Archivi del giorno: 14 ottobre 2017

Serie A, la Lazio batte 2-1 la Juventus a Torino


SERIE A 8° GIORNATA   –   sabatao 14 ottobre 2017   

  •  Juventus  –  Lazio  1 – 2  Douglas Costa, Immobile, Immobile (R)
  • Roma        –       Napoli  0 – 1    Insigne
              

Clamoroso all’Allianz Stadium: vince la Lazio (2-1, doppietta di Immobile a ribaltare il vantaggio di Douglas Costa), fine della mostruosa serie casalinga della Juventus, 41 partite senza sconfitte in campionato (56 in tutte le competizioni), 38 pareggi e 3 vittorie. L’ultima caduta nella sua fortezza era stata a fine agosto 2015, contro l’Udinese. Al di là dei numeri, però, non c’è troppo di strano nel successo della Lazio plasmata da Simone Inzaghi: i biancocelesti hanno dato grande prova di maturità, sfruttando il campo aperto non appena la Juventus gliel’ha concesso. Con un quarto d’ora degno del miglior Barcellona, hanno incrinato le certezze bianconeri, e hanno resistito nel finale thrilling dopo aver sfiorato il 3-1 con Caicedo, sostituto di Immobile nell’ultimo pezzo della partita. Palo di Dybala al 91′, con Strakosha battuto, parata del portiere albanese sul rigore calciato dall’argentino all’ultimo secondo utile del match. Il tiro dagli 11 metri è stato assegnato da Mazzoleni ricorrendo alla Var, dopo aver visto sul monitor il fallo in area di Patric su Bernardeschi. Quando Patric ha steso l’ex Fiorentina, erano già finiti i 4′ di recupero, ma c’era stata un’ulteriore proroga decisa dall’arbitro per il tempo perso per un infortunio. E scoccava il minuto 97′ quando Dybala è andato sul dischetto e ha tirato sulla destra di Strakosha. Il portiere ha intuito e respinto.E’ scoppiata la festa laziale, Dybala è crollato a terra disperato. continua

Roma-Napoli 0-1, Insigne firma l’ottava vittoria su otto

articolo: http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Roma/14-10-2017/roma-napoli-0-1-insigne-firma-ottava-vittoria-otto-2201320682881.shtml

Il Napoli passa anche a Roma grazie ad un gol di Insigne, centra l’ottava vittoria consecutiva ed attua la prima fuga del campionato, volando a +5 su Juventus, Lazio e Inter (in attesa del derby milanese). La squadra di Sarri vince la sfida con il grande pragmatismo del primo tempo ed un pizzico di fortuna nella ripresa, quando prima il palo e poi la traversa negano a Dzeko il possibile pari. Più in generale la Roma paga però un atteggiamento troppo passivo nei primi 45′, con 4-2-3-1 che non ha mai equilibrato le sorti della contesa. Dall’altra parte, invece, ottimo Koulibaly al centro della difesa e, come al solito, inesauribile Allan in mezzo al campo. continua

Milano, lo smog non dà tregua: fermi i veicoli inquinanti


fermi i veicoli inquinanti, riscaldamenti sì ma più bassi

articolo: http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/10/14/news/milano_smog_divieti-178251955/?ref=fbplmi

I dati dell’Arpa registrano alti livelli di inquinamento e da martedì scatta il piano di emergenza. Un grado in meno per gli impianti termini nelle abitazioni

Smog, livelli di Pm 10 oltre i limiti a Milano. Legambiente: "Tenete spente caldaie nei condomini"

STOP AI DIESEL EURO 4 – Dal lunedì alla domenica compresa è vietata la circolazione alle auto alimentate a gasolio comprese le Euro 4 dalle 8.30 alle 18.30 e ai veicoli per il trasporto merci alimentati a gasolio fino alla classe Euro 3 compresa dalle 8.30 alle 12.30. Inoltre è vietato utilizzare sistemi di riscaldamento a legna, accendere falò, barbecue, fuochi d’artificio ed è obbligatorio ridurre di un gradola temperatura all’interno delle abitazioni. Quest’ultima misura coincide con l’avvio della stagione termica ma anche con il perdurare di temperature molto miti e superiori alla media.

Milano, lo smog non dà tregua: fermi i veicoli inquinanti, riscaldamenti sì ma più bassi

IL RISCALDAMENTO – E sorvegliate speciali sono proprio le caldaie, che nella maggior parte dei comuni della pianura Padana, Milano compresa, si potranno accendere da domani. L’allarme arriva da Legambiente Lombardia, che aveva chiesto di non accendere i riscaldamenti, “prendendo atto che nei condomini non c’è nessun bisogno di accendere gli impianti termici ancora per molti giorni, specialmente nelle grandi città”. Un discorso che vale più per Milano, dove le minime non stanno scendendo sotto i 14 gradi delle sette del mattino (la sera verso le dieci i gradi sono ancora 19 e scendono a circa 17 verso mezzanotte), che per le campagne dove si scende anche sotto i 10 gradi. continua

Rassegna Letteraria 2017


L'immagine può contenere: una o più persone, occhiali e sMS

Stasera in occasione della Rassegna letteraria città di Vigevano, presso il   Civico Teatro Cagnoni Vigevano, Roberto Vecchioni riceverà il premio nazionale alla carriera per aver ispirato, con la sua musica e i suoi testi, più di una generazione. 

Inter-Milan, il derby ‘cinese’ di Xi Jinping


articolo: http://www.repubblica.it/sport/calcio/2017/10/10/news/inter-milan_e_cina-177858303/?ref=fbplmi

Il presidente e quella tournée in Cina dell’Inter nel 1978 in cui si innamorò dei nerazzurri. Ora è diviso tra passione e geopolitica. Dopo i grandi investimenti nel calcio ha imposto un freno alla fuga di capitali. Il derby tra le due squadre arriva tre giorni prima di un cruciale congresso del partito comunista.

Perché la Milano calcistica è diventata cinese? Per calcolo politico e opportunità economica certo, ma anche per passione. Una passione nata 39 anni fa, quando l’Inter fu la prima squadra italiana e tra le prime a livello internazionale, a sbarcare in Cina. Ad ammirare sugli spalti e forse addirittura ad accogliere all’aeroporto quel Sandro Mazzola leggenda del calcio pure in Cina, c’era un giovane studente di Pechino che 35 anni dopo sarebbe diventato il presidente di una Cina grande potenza. Fu forse proprio dal calcio d’angolo pennellato da Mazzola per il colpo di testa e il gol di Scanziani che Milano rimase impressa nell’immaginario di Xi, già allora appassionato giocatore di calcio, sport che praticava a scuola. Poi arrivarono gli anni ’80, il Milan di Berlusconi e la prima partita in Cina dei rossoneri nel 1994 e anche l’altra metà di Milano diventò famosa in Cina.

Una tournée storica – E’ il 10 giugno 1978. Due giorni dopo la vittoria in Coppa Italia contro il Napoli, con i mondiali in Argentina in corso, l’Inter parte alla volta della Cina: prima squadra italiana a giocare nel paese. Sono passati pochi anni dallo storico viaggio di Nixon e Kissinger e appena due dalla morte di Mao e l’arresto della Banda dei Quattro e della loro politica del terrore. Deng Xiaoping, appassionato di calcio, sta prendendo il potere e vuole usare lo sport per aprire lentamente la Cina al mondo occidentale: arriva quindi sulla scrivania di Sandro Mazzola fresco dirigente nerazzurro – si è ritirato da un anno – e leggenda del calcio anche in Asia, un invito dell’ associazione degli allenatori cinesi.  continua