Archivi del giorno: 21 agosto 2020

Inter ai tifosi: “No agli assembramenti


inter.it-2020_07_21_12_07_00-325311

SIVIGLIA-INTER: TUTTO SULLA SFIDA DI STASERA

Nerazzurri in campo alle 21 allo Stadion Köln di Colonia per la finale di Europa League

L’Inter, ai fini di salvaguardare la salute pubblica, invita i propri tifosi a seguire la finale di Europa League Siviglia-Inter rispettando tutte le disposizioni in vigore per contrastare la pandemia di Covid-19. Lo si legge in una nota del club diffusa sul proprio sito. «A tutti i tifosi dell’Inter nel mondo, stasera è un momento importantissimo. Ci divertiremo durante la partita ma allo stesso tempo state al sicuro»,

Video messaggio del presidente Steven Zhang rivolto all’intera tifoseria nerazzurra. «Comprendendo bene l’emozione e l’importanza dell’evento, evitare la creazione di assembramenti e di situazioni rischiose per la salute propria e altrui resta di importanza primaria per evitare il contagio e vivere al meglio questa serata speciale», conclude la nota della società.

https://www.inter.it/it/news/2020/08/21/inter-siviglia-finale-europa-league-la-sfida.html

SIVIGLIA-INTER: TUTTO SULLA SFIDA DI STASERA

Nerazzurri in campo alle 21 allo Stadion Köln di Colonia per la finale di Europa League

COLONIA – È il giorno di Siviglia-Inter, la squadra nerazzurra si prepara a scendere in campo per la finale di Europa League, che si disputerà questa sera con fischio d’inizio alle ore 21 allo Stadion Köln di Colonia. Dall’altra parte a contendersi il trofeo, il Siviglia di Julen Lopetegui. Qui tutto quello che c’è da sapere sul match.

DOVE VEDERE SIVIGLIA-INTER IN TV

La finale di Europa League Siviglia-Inter, in programma questa sera alle 21:00, sarà visibile in diretta su Sky Sport 1, Sky Calcio 1 e Sky Sport Football (canali 201, 203, 251 del decoder satellitare e su quelli 472 e 482 del digitale terrestre). La partità sarà trasmessa anche in chiaro su TV8. Sarà possibile assistere a Siviglia-Inter in streaming: su tv8.it e attraverso i servizi Now Tv e Sky Go. continua a leggere

Il Tar: no alla riapertura delle discoteche. “Interesse secondario rispetto alla salute


articolo: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/08/19/il-tar-no-alla-riapertura-delle-discoteche-respinte-le-richieste-dei-gestori-_63271e1a-193c-4fa3-97fb-60cbefe60760.html

“C’è comune volontà per interventi di sostegno economico al settore”

Nessuna riapertura delle discoteche al momento. Il Tar dice no alla sospensione cautelare urgente dell’ordinanza con la quale il 16 agosto il Ministro della Salute, in tema di misure urgenti per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha chiuso le discoteche e introdotto l’obbligo di mascherina nei luoghi pubblici dove c’è il rischio assembramenti. Lo ha deciso il presidente della terza sezione quater del Tar del Lazio con un decreto monocratico con il quale ha respinto una richiesta di sospensione cautelare urgente proposta dal Silb-Fipe-Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo. Già fissata il 9 settembre l’udienza in camera di consiglio per la valutazione collegiale del ricorso.

“Nelle premesse del provvedimento impugnato si richiama la “comune volontà della Conferenza dei presidenti delle Regioni e del Ministero dello sviluppo economico di aprire con immediatezza un tavolo di confronto con le Associazioni di categoria, al fine di individuare interventi economici di sostegno nazionale al settore interessato“. E’ quanto si legge nel decreto del Tar in merito alla ricorso – respinto dal Tribunale Amministrativo – dei gestori contro la chiusura delle discoteche per l’emergenza Covid.

Per il Tar, “nel bilanciamento degli interessi proprio della presente fase del giudizio, la posizione di parte ricorrente risulta recessiva rispetto all’interesse pubblico alla tutela della salute nel contesto della grave epidemia in atto e “tale interesse costituisce l’oggetto primario delle valutazioni dell’Amministrazione, caratterizzate dall’esercizio di un potere connotato da un elevato livello di discrezionalità tecnica e amministrativa in relazione alla pluralità di interessi pubblici e privati coinvolti e all’esigenza di una modulazione anche temporale delle misure di sanità pubblica nella prospettiva del massimo contenimento del rischio“.

Ma i gestori non ci stanno. “Fino al 7 settembre staremo chiusi e ora prolifererà l’abusivismo“. Così all’ANSA Maurizio Pasca, presidente del Silb Filp, associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo. “L’ordinanza del ministro non sta facendo altro che incentivare l’abusivismo – aggiunge Pasca – Siamo già in possesso di centinaia di video di feste abusive in ville che sfuggono a ogni controllo. In un filmato con giovani che addirittura si dichiarano positivi al Covid”.

Petagna positivo, la vacanza mette paura: in discoteca….


Petagna positivo, la vacanza mette paura: in discoteca, con Romagnoli e Donnarumma, a calcetto con mezzo Tottenham

articolo: https://www.corriere.it/sport/20_agosto_20/vacanza-petagna-mette-paura-disco-romagnoli-donnarumma-poi-calcetto-mezzo-tottenham-4f1bdad4-e320-11ea-89b3-b56dd0df2aa2.shtml?fbclid=IwAR0pjRbaecJD0SFPg-SXISqfAoU7X0G4gOUFXK5oFB9dgVux1afWvxONhuw

Il neoacquisto del Napoli è stato fotografato in Costa Smeralda mentre parlava con il capitano del Milan e Gigio e poi mentre giocava a Porto Cervo con gli assi della formazione inglese, Dier, Lamela, Lo Celso

petagna44-k4LI-U32001969584436LSF-656x492@Corriere-Web-Sezioni

Andrea Petagna (al centro) e i suoi compagni di calcetto a Porto Cervo

Petagna, nuovo acquisto del Napoli. Boga, obiettivo di mercato della società azzurra. E poi due giocatori del Torino e uno del Brescia, appena retrocesso in serie B. Sono i nuovi calciatori che hanno contratto il coronavirus e si aggiungono al lungo elenco dei giorni scorsi: i quattro del Cagliari, i tre romanisti (Mirante e due ragazzi della Primavera). I raduni delle squadre si susseguono, i tesserati si sottopongono ai tamponi e le positività aumentano in misura inquietante. Le vacanze hanno determinato un’impennata nel numero dei contagiati perché le società non hanno più avuto i giocatori sotto controllo.

Così a meno di un mese dall’inizio del campionato –— 19 settembre — la situazione è sempre più allarmante. C’è un’immagine che è lo specchio di quanto accaduto e di ciò che potrebbe succedere. L’ha postata Petagna sul proprio profilo Instagram qualche giorno fa e lo ritrae vicinissimo a Romagnoli, capitano del Milan, in Costa Smeralda, presumibilmente in un locale. Loro come tanti altri giovani, che sono tornati dalle località di mare ammalati di Covid. La differenza è che i giocatori vengono sottoposti tutti al tampone, lo prescrive il protocollo, e così emergono i contagiati, compresi gli asintomatici. L’ex attaccante della Spal in realtà ha fatto il test perché, prima di lui, è stato il fratello a essere trovato positivo. È asintomatico, ma dovrà aspettare che l’esame dia esito negativo prima di poter rispondere alla convocazione del Napoli. Pure il Milan comunque è vigile, avendo osservato la foto di Romagnoli: in vacanza con il capitano rossonero anche Donnarumma. Ma c’è un’altra immagine che crea apprensione nel mondo del calcio, ritrae i protagonisti di una partita di calciotto giocata la scorsa settimana: assieme a Petagna e al fratello, c’è mezzo Tottenham (Lamela, Lo Celso, Dier, Davinson Sanchez), Dario Marcolin e il figlio di Roberto Mancini.