Archivio dell'autore: alessandro54

Siena, un’estate senza Palio


Siena, un’estate senza Palio: è la prima volta dalla guerra

La decisione presa al termine della riunione tra sindaco, magistrato delle contrade e priori

Frasi celebri sul Palio di Siena: quando le parole non sono solo ...

articolo: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2020/05/14/news/siena_un_estate_senza_palio_e_la_prima_volta_dalla_guerra-256613131/?ref=RHPPLF-BH-I256613743-C4-P13-S1.4-T1

The Palio di Siena, one of the most famous horse races in the ...

L’ultima volta fu durante la Seconda guerra mondiale. Ora a causare lo stop è il Covid-19. A Siena non si correranno i Palii del 2 luglio e del 16 agosto 2020. La decisione è arrivata alla fine della riunione in Palazzo pubblico tra il sindaco Luigi De Mossi, il magistrato delle contrade, i Priori delle 17 contrade, il decano e il vice decano dei capitani. Ad annunciare l’annullamento è stato il magistrato delle contrade Claudio Rossi.  continua a leggere

Palio di Siena 02-07-2019

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz.


5926b30a4fd409aa7b5f8d7e58262caafaafbb290850c

Carlos Sainz Cenamor (Madrid, 12 aprile 1962) è un pilota di rally spagnolo, due volte Campione del Mondo nel 1990 e nel 1992, vincitore di tre edizioni del Rally Dakar (nel 2010, 2018 e 2020) e padre di Carlos Sainz

Ferrari, è ufficiale la firma di Carlos Sainz. “Sono felice ed entusiasta”

articolo: https://www.gazzetta.it/Formula-1/14-05-2020/ferrari-ufficiale-firma-carlos-sainz-fara-coppia-leclerc-2021-370966561702.shtml

Il Cavallino ha comunicato l’ingaggio dello spagnolo che prenderà il posto di Vettel dalla prossima stagione. Accordo biennale

E’ arrivata l’ufficialità: Carlos Sainz è un nuovo pilota della Ferrari. Lo spagnolo sostituirà Sebastian Vettel a partire dalla 2021 e correrà al fianco di Charles Leclerc anche nel 2022.

Traduzione: Sono molto felice che guiderò per la Scuderia Ferrari nel 2021 e sono entusiasta del mio futuro con la squadra. Ho ancora un anno importante da fare con la McLaren Racing e non vedo davvero l’ora di tornare a correre con loro in questa stagione.

“FELICE DELL’OPPORTUNITÀ” – Queste le prime parole da ferrarista del 25enne di Madrid: “Sono molto felice di avere l’opportunità di correre per la Scuderia Ferrari dal 2021 in avanti e sono entusiasta pensando al mio futuro con questa squadra – ha detto in una nota del Cavallino – ho comunque ancora un anno importante da trascorrere con McLaren Racing e non vedo l’ora di tornare a gareggiare in questa stagione”.  continua a leggere

Ferrari Sign Carlos Sainz jr for the F1 2021 Season

F1/E Reviews

32.000 iscrittiISCRIVITI

Two days after it was announced Sebastian Vettel would be leaving Ferrari at the end of 2020, the Italian team have confirmed Carlos Sainz as Charles Leclerc’s new team mate from 2021 onwards. Sainz, 25, will join the Italian squad on a two-year deal after two seasons at McLaren, creating the youngest driver pairing in Ferrari’s recent history in the process.
Subscribe for more F1 and FE goodness👍: https://www.youtube.com/channel/UCviJ…
Share this video with a friend 🎥 :  https://youtu.be/77NhA4NjF7E
Extra Goodies 🏎️ :
Twitter 📱 – @F1Reviews_YT
Traduzione: Due giorni dopo l’annuncio, Sebastian Vettel avrebbe lasciato la Ferrari alla fine del 2020, il team italiano ha confermato Carlos Sainz come nuovo compagno di squadra di Charles Leclerc dal 2021 in poi. Sainz, 25 anni, entrerà a far parte della squadra italiana con un accordo di due anni dopo due stagioni alla McLaren, creando così il più giovane abbinamento di piloti della storia recente della Ferrari. Iscriviti per più bontà di F1 e FE

Lazio, gli allenamenti: nel campo nascosto da un telo si gioca pure la partitella proibita


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_14/lazio-campo-nascosto-un-telo-si-gioca-pure-partitella-proibita-cc525890-9549-11ea-b53d-888d5c72a186.shtml?fbclid=IwAR1DhzSQ6f5BN7yDfp927FfGDBaaeU8TWGKdWSkNRFtm2Qw4RKidbIvCfiw&fbclid=IwAR1axNI5BCpzik3owyNGOj3msNmfk2J_qDNvcu9imn3tBy3NOUPpDTVlNSw

I biancocelesti si portano avanti con un tipo di allenamento che sarà consentito solo dal 18 maggio. Minisfide 3 contro 3 e valgono solo i gol segnati «di prima»

lazio-allenamento-500x281La partitella è tra verdi e blu, tre contro tre. Ce n’è una per ogni turno di allenamento: al mattino, al pomeriggio. I calciatori della Lazio le giocano nel piccolo stadio dedicato a Mirko Fersini, il ragazzo della Primavera che otto anni fa ha perso la vita in un incidente con la moto; il minicampo è disegnato vicino alla linea laterale, proprio a ridosso di via della Selvotta, la strada di campagna che costeggia il centro sportivo del club biancoceleste. Siamo poco fuori Formello, a una ventina di chilometri da Roma.

Sono le undici e venti quando Simone Inzaghi, con il volto coperto dalla mascherina, dà il via alla parte più intensa dell’allenamento. In precedenza i sei giocatori del turno del mattino hanno fatto stretching, a distanza di sicurezza uno dall’altro; poi si sono confrontati in una sfida che premia chi colpisce di più la traversa (ha vinto Marusic). Quindi, la partitella, vietata dalle norme attuali. Ma utile a far aumentare i ritmi del lavoro: sono periodi brevi (quattro o cinque minuti l’uno) con regole sempre differenti. Si finisce, dice l’allenatore, con un «tre tocchi e gol di prima». Da qualche giorno, per cercare di proteggere l’attività da sguardi indiscreti, è stata aggiunta un’ulteriore rete verde a protezione del campo Fersini, ma serve fino a un certo punto: tra le piante, agli osservatori è tutto evidente. continua a leggere

A Milano inchiesta su affidamento test sierologici


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/05/12/a-milano-inchiesta-su-affidamento-test-sierologici_2163c59a-5ed7-451b-bb27-96baebfc296c.html

Aperto fascicolo dopo esposto contro incarico Regione a Diasorin

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla scelta di Regione Lombardia di incaricare con affidamento diretto la multinazionale Diasorin per la sperimentazione dei test sierologici, portata avanti in collaborazione col Policlinico San Matteo di Pavia. Lo ha appreso l’ANSA. Il fascicolo è stato aperto dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli e dal pm Stefano Civardi ed è scaturito dall’esposto di un’impresa concorrente, la TechnoGenetics.
I test sierologici, ossia quelli che rilevano la presenza di anticorpi dopo infezione da Covid, sono iniziati in Lombardia il 23 aprile scorso. Sono stati sviluppati dal Policlinico San Matteo di Pavia e dalla multinazionale Diasorin.
La TechnoGenetics, azienda di Lodi, ha presentato, però, nei giorni scorsi un esposto in Procura (tra l’altro, anche un ricorso al Tar, con udienza fissata per domani) contro l’affidamento diretto da parte della Regione alla Diasorin, società di Saluggia (Vercelli), per la sperimentazione dei test.
Nell’esposto si contesta la legittimità dell’accordo esclusivo del 26 marzo tra Regione, Diasorin e ospedale sul progetto sviluppato dalla stessa società piemontese.
A seguito dell’esposto della società concorrente, la TechnoGenetics, la Procura ha aperto un fascicolo conoscitivo con delega per le indagini al Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf. 

Ian Anderson: “Ho un problema ai polmoni, ho i giorni contati”


La rivelazione del frontman inglese dei Jethro Tull a Dan Rather, nel corso di un’intervista televisiva in America: “Credo che la colpa sia stata del fumo di scena che ho respirato per 50 anni”

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/people/2020/05/13/news/ian_anderson_ho_un_problema_ai_polmoni_ho_i_giorni_contati_-256540632/

3e38da56-4ab2-11e6-8c21-6254c90f07ee_ori_crop_MASTER__0x0

Ian Anderson, il frontman dei Jethro Tull, è malato. Si tratta di un problema polmonare per il quale dice di avere “i giorni contati”. Il musicista inglese, 73 anni, lo ha rivelato nel corso di un’intervista con Dan Rather per la sua trasmissione The Big Interview sulla rete tv americana AXS.
Ian Anderson ha parlato di una “sindrome cronica ostruttiva polmonare” che gli sarebbe stata provocata dalla continua esposizione ai fumi di scena durante i concerti con la band o nella sua attività solista. “Le dirò qualcosa che non ho ancora mai detto a nessuno in pubblico” ha esordito Anderson, “soffro di un male incurabile ai polmoni che mi è stato diagnosticato due anni fa”.  continua a leggere

Ian Anderson flute solo 1976

Jethro Tull: Bourée

Bergomi: “Ho avuto il virus, sono stato male più di 20 giorni”


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/05/12/news/coronavirus_bergomi_rivela_contagiato_anche_io_sono_stato_male_piu_di_20_giorni_-256387665/

L’ex difensore dell’Inter e della Nazionale ha superato la malattia: “Ho avuto problemi all’olfatto e dolori alla schiena, non ai polmoni. Ora mi sento bene e ho ripreso a correre. Adesso ho gli anticorpi, ma mi hanno spiegato che non proteggono al 100% perché il virus muta”

images

MILANO – Anche Giuseppe Bergomi, ex difensore dell’Inter e della Nazionale, è stato contagiato dal coronavirus, riuscendo comunque a superare la malattia. Lo ha rivelato lo stesso campione del mondo con l’Italia di Bearzot a ‘Spagna 1982’. “Ho fatto un test sierologico che ha detto che sono positivo all’Icg e negativo all’Igm – ha raccontato l’opinionista di Sky in una diretta Instagram con il conduttore Ciccio Valenti -. A inizio marzo sono stato male, ho avuto problemi all’olfatto e alla schiena, non ho avuto problemi ai polmoni. Adesso la fortuna vuole che ho gli anticorpi, ma mi hanno spiegato che non proteggono al 100% perché il virus muta. Ma se dovessi prenderlo, lo prenderei in forma leggera”.

“Sono stato male venti giorni, ora alla grande” – Bergomi descrive quello che ha passato, non senza preoccupazioni legate al Covid-19. “Non ho avuto paura, ma avevo sempre freddo, mi sono fatto portare due stufette. Pensavo fosse un’influenza, invece poi sono risultato positivo…... continua a leggere

Serie A, la Lega Calcio vuole ripartire il 13 giugno (virus permettendo)


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_13/serie-a-ripartenza-13-giugno-proposta-lega-calcio-aff3ffc0-9524-11ea-b53d-888d5c72a186.shtml?fbclid=IwAR2A7bRNgz4xKgQg_3mbtznJg_F5VOgW_zBl6XYNdOCYvYPQYTLvSSQP784

La data alternativa è quella della settimana successiva. Il 18 maggio prevista la ripresa degli allenamenti collettivi, via libera da parte di Spadafora

downloadProve tecniche di ripartenza. Ma non è facile fra le preoccupazioni dei presidenti infuriati con Sky per il mancato versamento dell’ultima rata dei diritti tv, i timori dei medici a cui viene addossata la responsabilità di un eventuale positivo, la contrarietà dei giocatori a ritiri troppo lunghi e ora i dubbi di molti club che hanno bisogno di un hotel in esclusiva per ricreare la bolla sterile in cui mettere al sicuro la squadra. Parecchie società, a cominciare dall’Inter, sono preoccupate per la logistica e per l’organizzazione. Ma nonostante tutto il calcio prova a rinascere. «Ho ricevuto una lettera del presidente federale Gravina, in cui ha reso noto che la Figc ha accolto tutte le osservazioni del Comitato tecnico scientifico, riadattando il protocollo e quindi consentendo senza altre difficoltà di riprendere gli allenamenti dal 18 maggio» il via libera del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Negli stessi minuti le 20 società collegate in video-conferenza per l’assemblea di A, oltre a nominare il dottor Nanni del Bologna rappresentante per la commissione scientifica della Figc, hanno approvato con 15 voti su 20 la data in cui riaccendere i motori: il 13 giugno, in linea con Premier League e Liga, gli altri grandi campionati d’Europa. In questo modo ci sarebbe spazio per finire la Coppa Italia (22 luglio la finale). Cinque club (Napoli, Torino, Sassuolo, Udinese e Sampdoria), invece, al fine di contare su una settimana supplementare di allenamenti e consci dei rischi a cui si espongono gli atleti dopo due mesi di inattività, con senso di responsabilità avevano puntato sul 20 giugno.   continua a leggere

Fase 2, da lunedì spostamenti liberi in regione.


Fase 2, da lunedì spostamenti liberi in regione. Consentito incontrare gli amici ma niente riunioni in casa

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/05/13/news/spostamenti_liberi_da_lunedi_in_regione_possibile_deroga_per_andare_a_trovare_i_familiari_in_un_altro_territorio-256517498/?ref=RHPPLF-BH-I256521061-C8-P4-S2.5-T1

Autocertificazione solo per superare i confini regionali. Sì alle seconde case, possibile deroga per incontrare i congiunti se in una regione confinante con indice di contagio simile

Se i dati del primo monitoraggio di domani saranno confortanti, da lunedì oltre alla riapertura di quasi tutte le attività commerciali riacquisteremo anche buona parte delle nostre libertà personali.

  • Innanzitutto non occorrerà più giustificare perché si è per strada. E dunque non sarà più necessario portarsi dietro il modulo di autocertificazione se non per gli spostamenti che resteranno ancora vietati, e cioè quelli tra le regioni. Anche se potrebbe essere data una deroga per andare a far visita ai propri congiunti in un’altra regione limitrofa e con tassi di contagiosità simile. Per tutti gli altri spostamenti in città e in regione, dunque, non bisognerà più giustificare nulla. E sarà anche consentito andare nelle seconde case.
  • E dunque si potranno incontrare non solo più i congiunti ma anche gli amici e naturalmente chiunque altro. Sempre con obbligo di mascherina e distanziamento. Restano ovviamente vietati gli assembramenti e le riunioni, nei locali pubblici ma anche nelle case private. Impossibile dare un numero di riferimento delle persone con cui ci si potrà incontrare. Il governo fa appello alla responsabilità dei cittadini e soprattutto dei ragazzi.
  • Resta ferma all’1 giugno la data più probabile per liberalizzare gli spostamenti tra Regioni. Da qui alla fine di maggio si potrà fare solo per lavoro, salute, urgenza o appunto per incontrare i congiunti

Stevie Wonder, i 70 anni di Mr. Wonderful, il suono caldo della black music


stevie-wonder-album-guide-920x613

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/05/12/news/stevie_wonder-256406846/

Stevland Hardaway Morris ha attraversato tutti gli stili della musica afroamericana, dal blues al gospel fino al soul, jazz, rap, spiritual e rhythm’n’blues. Senza dimenticare l’impegno e il pop: che lo ha portato nelle case di tutto il mondo

Ho avuto il piacere di festeggiare un compleanno di Stevie Wonder con un suo concerto. Era il 13 maggio del 1989, Wonder festeggiava 39 anni con uno spettacolo a Londra, alla Wembley Arena, primo di sette show da 15mila persone l’uno, una serata bellissima, conclusa ovviamente con un corale Happy Birthday, tra lacrime e applausi.

Oggi Mr. Wonderful ne festeggia settanta, ed è il compleanno di una delle più straordinarie, innovative, geniali, meravigliose personalità dell’intera storia della musica. Settant’anni, la maggior parte dei quali passati a celebrare la grandezza della musica afroamericana, in tutte le sue forme, blues, gospel, soul, jazz, rap, pop, spiritual, rhythm’n’blues, di quel suono nero che passa sotto infinite sigle e stili, ma che ha un’unica grande matrice nella musicalità africana. Anni di successi, spesso grandiosi, altre volte meno spettacolari e brillanti, ma sempre legati alla sua voce, al suo modo semplice e allo stesso tempo complesso di far musica e di parlare al cuore del suo pubblico.  continua a leggere

Stevie Wonde Live In Paris Full Concert 2018

download

Vettel lascia la Ferrari a fine stagione: è ufficiale.


Vettel lascia la Ferrari a fine stagione: è ufficiale. “Non c’è più sintonia con la squadra”

articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/05/12/news/vettel_lascia_la_ferrari-256367161/?ref=RHPPLF-BS-I256367235-C8-P13-S1.4-T1

La conferma dalla scuderia di Maranello. Così il team principal Binotto: “Decisione difficile, ma è la migliore per entrambi”. Il tedesco: “Gli eventi degli ultimi mesi ci hanno portato a molte riflessioni”

ROMA – Sebastian Vettel lascia la Ferrari a fine 2020. Le insiscrezioni della stampa tedesca sono state confermate in una note del team di Maranello che annuncia il divorzio dal pilota tedesco al termine di questa stagione. Così il team principal Mattia Binotto: Abbiamo preso questa decisione insieme a Sebastian e riteniamo che sia la miglior soluzione per entrambe le parti. Non è stato un passo facile da compiere, considerato il valore di Sebastian, come pilota e come persona. Non c’è stato un motivo specifico che ha determinato questa decisione bensì la comune e amichevole constatazione che è arrivato il momento di proseguire il nostro cammino su strade diverse per inseguire i nostri rispettivi obiettivi”.

“A nome di tutta la Ferrari voglio ringraziare Sebastian per la sua grande professionalità e l’umanità dimostrate in questi cinque anni, nei quali abbiamo condiviso tanti momenti importanti. Insieme non siamo ancora riusciti a vincere un titolo iridato che per lui sarebbe il quinto ma siamo convinti che in questa anomala stagione 2020 riusciremo a toglierci ancora tante soddisfazioni”.  continua a leggere

Tutti i trionfi di Sebastian Vettel in FERRARI 

Coronavirus, annullato Umbria Jazz 2020


articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/05/11/news/coronavirus_annullato_umbria_jazz_2020-256301150/

L’edizione avrebbe dovuto svolgersi dal 10 al 19 luglio

Niente da fare per l’edizione 2020 di Umbria Jazz che doveva svolgersi a Perugia dal 10 al 19 luglio. Lo storico festival di musica jazz ma non solo che dal 1973 ha ospitato nel capoluogo umbro talenti straordinari quest’estate è stato annullato.

Lo hanno annunciato gli organizzatori. “Questa dolorosa decisione è stata presa dalla Fondazione di partecipazione Umbria Jazz – è detto in un suo comunicato -, a causa del prolungarsi dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di coronavirus covid-19 e all’incertezza che rende impossibile al momento la presenza dei tanti artisti internazionali”.  continua a leggere

Umbria Jazz ’19

Pino Daniele e Mario Biondi duettano a Umbria Jazz 2013 cantando “I’ so’ pazz”

E’ morto Andrea Rinaldi: ex delle giovanili dell’Atalanta, aveva 19 anni


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/05/11/news/calcio_in_lutto_morto_andrea_rinaldi_19enne_colpito_da_aneurisma-256305211/

Il centrocampista cresciuto nelle giovanili nerazzurre (ha vinto scudetto e Supercoppa con gli Allievi nel 2016), in questa stagione in forza al Legnano, era stato ricoverato da venerdì in condizioni disperate dopo un malore in casa. I funerali giovedì allo stadio di Cermenate, per dare modo a tutti di partecipare. Sarà ritirata la sua maglia numero 8

VARESE  – Non è riuscito a vincere la partita più importante, quella per la vita, Andrea Rinaldi. Il 19enne centrocampista, cresciuto calcisticamente nell’Atalanta e ceduto due anni fa al Legnano (serie D girone B), è spirato questa mattina all’ospedale di Varese, dov’era stato ricoverato venerdì in condizioni disperate per un aneurisma cerebrale che lo aveva colpito improvvisamente nella sua casa di Cermenate (Como) mentre stava svolgendo attività fisica. Giovedì i funerali allo stadio di Cermenate: uno spazio aperto in cui non ci saranno le limitazioni abitualmente previste dalle restrizioni anti Covid. Il Legnano ha ritirato la sua maglia numero 8.

Cusatis: “Lo avevo sentivo al telefono, stava bene” – “Un ragazzo a cui tutti vogliono bene e che si fa voler bene – il ricordo di Giovanni Cusatis, allenatore del Legnano nell’intervista rilasciata alla Provincia di Como – Ci siamo sentiti qualche giorno fa, come d’abitudine chiamo tutti i ragazzi una volta a settimana, in questo periodo, per sentire come stanno. ‘Mister, mi ha trovato in tempo perché sto andando a fare l’allenamento giù in giardino’, mi ha detto. Telefonate che sono un modo per stare vicino ai ragazzi, in questo momento di difficoltà per tutti. Mi piace sentire come stanno loro mentalmente, se sta bene la famiglia, se nessuno ha problemi di Covid. Abbiamo scherzato e abbiamo avuto una chiacchierata generale, come si fa tra atleta e allenatore. Non mi ha accennato a nessun tipo di problema, era sorridente”. continua a leggere

Terremoto a Roma, magnitudo 3,3: scossa all’alba avvertita in gran parte della città


articolo: https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/05/11/news/forte_scossa_di_terremoto_a_roma_e_provincia-256273374/?ref=RHPPLF-BH-I256274269-C8-P2-S1.8-T1

La terra ha tremato alle 5.03. Epicentro a 5 chilometri da Fonte Nuova, a nordest della Capitale. Al momento non risultano danni a persone o cose. In tanti si sono riversati in strada sia nei centri della provincia che in varie zone della città. Amato (Ingv): “Intenso ma molto corto”.

Terremoto a Roma, magnitudo 3,3: scossa all'alba avvertita in gran parte della città

Una forte scossa di terremoto ha svegliato Roma e i centri della provincia alle 5,03 del mattino. L’Invg ha stimato la magnitudo del sisma a 3.3 e localizzato l’epicentro a una profondità di 10 chilometri in un punto che si trova a 5 chilometri da Fonte Nuova e 11 chilometri a nordest della Capitale. Dalle prime verifiche dei vigili del fuoco non risultano danni a persone o cose, alle sale operative non sono arrivate richieste di soccorso nè segnalazioni di danni, solo numerose chiamate per chiedere informazioni. continua a leggere

Trinche Carlovich, l’idolo di Maradona: il più grande giocatore che non avete visto


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_08/trinche-carlovich-l-idolo-maradona-piu-grande-giocatore-che-non-avete-visto-d397da8a-9139-11ea-8c7e-3b270f2639b4.shtml

È morto a 74 anni, l’hanno ucciso per rubargli la bici. Ribelle e sognatore, non volle mai andarsene dalla sua Rosario. E dal suo fiume magico, il Paranà, per il quale disse no alla gloria

carlovich1-kQaE--1081x611@Gazzetta-Web_375x281

«Il più grande giocatore che non avete visto», così lo definì Cesar Luis Menotti. Per Maradona, Tomas Carlovich era invece «il più grande e basta». Ne era convinto, Diego. Nel 1993, giorno della sua presentazione al Newells di Rosario, un giornalista lo salutò così: «Maradona, lei è stato il più grande giocatore al mondo…». Diego lo interruppe: «Si sbaglia, il più grande è di Rosario, si chiama Carlovich». Calciatore di classe finissima, dal dribbling diabolico, un talento gigantesco, leggendario, nel vero senso del termine. Un mito perfettamente latinoamericano, da realismo magico, a metà fra realtà e finzione, personaggio alla Borges, alla Garcia Marquez. Meglio: alla Fontanarrosa, che era di Rosario, come lui.   continua  a leggere

El Trinche Carlovich dopo l’aggressione…

20200507_104924-630x415

Diego Armando Maradona con il suo idolo


Chi era il Trinche Carlovich

articolo: https://www.persemprecalcio.it/primo-piano/chi-era-il-trinche-carlovich/

Tomás Carlovich non ce l’ha fatta. L’ex calciatore argentino è morto dopo la brutale aggressione. Ricordiamo questo calciatore tanto amato da Maradona

Avevamo in cantiere un articolo sul Trinche Tomás Carlovich e mai ci saremmo immaginati di parlarne in una situazione così tragica. A seguito della brutale aggressione di mercoledì, per rubargli una bicicletta, l’ex calciatore argentino è deceduto oggi.

Semplicemente, il calcio professionistico ad alti livelli lo annoiava e preferiva giocare a suo modo e dove voleva lui
Luis Cesar Menotti

Il Trinche Carlovich era così, un genio del calcio che amava questo sport nella sua accezione più pura. Ha sempre rifuggito la vita mondana e lo showbiz, ha preferito rimanere una leggenda locale, non è mai stato interessato a giocare in grandi palcoscenici tantomeno a trasferirsi in Europa. Già l’Europa, il continente lasciato dal padre prima del secondo conflitto bellico. La Croazia di inizio XX secolo era un Paese che, ancor più delle altri nazioni europee, soffriva povertà e miseria. La famiglia Carlovich decise quindi di emigrare in una delle terre promesse d’Oltreoceano. continua a leggere

La vida del Trinche Carlovich en imágenes

Movistar+

544.000 iscritti
ISCRIVITI
En las calles de Rosario y de toda la provincia de Santa Fe todavía se habla y se recuerda el fútbol de un jugador al que se compara con los más grandes de la historia, incluso con el mismísimo Diego Armando Maradona.

Per l’ultimo saluto al Trinche l’Argentina sfida il coronavirus

articolo: https://video.gazzetta.it/trinche-carlovich-funerale-sfida-coronavirus/e8832554-9228-11ea-a300-6f0c7163b871?vclk=home_generico

Una dimostrazione d’amore gigantesca quella dei tifosi del Central Córdoba per l’idolo Tomás Carlovich, detto “El Trinche”, morto a 71 anni per le conseguenze di una rapina subita. Per l’ultimo saluto lo stadio Gabino Sosa si è riempito: in tanti hanno sfidato il lockdown imposto dal governo.

Lele Adani  racconta – Tomás Carlovich ” el Trinche”

 

Facebook cambia, si rifà il look sui computer


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2020/05/08/facebook-si-rifa-il-look-sui-computer_7a70623a-e527-4135-a387-20b7a5c5e21c.html

 © ANSA

Facebook cambia look sui computer. Il social ha infatti deciso di distribuire progressivamente a tutti gli utenti la sua nuova versione desktop. La novità era stata preannunciata l’anno scorso durante la conferenza degli sviluppatori, e in seguito era stata messa a disposizione degli utenti, che potevano scegliere di adottarla e di inviare un feedback alla compagnia.

“Abbiamo fatto qualche ricerca sul campo, parlando con gli utenti per comprendere come migliorare l’esperienza web, e oggi siamo felici di presentarvi il nuovo sito, un nuovo punto di partenza per i prossimi anni di Facebook.com”, spiega la compagnia di Mark Zuckerberg. Nel dettaglio il nuovo Facebook consente di impostare il “dark mode”, cioè lo sfondo nero – già presente su svariate app e sui sistemi operativi – che affatica meno la vista e permette di risparmiare un po’ di batteria. Tra gli altri cambiamenti, un nuovo layout porta foto e video a tutto schermo.

Il look in generale è più ordinato, con un’impaginazione semplificata e testi più grandi. Ad essere semplificata è anche la navigazione. L’home page si carica in modo più veloce, così come risulta più scattante il passaggio da una pagina all’altra. Rivista nell’ottica della semplificazione è infine la creazione e la gestione di Eventi, Pagine, Gruppi e inserzioni

È morto Little Richard, principe trasgressivo del rock’n’roll


articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2020/05/09/news/morto_little_richard-256164234/?ref=RHPPTP-BS-I256163925-C12-P3-S1.12-T1

Aveva 87 anni. Travolgente, omosessuale, clownesco, esplosivo, nell’America degli anni Cinquanta incarnava l’anima più ribelle e meno addolcita. Tra le sue canzoni passate alla storia ‘Tutti Frutti’, ‘Long Tall Sally’, ‘Lucille’, ‘Good Golly Miss Molly’

Elvis è stato senza dubbio il “re del rock’n’roll”, ma nella famiglia reale della grande rivoluzione americana degli anni Cinquanta, il principe trasgressivo, quello che fece saltare in aria il banco delle buone maniere e delle sane abitudini, fu lui, Richard Wayne Penniman, meglio noto come Little Richard, scomparso oggi all’età di 87 anni. Fu il primo dei grandi padri del rock’n’roll a trasformare l’eccesso in una forma d’arte: travolgente, omosessuale, clownesco, esplosivo, Little Richard incarnava l’anima più ribelle e meno addolcita del rock’n’roll, il suo stile sguaiato e urlante, i suoi testi deliberatamente nonsense, scardivanano tutte le regole di comunicazione che la musica aveva vissuto fino ad allora, i suoi live show, narcisisti e grandiosi, non temevano il confronto con nessuno se non con quelli di Jerry Lee Lewis.  continua a leggere

Little Richard – Tutti Frutti

Little Richard – “Lucille” (2002)

Silvia Romano è stata liberata dopo un anno e mezzo di prigionia


images

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2020/05/09/news/silvia_romano_e_stata_liberata-256171497/

Silvia Romano è stata liberata. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte su Twitter: “Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia, ti aspettiamo in Italia”

La giovane cooperante milanese è stata rapita a novembre 2018 nel villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi, mentre lavorava per la onlus ‘Africa Milele’.

Silvia Romano, Sala: “Sono felicissimo, ti aspettiamo”

 

 

Calcio: i Campionati sono pronti a ripartire?


SPAGNA: Coronavirus, sei positivi in Spagna dopo i primi test

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/08/news/coronavirus_spagna_cinque_positivi_dopo_i_primi_test_aguirre_liga_riparte_il_20_giugno_-256035799/

In corso i test alle squadre delle prime due serie: previsti una trentina di contagi sui 2000 controlli realizzati. Positivo Renan Lodi dell’Atletico. Il tecnico del Leganes Aguirre: “Si riparte il 20 giugno”. La Lega: “Nessuna data confermata, la decisione spetta al governo”

MADRID (Spagna) – Sei casi di positività al Covid 19 tra i giocatori dei club spagnoli di Serie A e B che si stanno sottoponendo ai controlli. E’ questo il dato al momento, in attesa che arrivino gli esiti di tutti i test effettuati nella giornata di giovedì: lo rende noto Rac1, spiegando che tre positivi arrivano dalla Liga (20 club) e gli altri due da una squadra di Seconda Divisione (22 le società che la compongono). La stessa emittente, che ha avuto accesso a fonti del club, ha dato la notizia che nessun calciatore e membro dello staff tecnico del Barcellona è risultato positivo al coronavirus dopo i tamponi e i test sierologici a cui tutti sono stati sottoposti.  Un positivo invece nell’Atletico Madrid: si tratta di Renan Lodi, terzino sinistro brasiliano, la cui positività è stata rivelata da “Globoesporte” ma non ancora confermata ufficialmente dai colchoneros.

Secondo quanto riporta il quotidiano sportivo ‘As’, una stima della Lega iberica prevede che, sui 2.000 test realizzati, saranno circa una trentina i positivi. Il protocollo del calcio spagnolo dispone che i giocatori vengano sottoposti a quattro controlli nei prossimi 30 giorni.  continua  a leggere


ITALIA: Il calcio conta i positivi, ripartenza in salita. Polemiche sui tamponi

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/05/08/news/calcio_conta_giocatori_positivi_ripartenza_in_salita_caso_tamponi-25604810

La serie A prova a rimettersi in moto ma i diversi casi di coronavirus in più squadre (Torino, Sampdoria, Fiorentina) non aiutano. Scaroni: “Al Milan contagiati in via di guarigione”

ROMA – In due giorni: un positivo al Torino, sei alla Fiorentina, quattro alla Sampdoria. E uno di questi, asintomatico, ha un parente infermiere… Altri tre casi di positività (due italiani, uno straniero) di una importante squadra di serie A sono in arrivo. Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha spiegato: “Al Milan abbiamo qualche giocatore contagiato in via di guarigione ma Maldini, sia il padre che il figlio, ora stanno bene. Milanello è aperto e noi abbiamo già ripreso ad allenarci, mantenendo le distanze. Ci stiamo incamminando verso la ripartenza”. All’Inter nessun negativo, la squadra di Conte torna ad allearsi. Altre società stanno ancora facendo i test ai loro giocatori.

L’alto numero di positivi comunque è il risultato dei tanti tamponi. Se ne è parlato anche ieri durante l’incontro (interlocutorio) fra Figc e Cts, comitato tecnico scientifico. Quando il professor Zeppilli, che guida la commissione voluta da Gravina, ha fatto notare che le società di serie A stanno già facendo un sacco di tamponi, e fra queste anche l’Atalanta, qualcuno degli scienziati ha storto il naso. Sì, perché appunto se non hai una azienda privata che te li fa (ce n’è una che ne garantisce 5000 al giorno, a pagamento ovviamente), per il comune mortale, soprattutto se asintomatico, sono ancora problemi seri. Ma il calcio, si sa, ha le sue risorse. Ed è normale che adesso vengano fuori tutti questi positivi perché si stanno facendo tanti esami, lo stesso succederebbe se si facessero ad un largo campione di popolazione.  continua a leggere


Inghilterra: Premier, nuovo slittamento a fine giugno: attesa per le parole di Boris Johnson

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/08/news/coronavirus_slitta_decisione_sulla_premier_johnson_parlera_domenica-256068149/

Il 10 maggio il premier inglese farà il punto della situazione anche sul calcio. Resta probabile la ripresa del campionato, ma nell’ultimo weekend di giugno e non più il 12

LONDRA – Sarà domenica 10 maggio la giornata cruciale per il futuro della Premier League. Intorno alle 20 il premier Boris Johnson parlerà infatti al paese e, tra i punti in agenda, ci sarà anche quello della ripresa del calcio inglese, che al momento resta molto probabile.

In campo a fine giugno – E’ interesse dei club, Liverpool in primis (può festeggiare il titolo dopo 30 anni), portare al termine la stagione. In queste settimane si è parlato molto di campi neutri e, addirittura, di traslocare in Australia per giocare le 92 partite rimanenti, ma alla fine dovrebbe prevalere la linea degli impianti tradizionali, ovviamente a porte chiuse. Secondo il “Daily Mail’, il progetto del governo, diviso in 5 fasi, dovrebbe vedere la ripartenza del campionato nell’ultimo weekend di giugno.

Non più quindi il 12, quella che sembrava la data del ritorno in campo dei vari Aguero, Salah e soci. “Se riusciamo a elaborare un piano in grado di funzionare, vorrei che potessimo andare avanti perché penso che sarebbe positivo per la nazione e per il calcio nel suo insieme”, ha detto Oliver Dowden, Segretario di Stato britannico per il digitale, la cultura, i media e lo sport. “Spero davvero di poterlo mettere in atto, ma la sicurezza pubblica deve sempre essere una priorità – ha aggiunto -, ed è solo allora che saremo certi di poter avviare un processo di recupero”.  continua a leggere


Germania: la Bundesliga riparte il 16 maggio, si inizia con Dortmund-Schalke

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/07/news/germania_la_bundesliga_riparte_il_16_maggio_si_inizia_con_dortmund-schalke-255946648/

l presidente della Lega tedesca ha ufficializzato la ripresa del campionato, dopo l’ok della cancelliera Merkel. Il calendario riserva subito il derby della Ruhr

BERLINO – La Bundesliga non ha perso tempo: la ripartenza è fissata per sabato 16 maggio. Dopo l’ok alla ripresa della stagione agonistica arrivato ieri dalla cancelliera Angela Merkel, a dare l’ufficialità è il presidente della Lega tedesca, che però invita tutti al pieno rispetto delle regole: “L’allentamento delle misure restrittive non deve significare che il coronavirus non venga più preso seriamente – ha affermato Christian Seifert – Serve massima disciplina e grande responsabilità personale di ciascuno”.

Chiusura entro il 30 giugno – I club sono dunque chiamati ad accelerare la fase di preparazione per portare a termine non solo il campionato, del quale restano ancora nove giornate da disputare, ma anche semifinali e finale di Coppa di Germania. Alcune squadre avrebbero preferito avere a disposizione qualche giorno in più per proseguire gli allenamenti, in vista del tour de force che le attende, ma la volontà dei vertici del calcio tedesco è chiudere la stagione entro il 30 giugno.  continua a leggere


Cori registrati, mascherine e mezzo mondo collegato: in Corea del Sud il calcio è ripartito

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/05/08/news/ripartito_il_calcio_in_corea_del_sud_tra_spalti_vuoti_e_cori_registrati-256071176/

La K-League primo campionato al mondo a disputarsi dopo lo stop per il coronavirus. La sete di calcio ha fatto si che la gara d’esordio tra Jeonbuk Motors e il Suwon Bluewings venisse vista in gran parte del globo

Cori registrati, mascherine e mezzo mondo collegato: in Corea del Sud il calcio è ripartito

SEUL (Corea del Sud) – Il calcio è ripartito. Lo ha fatto in Corea del Sud dove oggi è stata ufficialmente inaugurata la K-League, la serie A coreana. La rete del 41enne, ex Middlesbrough, Lee Dong-Gook, è già nella storia. Il gol con cui il Jeonbuk Motors, campione in carica, ha battuto il Suwon Bluewings per 1-0 è, infatti, ricco di significato. È lo sport che vuole andare avanti, la vita che rinasce dopo il lockdown dovuto alla pandemia del coronavirus. Lo stesso giocatore ha voluto ringraziare i medici nella propria esultanza con il linguaggio dei segni, mostrando con le mani il segno del “rispetto”. continua a leggere

Cori registrati, mascherine e mezzo mondo collegato: in Corea del Sud il calcio è ripartito

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO


Comunicato Ufficiale Link: https://www.inter.it/it/news/2020/05/08/test-covid-negativi-ripresa-allenamenti-individuali.html

Comunicato ufficiale di FC Internazionale Milano

COMUNICATO UFFICIALE DI FC INTERNAZIONALE MILANO

Tutti i test medici ai quali è stata sottoposta la Prima Squadra sono risultati negativi. Dal pomeriggio avranno inizio gli allenamenti individuali facoltativi

MILANO – FC Internazionale Milano comunica che tutti i test medici ai quali è stata sottoposta la Prima Squadra sono risultati negativi. Dal pomeriggio di oggi avranno inizio gli allenamenti individuali facoltativi.

Il Club mantiene la massima attenzione sui criteri preventivi per la salute dei giocatori e di tutti i componenti della Società, nel rispetto di tutte le linee guida governative e della tutela della salute pubblica.

Versión Española  English Version  中文版  Versi Bahasa Indonesia  日本語版

Lutto nel mondo del canottaggio: è morto Vincenzo Abbagnale


articolo: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2020/05/02/news/lutto_nel_mondo_del_canottaggio_e_morto_vincenzo_abbagnale_padre_dei_leggendari_fratelli_campioni_olimpici-255473900/?ref=tblv

Addio al padre dei leggendari fratelli campioni olimpici

Lutto nel mondo del canottaggio per la morte di Vincenzo Abbagnale, padre dei leggendari fratelli Giuseppe, Carmine e Agostino, pluricampioni olimpici originari di Castellammare di Stabia. Il decesso è avvenuto all’alba a seguito dei postumi di un intervento chirurgico effettuato all’ospedale Cardarelli di Napoli. Vincenzo Abbagnale avrebbe compiuto 88 anni a giugno ed è stato fondamentale per i successi dei figli, avviati al mondo del canottaggio nel Circolo Nautico Stabiese, fucina di talenti che hanno scritto pagine di storia del canottaggio italiano. Giuseppe e Carmine sono stati per due volte campioni olimpici nel leggendario due con insieme al timoniere Peppiniello Di Capua, nel 1984 a Los Angeles e nel 1988 a Seul, e hanno conquistato un argento a Barcellona nel 1992, vantando nel palmares anche sette ori ai mondiali.  continua a leggere

UN PASSO ALLA VOLTA / Ghali x comune di Milano


“È la vigilia di un nuovo inizio per l’Italia.” In questo storytelling emozionale realizzato dall’agenzia TBWA insieme a Ghali e al comune di Milano viene lanciato a tutti un messaggio di positività in vista della fine della quarantena. “Non sarà semplice, ma ci sarà un nuovo inizio. Un passo alla volta.” Direzione creativa: Ghali e Sara Ermoli (TBWA) Regia: Davide Gentile

TESTO DI UN PASSO ALLA VOLTA – GHALI

il silenzio ha fatto festa per le strade della città.
Ora che anche le fermate si sono fermate
i nostri parchi, le nostre panche, i nostri palchi
come dei giocatori che si marcano larghi.
In quarantena con le stesse messe, i nostri ramadan.
Mascherine ci fanno ormai da grembiule
in questa grande scuola
e ci ricordano che siamo tutti uguali.
Ci siamo laureti in pigiama
abbiamo vissuto il prima e il dopo
E ogni cameriere è diventato cuoco
il primo passo.
Dobbiamo fare attenzione, non dobbiamo avere paura
siamo in maschera, non siamo bendati.
Milano anche il cielo si è fatto bello.
È giunto il momento, ora più che mai
di seguire le regole
questa è la fase in cui stiamo capendo
Il valore della libertà.
E insieme siamo più umani che mai.
UN NUOVO INZIO,
UN PASSO ALLA VOLTA.

LYRICS ONE STEP AT A TIME – GHALI

Milano, silence took over the city streets
now that also the tram stops have stopped
In our parks, our benches, our stages,
We are like soccer players defending from afar.
Quarantined our holy masses, our ramadans
Masks are our school uniforms in this universal classroom,
reminding us that we are all the same.
We have graduated in pyjamas
We have lived the before and after
while every waiter became a chef
This is the first step.
We shall be careful, but not afraid
We are masked, not blindfolded.
Milano, your sky is even more beautiful now.
The moment has come, now more than ever,
To follow the rules
This is the stage in which we understand the value of freedom.
And together we are more human than ever before.
A NEW START.
ONE STEP AT A TIME.

Milan, Franco Baresi compie 60 anni: una vita di gioie in rossonero


L’ex difensore, ritenuto uno dei ‘liberi’ più forti di sempre, è da 46 anni nel Milan, di cui è attualmente brand ambassador. In 19 anni di carriera ha conquistato 17 titoli. L’unico rimpianto è aver vinto poco con la Nazionale

download

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/05/07/news/milan_baresi_compie_60_anni_una_vita_di_gioie_in_rossonero-255754924/?ref=RHPPBT-BH-I255921192-C6-P9-S1.6-T1

MILANO – Franco Baresi, uno dei ‘liberi’ più forti della storia del calcio, taglia domani, venerdì 8 maggio, il traguardo dei 60 anni. È stata un’icona dello sport italiano ma soprattutto del Milan visto che di questi 60, 46 li ha vissuti in rossonero. Aveva solo 14 anni quando da Travagliato, piccolo comune in provincia di Brescia, arrivò a Milano. Gli affibbiarono il nomignolo “el piscinin”, il piccolino. Lui lo ha tramutato in gigante guadagnandosi, non a caso, in seguito, un altro appellativo, quello di ‘Kaiser Franz’ in onore a Franz Beckenbauer, uno dei più grandi di tutti i tempi. Lui e il fratello Beppe partirono con il borsone pieno di sogni, dalla squadra dell’oratorio. Resteranno per sempre nella metropoli, dando vita a tanti derby tra Milan e Inter e tra fratelli. Franco, due anni più giovane, fu scartato inizialmente dall’Inter, ma il Milan colse l’attimo e intuì subito il talento e la grinta di quel giovane difensore.

Con il Milan ha vinto 17 trofei in 19 anni – continua a leggere

Ripartire o sospendere? L’Europa e i campionati dopo il caos coronavirus: la situazione


articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/07-05-2020/europa-ripresa-campionati-grafico-370785661018.shtml

Nella tabella della Gazzetta dello Sport ecco come i paesi del vecchio continente si stanno preparando all’eventuale ripartenza. Ma le incertezze restano tante

07 maggio 2020 – Non si sa quando, non si sa come. E non si sa neppure dove. Ma la ripresa dei campionati dopo il caos coronavirus è sempre meno utopia in tutta Europa. E se in Francia e in Olanda però si è deciso di fermare tutto e lasciare spazio alla ricostruzione, negli altri paesi si inizia a delineare una mappa per la ripresa dei vari campionati. Germania, Portogallo e Polonia si avviano a ripartire entro fine maggio, il Belgio è all’impasse, nel resto d’Europa si discute se riuscire o meno a iniziare a giocare nelle prime due settimane di giugno.

abd9f83e6e318b444d9bff16e2868e57_1200x675

Link: https://video.gazzetta.it/bundesliga-tempi-coronavirua-stop-ripresa/7873d5e8-9047-11ea-b133-4f54dd10cd80

Inter: terminati i controlli, domani iniziano gli allenamenti


articolo: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/05/07/calcio-terminati-controlli-domani-inter-si-allena_f41f7ae1-af48-4f61-b774-668e73b56130.html

 

(ANSA) – Milano, 07 maggio 2020 – Sono ultimati i controlli medici dei giocatori dell’Inter seguendo le linee guida pubblicate dal Governo ed è prevista per domani pomeriggio la ripresa degli allenamenti facoltativi ad Appiano Gentile. Domani i calciatori riprenderanno l’attività a gruppi di sei, otto persone nei quattro campi accessibili della Pinetina a quasi due mesi di distanza dall’ultima seduta prima dello stop per l’emergenza Coronavirus. Si riaprono così le porte del centro sportivo nerazzurro dopo il rinvio dei giorni scorsi voluto per concludere i test sulla squadra. (ANSA).

Coronavirus: Fiorentina, 3 giocatori e 3 staff positivi – Sampdoria…..


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/05/07/coronavirus-fiorentina-3-giocatori-e-3-staff-positivi_fd7e2d9a-c072-42ae-a234-66610bdee4f8.html

Tre giocatori positivi al Covid-19 e altrettanti dello staff tecnico-sanitario: è quanto emerso dai controlli di laboratorio effettuati ieri dalla Fiorentina sui propri tesserati. La società viola, fa sapere una nota, ha provveduto a far proseguire l’isolamento alle persone coinvolte. Per domani mattina sono previste, per il resto del gruppo, le visite mediche propedeutiche per l’inizio dell’attività facoltativa sul campo presso il centro sportivo ‘Davide Astori’. Come si ricorderà, la Fiorentina è stata una delle squadre di Serie A colpita dal virus: Vlahovic, Cutrone e Pezzella fra i giocatori, il medico sociale Luca Pengue, il fisioterapista Stefano Dainelli e altre sette persone fra staff e dipendenti del club.

Stando a quanto fatto trapelare dalla Fiorentina, le sei persone risultate positive al test effettuato ieri – tre giocatori e tre persone dello staff tecnico-sanitario – sono tutte asintomatiche e stanno bene.


Sampdoria, tre positivi e un recidivo dopo i test. Allenamenti ripresi regolarmente

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Sampdoria/07-05-2020/sampdoria-tre-positivi-recidivo-coronavirus-test-370794564415.shtml

Nel giorno in cui anche il centro sportivo di Bogliasco ha riaperto agli allenamenti individuali (tra i primi anche Linetty, Maroni e Gaston Ramirez), anche la Sampdoria aggiorna il suo bollettino e informa che quattro giocatori testati nelle ultime ore sono risultati positivi al Covid-19: tre sono nuove positività, in un caso si tratta invece di un “ritorno di positività”.

Guanti e Mascherine dove buttarli?


I guanti: 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Le Mascherine: 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

GUANTI E MASCHERINE: NON BUTTIAMOLI DOVE CAPITA!

Purtroppo stiamo assistendo all’abbandono lungo i marciapiedi, nelle aree verdi e in prossimità dei supermercati, di guanti e mascherine che, oltre a inquinare l’ambiente perché non biodegradabili, sono un potenziale rischio sanitario.
Per evitare il diffondersi dell’epidemia e per vivere in un ambiente pulito, è necessario che questo tipo di dispositivi venga smaltito correttamente utilizzando i cestini presenti sul territorio se siamo fuori e gettandoli nell’indifferenziato se ci troviamo a casa.


Covid 19: come smaltire guanti e mascherine – videoscheda

articolo & video: https://video.repubblica.it/dossier/coronavirus-wuhan-2020/covid-19-come-smaltire-guanti-e-mascherine-videoscheda/359760/360313?ref=RHPPLF-BH-I255936600-C8-P1-S3.3-T1

Guanti e mascherine usati potrebbero essere contagiosi per l’uomo e pericolosi per gli animali e l’ambiente. Ecco le raccomandazioni del Ministero della Salute per smaltirli in sicurezza

Covid 19: come smaltire guanti e mascherine – videoscheda

Coronavirus, allarme smaltimento mascherine: “Non è sostenibile, serve filiera per il riciclo”

articolo: https://www.repubblica.it/ambiente/2020/05/07/news/coronavirus_allarme_smaltimento_mascherine_non_e_sostenibile_serve_filiera_per_il_riciclo_-255932095/?ref=RHPPLF-BH-I255936600-C8-P1-S2.5-T1

Un problema sanitario ed economico. Una bomba ecologica. A questo – numeri alla mano – potrebbe portare presto il nuovo uso comune e quotidiano delle mascherine (e dei guanti in lattice, naturalmente) senza la programmazione di una filiera sostenibile. In uno studio il Politecnico di Torino si stima che in questa Fase 2 e nei mesi a venire ci serviranno 1 miliardo di mascherine al mese. La maggior parte di queste sarà “monouso”. E purtroppo, come già avvenuto per gli oggetti di plastica usa e getta, a causa della mancanza di educazione molti di questi dispositivi usati per proteggerci durante la spesa vengono sovente abbandonati per terra, in natura, sui marciapiedi, fuori dai supermercati, perfino nei prati.  continua a eggere

Dybala – Sportiello esultano: ‘Finalmente guariti


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2020/05/06/-dybala-esulta-finalmente-guarito-_664e476f-5b05-44ad-9be1-2eb494e7688e.html

Giocatore della Juventus risultato negativo al tampone

Dybala-690x362Baciato dal sole e con le braccia aperte in segno di vittoria: è la foto della felicità di Paulo Dybala alla notizia della guarigione dal coronavirus. “La mia faccia dice tutto: finalmente guarito dal Covid-19!“, si limita a scrivere su Instagram il numero dieci della Juventus

“Paulo Dybala ha effettuato, come da protocollo, il doppio controllo con test diagnostici (tamponi) per il coronavirus-Covid 19 – si legge sul sito del club -. Gli esami hanno dato esito negativo. Il giocatore è pertanto guarito e non più sottoposto al regime di isolamento domiciliare”.


Coronavirus, guarito il portiere dell’Atalanta Sportiello

articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/atalanta/2020/05/07/news/coronavirus_guarito_il_portiere_dell_atalanta_sportiello-255929524/

Sportiello

Incubo coronavirus finito per Marco Sportiello. Il 27enne portiere dell’Atalanta, sottoposto a due tamponi consecutivi nell’arco di 48 ore, è risultato negativo al Covid 19 ed è quindi guarito. Lo rende noto il club orobico. Sportiello, come da protocollo sanitario per gli atleti professionisti Covid 19, effettuerà nei prossimi giorni tutti gli accertamenti e successivamente potrà riprendere l’attività fisica individuale. Sportiello, primo caso di contagio al nuovo Coronavirus nel club orobico, era risultato positivo lo scorso 24 marzo.

Calciatore Torino positivo al Covid, è asintomatico


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2020/05/06/calciatore-torino-positivo-al-covid-e-asintomatico_cb9fa508-4069-4b3c-8f59-13788a08a57e.html

Ansa – 6 maggio 2020 – Primo caso di coronavirus tra i giocatori del Torino. A renderlo noto, sul proprio sito, è lo stesso club granata, che tuttavia non svela il nome del calciatore. “Nel corso dei primi esami medici effettuati ai calciatori del Torino, è emersa una positività al COVID-19 – si legge sul sito della società -. Il calciatore, attualmente asintomatico, è stato posto immediatamente in quarantena e verrà costantemente monitorato”. (ANSA).


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/torino/2020/05/06/news/giocatore_torino_positivo_covid_19-255875008/

Il calciatore, attualmente asintomatico, è stato posto immediatamente in quarantena e verrà costantemente monitorato

Torino, 06 maggio 2020 – Doccia fredda sul Torino. Gli esami effettuati sui giocatori che sono in corso da ieri mattina al Centro di Medicina Sportiva hanno evidenziato primo caso di positività al Covid 19. L’annuncio è giunto direttamente dal Toro: “Nel corso dei primi esami medici effettuati ai calciatori – riferisce il comunicato pubblicato sul sito ufficiale del club granata – è emersa una positività al Covid-19. Il calciatore, attualmente asintomatico, è stato posto immediatamente in quarantena e verrà costantemente monitorato”.

In casa granata, l’operazione che prevede tamponi ed esami sierologici per tutti in vista della ripresa dell’attività era iniziata ieri mattina. Fra i primi a presentarsi al Centro di Medicina Sportiva sono stati Nkoulou e Djidji, poi Millico e Meité oltre a Lyanco, Baselli e ai preparatori atletici; tutti rigorosamente in mascherina, guanti e copri-calzature. Stamattina, le visite al Centro di Medicina Sportiva sono proseguite e, oltre ai giocatori, è toccato anche allo staff tecnico con Moreno Longo, il suo vice Dario Migliaccio e Antonino Asta. continua a leggere

La vita fallimentare dell’ospedale in Fiera: 21 milioni di euro per 10 pazienti


articolo: http://www.bresciatoday.it/attualita/coronavirus/ospedale-fiera-milano.html?fbclid=IwAR3btYy7wkeBdu5Fr1id6KEqrX113iK8Aj01ddr25zfBcXlKywmO3rtPfd0

Da “stiamo facendo la storia” al “non è servito” di Gallera: la vita (fallimentare) dell’ospedale in Fiera“

143709670-7b0d8217-774a-42a5-9ffb-a519a1648759

Milano, l’ospedale in Fiera

“L’ospedale in Fiera non è servito a ricoverare centinaia di persone”, ma è costato 21 milioni di euro – Trentuno marzo 2020, primo pomeriggio. Al tavolo allestito per l’occasione sono seduti il presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana, il presidente della Fondazione Fiera, Enrico Pazzali, il direttore generale del Policlinico di Milano, Pino Belleri e Gerardo Del Borgo, presidente corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta. Di fronte a loro, accomodati in prima fila, ci sono il vicepresidente del Pirellone, Fabrizio Sala, gli assessori al Welfare, Giulio Gallera, e al lavoro, Melania Rizzoli. L’unico assente del “dream team” è Guido Bertolaso, che in quei giorni è in ospedale

Le parole che riecheggiano dai microfoni raccontano di un miracolo, di un’impresa resa possibile dalla mitica operosità lombarda. “Stiamo facendo la storia“, dice il governatore. “È il più grande reparto di terapia intensiva d’Italia”, gli fa eco Belleri, che avrà la struttura in gestione. È “un risultato inimmaginabile con uno sforzo enorme, siamo fieri”, ribadisce. E ancora, Pazzali a MilanoToday: “La struttura è pensata per accogliere tecnologicamente fino a un massimo di 208 pazienti“. Quindi, Bertolaso, con un messaggio: “Sono fiero di essere italiano”.  

I toni sono entusiastici, celebrano un capolavoro messo a punto in “tempi record”, sottolineano più e più volte dal Pirellone. continua a leggere

Coronavirus, le varie fasi della costruzione del nuovo ospedale in Fiera a Milano

Coronavirus, inaugurato il nuovo ospedale alla Fiera di Milano

Coronavirus, Ospedale Fiera Milano: 56 posti entro sabato e altri 132 in due settimane

Bundesliga, via libera da Merkel: può ripartire la seconda metà di maggio


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_maggio_06/bundesliga-via-libera-merkel-puo-ripartire-seconda-meta-maggio-6d6f9af8-8f9b-11ea-bb7f-d3d655d2211a.shtml?fbclid=IwAR2FXP8Mu-G6pYp9w5gjLcG2o23c0HjKyEpzVA_STbCeQgFhmI8M0jSBeBs

Le anticipazioni della Bild: trovato l’accordo tra la cancelliera e i presidenti delle Regioni: ora spetta alla Liga decidere le date. L’ipotesi è il 15 o il 22 maggio. Spadafora: «Da noi impossibile una data certa»

Riparte il calcio in Germania. La Cancelliera Merkel, in una riunione con i 16 presidenti regionali tedeschi, secondo indiscrezioni della Bild, avrebbe dato il via libera alla ripresa del campionato nella seconda metà di maggio. La Bundesliga diventerebbe così il primo campionato top continentale a rimettersi in moto e a provare a finire la stagione, interrotta lo scorso 13 marzo. La «decisione chiara» promessa dalla Cancelliera per oggi sarebbe quindi in arrivo. Manca invece ancora la data precisa del nuovo fischio d’inizio. Sarà la Lega tedesca a deciderlo: rumors indicano i weekend del 15-17 e il 22-24 maggio come probabili.

La decisione della Germania potrebbe dare una spinta anche all’Italia, dove però il dibattito sulla ripresa della serie A è tutt’altro che giunto al traguardo.  continua a leggere