Archivi del giorno: 1 agosto 2020

Brucia un capannone in provincia di Bergamo, cittadini costretti a restare a casa


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/08/01/news/brucia_un_capannone_industriale_in_provincia_di_bergamo_cittadini_costretti_a_restare_a_casa-263443270/

145830121-0223efd1-3980-48e9-ad70-de44aa380f44

Un vasto incendio è scoppiato nella notte a Costa di Mezzate, in provincia di Bergamo, all’interno della ditta di trasporto Pezzotta Saul. Il rogo ha provocato una grande nube di fumo e dall’alba i sindaci dell’area stanno invitando i cittadini a tenere in via precauzionale le finestre chiuse e a non uscire. I comuni interessati vanno da Bagnatica a Montello, da Calcinate ad altri situati nella Valle del Lujo. Al momento non si conoscono le cause dell’incendio.
 
L’allarme ambientale ha inoltre costretto tutte le aziende che si trovano nei pressi del capannone distrutto dal rogo a sospendere i turni di lavoro del sabato in via precauzionale a tutela della salute.

Diciannove le squadre dei vigili del fuoco impegnate per domare le fiamme che hanno coinvolto anche i fabbricati industriali adiacenti a quello della ditta trasporti. Il capannone della ditta Pezzotta risulta completamente distrutto come i mezzi che erano dentro. Al lavoro anche i vigili del fuoco di Bergamo, del distaccamento di Orio al Serio, del distaccamento di Dalmine, i volontari di Treviglio, i volontari di Romano di Lombardia, i volontari di Madone, i volontari di Gazzaniga e in supporto anche i pompieri da Brescia, Gorgonzola, Monza e Lecco.

Incendi: bruciano i boschi intorno a L’Aquila, aria irrespirabile in città


articolo: https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2020/08/01/incendi-bruciano-i-boschi-intorno-a-laquila-aria-irrespirabile-in-citta_ceea147d-8bc8-4160-90b3-e60a0201940e.html

Sette canadair, tre elicotteri, 80 Vigili del Fuoco, 40 militari del IX Reggimento Alpini, 70 volontari di protezione civile, 30 dipendenti comunali e 4 pattuglie della Polizia municipale in azione da stamani sui fronti degli incendi che stanno colpendo la zona ovest dell’Aquila e che, pur essendo monitorati e controllati, destano preoccupazione tra operatori e cittadini. A censire le squadre di lavoro sul fronte c’è l’unità di crisi locale dei vigili del fuoco dei comandi di Teramo e L’ Aquila. Il Comune ha censito, attraverso il Coc (Centro operativo Comunale) 13 famiglie a ridosso della linea del fuoco che potrebbero essere spostate in alloggi provvisori in caso di minaccia reale alle abitazioni.

173017078-999cf35d-0a02-42ec-b14d-e942d4a4a0a0
   A fare il punto della situazione è il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che ha appena effettuato un primo sopralluogo a Cansatessa, per poi recarsi al comando regionale dei Vigili del Fuoco. “Le energie in campo sono straordinarie e la mobilitazione è ampia e sentita. I dipendenti comunali dalle 6 hanno ripreso a lavorare sulla linea tagliafuoco – spiega il sindaco – mentre abbiamo completato il censimento delle famiglie che risiedono a ridosso dei punti critici nel caso dovesse rendersi necessaria un’evacuazione. Anche in questo caso siamo pronti a intervenire con abitazioni sostitutive.  Lo sforzo è enorme e il contatto con le sale operative di Vigili del Fuoco, Regione e Prefettura è costante. Purtroppo le condizioni climatiche e il territorio impervio non favoriscono l’attenuazione del pericolocontinua a leggere

Allerta caldo oggi, bollino rosso in 14 città


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/07/31/caldo-salgono-a-14-citta-con-massima-allerta-domani_f44d4dc9-f0e4-4add-8368-287e4669eb8d.html

‘Italia divisa a metà, tra temperature bollenti, nubifragi e smottamenti.

Sul fronte del caldo, bollino rosso e massima allerta sono previsti, per oggi in 14 città italiane, la metà di quelle monitorate e 4 in più rispetto al venerdì bollente. Un fine settimana di fuoco, coincidente con l’esodo per le vacanze, quello descritto dal bollettino quotidiano sulle ondate di calore pubblicato sul portale del ministero della Salute. In particolare, il livello 3 di allerta, corrispondente al bollino rosso, è previsto per domani a

  • Bologna °
  • Bolzano°
  • Brescia °
  • Campobasso °
  • Firenze °
  • Frosinone °
  • Latina °
  • Perugia °
  • Pescara °
  • Rieti °
  • Roma °
  • Torino ° 
  • Verona °
  • Viterbo °

Tra queste, le 4 città che passano dal bollino arancione di ieri al rosso di oggi sono Brescia, Latina, Verona e Viterbo. In Sardegna previsto un record di 45 gradi, dopo i 42 gradi superati a Iglesias, la città più calda. In media il termometro non è mai sceso sotto i 35 gradi in tutta la Sardegna. Da domenica attesa qualche diminuzione.

Coldiretti lancia l’Sos frane con nubifragi su una terra arida. “A rischio 91% dei Comuni“, dice l’organizzazione. A pesare, sottolinea, sono i mutamenti climatici e il consumo del suol con il terreno che non riesce ad assorbire l’acqua aumentando il rischio idrogeologico. Dissesto da maltempo che in Valtellina ha provocato frane. In via precauzionale disposta l’evacuazione di 43 persone in località Pini di Curvalta nel territorio comunale di Valdidentro e di 8 persone a Bormio nella zona della Val Campello. Danni sono stati registrati in Alto Adige dove i pompieri di 35 compagnie, nella notte tra giovedì e venerdì, sono intervenuti per oltre 100 interventi per cantine garage allagati, sottopassi non transitabili e rami caduti. Invece nel Bolognese l’ondata di calore è stata spezzata da vento, grandine con alberi e rami caduti e garage allagati in particolare a Pianoro, Vergato, San Giovanni in Persiceto, Castel San Pietro Terme e Medicina. Infine il rischio incendi particolarmente alto in Sicilia.

F1, Sergio Perez positivo al coronavirus: non correrà il Gp di Silverstone


articolo: https://www.repubblica.it/sport/formulauno/2020/07/30/news/sergio_perez_positivo_coronavirus-263315783/

Il pilota si è messo in auto isolamento. La gara non è a rischio rinvio o cancellazione: a sostituire Perez potrebbe essere il connazionale Gutierrez

Il coronavirus contagia anche il circus della Formula Uno. Sergio Perez, pilota messicano della racing Point, è risultato positivo al Covid 19: una positività emersa dopo un tampone che non aveva dato conferme e successivamente a un secondo test, che ha invece certificato la sua positività. A quel punto Perez ha provveduto a mettersi in auto isolamento, per evitare di estendere il contagio. La conseguenza inevitabile è l’esclusione del corridore di 30 anni dal Gran Premio di Gran Bretagna in programma nel weekend, ma non è a rischio lo svolgimento regolare (per quanto possibile, almeno) della gara di Silverstone: il protocollo – lo sottolineò già qualche tempo fa Ross Brawn – non prevdede il rinvio o la cancellazione dell’appuntamento in caso di pilota contagiato. Saranno però isolate le persone entrate in contatto con Perez, comprese quelle all’interno della Racing Point, da cui si attende la comunicazione su chi dovrà sostituire Perez al volante della monoposto: l’ipotesi più probabile è che sia il connazionale di Perez, Esteban Gutierrez.