Archivi del giorno: 21 novembre 2020

Nebbia, nebiùn, scighera


Nebbia, nebiùn, scighera: una coltre familiare che avvolge Milano

Fa freddo, le temperature si sono abbassate drasticamente negli ultimi giorni. E la nebbia, simbolo di Milano come la Madonnina e il panettone, avvolge la città. Sui Navigli, dove di sera c’è pochissima gente, l’atmosfera appare così ancor più rarefatta.

Le immagini: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/11/19/foto/nebbia_navigli_milano-274955763/1/

La nebbia si è ripresa Milano

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/11/20/news/ritorno_della_nebbia_a_milano-275136902/

Il Covid le ha dato strade semi deserte dai Navigli al Giambellino, da Corsico all’Ortica nelle quali evocare ricordi poetici, musicali e letterari

Trafitta dai fasci di luce, adagiata sui binari e i sanpietrini, attraversata di corsa dai runner e da passeggiate (poche e ben distanziate, e talvolta sorvegliate dalle pattuglie), è tornata in silenzio. Come le si conviene. Sui Navigli, in ossequio a Giorgio Scerbanenco, ideale quinta dei suoi noir. Al Giambellino caro a Giovanni Testori. Sotto al Duomo, dove aveva meravigliato  perfino l’Hemingway di ‘Addio alle armi’.


Questione di pressione, che non sarà più così alta. Di anticiclone che andrà a vorticare altrove. Godersi questa, che è la prima, dall’inizio della pandemia, fieramente autunnale. Fitta, impenetrabile dal Corvetto a Corsico, dal Parco Nord all’archeologia industriale dell’Ortica, come sa chi vi si è immerso in treno, chi ha dovuto sfidarla rientrando in città o sfiorandola sulle tangenziali: come quella cantata da Cesare Zavattini, di certi funerali della Bassa dove tutti piangevano senza sapere chi fosse il caro estinto, senza vederlo.  continua a leggere