Archivi del giorno: 27 agosto 2020

Letetra Widman, una delle tre sorelle di Jacob Blake…..



NBA, SCIOPERO GIOCATORI PER CASO JACOB BLAKE/ Si fermano anche MLS e MLB

Disney World NBA sciopero lapresse 2020 640x300

È diventato virale su twitter l’hashtag #boycottNBA e non si placano le polemiche negli Usa dopo il caso choc Jacob Blake. Come vi abbiamo raccontato, i giocatori NBA hanno deciso di scioperare di fronte all’ennesimo episodio di violenza sugli afroamericani. La scelta dei Milwaukee Bucks di non scendere in campo contro gli Orlando Magic ha scatenato un effetto domino considerevole, dato che sono state rinviate anche le altre due gare in programma in serata. Ma non è finita qui: anche MLS e MLB hanno deciso di scioperare, le due leghe hanno annunciato il rinvio delle partite previste nella notte tra ieri ed oggi. Quattro le partite del campionato di calcio americano che sono state rinviate, stesso discorso per quanto riguarda il baseball. E le proteste sono destinate a proseguire, lo sport ha deciso di inviare un messaggio fortissimo di fronte all’ennesimo caso di violenza… continua a leggere


Caso Blake, Naomi Osaka si ferma: «Ora il tennis non conta. Il genocidio dei neri mi fa venire il voltastomaco»ù

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_agosto_27/caso-blake-naomi-osaka-si-ferma-ora-tennis-non-conta-genocidio-neri-mi-fa-venire-voltastomaco-54a3c3a2-e845-11ea-b091-8b361f593974.shtml?fbclid=IwAR1dIYXSlUZSfJM8FNA-PPitdyewXyBjecUhz2Aw5qZyaqb-8zP6BYHwqpA&fbclid=IwAR0ZEBnchJQWO4CHe6xVdUpV7rvCxtKDYHURzW3A3xIx9Kvy7d0DxvhekzM

Caso Blake, Naomi Osaka si ferma: «Ora il tennis non conta. Il genocidio dei neri mi fa venire il voltastomaco»

La giapponese, ex numero uno al mondo, si ritira per protesta dal torneo di Cincinnati — poi sospeso — e spiega. «Come donna di colore credo che in questo momento ci siano cose più importanti che giocare»

Non si sono fermati soltanto il basket, il baseball e il soccerGiovedì a New York il Masters 1000 di tennis a Cincinnati non si giocherà. La decisione è stata presa congiuntamente da Atp, Wta e Usta (la federazione americana) nella notte, con i match rinviati a domani e le finali che, a questo punto, slitterebbero a sabato. Anche dopo aver visto quanto stava accadendo in Nba in seguito al ferimento nei giorni scorsi di Jacob Blake nel Wisconsin, Naomi Osaka, la ex numero uno del mondo oggi numero 10 e l’atleta più pagata al mondo, aveva ufficializzato la propria intenzione di non giocare la sua semifinale contro Elise Mertens.

Parole durissime – «Come molti di voi sapranno, dovevo giocare la mia semifinale domani (giovedì 27 agosto, ndr) — ha scritto la giapponese —. Ma prima di essere un’atleta sono una donna di colore (usa il termine “black woman”, ndr): e come donna di colore credo che ci siano cose più importanti cui prestare attenzione piuttosto che vedermi giocare a tennis. Non credo accadrà nulla di drastico se non gioco, ma iniziare una discussione in uno sport principalmente bianco è un passo nella giusta direzione. Guardare il continuo genocidio della gente di colore per mano della polizia mi fa venire il voltastomaco. Non ne posso più di veder spuntare nuovi hashtag ogni giorno e sono stanca di ripetere sempre i soliti discorsi» continua a leggere

Il cinema abbandonato diventa una palestra con piscina:…..


Milano – Porta Romana – “Ex Cinema Maestoso”

Ex_Cinema_Maestoso_Esterno_1

Il cinema abbandonato diventa una palestra con piscina: Virgin Active arriva sugli spazi storici del Maestoso

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/08/27/news/cinema_maestoso_milano_diventa_palestra_piscina_virgin-265588353/

La proprietà Italcine sulla storica sala di corso Lodi a Milano: “Manterremo la memoria storica del luogo e gli stessi volumi, si chiamerà Cinema Italia Teatro”

Da ex sala cinematografica tra le più belle (e comode) della città a una palestra di nuovissima concezione. Per l’ex cinema Maestoso di piazzale Lodi sembra essere la volta buona per una seconda vita attesa da tempo. Il cantiere è stato aperto, i lavori sono già partiti.

La storica sala, popolare dagli anni 70 in avanti, diventerà un complesso a vocazione sportiva. Ci sarà una palestra, una piscina, uno spazio benessere, sale corsi e un bar. La regia dell’operazione di recupero è di Italcine, che resta proprietaria dell’immobile, mentre la gestione del complesso verrà affidata a Virgin Active.
{}
L’intervento prevede il mantenimento del corpo dell’edificio e la ristrutturazione con demolizioni parziali ma solo interne. Non verrà, dunque, allargato l’attuale perimetro di spazio occupato: al confine con l’ex Maestoso, infatti, corre il canale Redefossi e secondo i termini di legge bisogna mantenere una fascia di rispetto di 10 metri. Inoltre il progetto punta a non stravolgere l’equilibrio di un edificio ben inserito nel contesto cittadino ormai da un secolo.

 

{}

Si chiamerà Cinema Italia Teatro, per mantenere la memorica storica del posto che fu. Il progetto è dello studio De Amicis Architetti. “C’è una scelta progettuale nel salvaguardare la facciata anni Trenta su piazzale Lodi, proprio per mantenere la memoria storica del luogo spiega l’architetto Giacomo De Amicis – i volumi restano gli stessi ma verranno reinterpretati in chiave contemporanea. All’ingresso verranno riproposti i marmi che un tempo adornavano l’entrata lungo corso Lodi. Il dialogo con la città è ricercato da un lato tramite l’apertura delle facciate con ampie finestrature per rendere visibili le attività interne e dall’altro tramite un tetto rivestito di tegole di vetro che riflette la luce, così da rendere speciale la sua presenza nel tessuto cittadinocontinua a leggere

{}


Milano, tutto fermo per l’ex cinema Maestoso: a rischio il progetto di riqualificazione

articolo del 03 dicembre 2017: https://milano.repubblica.it/cronaca/2017/12/03/news/cinema_maestoso_progetto_bloccato_negozi_milano-182834464/

Costruito nel 1912, il cinema era stato chiuso nel 2007. Al suo posto dovevano sorgere negozi e uffici ma i permessi per costruire scadono a breve e non è stato fatto nulla

Il progetto per la riqualificazione degli spazi dell’ex Cinema Maestoso è fermo. E laddove dovevano sorgere negozi ed uffici rimane un’incognita. I permessi per costruire scadono a maggio 2018, ma finora non sono state presentate comunicazioni di inizio lavori e non sono stati neanche fatte le bonifiche. Il permesso in scadenza avrebbero dovuto prevedere un’operazione divisa in tre momenti: una parte di risanamento conservativo, qualche ristrutturazione e anche una parte di nuova costruzione.

Foto Milano, i centri sociali occupano il cinema Maestoso

Visualizza immagine di origine

cinema_rimake
Costruito nel 1912, il Maestoso fu rilevato negli anni 70 dall’appassionato di cinema Giuseppe Guadagno i cui eredi sono oggi i proprietari. La chiusura ufficiale avvenne nel luglio del 2007. Nel 2013 un gruppo di giovani del collettivoRi Make” occuparono la sala riuscendo ad organizzare qualche proiezione. Ma presto furono sgomberati dalla polizia fra scontri e polemiche. Negli anni d’oro delle sale cinematografiche il Maestoso riusciva ad ospitare fino a 1800 spettatori paganti, oggi rimane uno dei tanti spazi vuoti della città lasciati in stato di abbandono.