Archivi del giorno: 29 novembre 2020

F1, incidente al Gp Bahrein: l’auto di Grosjean in fiamme, per lui bruciature e sospette fratture


articolo: https://www.corriere.it/sport/20_novembre_29/f1-incidente-gp-bahrein-l-auto-grosjean-fiamme-52effe56-324e-11eb-832d-b62d64755cfe.shtml

Impatto con le barriere subito dopo il via la Haas si spezza in due e prende fuoco, il pilota riesce a sganciare le cinture e a saltare fuori dalla vettura in mezzo alle fiamme

Brutto incidente per Grosjean: la sua auto sbatte e s’incendia durante il Gp del Bahrein. Il pilota della Haas è riuscito ad uscire salvo dalla sua macchina in fiamme distrutta e quasi esplosa per un impatto contro le barriere subito dopo il via. Per lui bruciature alle mani e alle caviglie oltre a delle sospette fratture alle costole. E’ stato portato rapidamente all’Ospedale militare di Manama.

La dinamica – Tutto comincia appena dopo la partenza che vedeva la Haas del francese scattare dalle retrovie. Si tocca con un’altra vettura, l’Alpha Tauri di Kvyat, e finisce dritto contro il guardrail tutta velocità. Nell’impatto la vettura si spezza in due e prende fuoco. Un dramma che in altri tempi avrebbe provocato la morte del pilota. Che non arriva per due motivi: da un lato il progresso tecnico, dall’altro il fattore umano. Il progresso tecnico è dato dai miglioramenti che si sono avuti negli ultimi anni sulla scocca e dall’introduzione dell’Halo (quella sorta di cupolino che protegge la parte alta dell’abitacolo). Poi il fattore umano, dato dalla grande capacità psicofisica di un pilota di F1: Grosjean non perde conoscenza e mantiene la freddezza di togliersi le cinture, sganciare l’apparato che tiene incollato il collo al sedile e, aiutato dal coraggioso medico di pista che si lancia in soccorso, riesce a porsi in salvo. Guenteher Steiner, team principal della Haas spiega: «Romain è stato portato in ospedale, sta bene ed è cosciente. Dobbiamo ringraziare la fortuna, il medico della Fia Roberts e tutti i commissari che hanno fatto un lavoro straordinario». continua a leggere

Foto: 

https://www.corriere.it/foto-gallery/sport/20_novembre_29/gp-bahrein-incidente-grosjean-haas-palla-fuoco-1e029e86-3250-11eb-832d-b62d64755cfe.shtml

Amianto alla Scala, pm chiede condanne a 7 anni per l’ex consulente Traina e a 5 per l’ex sovrintendente Fontana


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/11/27/news/scala_milano_amianto_processo_chieste_condanne_fino_a_7_anni_ex_dirigenti_consulenti-276039483/

Il processo a Milano per quattro ex consulenti di sicurezza e dirigenti in relazione ai casi di lavoratori morti per la presenza di amianto al Piermarini. L’accusa è di omicidio colposo

Il pm di Milano Maurizio Ascione ha chiesto 4 condanne a pene comprese tra i 2 anni e mezzo e i 7 anni di reclusione nei confronti di ex dirigenti ed ex consulenti del Teatro alla Scala nel processo con al centro l’accusa di omicidio colposo in relazione a casi di lavoratori morti per la presenza in passato, secondo l’accusa, di amianto al Piermarini, prima delle bonifiche.

In particolare, il pm ha chiesto 7 anni di carcere per Giovanni Traina, imputato per tutti e 5 i casi di decessi per mesotelioma pleurico e che dal 28 maggio 1987 fu referente del Centro Diagnostico Italiano e successivamente, con la Società di Prevenzione, consulente esterno del Teatro in materia di igiene e sicurezza. Cinque anni, invece, sono stati chiesti per Carlo Fontana, che fu sovrintendente della Scala dal primo ottobre 1990 al 24 febbraio 2005.

Secondo le indagini, gli imputati non avrebbero provveduto al censimento, alla bonifica e alla messa al bando della sostanza letale, così come previsto dalla legge del 1992, non impedendo che lavoratori e artisti della Scala venissero a contatto con le polveri di amianto disperse nell’aria per via di impianti, macchinari e isolanti temici. “In uno fra i 10 più importanti teatri del mondo – ha detto il pm nella requisitoria – non vi era mai stata una valutazione del rischio amianto, né un programma qualificato su questa tematica”.


19 febbraio 2020 – Amianto alla Scala fino agli anni Novanta, dossier shock dai familiari delle vittime: “Bonificata solo grazie ai lavoratori”: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/11/27/news/scala_milano_amianto_processo_chieste_condanne_fino_a_7_anni_ex_dirigenti_consulenti-276039483/

19 marzo 2018 – Amianto alla Scala, protesta davanti al Tribunale dei familiari delle vittime: “Vogliamo giustizia”:  https://milano.repubblica.it/cronaca/2018/03/19/news/amianto_alla_scala_protesta_davanti_al_tribunale_dei_familiari_delle_vittime_vogliamo_giustizia_-191680126/

30 novembre 2016 – Milano, inchiesta sull’amianto alla Scala: prosciolti 4 ex sindaci, Carlo Fontana a processo:  https://milano.repubblica.it/cronaca/2016/11/30/news/milano_processo_amianto_scala-153148634/

[ITALIA] Morti per amianto al Teatro alla Scala di Milano: pretendiamo giustizia per ogni morto sul lavoro, del profitto

Alluvione in Sardegna: Regione dichiara stato di emergenza


articolo: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2020/11/28/alluvione-in-sardegna-regione-dichiara-stato-di-emergenza_d5ac0a4c-a05e-4469-b501-8a14380376fb.html

La Giunta regionale della Sardegna, riunitasi d’urgenza ieri sera, ha dichiarato lo stato di emergenza, in base alla legge regionale 3 del 1989, e chiederà la proclamazione dello stato di calamità naturale a seguito dell’ondata di maltempo che ha causato nell’isola tre morti e danni per milioni di euro.
Il governatore Christian Solinas nel pomeriggio ha presieduto un vertice nella sede della Protezione Civile regionale che coordina le operazioni di soccorso alle popolazioni colpite dall’alluvione che si è abbattuta su vaste zone dell’Isola.

Tutta la macchina dei soccorsi regionale, ha spiegato Solinas, è mobilitata per fronteggiare l’emergenza, con centinaia di uomini in campo e decine di mezzi, che si affiancano a quelli dei vigili del fuoco. “Il nostro primo pensiero – ha detto – va alle persone che hanno perso la vita e che risultano ancora disperse a causa di un evento catastrofico, il più grave degli ultimi decenni, di potenza tre volte superiore all’uragano che sette anni fa provocò numerose vittime e ingenti danni. La Regione è al fianco delle comunità colpite, in particolare quella di Bitti, e si adopererà con ogni mezzo per la ripresa delle normali attività. La Giunta presenterà in aula, lunedì, un emendamento all’assestamento di bilancio per destinare i primi fondi a sostegno delle attività danneggiate, per le quali saranno avviati gli accertamenti“.

Maltempo, Sardegna sott’acqua…


Maltempo, Sardegna sott’acqua: tre morti a Bitti. La prefettura di Sassari ai cittadini: “Salite ai piani alti”

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/11/28/news/maltempo_un_morto_e_un_disperso_nel_nuorese-276173287/?ref=RHTP-BH-I276238673-P11-S1-T1

Le vittime due anziani e un allevatore sul suo camioncino travolto da un fiume di fango. Altre persone sono disperse. Allerta in Gallura.
Bombe d’acqua anche in Sicilia e in Calabria

L’emergenza maltempo in Sardegna si sposta in Gallura. Dopo il nubifragio che ha devastato il Nuorese provocando tre morti e due dispersi, le condizioni meteo si annunciano in ulteriore peggioramento. E la prefettura di Sassari avverte la popolazione: “Non lasciare le abitazioni e spostarsi ai piani alti in quanto da informazioni ricevute direttamente dalla protezione civile nazionale si prevede un forte peggioramento della situazione meteorologica, con intensissime piogge e condizioni marine particolarmente avverse che potrebbero dar luogo a mareggiate anche di particolare intensità e rischio di onde anomale con impatto sul territorio”.

Due uomini e una donna sono morti a Bitti, nel Nuorese, a causa di un violento nubifragio che da stanotte si è abbattuto sul paese. Altre persone risultano disperse. Le tre vittime, secondo le informazioni fornite dei carabinieri, si trovavano nel centro abitato quando sono state investite dalla furia dell’acqua e del fango: una nella circonvallazione era a bordo della sua auto, un pick up, due nello scantinato della propria casa. continua a leggere

Sardegna, maltempo tra Ogliastra e Baronia: chiusa la statale 389 per una frana
Maltempo in Sardegna, alluvione a Bitti nel nuorese: il paese isolato da ore
Alluvione a Bitti, in Sardegna: le immagini dell’onda di piena tra le case