Archivi del mese: novembre 2017

Serie A saltano altre 2 panchine


Montella, le ultime parole da tecnico del Milan

Milan, esonerato Montella: Gattuso già arrivato a Milanello

La società rossonera comunica il cambio: promosso dalla Primavera l’ex centrocampista. L’allenamento di stamattina diretto dal preparatore atletico Mario Innaurato

Il Milan ha comunicato l’esonero di Vincenzo Montella tramite Twitter. L’annuncio arriva a sorpresa prima della sfida contro il Benevento e dopo il pareggio contro il Torino: la conduzione tecnica è affidata a Gennaro Gattuso.

Gennaro Gattuso, 39 anni, nuovo tecnico del Milan

Gennaro Gattuso, 39 anni, nuovo tecnico del Milan. Getty

https://twitter.com/acmilan?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.gazzetta.it%2FCalcio%2FSerie-A%2FMilan%2F27-11-2017%2Fmilan-esonerato-montella-suo-posto-societa-sceglie-gattuso-230919975985.shtml

L’ex tecnico saluta su Twitter: “Ringrazio i tifosi per il loro sostegno, Fassone e Mirabelli per l’opportunità e il mio staff che mi ha supportato in ogni momento”

Vincenzo Montella, 43 anni. Lapresse

https://twitter.com/VMontella?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.gazzetta.it%2FCalcio%2FSerie-A%2FMilan%2F27-11-2017%2Fmilan-montella-stato-onore-gattuso-riporti-milan-dove-merita-230925243890.shtml

Allenare il Milan è stato un onore, lavorare con questo gruppo ancor di più. Ringrazio i tifosi per il loro sostegno, Fassone e Mirabelli per l’opportunità e il mio staff che mi ha supportato in ogni momento. Auguro a Rino di riportare il Milan dove merita.

Sassuolo, Bucchi esonerato: al suo posto arriverà Iachini

Cristian Bucchi non è più l’allenatore del Sassuolo. La sconfitta interna di sabato con il Verona – la quinta in sette partite al Mapei Stadium – è stata fatale per il tecnico ex Perugia.

Cristian Bucchi, 40 anni. 

Cristian Bucchi, 40 anni. Ansa

SASSUOLO, IACHINI UFFICIALE IN PANCHINA PRIMO ALLENAMENTO CON LA SQUADRA
Giuseppe Iachini, 53 anni. Ansa

Beppe Iachini è il nuovo allenatore del Sassuolo. A poche ore dall’annuncio dell’esonero di Cristian Bucchi, la società neroverde ha ufficializzato l’ingaggio dell’ex tecnico di Palermo e Udinese che oggi pomeriggio l’allenamento della squadra presso lo stadio Ricci di Sassuolo a porte chiuse. La presentazione alla stampa è stata programmata per domani, alle 12, alla vigilia della gara di Coppa Italia contro il Bari.

Basta Violenza


L'immagine può contenere: una o più persone e sMS

#25novembre #GiornataInternazionaleControLaViolenzaSulleDonne

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS

Pavia, due incidenti in impianti di smaltimento rifiuti:


prima un’esplosione poi un incendio

articolo: http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/11/22/news/pavia_due_incendi_nel_giro_di_un_ora_-181801247/?ref=fbplmi

Prima un’esplosione alla Salpo di Gombolò, poco dopo un incendio al termodistruttore di Parona. E torna alla mente la sequela di incendi della scorsa estate.

Un incendio è scoppiato  al termodistruttore di Parona, impianto gestito da Lomellina Energia. L’allarme è stato lanciato alle 9,20. La centrale operativa dei vigili del fuoco ha inviato sul posto tre squadre da Vigevano e Pavia, con 16 uomini. Secondo le prime informazioni l’incendio sarebbe sotto controllo.

Pochi minuti prima delle 7 c’era già stata un’esplosione alla Salpo di Gambolò, azienda che tratta il riciclo dell’alluminio. Un forte bagliore è stato visto da chilometri di distanza, così come il boato che ha fatto tremare i vetri delle abitazioni più vicine. Non ci sono feriti.

Salta la 4/a panchina in Serie A


L’Udinese esonera Delneri, arriva Oddo

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2017/11/21/ludinese-esonera-delneri_1e0b897c-bd68-4254-ba9f-605c8cef0508.html

Luigi Delneri

 © ANSA

L’Udinese ha esonerato Luigi Delneri. Lo rende noto la società precisando  che è stato sollevato dall’incarico anche l’allenatore in seconda Giuseppe Ferazzoli. Massimo Oddo è il nuovo allenatore. Sarà presentato in conferenza stampa alla Dacia Arena di Udine e subito dopo dirigerà il primo allenamento al Bruseschi.

Massimo Oddo

Immagine correlata

L’Udinese, in una nota, ringrazia Delneri e Ferazzoli “per la passione e la dedizione dimostrate ogni giorno in questi 13 mesi trascorsi sulla nostra panchina, e augura loro il meglio per il futuro”. continua a leggere

Con l’esonero di Gigi Delneri salgono a 4 le panchine saltate in Serie A nella stagione in corso. 

  • Massimo Rastelli, esonerato dal Cagliari alla 8°  giornata, sostituito da Diego Lopez.
  • Marco Baroni,  esonerato dal Benevento alla 9° giornata,  sostituito da  Roberto De Zerbi.
  • Ivan Juric, esonerato dal Genoa  alla 12° giornata, sostituito da  Davide Ballardini.
  • Luigi Delneri, esonerato dalla Udinese alla 13° giornata, sostituito da Massimo Oddo

I tram di Milano compiono 90 anni


Dal 1927 uguali a se stessi

Era il 20 novembre 1927 quando il prototipo fece il primo viaggio per la città, immatricolato con il numero 1501

Sono uno dei grandi classici milanesi, come la prima della Scala, il derby a San Siro, il risotto con l’ossobuco. Intramontabili e inimitabili, rumorosi e fascinosi, amatissimi dagli indigeni e fotografatissimi dai turisti: i vecchi «Carrelli», i «Ventotto», insomma i tipici tram di Milano, quelli storici con le tre porte e lo scalino che scende mentre si aprono sui bellissimi interni usati ma non usurati, le panche di legno levigate da generazioni di sederi meneghini.  continua a leggere

Risultati immagini per gli storici tram Carrelli compiono 90 anni

Risultati immagini per Milano gli storici tram Carrelli compiono 90 anniRisultati immagini per Milano gli storici tram Carrelli compiono 90 anni

Pubblicato il 12 nov 2012

Pubblicato il 04 feb 2012

Pubblicato il 21 mag 2017

Il tram 23 di Milano nasce nel 1910 con la prima numerazione delle linee tramviarie, andava da piazza Duomo a via Bergamo.

Il 29 novembre 1926, con la rivoluzione tranviaria, passò a p.le Susa – via Bergamo; dal 1934, v.le Argonne – via Comelico; dal 1936, Ortica (via Milesi, ora capolinea del 5) – via Comelico; dal 1955 staz. Lambrate – p.le Cuoco, dal 1960 staz. Lambrate – Monte Velino, dal 1994 staz. Lambrate – piazza Fontana (Duomo).

Il video mostra il percorso del 1994, poco prima della soppressione della linea avvenuta il 27 aprile 2017. Il suo percorso era: p.za Bottini (staz. Lambrate) / via Bassini / p.za Leonardo da Vinci / via Pascoli / via degli Scipioni / via Nino Bixio / v.le Piave / p.za Tricolore / v.le Premuda / p.za Cinque Giornate / c.so di Porta Vittoria / via Larga / p.za Fontana (Duomo).

La linea 19, che negli ultimi mesi viaggiava da Roserio (ospedale Sacco) alla stazione FNM Nord Cadorna con anello in Cairoli (castello Sforzesco) percorso “fuori servizio”, è stata quindi prolungata per coprire la ex linea 23.

I mezzi impiegati sul vecchio 23 erano esclusivamente “28” (Ventotto, Carrelli, 1500, Peter Witt… hanno tanti nomi), mentre il 19 prima aveva le Carrelli con cinque tabelle di rinforzo con Bicassa 4600 oppure “All Electric” 4700 TIBB, mentre ora ha 18 vetture Peter Witt del deposito di via Leoncavallo (vicino all’officina generale ATM Teodosio) e 10 tra 4600 e 4700 Bicassa del deposito Baggio, proprio quello che ospita le vetture speciali come le sabbiere, Scuolaintram, ATMosfera ristorante, le storiche…quindi 609, 701, 711, 1503, 1723, 1794, 1822, 1847, 1855, 1957, 1970, 5137… Per questioni legate alla disponibilità di materiale rotabile, la linea2 ora ha qualche JumboTram 4900. Ad un certo punto, nel video, vediamo anche i comandi della 1611, tram tipo 1928 costruito nell’aprile 1930.

TRAM di MILANO lungo il Naviglio Grande

Pubblicato il 31 mar 2014

Inizio una ricognizione delle linee e, soprattutto, dei tipi di tram che circolano in Milano, anno 2012. Parto dalla linea 2 (tecnicamente: Piazza Bausan-Piazzale Negrelli), che corre lungo il Naviglio Grande. Sull’ altra sponda, l’ Alzaia. Sul percorso, la chiesa di S. Cristoforo. Al capolinea di Negrelli, la tipica ‘giostra’, l’ anello di ritorno. Transiti e movimenti dei mezzi. Sulla linea, le motrici serie 4600 e 4700 della ATM. La linea 2 transita dalla stazione di Porta Genova, fabbricato viaggiatori originale del 1870, stazione capolinea dei treni per Mortara (e qualcuno per Alessandria), a cui do un’ occhiata. Nel piazzale esterno gran movimento continuo di tram: fanno capolinea la linea 9 che va in Stazione Centrale coi tram Sirietto (la versione a 5 casse dei tram Sirio a 7 casse) e la linea 19, che va a Roserio. E su questa linea 19 fanno servizio gli splendidi e sempre arzilli tram tipo 1928, i classici tram per eccellenza di Milano, serie 1500 ATM. Chiamati tipo 1928 dall’ anno in cui entrarono in modo massiccio in servizio; detti anche tipo Peter Witt, dal modello americano a cui si ispirarono, oppure detti semplicemente ‘le carrelli’. I tram 1928 saranno i protagonisti della prossima puntata…

Il Milan rischia………..


Il Milan rischia davvero di essere escluso dall’Europa dopo la bocciatura dell’Uefa?

La Uefa è dunque orientata a respingere la richiesta del Milan di un accordo preventivo sul fair play finanziario. La decisione anticipata dal quotidiano spagnolo Marca trova conferme negli ambienti rossoneri. Rispetto alle anticipazioni di Marca, tuttavia, occorre fare alcune precisazioni. La decisione di non concedere il voluntary agreement è dipesa dalla difficoltà di soppesare l’andamento dei ricavi supposto dalla dirigenza rossonera nel nuovo piano, ma soprattutto dai dubbi della Uefa sulla proprietà cinese.

Tra le trenta domande sottoposte alla delegazione guidata dall’ad Marco Fassone il comitato Uefa ne ha dedicate, infatti, molte alla consistenza del patrimonio di Yonghong Li e alla sua capacità di assicurare continuità al progetto societario. Le risposte ottenute non hanno rassicurato evidentemente i giudici di Nyon. L’inchiesta del New York Times sull’impero minerario di Yonghong Li, che secondo il quotidiano statunitense non apparterrebbe al patron rossonero, ha ingrandito le perplessità.

La Uefa dal punto di vista politico non intende legittimare, sia pure indirettamente, una proprietà di cui non si fida al 100%. ……   Continua a leggere

Figc, Tavecchio getta la spugna: si è dimesso


articolo: http://www.repubblica.it/sport/calcio/nazionale/2017/11/20/news/tavecchio_giorno_decisivo-181604264/?ref=RHPPLF-BL-I0-C8-P1-S1.8-T1

L’annuncio nel corso del Consiglio Federale. Il presidente ha rimesso il mandato: ”Ho preso atto del cambiamento di atteggiamento di alcuni di voi”. Entro 90 giorni saranno indette nuove elezioni. Mercoledì Giunta straordinaria del Coni

20 novembre – ROMA – Carlo Tavecchio si è dimesso. Il presidente della Figc ha rassegnato le dimissioni nel corso del Consiglio Federale convocato questa mattina a Roma. Tavecchio, eletto a capo della Figc nel 2014, era finito nell’occhio del ciclone dopo la mancata qualificazione dell’Italia ai prossimi mondiali. “Il Consiglio federale resta in carica, Tavecchio si occuperà della gestione ordinaria fino a nuove elezioni che dovranno essere indette entro 90 giorni” continua a leggere

 

Terremoti: scossa 4.4 nel Parmense


articolo: http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2017/11/19/terremoti-scossa-4.4-nel-parmense_124b3a0e-d5ed-4003-9953-343265cefb5d.html

ANSA – Parma, 19 novembre 2017 – Un terremoto di magnitudo 4.4 è stato registrato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 13.37 con epicentro nella zona di Fornovo di Taro, in provincia di Parma. La scossa, avvertita in tutto il territorio, ha provocato paura ma nessun danno. I Vigili del fuoco hanno riferito che non ci sono interventi in atto e, al momento, non ci sono segnalazioni di danni a persone o cose.

Fonte: http://cnt.rm.ingv.it/event/17671101

Un terremoto di magnitudo ML 4.4 è avvenuto nella zona: 4 km SW Fornovo di Taro (PR), il

  • 19-11-2017 12:37:43 (UTC) 1 ore, 24 minuti fa
  • 19-11-2017 13:37:43 (UTC +01:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 44.6610.07 ad una profondità di 32 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

 

E’ morto Malcom Young degli Ac/Dc


Malcolm Mitchell Young (Glasgow, 6 gennaio 1953 – Sidney, 18 novembre 2017) è stato un chitarrista australiano di origine scozzese, cofondatore, insieme a suo fratello Angus, del celebre gruppo hard rock AC/DC.

Risultati immagini per Malcolm Young

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2017/11/18/e-morto-malcom-young-degli-acdc_e87aae97-3ae1-44d8-a5ec-c15a749cc14b.html

(ANSA) – ROMA, 18 NOV – ”Oggi è con profonda tristezza che Ac/Dc deve annunciare la morte di Malcolm Young. Malcolm, insieme ad Angus, è stato il fondatore e creatore di Ac/Dc.
Con grande dedizione e dedizione, era la forza trainante della band”. Così la pagine Facebook della band annuncia oggi la morte del suo fondatore. ”Come chitarrista, compositore e visionario, era un perfezionista e un uomo unico”, spiegano ancora su Fb. Era nato il 6 gennaio del 1953, Glasgow, nel Regno Unito. ”La sua lealtà verso i fan era ineguagliabile”.
 Prosegue il fratello Angus nel post: ”Come suo fratello è difficile esprimere a parole ciò che ha significato per me durante la mia vita, il legame che avevamo era unico e molto speciale. Si lascia dietro un’enorme eredità. Malcolm, lavoro ben fatto”.

R.I.P Malcolm Young / 6 janvier 1953 – 18 novembre 2017 / AC-DC

FcInterNews.it, accordo con InterFanTV per un polo di informazione sull’Inter


di: Cristina Oliva

 La web tv da oggi trasmetterà direttamente dalla redazione del sito, che segna 7 milioni utenti unici al mese con 40 milioni di pagine viste

Fabio Costantino, Domenico Fabbricini, Michele Borrelli
Fabio Costantino, Domenico Fabbricini, Michele Borrelli

17 novembre 2017 – Novità in arrivo per FcInterNews.it. Grazie all’accordo con la web tv InterFanTV, la testata, forte di 7 milioni utenti unici al mese con 40 milioni di pagine viste, con l’80% di traffico proveniente da mobile, dichiara la testata, quasi 60 mila fan su Facebook, 47 mila follower su twitter, con la app che registra 80.000 utenti attivi, amplia i propri orizzonti andando a costituire un polo di informazione nerazzurra.InterFanTV, che da oggi, 17 novembre, trasmetterà direttamente dalla redazione di FcInternews.it a Milano, nasce nel 2010 e dopo oltre 4 anni in tv è poi diventata una web tv pura: raggiunge attualmente tra Facebook e Youtube dalle 15mila alle 30mila visualizzazioni a puntata, con picchi di 43mila toccati durante il mercato estivo scorso, riporta il comunicato. La pagina Facebook ha raggiunto i 120 mila fan.

Domenico Fabbricini, editore e direttore editoriale di FcInterNews.it, non nasconde la propria soddisfazione: «Siamo molto soddisfatti di questa partnership, ora potremo disporre anche di un canale tv e ampliare la portata della nostra informazione anche in video. L’obiettivo è ampliare il palinsesto coinvolgendo sempre più la nostra redazione, che attualmente produce circa 100 notizie al giorno attraverso il web. Non escludiamo in futuro una maggiore integrazione di InterFanTV in FcInterNews. Attendiamo ora che qualche sponsor voglia affiancarci in questo percorso puntando sulla grande audience di cui possiamo disporre insieme». 

Michele Borrelli, direttore di InterFanTV, aggiunge: «Siamo all’ottavo anno di trasmissioni e al terzo come Web TV. L’esperienza delle passate stagioni ci ha portato a cercare un partner serio e professionale, complementare e leader nell’ambito dell’informazione tematica sul web. Sentiamo forte la voglia, quasi l’esigenza, del pubblico interista di avere un polo di informazione credibile e autorevole. Oggi non è più utopistico pensare a palinsesti completi con trasmissioni di qualsiasi durata pensate per una fruizione multimediale, che passa attraverso i diversi social network, già principale fonte di informazione per i più giovani. Ci lanciamo quindi con rinnovato entusiasmo in questa nuova avventura, consapevoli di proseguire la navigazione su una nave sempre più solida e attrezzata».

Nazionale: …………


“Ancelotti ha detto no, ha altri obiettivi”

articolo: http://www.repubblica.it/sport/calcio/nazionale/2017/11/18/news/branchini_sulla_nazionale_ancelotti_non_interessato-181440338/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

Giovanni Branchini, procuratore storico dell’ex tecnico del Bayern ha detto a Radio Deejay: “Per ora non allenerà l’Italia, ha altre intenzioni”. Anche Allegri allontana l’ipotesi: “Al momento non è la mia ambizione”. Il ministro Lotti. “Lunedì niente compromessi in Figc”

Questa è solo una piccola anticipazione della lunga intervista realizzata da …

ROMA – Guai per Tavecchio. Stanno cadendo pian piano i papabili sostituti per il post Ventura sulla panchina della Nazionale. Dopo il rifiuto di Allegri arriva anche la frenata di Carlo Ancelotti. Poche ore fa in conferenza stampa pre partita il tecnico della Juventus ha dichiarato che “per il momento la nazionale non è la sua ambizione” e che ha ancora tanto da fare a Torino, chiudendo di fatto all’ipotesi di sedere sulla panchina azzurra. Ora arrivano anche smentite riguardanti Carlo Ancelotti, forse l’unico nome che avrebbe messo d’accordo tutti e al quale il presidente federale Tavecchio si aggrappava. “Carlo per ora non allenerà la Nazionale. In questo momento ha altri obiettivi, altre intenzioni”. A riferirlo Giovanni Branchini, procuratore storico dell’ex allenatore del Bayern, interventuto a “Deejay Football Club” su Radio Deejay. “Ancelotti non vuole mancare di rispetto a nessuno, ma in questo momento non è interessato” ha rivelato. La Figc però frena. “Non commentiamo notizie senza fondamento – replica all’Ansa una fonte qualificata della Figc -, sono solo sciacallaggio giornalistico”. continua a leggere

La procura deposita l’istanza di fallimento del Palermo Calcio


Sarebbe emerso un buco nel bilancio di oltre 70 milioni. Nel mirino le operazioni di cessione del marchio e il dimezzamentro del capitale sociale

Immagine correlata

articolo: http://palermo.repubblica.it/cronaca/2017/11/18/news/la_procura_deposita_l_istanza_di_fallimento_del_palermo_calcio-181438346/?ref=RHPPRT-BS-I0-C4-P1-S1.4-T1

La Procura di Palermo ha presentato istanza di fallimento della società di calcio del Palermo. All’istanza sono state allegate le informative depositate dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza e la consulenza dell’esperto di bilanci Alessandro Colasi.

L’atto è siglato dal procuratore capo Francesco Lo Voi e dai sostituti Andrea Fusco e Francesca Dessì. L’istanza è arrivata sul tavolo del presidente della sezione fallimentare del tribunale palermitano Giovanni D’Antoni. Il passo successivo, adesso, sarà fissare la data della prima udienza per capire quale sarà il futuro del Palermo.

Il buco di bilancio della società rosanero sarebbe di oltre 70 milioni di euro. Circa 40 milioni riguarderebbero le operazioni ritenute fittizie di compravendita del marchio, altri 20 l’operazione di dimezzamento del capitale sociale deciso dal Cda della società negli anni scorsi. continua a leggere

SERIE A TIM – Designazioni 13ª Giornata di Andata


http://www.aia-figc.it/dettaglio.asp?ID=14489

Si rendono noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali, dei V.A.R. e degli A.V.A.R. che dirigeranno le gare valide per la tredicesima giornata di andata del Campionato di Serie A 2017/18 in programma domenica 19 novembre alle ore 15.00.

BENEVENTO – SASSUOLO – Domenica 19 novembre 2017 – ore: 15:00

  • Arbitro: MAZZOLENI
    Assistenti: GIALLATINI – BINDONI 
    IV: DI PAOLO 
    VAR: ABISSO 
    AVAR: NASCA 

CROTONE – GENOA – Domenica 19 novembre 2017 – ore: 12:30 

  • Arbitro: TAGLIAVENTO
    Assistenti: DI IORIO – ZAPPATORE 
    IV: MARINELLI 
    VAR: GAVILLUCCI 
    AVAR: MARTINELLI 

H. VERONA – BOLOGNA – Lunedì 20 novembre 2017 – ore: 20:45 

  • Arbitro: MARIANI
    Assistenti: VIVENZI – POSADO 
    IV: ROS 
    VAR: PAIRETTO 
    AVAR: LO CICERO 

INTER – ATALANTA – Domenica 19 novembre 2017 – ore: 20:45

  • Arbitro: FABBRI
    Assistenti: ALASSIO – DE MEO 
    IV: MARESCA 
    VAR: ORSATO 
    AVAR: SCHENONE 

NAPOLI – MILAN – Sabato 18 novembre 2017 – ore: 20:45

  • Arbitro: DOVERI
    Assistenti: COSTANZO – CRISPO 
    IV: DI BELLO 
    VAR: VALERI 
    AVAR: DOBOSZ 

ROMA – LAZIO – Sabato 18 novembre 2017 – ore: 18:00 

  • Arbitro: ROCCHI
    Assistenti: DI LIBERATORE – TONOLINI 
    IV: DAMATO 
    VAR: IRRATI 
    AVAR: VUOTO 

SAMPDORIA – JUVENTUS – Domenica 19 novembre 2017 – ore: 15:00

  • Arbitro: GUIDA
    Assistenti: PRETI – CARBONE 
    IV: PINZANI 
    VAR: GIACOMELLI 
    AVAR: MARRAZZO 

SPAL – FIORENTINA – Domenica 19 novembre 2017 – ore: 15:00

  • arbitro: CALVARESE
    Assistenti: VALERIANI – TEGONI 
    IV: SERRA 
    VAR: PASQUA 
    AVAR: MARINI 

TORINO – CHIEVO – Domenica 19 novembre 2017 – ore: 15:00

  • Arbitro: BANTI
    Assistenti: DI VUOLO – SANTORO 
    IV: FOURNEAU 
    VAR: MASSA 
    AVAR: MINELLI 

UDINESE – CAGLIARI  – Domenica 19 novembre 2017 – ore: 15:00

  • Arbitro: MANGANIELLO
    Assistenti: LONGO – PRENNA 
    IV: RAPUANO 
    VAR: AURELIANO 
    AVAR: PICCININI 

Violenza sulle donne


Violenza sulle donne, in dieci mesi ventiseimila chiamate al numero 1522

Quattromila i casi segnalati, oltre 600 le storie di stalking. Presentati i nuovi spot Rai. Lucia Annibali: “Trovate la forza di denunciare”

ROMA – Nei primi dieci mesi dell’anno sono state 26.481 le chiamate al numero verde 1522, l’84 per cento sono arrivate da donne italiane, che nel 70 per cento dei casi hanno figli. Di queste 26 mila chiamate, oltre quattromila sono arrivate da donne vittime di violenza e 630 sono servite per denunciare casi di stalking.

Lo riferisce la sottosegretaria alle Pari opportunità, Maria Elena Boschi, presentando insieme alla consigliera in materia di Pari opportunità, Lucia Annibali, i due spot della nuova campagna di comunicazione che si vedrà e ascolterà per le reti Rai (tv e radio), a partire da lunedì 20 novembre. Promuoveranno, appunto, il numero gratuito antiviolenza e antistalking, oggi gestito da Telefono rosa. La presentazione si iscrive nell’ambito delle iniziative in vista del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
 
La Boschi ha detto: “I due spot sono stati molto apprezzati per il taglio scelto, senza immagini di donne con segni di violenza, puntando sul coraggio e la denuncia”. A breve sarà operativa l’app del 1522, anche questa ispirata allo slogan “Sblocca il coraggio”.

“Nei due spot”, ha concluso Lucia Annibali, nel 2013 aggredita e sfigurata con l’acido, “abbiamo cercato di raccontare la storia di donne consapevoli di quello che stanno subendo e che trovano la forza e il coraggio di denunciare. Non soggetti fragili, piuttosto persone con grandi risorse e coraggio dentro”.

Fassone, il Milan vuole un suo stadio


‘Meazza’, stadio di inter e Milan

Risultati immagini per fassone - stadio

ANSA – Milano, 16 novembre 2017 – San Siro o un altro impianto, il Milan punta ad avere uno stadio non condiviso con l’Inter. “Noi pensiamo che questo sia uno stadio straordinario, un’icona del calcio mondiale ma nel medio periodo non permette né a noi né all’altra squadra di raggiungere i risultati, anche economici che deve dare uno stadio moderno”, ha ribadito l’ad rossonero Marco Fassone, rispondendo alle domande dei tifosi su Milan Tv. Il Milan riuscirà a rifinanziare “nei tempi previsti” il debito contratto con il fondo Elliott, da rimborsare entro ottobre del 2018, ha aggiunto Fassone dicendosi “moderatamente ottimista”.
 Senza la qualificazione alla prossima Champions League “il Milan resterà in piedi, non cadrà nel baratro” ha concluso l’ad rossonero.

Risultati immagini per fassone - stadio

27 ottobre 2016 – Milan-Cinesi, Fassone spinge per il mercato – Torna il nuovo Stadio

http://it.blastingnews.com/calcio/2016/10/milan-cinesi-fassone-spinge-per-il-mercato-torna-il-nuovo-stadio-001214027.html

La protesta dei minatori di Olmedo,


La protesta dei minatori di Olmedo, a 180 metri sotto terra da 72 giorni per difendere la cava

articolo: http://www.repubblica.it/economia/2017/11/15/news/la_protesta_dei_minatori_di_olmedo_a_180_metri_sotto_terra_da_72_giorni_per_difendere_la_cava-181180446/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P16-S1.6-T1#gallery-slider=181180899

15 novembre 2017 – di PATRIZIA BALDINO

I minatori di Olmedo a 180 metri sotto terra

Risultati immagini per La miniera di Olmedo occupata da 72 giorni

A 180 metri sotto terra il silenzio è assordante. Non c’è luce e si cammina con l’aiuto delle lampadine attaccate ai caschetti. Più si scende, più la corrente diminuisce. L’ossigeno diventa scarso e fa sempre più caldo. Eppure, per quattro minatori di Olmedo, nel nord-ovest della Sardegna, stare lì sotto è diventato l’unico modo per farsi sentire.

Da 72 giorni la miniera è diventata la casa  di Salvatore,   Antonio,   Marco   Franco; un simbolo di denuncia per la loro situazione lavorativa diventata, negli ultimi anni, sempre più precaria. I quattro fanno i turni per uscire, per prendere un po’ d’aria e di luce: ad attenderli in superficie i loro 24 colleghi, che hanno occupato invece gli uffici della cava. Ventotto persone vittime di politiche poco previdenti e accordi non rispettati, che non hanno più in lavoro e non sanno quale sarà il loro futuro.

LA SITUAZIONE DEGLI OPERAI – “Quello che stiamo passando è un calvario – sottolinea Testoni – non sappiamo più cosa fare”. I 28 minatori hanno già affrontato un anno di cassa integrazione e ora cercano di tirare avanti con i sostegni economici garantiti dalla mobilità. Quest’indennità, però, ha una scadenza: otto mesi per chi ha meno di 50 anni e 12 mesi per chi è più grande. “Siamo preoccupati. Fra di noi ci sono ragazzi di 28-30 anni, a luglio per loro è scaduta la mobilità, come possono andare avanti?” si chiede Simone Testoni. continua a leggere

Ventura esonerato


FIGC, TAVECCHIO RESTA E VENTURA VIENE ESONERATO: 800 MILA EURO PER L’ADDIO

Giampiero Ventura non ha rassegnato le dimissioni da commissario tecnico della nazionale italiana. Il suo contratto è in scadenza a giugno 2018 (il rinnovo fino al 2020 era vincolato alla qualificazione ai Mondiali di calcio di Russia 2018) e quindi verrà esonerato. L’ingaggio che la Figc dovrebbe corrispondergli è di circa 7-800mila euro, salvo accordi nelle prossime ore che portino a uno sconto. continua a leggere

Fra il papabile sostituto di Ventura gira il nome di Ancellotti

Risultati immagini per ancellotti

San Siro pieno anche con l’Atalanta:


commento: I tifosi nerazzurri hanno sempre risposto alla grande, anche lo scorso anno che la “squadra non c’era”, quest’anno la squadra c’è ma i tifosi “non” stanno rispondendo alla grande, quest’anno è “semplicemente e…. doppiamente alla grande …..”  Forza Ragazzi!!!!!!!!!!

Inter mai sotto quota 50 mila nelle prime 6 in casa

articolo: http://www.calcioefinanza.it/2017/11/15/spettatori-inter-atalanta-serie-2017-2018-san-siro/

Inter spettatori Torino 12 30 record

Oltre 363 mila spettatori complessivi a San Siro per assistere alle prime sei partite dell’Inter in casa nella stagione 2017-2018, con una media per partita di 60.564 spettatori.

L’Inter, che secondo le rilevazioni di Stadiapostcards aveva chiuso la stagione 2016-2017 al primo posto in Serie A in termini di spettatori (46.622 presenti in media, davanti al Milan, secondo, con 40.326), punta a mantenere il primato in questa speciale classifica anche in questa stagione.

Per la partita con l’Atalanta, nonostante il freddo novembrino e all’orario serale (si giocherà domenica alle 20.45), il management dell’Inter punta a sfondare quota 50 mila presenti. Un risultato raggiunto anche nelle sfide contro la Fiorentina (51.700 presenti), il Genoa (50.037), la Spal (57.235) e la Sampdoria (54.451). continua a leggere

Parigi – 13 novembre 2015


13 novembre 2015 – 13 novembre 2017  secondo anniversario dell’attentato che colpì il centro di Parigi e fece 130 morti (90 solo al Bataclan)

Immagine correlata

Gli attentati di Parigi del 13 novembre 2015 sono stati una serie di attacchi terroristici di matrice islamica sferrati da un commando armato collegato all’autoproclamato Stato Islamico, comunemente noto come ISIS, che li ha successivamente rivendicati; gli attacchi armati si sono concentrati nel I, X e XI arrondissement di Parigi e allo Stade de France, a Saint-Denis, nella regione dell’Île-de-France.

13 novembre 2015 – Attacchi terroristici simultanei a Parigi: oltre 120 morti 

Almeno 128 persone sono rimaste vittime dei sei attentati che ieri sera hanno colpito, per la seconda volta in un anno, il cuore della capitale francese. Sono oltre 200 i feriti, di cui 80 in modo grave. Si tratta di un bilancio terribile che fa dell’attentato il più grave mai messo in atto in Francia.…

Gli attentati, avvenuti il giorno dopo la presunta morte del boia Jihadi John ad opera di un drone americano (notizia poi confermata dallo stesso Stato Islamico il 19 gennaio 2016), sono stati compiuti da almeno dieci persone fra uomini e donne, responsabili di tre esplosioni nei pressi dello stadio e di sei sparatorie in diversi luoghi pubblici della capitale francese, fra le quali la più sanguinosa è avvenuta presso il teatro Bataclan, dove sono rimaste uccise 90 persone. Si è trattato della più cruenta aggressione in territorio francese dalla seconda guerra mondiale[3] e del secondo più grave atto terroristico nei confini dell’Unione europea dopo gli attentati dell’11 marzo 2004 a Madrid.

Mentre gli attacchi erano ancora in corso, in un discorso televisivo il presidente francese François Hollande ha dichiarato lo stato di emergenza in tutta la Francia e annunciato la chiusura temporanea delle frontiere

Italia – Svezia 0 – 0 fuori dai MONDIALI


 

 un pubblico del  Meazza Fantastico non è bastato a spingere la squadra ………… 

Ventura: “Chiedo scusa agli italiani. Futuro? Parlerò con Tavecchio e capiremo”

De Rossi amaro: “Ho finito anche io, dopo la gara un’atmosfera funebre”

Chiellini: “Continuo? Non lo so… È il punto zero, l’inizio della rinascita”

Milan, niente mercato a gennaio.


Fassone: “Champions? Serviranno più di 70 punti…”

articolo: http://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/milan/2017/11/13/news/assemblea_fassone-180981966/

Questa mattina è andata in scena l’assemblea dei rossoneri. L’ad nel colloquio con i piccoli azionisti ha toccato vari temi: dalla fiducia a Montella fino alla quota Champions più alta del previsto. Approvato il bilancio semestrale gennaio/giugno 2017 con perdite a 32.6 milioni.

MILANO – Piena fiducia a Montella, nessun acquisto a gennaio e una quota Champions più alta del previsto. Sono alcune delle questioni calcistiche toccate da Marco Fassone nel colloquio con i piccoli azionisti al termine dell’assemblea del Milan andata in scena questa mattina. L’ad ha ammesso che la rincorsa Champions è complicata non solo dalla partenza deludente della squadra rossonera, ma anche dal ritmo impresso dai concorrenti: “Serviranno più dei 71-72 punti preventivati”, ha detto Fassone.

A GENNAIO NON SI COMPRA – Non ci saranno interventi a gennaio dopo le spese ingenti dell’estate, non ripagate dall’avvio di campionato. L’assemblea ha approvato il bilancio semestrale gennaio/giugno 2017 con perdite a 32.6 milioni che saranno coperte con la riduzione delle riserve da sovrapprezzo e del capitale attuale. E’ stata aggiornata la tempistica dei versamenti dell’aumento di capitale di 60 milioni sottoscritto da Yonghong Li a maggio. Con l’ultimo pagamento effettuato venerdì scorso, il totale è arrivato a 49 milioni. L’ultima parte sarà richiamata dal Cda secondo le esigenze contabili. Il cda ha anche la facoltà di esercitare un secondo aumento di capitale che era stato delegato a maggio dall’assemblea. continua

Eva “Mina Celentano”


“Video della settimana” 

Mina e Celentano tornano a sorpresa con un nuovo inedito dal titolo Eva. continua articolo

È morto John Hillerman – È morto Ray Lovelock


il sergente Higgins di ‘Magnum P.I.’

Risultati immagini per John Hillerman

John Benedict Hillerman (Denison, 20 dicembre 1932 – Houston, 9 novembre  2017) è stato un attore statunitense.

Ha interpretato il ruolo di Higgins nel telefilm Magnum, P.I., per il quale ha vinto un Premio Emmy (nel 1987) e un Golden Globe (nel 1982).

Tom Selleck is Thomas Magnum and John Hillerman is “Mr. Higgins” 

Immagine correlata

Ha partecipato a serie culto anni come Ellery Queen, Love Boat e La signora in giallo ma tutti lo ricordano nel ruolo del sergente Jonathan Higgins, factotum nella tenuta hawaiiana del misterioso capo di Magnum P.I. Robin Masters. È morto nella sua casa di Houston, in Texas, John Hillerman, reso famoso soprattutto dalla popolare serie tv degli anni ’80 che gli fece conquistare un Golden Globe nel 1982 e un Emmy Award nel 1987. Aveva 84 anni.

https://twitter.com/TomSelleckApp/status/928872706384236545/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.repubblica.it%2Fspettacoli%2Ftv-radio%2F2017%2F11%2F10%2Fnews%2Fe_morto_john_hillerman_-180719863%2F

We doff our caps and salute the passing of Higgins. The Actor John Hillerman has passed away. R.I.P from all of us here at the Tom Selleck Appreciation Society

Traduci dalla lingua originale: inglese


È morto Ray Lovelock, dai polizieschi anni Settanta alle serie tv

Risultati immagini per Ray Lovelock

Raymond Lovelock detto Ray (Roma, 19 giugno 1950 – Trevi, 10 novembre 2017) è stato un attore e cantante italiano.

Ha svolto la carriera di cantante per un breve periodo della sua vita (circa tre anni), pur continuando la professione di attore che in seguito diventerà l’unica della sua carriera, brillantemente sviluppatasi sino al teatro a partire dalla seconda metà degli anni 2000.

articolo: http://www.repubblica.it/spettacoli/tv-radio/2017/11/10/news/e_morto_ray_lovelock_nei_polizieschi_anni_settanta_e_in_tv-180722972/

10 novembre 2017

Tra i suoi ruoli più importanti ‘Cassandra Crossing’. Nato a Roma da padre inglese aveva 67 anni.

È morto questa mattina a Trevi l’attore e cantante italiano Ray Lovelock. A darne notizia all’ANSA il fratello Andrea. “Aveva un tumore che ha combattuto coraggiosamente ma negli ultimi due mesi le sue condizioni si erano aggravate” spiega. Dall’esordio giovanissimo in Banditi a Milano di Carlo Lizzani, Lovelock ha girato moltissimi film e fiction sul grande e piccolo schermo. Tra i più famosi Cassandra Crossing, polizieschi come Uomini si nasce poliziotti si muore e per la tv La Piovra 5 e Caterina e le sue figlie. Aveva 67 anni.

Ray lovelock, l’attore muore di «don matteo» e «la piovra»

Ray lovelock, l’attore muore di «don matteo» e «la piovra» . Addio all’attore e cantante romano Ray Lovelock, mito del cinema poliziesco anni 70 È morto questa mattina a Trevi l’attore e cantante italiano Ray Lovelock, 67 anni. «Aveva un tumore che ha combattut… Source: https://www.vanityfair.it/show/cinema…

Tanti auguri “Bonimba”


Roberto Boninsegna (Mantova, 13 novembre 1943) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante. È stato vice-campione mondiale nel 1970 con la nazionale italiana.

BUON COMPLEANNO

Risultati immagini per roberto boninsegna

La classifica – Top 10 Gol di Roberto Boninsegna: vs. Cagliari, Mantova, Napoli, Milan(2), Torino, Varese, Bologna, Cesena, Foggia.

FC Internazionale – Gol di Boninsegna vs. Milan (dopo soli 14 secondi)

Serie A, 2 Dicembre 1973. Derby della Madonnina – Inter vs. Milan (2:1). Indimenticabile gol di Roberto Boninsegna. Il secondo gol piu veloce nella storia del Derby della Madonnina – dopo “soli” 14 secondi.

Intervista a Roberto Boninsegna di Gabriele Majo

Palmarès – Giocatore

Boninsegna, all’Inter, premiato come miglior marcatore della Serie A 1970-1971

Club

Competizioni giovanili – Torneo di Viareggio: 1 – Inter: 1962

Competizioni nazionali

  • Scudetto.svg Campionato italiano: 3 – Inter: 1970-1971 – Juventus: 1976-1977, 1977-1978
  • Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia: 1 – Juventus: 1978-1979

Competizioni internazionali

  • Coppauefa.png Coppa UEFA: 1 –  Juventus: 1976-1977

Individuale

  • Capocannoniere della United Soccer Association: 1 – 1967 (11 gol)
  • Capocannoniere della Serie A: 2 – 1970-1971 (24 gol), 1971-1972 (22 gol)
  • Capocannoniere della Coppa Italia: 1 – 1971-1972 (8 gol)

12 novembre 2003 – 12 novembre 2017


12 novembre 2003: attentato suicida contro i carabinieri italiani a Nassiriya

Gli attentati di Nāṣiriya furono alcuni attacchi terroristici avvenuti dal  2003  al  2006  durante la guerra d’Iraq contro le forze armate italiane partecipanti alla missione militare denominata “Operazione Antica Babilonia”, che provocarono un totale di circa 50 vittime (di cui 25 italiani).

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Nassiriya, Iraq, 12 novembre 2003 ore 10.40  avvenne il primo grave attentato di Nāṣiriya. Alle ore 10:40 ora locale (UTC +03:00), le 08:40 in Italia, un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti l’ingresso della base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei Carabinieri, provocando successivamente l’esplosione del deposito munizioni della base e pertanto la morte di diverse persone tra Carabinieri, militari e civili. Il carabiniere Andrea Filippa, di guardia all’ingresso della base “Maestrale”, riuscì a uccidere i due attentatori suicidi, tant’è che il camion non esplose all’interno della caserma ma sul cancello di entrata, evitando così una strage di più ampie proporzioni. I primi soccorsi furono prestati dai Carabinieri stessi, dalla nuova polizia irachena e dai civili del luogo. Nell’esplosione rimase coinvolta anche la troupe del regista Stefano Rolla che si trovava sul luogo per girare uno sceneggiato sulla ricostruzione a Nāṣiriya da parte dei soldati italiani, nonché i militari dell’esercito italiano di scorta alla troupe che si erano fermati lì per una sosta logistica.

L’attentato provoca 28 morti, 19 italiani e 9 iracheni. Gli italiani sono:

  • I Carbinieri 

    • Massimiliano Bruno, maresciallo aiutante, Medaglia d’Oro di Benemerito della cultura e dell’arte
    • Giovanni Cavallaro, sottotenente
    • Giuseppe Coletta, brigadiere
    • Andrea Filippa, appuntato
    • Enzo Fregosi, maresciallo luogotenente
    • Daniele Ghione, maresciallo capo
    • Horacio Majorana, appuntato
    • Ivan Ghitti, brigadiere
    • Domenico Intravaia, vice brigadiere
    • Filippo Merlino, sottotenente
    • Alfio Ragazzi, maresciallo aiutante, Medaglia d’Oro di Benemerito della cultura e dell’arte
    • Alfonso Trincone, Maresciallo aiutante
  • I Militari dell’esercito

    • Massimo Ficuciello, capitano
    • Silvio Olla, maresciallo capo
    • Alessandro Carrisi, primo caporal maggiore
    • Emanuele Ferraro, caporal maggiore capo scelto
    • Pietro Petrucci, caporal maggiore
  • I Civili

    • Marco Beci, cooperatore internazionale
    • Stefano Rolla, regista

Nell’azione sono rimasti feriti anche 19 carabinieriAureliano Amadei, aiuto regista di Stefano Rolla.

Onorificenze e intitolazioni

I morti e i feriti dell’attentato sono stati insigniti della Croce d’Onore con una cerimonia tenutasi il 12 novembre 2005 presieduta dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Nel 2009 ai sette siciliani caduti è stata conferita dalla Regione Siciliana la Medaglia d’oro al valor civile della Regione Siciliana alla memoria.

Alle vittime dell’attentato, inoltre, sono state intitolate numerose vie, piazze e monumenti in tutta Italia.

Alle vittime dell’attentato, il Comune di Vigarano Mainarda, (FE) ha intitolato un Parco pubblico (già della rimembranza) ai Caduti di Nassirya.

Alle vittime dell’attentato è dedidicata la canzone 12 Novembre del cantautore italiano sköll.

Filmografia

  • 20 sigarette – Film del 2010 di Aureliano Amadei, sopravvissuto alla strage.
  • Nassiryia – Per non dimenticare – Miniserie del 2007 in 2 puntate

Operazione Antica Babilonia

Nel mese di marzo 2003 ha inizio l’operazione Iraqi Freedom (OIF), o seconda guerra del Golfo, da parte di una coalizione composta principalmente degli eserciti britannico e statunitense e da altri Stati. Il 1º maggio 2003 la guerra è ufficialmente finita, anche se di fatto gli eserciti stranieri non hanno mai avuto il controllo pieno del territorio, subendo dure perdite dovute ad attacchi ricorrenti.

La risoluzione ONU 1483 del 22 maggio 2003 approvata dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite invita tutti gli Stati a contribuire alla rinascita dell’Iraq, favorendo la sicurezza del popolo iracheno e lo sviluppo della nazione.

L’Italia partecipa attraverso la missione “Antica Babilonia” fornendo forze armate dislocate nel sud del Paese, con base principale a Nāṣiriya, sotto la guida inglese. La missione italiana ha avuto inizio il 15 luglio 2003 ed è stata un’operazione militare con finalità di peacekeeping (mantenimento della pace), che aveva i seguenti obiettivi:

  • ricostruzione del “comparto sicurezza” iracheno attraverso l’assistenza per l’addestramento e l’equipaggiamento delle forze, a livello centrale e locale, sia nel contesto della NATO sia sul piano bilaterale;
  • creazione e mantenimento della necessaria cornice di sicurezza;
  • concorso al ripristino di infrastrutture pubbliche e alla riattivazione dei servizi essenziali;
  • rilevazioni radiologiche, biologiche e chimiche;
  • concorso all’ordine pubblico;
  • polizia militare;
  • concorso alla gestione aeroportuale;
  • concorso alle attività di bonifica, con l’impiego anche della componente cinofila;
  • sostegno alle attività dell’ORHA;
  • controllo del territorio e contrasto alla criminalità.

La missione è terminata il 1º dicembre 2006.

Milano, i giardinetti vicino a San Siro dedicati a Helenio Herrera


La moglie Fiora e il figlio Helios all’inaugurazione dei giardini dedicati a Helenio Herrera (LaPresse)

La cerimonia alla presenza della moglie e del figlio dell’allenatore della Grande Inter, nella giornata in cui ricorre il ventennale della sua scomparsa. «Siparietto» con due tifosi rossoneri che si sono lamentati della mancata «par condicio»

In piazza Axum a Milano si trovano da oggi i giardini Helenio Herrera Gavilan. Su impulso del Consiglio comunale e della vedova dell’allenatore della Grande Inter, il Comune di Milano ha intitolato al «Mago» lo spazio verde di fronte a San Siro, nella giornata in cui ricorre il ventennale della sua scomparsacontinua a leggere

Giardino dedicato a Helenio Herrera davanti allo stadio di San Siro

Giardini dedicati al tecnico dell’Inter Herrera, i milanisti protestano

Helenio Herrera Gavilán (Buenos Aires, 10 aprile 1910 – Venezia, 9 novembre 1997) è stato un calciatore e allenatore di calcio  argentino      naturalizzato francese, di ruolo difensore.

Allenatore: Competizioni nazionali

  • Liga trophy (adjusted).png Campionato spagnolo: 4 
  • Atlético Madrid: 1949-19501950-1951
  • Barcellona: 1958-19591959-1960
  • RFEF - Copa del Rey.svg Coppa di Spagna: 2
  • Barcellona: 1958-1959, 1980-1981
  • Scudetto.svg Campionato italiano: 3
  • Inter: 1962-19631964-19651965-1966
  • Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia: 1
  • Roma: 1968-1969

Competizioni internazionali

  • UEFA - Inter-Cities Fairs Cup.svg Coppa delle Fiere: 1
  • Barcellona (Barcelona XI): 1958
  • Coppacampioni.png Coppa dei Campioni: 2
  • Inter: 1963-19641964-1965
  • Intercontinental Cup (1997).svg Coppa Intercontinentale: 2
  • Inter: 1964, 1965
  • Coppa Anglo-Italiana: 1
  • Roma: 1972

Bebe Vio vince ancora, medaglia d’oro nel fioretto individuale


Bebe Vio vince ancora, medaglia d'oro nel fioretto individuale: le immagini

Bebe Vio campionessa del mondo. L’atleta ha conquistato la medaglia d’oro nel fioretto femminile categoria B dei mondiali paralimpici in corso all’Hilton Rome Airport di Roma Fiumicino. L’azzurra, dopo aver vinto tutti i match del proprio girone, ha sconfitto in finale la russa Viktoria Boykova con il punteggio di 15-3.

Milan, fair play finanziario:


Il nuovo ad rossonero Fassone, il  nuovo proprietario Yonghong Li insieme al ds Mirabelli 

Immagine correlata

A Nyon la delegazione rossonera ha chiesto la possibilità di un rientro più morbido nei parametri: “Moderata fiducia sull’esito della richiesta” filtra nell’ambiente.

MILANO – Arriverà nei prossimi giorni la decisione della Uefa sulla richiesta di “voluntary agreement” del Milan, presentata dal club rossonero per ottenere un rientro più morbido nei parametri del fairplay finanziario. E’ questa la posizione del Financial Body, composto da sette commissari e guidato dall’ex primo ministro belga, Yves Leterme. E’ durata tre ore oggi pomeriggio la discussione tra l’organismo di Nyon, chiamato ad applicare i principi del fairplay finanziario, e la delegazione rossonera formata dall’ad Marco Fassone, l’avvocato Leandro Cantamessa, Han Li, la chief financial officer Valentina Montanari e il Ceo di Milan China, Marcus Kam. continua a leggere

Tanti auguri, Ennio Morricone!


Tanti auguri Maestro

Immagine correlata

Ennio Morricone (Roma, 10 novembre 1928) è un    compositore,   musicista  e direttore d’orchestra italiano. Con una formazione da trombettista, ha scritto le musiche per più di 500 film e serie TV, oltre che opere di musica contemporanea. La sua carriera include un’ampia gamma di generi compositivi, che fanno di lui uno dei più versatili, prolifici e influenti compositori di colonne sonore di tutti i tempi. Le musiche di Morricone sono state usate in più di 60 film vincitori di premi. Come giovane arrangiatore della RCA, contribuì anche a formare il sound degli anni Sessanta italiani, confezionando brani come Sapore di sale, Se telefonando, e i successi di Edoardo Vianello.

Immagine correlata

Tra le colonne sonore indimenticabili possiamo citare La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri, la trilogia del dollaro e i due C’era una volta di Sergio Leone, tra le composizioni più premiate, citiamo Mission di Roland Joffe, Nuovo cinema paradiso di Giuseppe Tornatore e Gli intoccabili di Brian De Palma.

18-03-2015 – Ennio MORRICONE – BEST OF CONCERT LIVE LYON (FRANCE) With Susanna RIGACCI

Ennio Morricone & Sofia Symphony Orchestra (2012)

Ennio Morricone – Foro Italico – Rome, Italy july-07-2017

 

Play off Mondiali: Svezia Italia


Svezia – Italia – Venerdì 10 novembre ore 20:45

Probabili formazioni

Fonte: http://it.eurosport.com/calcio/qualificazioni-mondiali-europa/2018/svezia-italia-probabili-formazioni-e-statistiche_sto6404077/story.shtml

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Toivonen, Berg. All. Jan Andersson

Svezia Italia

talia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Verratti, Darmian; Immobile, Belotti. All. Giampiero Ventura

Italia - Best 11 - Eurosport

Zaza è stato fermato da un problema al ginocchio

Spinazzola non sta bene: gioca Darmian

I precedenti:………

Sono 23 i precedenti incontri tra Italia e Svezia in tutte le competizioni: 11 successi azzurri, sei pareggi e sei vittorie scandinave.

L’ultima sfida tra Italia e Svezia risale agli Europei 2016: gli Azzurri di Conte s’imposero per 1-0 grazie a un gol di Éder.

ma non dimentichiamoci………

EURO 2004 highlights: Sweden 1-1 Italy