Archivi del giorno: 16 novembre 2020

Covid: Veneto sperimenta il test fai da te, Zaia lo prova in diretta


articolo: https://www.ansa.it/veneto/notizie/2020/11/14/covid-veneto-sperimenta-il-test-fai-da-te_0b1c87bc-f55f-4213-9783-944ad1d6bac3.html

Il governatore della regione Veneto Luca Zaia in diretta facebook presenta, assieme al dottor Roberto Rigoli (coordinatore delle 14 microbiologie del Veneto), “la sperimentazione sui test fai-da-te che parte da oggi su 5.000 campioni in doppio con il tampone molecolare “classico”. 

Luca Zaia ha mostrato in diretta Facebook, eseguendolo su se stesso, il nuovo test diagnostico ‘fai da te’. “E’ molto semplice, adesso ve lo mostro” ha detto il governatore ai giornalisti, aprendo il kit con la ‘saponetta’, la provetta con il reagente, e il tamponcino, da inserire nelle fosse nasali, con 5 piccoli movimenti. continua a leggere

Covid: Arcuri, non c’è pressione sulle terapie intensive


articolo: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/11/16/covid-arcuri-non-ce-pressione-sulle-terapie-intensive-_249f749f-1c58-449a-8ef8-58785d0a5174.html

In Germania a marzo c’erano 30 mila posti di terapia intensiva, sei volte di più che in Italia, dove erano 5 mila; al picco abbiamo avuto nel nostro Paese circa 7 mila pazienti in rianimazione, duemila di più della totale capienza dei reparti. Oggi abbiamo circa 10 mila posti di terapia intensiva e arriveremo a 11.300 nel prossimo mese.

    Attualmente ci sono circa 3.300 ricoverati in terapia intensiva (per Covid, ndr), quindi la pressione su questi reparti non c’è“. Lo ha detto il commissario all’emergenza Covid Domenico Arcuri alla conferenza ‘Finanza e sistema Paese un anno dopo” della Digital Finance Community Week.  

L’Italia è stata l’epicentro europeo della prima ondata, a marzo eravamo il secondo paese del mondo per numero di contagiati, il primo d’Europa a essere colpito e quello che nella prima ondata ha pagato di più i costi dell’epidemia. Oggi – prosegue Arcuri – siamo il decimo Paese del mondo per numero di contagiati, nonostante la recrudescenza di queste settimane. Da questo confronto abbiamo la cifra di come l’Italia, anzitutto i cittadini, hanno reagito alla pandemia”.  

F1: Hamilton è campione del mondo, settimo titolo come Schumacher


L’inglese della Mercedes vince il Gran Premio di Turchia

Lewis Hamilton è campione del mondo di Formula 1 grazie alla vittoria nel Gran Premio di Turchia. Il pilota inglese della Mercedes ha così eguagliato il primato di 7 titoli iridati di Michael Schumacher.  Lewis Hamilton su Mercedes ha vinto il Gran Premio di Turchia.

Il pilota inglese ha preceduto la Racing Point di Sergio Perez e la Ferrari di Sebastian Vettel, terzo. Quarta l’altra Rossa di Charles Leclerc. 

Ragazzi è incredibile“, Hamilton taglia il traguardo del Gp di Turchia, e scoppia in lacrime nell’abitacolo della sua Mercedes mentre parla con il suo team principal Toto Wolff. Poi ai piedi del podio Hamilton senza mascherina si prende l’abbraccio di tutto il team facendo partire la festa per la sua vittoria e il settimo titolo.

“Mi mancano le parole, ringrazio la mia famiglia e il team, sono andato ben oltre i miei sogni. Sperso i bambini prendano ispirazione da quanto ho fatto” 

Torino, Giampaolo positivo al Covid


articolo:  https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2020/11/15/news/torino_giampaolo_positivo_al_covid-274472708/

E’ il tecnico il contagiato segnalato con un comunicato sabato dalla società granata. “E’ asintomatico e già in isolamento”. La sua presenza in panchina contro l’Inter è in forte dubbio

TORINO – Marco Giampaolo è stato contagiato dal Covid. Sabato il Torino aveva segnalato una positività all’interno dello staff tecnico (“il contagiato è asintomatico ed in isolamento”) e domenica è venuto fuori che riguarda proprio l’allenatore granata. A questo punto la sua presenza in panchina nel prossimo match contro l’Inter domenica prossima a San Siro è in forte dubbio. Il Torino già da qualche giorno si trova in “bolla” al Filadelfia e continuerà a restarci anche questa settimana in attesa dell’esito degli altri tamponi effettuati.

Inghilterra: morto Ray Clemence, portiere leggenda del Liverpool


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2020/11/15/news/morto_portiere_clemence-274501455/

Aveva 72 anni. Con i Reds vinse tre Coppe dei Campioni, due Uefa, cinque    campionati inglesi. Poi si trasferì al Tottenham dove continuò a vincere. In carriera anche 61 presenze in Nazionale

È morto Ray Clemence, portiere e leggenda del Liverpool anni 70 e poi del Tottenham. Aveva 72 anni e da molti anni lottava contro un cancro alla prostata. “Dopo aver combattuto a lungo e duramente, ora è in pace e non soffre più“, hanno dichiarato i familiari (lascia la moglie e tre figli). Fu protagonista negli anni dei trionfi internazionali dei Reds: oltre 450 presenze in 14 anni, dal 1967 all’81. Clemence, che ha vestito per 61 volte la maglia della nazionale inglese, cominciò la carriera nello Scunthorpe United prima di unirsi al Liverpool, con cui vinse praticamente tutto: cinque campionati, una Fa Cup, tre Coppe dei Campioni, e due Coppe Uefa. L’ultima apparizione di Clemence con i Reds fu in occasione della vittoria nella finale di Coppa dei Campioni contro il Real Madrid nel 1981. Nell’estate del 1981 lasciò il Liverpool, che lo sostituì con Grobbelaar, per andare al Tottenham, con cui in sette anni vinse una Coppa Uefa e una Fa Cup.

Immediate le reazioni di tanti amici ed ex colleghi: “È stato un compagno di squadra fantastico, e non dimenticherò mai come mi aiutò ad inserirmi ad Anfield”, è il ricordo di Kenny Dalglish, un altro simbolo dei Reds. Il suo rivale per il posto di titolare in nazionale, Peter Shilton, lo ricorda invece così: “Sono distrutto dalla notizia della sua morte, gli ero affezionato perché era un collega bravissimo e aveva un grande senso dell’humour. Mi mancherà”. “È così triste dover diere addio a una vera leggenda, un portiere eccezionale” ha scritto su Twitter l’ex numero uno dell’Arsenal e della nazionale di Sua Maestà, David Seaman.