Archivi del giorno: 10 settembre 2017

Terremoto, scossa 3,9 nel Centro Italia


Terremoto, scossa 3,9 nel Centro Italia. Trema anche il Piacentino

articolo: http://www.repubblica.it/cronaca/2017/09/10/news/terremoto_scossa_4_4_nel_centro_italia_trema_anche_il_piacentino-175140222/?ref=RHPPLF-BL-I0-C8-P1-S1.8-T1

Epicentro a Scurcola Marsicana, in provincia de L’Aquila, a una profondità di 8 chilometri

Una scossa di magnitudo 3.9 è stata avvertita nel Centro Italia, a Scurcola Marsicana (L’Aquila), alle 21,58 e 9 secondi, a una profondità di 8 chilometri. Il sisma è stato avvertito con una certa forza all’Aquila e ad Avezzano, in Ciociaria, distintamente nella valle di Comino, nella zona di Sora, e a Pescosolido. Lievemente anche in alcune zone periferiche di Roma.

Due ore prima una scossa sismica di magnitudo 3.7 aveva interessato (alle ore 20), il Piacentino, con epicentro sei chilometri a nord di Mortasso, a una profondità di 10 chilometri. I due terremoti sono stati registrati dalle stazioni della rete sismica dell’Istituto nazionale di Geofisica (Invg). Non sono giunte finora segnalazioni di danni.

Nella giornata di oggi sono state registrate dall’Invg in tutto sei scosse, ma quattro sono state di intensità inferiore: di magnitudo 2.3 a San Massimo (Cb), 2.2 a Fiastra (Mc), 2.0 a Montieri (Gr), e 2.0 a Ussita (Mc).

Nubifragio: almeno sette morti, danni e devastazioni a Livorno


Nubifragio: almeno sette morti, danni e devastazioni a Livorno

Distrutta un’intera famiglia, si salva una bimba. Tre persone disperse. Centinaia di richieste di interventi ai vigili del fuoco, torrenti esondati, summit Prefettura-Protezione civile

Livorno, 10 settembre 2017 – Almeno sette persone sono morte a Livorno per il maltempo che stanotte ha flagellato la costa tirrenica, da Piombino alla Versilia, dove tra le 2 e le 4 si è abbattuta una bomba d’acqua pari a 250 millimetri caduti e a 400 ml in totale. Per tutta la notte hanno soffiato venti fortissimi e molte strade si sono allagate, trasformandosi in fiumi. Il bilancio delle vittime è ancora provvisorio.

Le squadre dei vigili del fuoco hanno già recuperato sette persone decedute a Livorno: una persona in via della Fontanella, una seconda è deceduta in un incidente stradale sull’Aurelia, un’altra in collina a Monterotondo e altre quattro in centro, in via Nazario Sauro dove è stata distrutta una famiglia (babbo, mamma, un bimbo di 4 anni e il nonno) nella quale si è salvata solo una bimba. Risultano inoltre tre dispersi, tra i quali una ragazza. Ci sono poi due persone ferite a Pisa. Tutti i corsi d’acqua sono già al livello di guardia. Treni fermi tra Pisa, Livorno e Campiglia Marittima, mentre la stazione di Livorno è allagata e inagibile dalle tre di questa notte.

Tromba d’aria e nubifragio: gravissimi danni, due feriti

Pisa, 10 settembre 2017- Gravissimi danni a Pisa città e sul litorale per la violenta tromba d’aria seguita da una tempesta di acqua e vento che si abbattuta nella notte. A Pisa sono stati chiusi tutti i sottopassi con numerose auto in panne rimaste intrappolate. Intorno alle 6 di domenica mattina la squadra dei vigili del fuoco di Cascina è intervenuta a San Giorgio per le soccorrere 4 ragazze che erano rimasti in panne nel sottopasso allagato rifugiandosi sul tetto dell’auto. Si contano decine di interventi dei vigili del fuoco per cornicioni crollati e allagamenti. In via Livornese il cedimento di una porzione di tetto di un appartamento ha lasciato una stanza senza protezione degli agenti atmosferici.

Allagamenti, alberi caduti, auto trascinate e invase dall'acqua, case scoperchiate (Foto Novi)

Allagamenti, alberi caduti, auto trascinate e invase dall'acqua, case scoperchiate (Foto Novi)

Allagamenti, alberi caduti, auto trascinate e invase dall'acqua, case scoperchiate (Foto Novi)

Venezia 74, il giorno del Leone d’oro.


1504940898873.png

articolo: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Venezia-74-il-giorno-del-Leone-d-oro-i-per-premi-della-Mostra-del-Cinema-dd15f226-f43b-4503-b273-c48b8e26c452.html

Venezia 74, il giorno del Leone d’oro. Ecco i favoriti per i premi della Mostra del Cinema Si avvicina alla chiusura la 74esima mostra del cinema di Venezia ed è quindi il momento di fare i pronostici su vincitori e premiati.   

Leone d’oro a “The Shape of Water” di Guillermo Del Toro

articolo: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Venezia74-Leone-d-oro-a-The-Shape-of-Water-di-Guillermo-Del-Toro-9f3cebd3-cfc0-4953-8e52-669431fb8107.html

La pellicola ruota attorno a una creatura simile al mostro della laguna nera che farà innamorare la timida Sally Hawkins la quale vorrà salvarlo da un destino crudele. “Dedico questo Leone d’Oro ai giovani registi latinoamericani e messicani, voglio dire loro che l’importante è avere fede in qualsiasi cosa, io ad esempio l’ho nella senape. Credo nella vita, nell’amore e nel cinema“. Così Guillermo Del Toro, alla consegna del premio dal presidente della Biennale di Venezia, Paolo Baratta.

The Shape of Water – Official Trailer –

Il Leone d’argento è andato a Xavier Legrand per il film “Jusqu’a’ la garde“. 

La Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile è stata assegnata a Kamel El Basha per il film “The Insult” di Ziad Doueir.

La Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile invece è andata a Charlotte Rampling per il film “Hannah” dell’italiano Andrea Pallaoro.

Il Gran Premio della Giuria va a “Foxtrot” di  Samuel Maoz (Israele, Germania, Francia, Svizzera).

Il Premio speciale della Giuria va a “Sweet country” di Warwick Thornton (Australia). 

Venezia 74 – Leoni d’Oro alla Carriera del 01/09/2017

Venezia 74 – Il Red Carpet di Jane Fonda e Robert Redford

Liguria sotto l’assedio dell’allerta rossa


Bollettino Arpal. A partire dal pomeriggio odierno è atteso un peggioramento delle condizioni meteorologiche che porterà precipitazioni diffuse a carattere temporalesco su tutta la regione; pertanto sono previste criticità su tutte le classi di bacino ed in particolare, vista la natura temporalesca, al verificarsi dei fenomeni più intensi, sono possibili risposte repentine dei bacini piccoli e medi.

articolo: http://www.regione.liguria.it/regione-liguria/ente/presidente-giunta/archivio-articoli-presidente-giunta/item/16553-allerta-meteo-9-settembre.html

 Logo

Aggiornata l’allerta meteo per le giornate di sabato 9 e domenica 10 settembre. Nel dettaglio la situazione nei singoli settori.

Settore A (lungo la costa fino a Noli, la provincia di Imperia, la valle del Centa): dalle ore 14 di sabato alle 8 di domenica allerta arancione(su tutti i bacini)

Settore B (lungo la costa da Spotorno a Camogli, Val Polcevera e Alta Val Bisagno): dalle ore 14 alle 18 di sabato allerta arancione su tutti i bacini, dalle 18 di sabato alle 8 di domenica allerta rossa su tutti i bacini

Settore C (da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla): dalle ore 17 di sabato alle 8 di domenica allerta arancione su bacini piccoli e medi e allerta gialla su bacini grandi, dalle 8 alle 14 di domenica allerta gialle su tutti i bacini

Settore D (Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida): dalle 14 alle 18 di sabato allerta arancione su bacini piccoli e medi, allerta gialla su bacini grandi; dalle 18 di sabato alle 8 di domenica allerta rossa su bacini piccoli e medi e allerta arancione sui bacini grandi

Settore E (Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia) dalle ore 14 alle 18 di sabato allerta arancione su bacini piccoli e medi e allerta gialla su bacini grandi; dalle 18 di sabato alle 8 di domenica allerta rossa su bacini piccoli e medi e allerta arancione su bacini grandi.

23.30 – Perturbazione in esaurimento sul centro, ma che continua a interessare il Levante. Permane l’allerta

Tempesta di fulmini, allagamenti a Rapallo, treni in tilt

articolo: http://genova.repubblica.it/cronaca/2017/09/09/news/meteo_arpal_fa_salire_il_livello_di_allerta_e_rossa_dalle_18_di_oggi-175000710/

Temporali forti, organizzati e persistenti. A Prà sospese le operazioni portuali. Chiusa la galleria Pizzo sull’Aurelia ad Arenzano a Genova scattato il piano sicurezza per 80 famiglie che abitano al piano terra negli edifici in aree considerate a rischio. Livello massimo fino alle 8 di domenica, rinviata anche Sampdoria-Torino della serie Primavera, chiusi parchi pubblici, cimiteri e sottopassi.

Allerta meteo: il livello rimane il massimo, cioè rosso, fino alle 8 di domenica mattina. La Liguria però comincia a tirare un sospiro di sollievo. La parte più consistente della perturbazione sembra aver preso ormai la direzione della Toscana e l’ultimo aggiornamento della Protezione civile, alle 23.30, conferma: “La maggior parte della forza della pertubazione è stata scaricata in mare“, come conferma l’assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone.

14:30 – Giampedrone: Sala della protezione civile aperta 24 ore su 24