” Data Breach

Many people will land on this page after learning that their email address has appeared in a data breach I’ve called “Collection #1”. Most of them won’t have a tech background or be familiar with the…

troyhunt.com

Traduzione: 

Molte persone arriveranno su questa pagina dopo aver appreso che il loro indirizzo email è apparso in una violazione dei dati che ho chiamato “Raccolta n. 1”. La maggior parte di loro non avrà un background tecnico o avrà familiarità con …

troyhunt.com

L’Inter fa BUU, la campagna per dire no al razzismo


2019_00_18_11_38_33buu-inter-notodiscrimination

BUU – BROTHERS UNIVERSALLY UNITED | #NoToDiscrimination

Inter

Pubblicato il 18 gen 2019

Write and share your BUU so it’s never heard again. Let’s make it a message of unity, rather than racism. Download and print your BUU and publish a photo on social media! 👉 http://bit.ly/2DhmOGz #BrothersUniversallyUnited #NoToDiscrimination

Traduzione: Scrivi anche tu BUU per non sentirlo mai più. Perché diventi un messaggio di unità, non più di razzismo. Scarica e stampa il tuo BUU, poi pubblica la tua foto sui social 👉 http://bit.ly/2MjOLjJ #BrothersUniversallyUnited #NoToDiscrimination

Il club nerazzurro in prima linea dopo i cori razzismi al difensore del Napoli Koulibaly con una nuova iniziativa che trasforma il vergognoso ululato nell’acronimo di ‘Brothers Universally United’, fratelli universalmente uniti

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/inter/2019/01/18/news/inter_lancia_campagna_anti-razzismo_buu_-216861525/

MILANO – Inter in prima linea contro il razzismo. Dopo i fatti della gara di Santo Stefano contro il Napoli con gli ululati allo stadio nei confronti del difensore azzurro Koulibaly, il club nerazzurro lancia la campagna “Buu” trasformando il vergognoso ululato in ‘Brothers Universally United‘, fratelli universalmente uniti.

IL MESSAGGIO DI ZHANG – “Un cambio di segno da negativo a positivo. È questo che vogliamo ottenere con la campagna BUU, write it, don’t say it“, afferma Steven Zhang, presidente del club, “l’unico modo per coinvolgere tutti è puntare direttamente al problema …. continua a leggere

2019_00_18_11_38_33buu-inter-notodiscrimination

18 gennaio 2017 – La Valanga di Rigopiano


https://it.wikipedia.org/wiki/Valanga_di_Rigopiano

La valanga di Rigopiano è stata un evento verificatosi il 18 gennaio 2017 presso l’omonima località situata nel comune di Farindola, in Abruzzo. La slavina, distaccatasi da una cresta sovrastante, ha investito l’albergo Rigopiano-Gran Sasso Resort, causando 29 vittime. Si tratta della tragedia più grave causata da valanga avvenuta in Italia dal 1916 e dal 1999 in Europa.

Risultati immagini per Rigopiano

La mattina del 18 gennaio, tre scosse sismiche con magnitudo maggiore di 5.0, attribuite a repliche del terremoto di Amatrice, interessano il centro Italia: alle ore 10:25 (ML 5.3), ore 11:14 (ML 5.4) e ore 11:25 (ML 5.3); nel frattempo la forte nevicata aveva bloccato l’unica via di comunicazione che collega l’albergo col fondovalle e, nonostante i solleciti e gli appelli che fanno leva sui due fattori ambientali, non viene trovata alcuna turbina spazzaneve per liberare la strada e che permetta così l’evacuazione della struttura.

Nel pomeriggio, alle ore 14:33, avviene un nuovo movimento tellurico (ML 5.1); successivamente, tra le 16:43 (ML 2.9) e le 16:48 (ML 2.4) si verificano una serie di scosse sismiche consequenziali, di minore intensità rispetto alle altre, creando una valanga di neve e detriti di grandi proporzioni che si distacca dalle pendici sovrastanti il massiccio orientale del Gran Sasso tra il Vado di Siella (1.725 m) e il Monte Siella(2.027 m), incanalandosi nella Grava di Valle Bruciata (che significa appunto “frana”, “brecciaio”), un canalone coperto da un faggeto, sino a raggiungere l’albergo Rigopiano, che pare essere sorto su un pianoro di detriti venuti giù a valle con altre valanghe e che costituiva l’ampliamento di un ex rifugio di montagna precedentemente gestito dal CAI. 

Risultati immagini per Rigopiano

La valanga travolge la struttura alberghiera, sfondandone le pareti e spostandola di circa dieci metri verso valle rispetto alla posizione originaria. Dopo la tragedia, il primo allarme con l’indicazione dell’avvenuta valanga viene dato alle ore 17:40: si tratta di una telefonata, fatta col cellulare di Giampiero Parete al proprio datore di lavoro, Quintino Marcella: “È caduto, è caduto l’albergo!”; quest’ultimo darà l’allarme superando una certa incredulità iniziale da parte dei responsabili dei soccorsi in zona. A causa di questa incredulità, la colonna dei soccorsi partirà solo tra le 19:30 e le 20:00 per quella che si rivelerà una difficile marcia di avvicinamento alla zona del disastro.

Risultati immagini per La valanga di Rigopiano

Terminate il 26 gennaio le operazioni di ricerca, delle 40 persone che si trovavano nel rifugio il bilancio finale risulta di 29 vittime e 11 superstiti.

Risultati immagini per La valanga di Rigopiano

Foto: https://www.abruzzolive.it/ecco-chi-sono-i-dispersi-dellhotel-rigopiano-tante-storie-che-si-incontrano-nel-dramma-tutta-litalia-colcuoreinabruzzo/

Il numero delle vittime causate dal maltempo nell’area vide aggiungersi quello di sei persone, morte il 23 gennaio per la caduta di un elicottero di soccorso in montagna a Campo Felice, tra cui due dei soccorritori precedentemente impegnati a Rigopiano

Inchiesta giudiziaria – La magistratura, a mezzo della procura di Pescara, ha aperto un’inchiesta sull’accaduto per accertare eventuali responsabilità circa l’idoneità della struttura portante dell’albergo, il luogo della costruzione dell’edificio rispetto al rischio valanghe e il presunto ritardo dei soccorsi a partire dalle comunicazioni della tragedia. L’albergo, a seguito della ristrutturazione del 2007 con l’introduzione di un centro benessere, era stato al centro di una inchiesta per presunto reato di occupazione abusiva di suolo pubblico, ma gli indagati erano poi stati tutti assolti nel 2016 perché “il fatto non sussiste”.

Nel 1999 uno studio evidenziava che l’albergo sorgeva effettivamente in una zona a rischio, senza tuttavia che ciò abbia influito sui lavori di ristrutturazione e forse l’edificio stesso era stato costruito sui detriti di una precedente valanga del 1936. L’osservazione di alcune fotografie scattate negli anni 1945 e del 1954 con altre scattate negli anni 1975 e 1985 sembrano indicare, secondo alcuni osservatori, un rimboschimento di un’area precedentemente denudata del versante sinistro del canalone, confermando, secondo un geologo l’ipotesi una valanga avvenuta nel 1936 che avrebbe distrutto la copertura boschiva.

Rigopiano, l’ultima sceneggiata: ecco gli imbarazzanti interrogaori degli indagati per depistaggio

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2019/01/18/news/rigopiano_l_ultima_sceneggiata_ecco_gli_imbarazzanti_interrogaori_degli_indagati_per_depistaggio-216831999/?ref=RHPPLF-BH-I0-C4-P6-S1.4-T1

Due anni dopo la strage, c’è anche chi arriva a negare di aver sentito le telefonate di soccorso provenienti dall’hotel Rigopiano. E chi, da indagato, si rimangia ciò che aveva detto. L’ultimo imbarazzante capitolo della storia giudiziaria dell’albergo che diventò, per colpa di una valanga, la tomba di 29 persone, è stato scritto ieri durante gli interrogatori dei pm di Pescara, che stanno cercando di capire se, dopo quel 18 gennaio del 2017, qualcuno abbia provato a depistare le indagini. continua a leggere

 

MIA E IL LEONE BIANCO, l’amicizia tra una ragazzina e un leoncino in un film per tutta la famiglia


articolo: https://www.film.it/film/interviste/dettaglio/art/mia-e-il-leone-bianco-lamicizia-tra-una-ragazzina-e-un-leoncino-in-un-film-per-tutta-la-famiglia/

Arriva nei cinema italiani Mia e il leone bianco, storia di un’amicizia tra una ragazzina e un leone. Due personaggi che diventano inseparabili, al centro di un film per tutta la famiglia che cerca di educare il pubblico nel totale rispetto per la natura. Per girarlo il regista Gilles De Maistre si è preso tre anni di tempo: quello che vediamo sullo schermo è tutto vero.

Abbiamo un vero leone. Non è drogato, non è chiuso in sicurezza come al circo, non ha gli artigli tagliati. E’ completamente libero di fare quello che vuole – dichiara il regista – Quando non aveva voglia di girare allora non giravamo. E’ un leone che partecipa attivamente al film. E credo che gli sia piaciuta molto questa esperienza di vita”.

Il film è stato girato nel corso di tre anni, un tempistica che richiama il grande Boyhood di Richard Linklater. Una finestra di tempo necessaria per la produzione e per ottenere il massimo della sicurezza sul set: “Abbiamo cominciato a lavorare al film dicendo: ‘se abbiamo il minimo dubbio dobbiamo fermare le riprese e girarlo in maniera convenzionale’ – continua il regista – L’idea di base del film è che questa ragazzina cresce insieme al leone e anche nella realtà si crea un vero rapporto. continua a leggere

Mia e il leone bianco

Mia è una bambina sola. Costretta a trasferirsi in Sud-Africa per seguire i genitori che gestiscono un all’allevamento di felini, mia è una bambina sola

Mia e il leone bianco – Trailer italiano ufficiale

Minacce di morte a Davide Lippi per il Rolex: l’agente dei calciatori mette in fuga i rapinatori


In tre su uno scooter hanno avvicinato il figlio dell’allenatore nella zona in cui vive. Ma non sono riusciti a derubarlo

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/01/17/news/davide_lippi_aggredito_minacciato_di_morte_milano-216821699/

Davide Lippi, figlio dell’allenatore campione del mondo Marcello, è stato aggredito sotto casa a Milano da tre rapinatori che hanno cercato di strappargli il Rolex. Uno dei due lo ha minacciato con queste parole: “Ti ammazzo”.

E’ successo intorno alle 19.43 in zona Chinatown…… continua a leggere

Inter-Sassuolo: sugli spalti niente tifosi ma 10mila bambini e ragazzi


Inter-Sassuolo: sugli spalti niente tifosi ma 10mila bambini e ragazzi:

“Messaggio contro discriminazioni e violenza”

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/01/17/news/inter_sassuolo_stadio_san_siro_chiuso_tifosi_per_scontri_e_razzismo_presenti_10mila_bambini-216791955/

La Figc ha accolto la proposta del club dopo la decisione di chiudere San Siro per i fatti del 26 dicembre. E ci sarà anche un baby tifoso scozzese

Oltre 10mila bambini sugli spalti: saranno loro gli unici tifosi ammessi ad assistere alla partita Inter-Sassuolo, che si giocherà sabato alle 20.30 a San Siro. Partita chiusa ai normali tifosi, come conseguenza dell’episodio di razzismo verso il giocatore del Napoli Koulibaly nella gara del 26 dicembre scorso, diventata pagina nera del calcio soprattutto per la morte di un ultrà durante gli scontri fuori dallo stadio.

Era stata proprio l’Inter, dopo la decisione del giudice sportivo, a chiedere che a San Siro fossero ammessi però i bambini, “per lanciare un ulteriore segnale contro ogni forma di discriminazione e violenza”, come si legge nel comunicato che il club ha pubblicato oggi. continua a leggere

Beppe Sala
@BeppeSala

Condivido totalmente questa proposta dell’@Inter. Mi auguro che @FIGC e @SerieA colgano questa grande opportunità per il calcio e per Milano http://bit.ly/2Cc8soP 

 

COMUNICATO UFFICIALE IN VISTA DELLE GARE CONTRO BENEVENTO E SASSUOLO

Il Club non presenterà ricorso ma chiede di aprire il Primo Anello Arancio ai bambini di Scuole Calcio Inter e CSI. Ecco tutte le informazioni sul rimborso per i possessori di un biglietto

MILANO – FC Internazionale Milano comunica che non verrà presentato ricorso contro le decisioni assunte dal giudice sportivo della Lega Nazionale di Serie A per i fatti accaduti durante la partita Inter-Napoli dello scorso 26 dicembre.

Il Club ha invece inoltrato richiesta alla Federcalcio e alla Lega Nazionale di Serie A per offrire la possibilità a bambine e bambini delle Scuole Calcio nerazzurre e a ragazze e ragazzi del Centro Sportivo Italiano di assistere alla gara contro il Sassuolo, in programma il prossimo 19 gennaio e valevole per la 20^ giornata di Serie A, dal Primo Anello Arancio. Un’iniziativa importante per lanciare un segnale forte e chiaro contro ogni forma di discriminazione e violenza.

Per tutti i tifosi che hanno acquistato un biglietto per le gare contro Benevento e Sassuolo, di seguito le modalità nelle quali sarà possibile richiedere il rimborso

ACQUISTI EFFETTUATI ONLINE:

Tutti i biglietti acquistati online, ovvero oltre il 90% del totale, saranno automaticamente annullati e rimborsati. Ciò significa che l’acquirente, senza dover compiere alcuna azione, si troverà il riaccredito dell’intero importo direttamente sulla carta di credito utilizzata.

ACQUISTI EFFETTUATI PRESSO I PUNTI VENDITA:

Per meno del 10% dei biglietti acquistati nei punti vendita la procedura sarà attiva dalle ore 10.00 di domani, mercoledì 9 gennaio. Sarà necessario tornare nel punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto e restituire i biglietti cartacei. In caso di acquisto in modalità digitale ossia con caricamento del titolo sulla tessera ‘Siamo Noi’, sarà sufficiente mostrare la ricevuta di acquisto. I biglietti saranno così annullati e contestualmente verrà rimborsato in contanti l’intero importo addebitato.

L’ultimo giorno utile per presentarsi nei punti vendita ed ottenere il rimborso del biglietto è mercoledì 16 gennaio per Inter-Benevento e martedì 22 gennaio per Inter-Sassuolo.

 

Versione: Cinese

对阵贝内文托与萨索洛赛前官方声明

俱乐部将不会提起上诉,但已经获准可以让蓝黑军团足球学校以及意大利体育中心的孩子们入场观看

国际米兰足球俱乐部确认将不会对国家联盟体育法庭针对12月26日国际米兰同那不勒斯比赛期间所发生事件做出的决定提起上诉。

然而,我们已经向足球联盟以及国家联赛委员会申请允许蓝黑军团足球学校以及意大利体育中心的孩子们入场观看1月19日对阵萨索洛的比赛。这是一项重要的倡议,它向各种形式的歧视以及暴力发出了强大而清晰的信息。

对于所有已经购买了对阵贝内文托和萨索洛比赛门票的支持者们,通过以下渠道可以获得退款:

在线购票者:

所有在线购买的门票(总占比超过90%)将自动取消并退款。这意味着购买者不需要采取任何行动,全额退款将直接返还至付款信用卡。

销售点购票者:

销售点购买门票者(占比不到10%),退款程序将于当地时间1月9日周三10:00开始。购买者必须前往最初购买的销售点退还纸质门票。数字化购票者,例如通过“Siamo Noi”卡完成购买,出示收据即可。门票随后将被取消,并全额退还现金。

国际米兰vs贝内文托,销售点退款截止日期为1月16日周三;国际米兰vs萨索洛,截止日期为1月22日周二。