Due sparatorie in California, 10 morti. Individuato il killer


articolo Redazione ANSA: Due sparatorie in California, 10 morti. Individuato il killer – Nord America – ANSA

Entrambi gli attentati sono avvenuti in occasione dei festeggiamenti per il Capodanno cinese

L’uomo che ha ucciso dieci persone in un locale a Monterey Park potrebbe essersi suicidato all’interno del camioncino bianco che la polizia ha circondato.

Le squadre speciali della polizia sono scese dalle loro volanti e hanno circondato il furgone.

All’interno ci sarebbe il corpo di un uomo riverso sul volante. È probabile che si tratti del killer ma la polizia non ha dato nessuna conferma ufficiale.

Sono dieci le vittime della sparatoria avvenuta  a Monterey. Altre dieci persone sono rimaste ferite. Ancora nessuna informazione sul movente. “Il killer è un uomo asiatico e ha usato un fucile d’assalto ad alta potenza” ha detto lo sceriffo della contea di Los Angeles, Robert Luna. “Seguiamo ogni pista, non sappiamo se si tratti di un crimine d’odio o menoIl killer è stato descritto dalla polizia come un uomo di origine asiatica, tra i 30 e i 50 anni.

La sparatoria è avvenuta a West Garvey Avenue intorno alle 22:22 di sabato 21 gennaio (le 7:22 in Italia). Seung Won Choi, proprietario di un ristorante di fronte a dove è avvenuta la sparatoria, ha detto al Los Angeles Times che tre persone si sono precipitate nel suo ristorante e gli hanno detto di chiudere a chiave la porta perché c’era un uomo con una pistola semiautomatica nella zona, che aveva con sé anche diversi caricatori di munizioni. Wong Wei, che vive nelle vicinanze, ha a sua volta detto allo stesso giornale che una sua amica era andata in discoteca e ha visto un uomo armato e tre corpi: due donne e una persona che ha detto essere il direttore del club.

La polizia della contea di Los Angeles ha confermato che il killer di Monterey Park è lo stesso che venti minuti dopo ha fatto irruzione in un altro locale dove, fortunatamente, è stato bloccato e disarmato dai clienti.

Allenatore picchiato al termine della partita…. – Paganese-Casertana, in fiamme il pullman dei tifosi ospiti…….


Allenatore picchiato al termine della partita, aggressione choc a Simone Venturi: il tecnico ricoverato in ospedale

articolo: Allenatore picchiato al termine della partita, aggressione choc a Simone Venturi: il tecnico ricoverato in ospedale (leggo.it)

L’aggressione è avvenuta al termine di Scandicci 1908-Real Forte dei Marmi Querceta

Allenatore aggredito in un match di Serie D. Al termine di Scandicci 1908Real Forte dei Marmi Querceta, il tecnico della squadra ospite, Simone Venturi, è stato picchiato «da una figura riconducibile alla società locale e già presente all’interno dell’impianto sportivo al momento dell’arrivo del gruppo squadra ospite», fa sapere la dirigenza del club versiliese. L’uomo è stato trasportato in ospedale.

Aggrediti anche due calciatori – «Nell’occasione, sono stati aggrediti anche due calciatori bianconerazzurri», si legge ancora nel comunicato. La società «condanna fermamente l’accaduto e si riserva di agire nelle sedi opportune per tutelare i propri tesserati. Tramite i propri legali, inoltre, presenterà un esposto alla Figc al fine di evitare nuovi spiacevoli episodi, che nulla hanno a che vedere con lo spirito del gioco».

Paganese-Casertana, in fiamme il pullman dei tifosi ospiti: scontri ultrà a colpi di mazza e paura in strada

articolo: Paganese-Casertana, in fiamme il pullman dei tifosi ospiti: scontri ultrà a colpi di mazza e paura in strada VIDEO (leggo.it)

Le immagini choc sono state riprese da alcuni testimoni, che le hanno poi pubblicate sui social

Nuovi scontri tra tifosi. Stavolta coinvolti quelli di Paganese Casertana. I due club campani, che militano in Serie D, si sono sfidati oggi, domenica 22 gennaio, nel derby a Pagani. E gli ultras sono venuti a contatto colpendosi con mazze e bastoni, provocando un incidente che solo per caso non ha provocato vittime.

Bus in fiamme a Pagani – Un pullman che trasportava tifosi della Casertana ha preso fuoco durante gli scontri. Fermo tra via San Domenico e via Leopardi a Pagani, il bus è stato divorato dalle fiamme. Le immagini choc sono state riprese da alcuni testimoni, che le hanno poi pubblicate sui social. Le fiamme non hanno arrecato danni ai balconi di alcune abitazioni della zona. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento l’incendio. Presenti anche i carabinieri del battaglione Bari con il supporto dell’Arma locale.

Paganese – Casertana: scontri tra tifosi, autobus in fiamme – upday

«Dopo la Juve può toccare a Milan e Roma». Libero cita voci dalla procura del calcio


open.online: 22 gennaio 2023

articolo open.online: «Dopo la Juve può toccare a Milan e Roma». Libero cita voci dalla procura del calcio – Open

I bianconeri sono stati gli unici a essere penalizzati, per ora. Ma la procura federale continua ad approfondire la natura delle «partnership opache» in tutta la Serie A e non solo. Ecco chi rischia

Non solo la Juventus: il caso plusvalenze potrebbe allargarsi anche a Roma Milan, e alle squadre “satellite” coinvolte negli scambi considerati irregolari dei bianconeri. Esiste, infatti, un’altra inchiesta della Figc – la prima udienza sarà il prossimo 22 febbraio – che nasce dalle stesse carte della procura di Torino che hanno dato vita a quella che ha penalizzato i bianconeri, spiega questa mattina il quotidiano Libero. Finora, infatti, la Juventus è stata l’unica squadra penalizzata dalla sentenza della Figc sulle plusvalenze. Mentre i bianconeri si sono visti decurtare 15 punti in classifica, non sono arrivate sanzioni nemmeno per le squadre che con la Juve avevano fatto gli scambi oggetto di verifica. E i legali della Vecchia Signora non hanno mancato di farlo notare. Tra queste società, vi sarebbero in primis appunto la Roma, al centro delle verifiche per lo scambio SpinazzolaPellegrini, e il Milan per quello operato tra Bonucci e Caldara. Ma nel mirino della Figc ci sono anche Sassuolo e Udinese, e altre squadre che, riporta il Sole24Ore, avrebbero intrattenuto secondo gli inquirenti «partnership opache» con i bianconeri. Dentro e fuori dai confini italiani. Si parla anche di ParmaPisaCosenzaPescaraLuganoBasilea e Sion.

«La storia è tutta da scrivere» – «La storia è ancora tutta da scrivere», fanno sapere fonti della Figc, aggiungendo che «sarebbe un errore dire che le altre società di calcio chiamate in causa nella prima fase dell’inchiesta e i loro dirigenti sarebbero stati assolti». E infatti, la parola «assolve» non viene mai utilizzata dai giudici Mario Luigi Torsello, Domenico Luca Scordino, Alberto Faini, Salvatore Lombardo, Mauro Mazzoni, Vincenzo Barbieri e Claudio Teodori. «La revisione dei documenti della procura subalpina è sempre possibile» confermano fonti vicine a quella federale che va a caccia di «nuovi elementi». Per non parlare di eventuali condanne penali alle società. Per i bianconeri vorrebbe dire essere radiati da tutti i campionati della Figc e una multa che potrebbe arrivare anche a 150 milioni di euro. La sensazione è che quella appena scoperta sia solo la punta dell’iceberg di una sentenza che potrebbe avere effetti su tutta la Serie A.

altri articoli li trovi alla pagina: https://alessandro54.com/juventus-plusvalenze-plusvalenze-artificiali-consob-ecc/

Rissa nel campionato giovanile, calciatore 15enne colpito alla nuca crolla a terra:…..


Rissa nel campionato giovanile, calciatore 15enne colpito alla nuca crolla a terra: attimi di paura, ricoverato in ospedale

articolo Redazione web: Rissa nel campionato giovanile, calciatore 15enne colpito alla nuca crolla a terra: attimi di paura, ricoverato in ospedale (leggo.it)

La partita è stata sospesa di comune accordo tra le squadre

Attimi di paura per un calciatore di 15 anni, durante la partita tra Aradeo e Otranto valida per il campionato Under 17 regionale in Puglia. Il giovane, colpito alla nuca da una gomitata durante una rissa, è rimasto a terra senza sensi. Il calciatore è stato trasportato in ospedale e il match è stato sospeso.

Trauma cranico e match sospeso – La partita è stata giocata domenica mattina alle 9.30 allo Spina di Aradeo. Come riporta il Quotidiano di Puglia, la rissa è scoppiata dopo un fallo di gioco duro. Il calciatore coinvolto è stato colpito involontariamente da una gomitata alla nuca ed è crollato a terra perdendo conoscenza. «Si è ripreso dopo qualche minuto ed è stato portato al Vito Fazzi per gli accertamenti – scrive Tonino Ruggeri dirigente dell’Otranto società che condanna il gesto – Le due squadre, di comune accordo, hanno optato per non riprendere il gioco e l’arbitro, Prete di Casarano, ha fischiato la fine». Il ragazzo è stato trasportato al in ospedale al Vito Fazzi di Lecce con trauma cranico. 

Terremoto nella notte a Roma e provincia: nessun danno a persone o cose


articolo di Redazione Online: https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/23_gennaio_22/roma-scossa-terremoto-notte-nessun-danno-persone-o-cose-9bb5dace-9a08-11ed-9e01-a2e995b3e2a5.shtml

Roma, scossa di terremoto avvertita alle 2:46. La rilevazione dell’Ingv: magnitudo 3.2 a una profondità di 10 km. Poco prima delle 4 del mattino c’è stata un altra scossa in territorio italiano, questa volta lungo la costa nord orientale della Sicilia

Una scossa di terremoto è stata registrata alle 2:46 nella provincia est di Roma. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a circa 10 chilometri di profondità ed epicentro 8 km da Colonna e 9 da Tivoli.

La scossa di terremoto, ha specificato poi l’Ingv, è stata di magnitudo 3.2. Dopo la scossa, non si sono registrati danni a persone o cose.

Poco prima delle 4 del mattino, c’è stata un altra scossa in territorio italiano, questa volta lungo la costa nord orientale della Sicilia, con epicentro in mare. Lo fa sapere l’Ingv. La magnitudo è stimata di 2.7.