Archivi del giorno: 5 ottobre 2017

Milan in bolletta,


buco da 200 milioni: il club finirà al creditore Elliott

Milan, ecco da dove arrivano i soldi per la faraonica campagna acquisti

articolo di Tobia De Stefano: http://www.liberoquotidiano.it/news/sport/13261648/milan-buco-200-milioni-pechino-elliot.html

05  ottobre 2017 – Mettiamola così. Quando Yonghong Li, il magnate cinese con un patrimonio stimato intorno ai 500 milioni di euro, ha deciso di acquistare il Milan con un’operazione da circa un miliardo, era consapevole di avere un sentiero abbastanza stretto e impervio davanti a sé. Il primo tornante, quello più impegnativo, prevedeva il sostegno di potenziali investitori di Pechino. La seconda curva, non meno pericolosa, puntava sull’ allestimento di una squadra che gli consentisse di arrivare con relativa tranquillità in Champions League.

Mentre la terza svolta a gomito riguardava la creazione di un sistema di academy in Asia capace di generare un flusso di cassa costante da un centinaio di milioni all’anno. Bene, mai come in questo momento possiamo dire che il cammino di Mister Li è sull’orlo di un precipizio. Il 18 ottobre c’è il Congresso del Partito Comunista cinese e monta l’attesa per le decisioni sugli investimenti all’estero. Ci sarà la stretta tanto temuta dai nuovi proprietari del Milan? Secondo quanto ha appreso Libero da fonti vicine all’ operazione, non solo ci sarà un taglio della liquidità portata fuori dai confini nazionali, insomma addio a nuovi soci dagli occhi a mandorla, ma il governo cinese sarebbe pronto a chiedere ai principali finanziatori del proprietario del Milan di rientrare dall’ operazione riportando a casa i soldi versati per l’acquisto dei rossoneri da Silvio Berlusconi.

I nomi sono abbastanza noti. Da una parte c’è Huarong, il colosso pubblico dell’asset management che vanta utili per poco meno di due miliardi. E dall’altra il fondo di venture capital Haixia, che ha nel cda rossonero il direttore generale Lu Bo. Nessuno sa i numeri precisi, ma stime verosimili fanno credere che la possibile uscita delle due potenze finanziarie asiatiche creerebbe nelle casse di Mister Li un buco non inferiore ai 200 milioni. È finita qui? Non proprio. Perché anche il piano B della società rossonera rischia di vacillare. Da settimane infatti si parla di operazioni ben avviate con le banche americane Goldman Sachs e Bofa Merrill Lynch per rifinanziare i circa 300 milioni prestati dal fondo Elliott ai cinesi. Quei soldi sono stati così ripartiti: 180 milioni sono andati alla controllante Rossoneri Sport Luxemburg mentre altri 120 sono arrivati all’Ac Milan attraverso due bond che vanno rimborsati entro la fine del 2018.

Semplificando, la domanda è questa: Goldman e Merrill sono disposte a mettere una cifra così importante (l’operazione dovrebbe farsi con una cessione dei diritti televisivi) per coprire il rosso di una società lussemburghese che peraltro rischia di perdere i suoi principali finanziatori asiatici? Difficile, molto difficile. E lo stesso discorso vale anche per eventuali soci stranieri fuori dai confini cinesi. In questi giorni sono circolate cifre molto alte che valutano il Milan intorno agli 800 milioni, esclusi i debiti, contro i 520 (più 220 di debiti) sborsati ad aprile.

Ma anche qui la domanda sorge spontanea: riusciranno i nostri a trovare investitori pronti a rischiare 200 milioni di euro per prendere il 25% di una società di calcio che si trova in queste condizioni di incertezza? Per Yonghong Li e compagni, purtroppo, la risposta sembra abbastanza scontata. Quindi? A oggi, tenendo presente che novità e colpi di scena sono sempre dietro l’angolo, la strada più probabile sembra quella che porta il Milan direttamente nelle mani del fondo Elliott. Che ovviamente non avrebbe nessun interesse a tenerselo in pancia. E così la giostra ripartirebbe dal via.

Brian Johnson, 70 anni vissuti pericolosamente


Con AC/DC storia hard rock, dopo problemi udito ancora sul palco

Risultati immagini per Brian Johnson

Brian Francis Johnson (Dunston, 5 ottobre 1947) è un cantante britannico, noto per essere stato cantante del gruppo hard rock AC/DC dal 1980 al 2016 quando poi viene sostituito da Axl Rose.

articolo completo: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2017/10/04/i-70-anni-di-brian-johnson_3f3c607f-1d33-457c-8a03-cf61906dfa8e.html

Muse – Back in Black with Brian Johnson for AC/DC – Live Reading Festival 2017

Brian Johnson oggi 5 ottobre compie 70 anni. Dal 2016 del cantante degli AC/DC si è parlato più per i problemi di salute che per eventi musicali. Johnson, che ha sofferto di una grave malattia al colon, su ordine dei medici ha dovuto poi sospendere i concerti perché rischiava di diventare completamente sordo. Un evento che i fan degli AC/DC ricordano bene, a causa della decisione, molto criticata, di sostituirlo per il tour con Axl Rose.

AC/DC – Thunderstruck (From Live at the Circus Krone)

In maggio, però, è tornato a cantare dal vivo nel concerto londinese di Paul Rodgers, storica voce di Free, Bad Company e Queen post Freddie Mercury, in una versione del classico Motown “Money (That’s What I Want)”, in una performance a tre con Robert Plant. In agosto, al Festival di Reading, ha cantato “Back to Black” insieme ai Muse. Ma, sempre in agosto, Johnson ha rischiato grosso a causa della sua passione per le corse automobilistiche che, stando a quanto da lui stesso raccontato, ha contribuito ad aggravare i suoi problemi di udito: la sua Austin 35 d’epoca si è ribaltata durante il Celebrity Challenge Trophy sulla pista di Silverstone. Per fortuna, al contrario di quanto accaduto alla sua costosissima macchina che si è distrutta, il cantante è uscito illeso. ecc.

per leggere l’articolo completo premere il link qui sotto: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2017/10/04/i-70-anni-di-brian-johnson_3f3c607f-1d33-457c-8a03-cf61906dfa8e.html

 

Il gran cuore di Milik:


paga l’operazione
al ginocchio del connazionale Nowak

Risultati immagini per Arkadiusz Milik

Arkadiusz Milik, noto anche con il diminutivo Arek (Tychy, 28 febbraio 1994 ),  è un  calciatore polacco, attaccante del Napoli e della nazionale polacca.

articolo: http://sport.leggo.it/calcio/il_gran_cuore_di_milik_paga_operazione_al_ginocchio_connazionale_nowak_4_ottobre_2017-3279892.html

Un gran bel gesto, ma anche tutta l’ironia di un destino beffardo con Arkadiusz Milik. Il bomber polacco, infatti, come svelato da Lukasz Olkowicz di Sport Review nelle scorse ore, ha pagato di propria tasca l’operazione al ginocchio del giovane Konrad Nowak, attaccante classe 1994 attualmente al Gornik Zabrze e cresciuto nel Rozwoj Katowice, due squadre che hanno segnato la crescita anche della punta azzurra.

Konrad Nowak

Risultati immagini per Konrad Nowak

Konrad Nowak (nato il 7 novembre 1994) è un calciatore polacco che interpreta come centrocampista attaccante per Górnik Zabrze

Nowak si era fatto male alla fine d’agosto e si è sottoposto alle cure del professor Mariani proprio qualche giorno prima del secondo grave infortunio di Milik. Il bomber polacco si è fermato per la rottura dei legamenti al ginocchio destro dopo aver subito lo stesso infortunio, ma all’altro ginocchio, esattamente un anno fa. Secondo quanto riportato da Sportowe Fakty, Arek avrebbe pagato circa 20mila euro per permettere a Nowak le migliori cure possibili a Villa Stuart, un gesto che dimostra tutto il cuore dell’azzurro, costretto ora a recuperare dall’ennesimo brutto scherzo del suo destino.