Como, muore in casa ma nessuno se ne accorge: il corpo della 70enne trovato dopo oltre due anni


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/07/news/como_muore_in_casa_ma_nessuno_se_ne_accorge_il_corpo_della_70enne_trovato_dopo_oltre_due_anni-336852302/

Marinella Beretta viveva in una villetta in periferia che aveva venduto ma ne manteneva l’usufrutto. I vicini hanno chiamato il nuovo proprietario perché il vento aveva reso pericolanti alcune piante: da qui la scoperta

Aveva venduto la sua casa, una villetta alla periferia di Como, a uno svizzero, mantenendone il diritto di usufrutto. Non aveva parenti e nessun conoscente stretto, forse: non si spiega altrimenti quello che è ben più di un dramma della solitudine. Marinella Beretta, 70enne originaria di Erba, è stata trovata venerdì pomeriggio dai vigili del fuoco, il suo corpo ancora seduto su una sedia del salotto, in avanzato stato di decomposizione: e l’ipotesi è che sia morta da almeno due anni, stando ai primi rilievi e agli ultimi contatti certi della donna con il mondo esterno.

E’ una storia triste, quella raccontata dalla “Provincia di Como“. Scoperta solo per un caso: visto il forte vento di questi giorni, alcuni abitanti di via Comum Oppidum a Prestino, la zona alla periferia di Como dove la donna viveva, si sono preoccupati per alcune piante pericolanti…… continua a leggere

Vento forte a Milano: quattro feriti gravi. Si stacca parte del tetto della stazione Centrale. Disagi in città


Quattro feriti gravi, tre schiacciati da alberi, un operaio caduto da impalcatura. Si stacca parte tetto stazione Centrale. Linee Atm modificate, chiusi i parchi, divieto a usare zone alberate

articolo di Ilaria Carra ,  Lucia Landoni: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/02/07/news/meteo_emergenza_vento_a_milano_molte_chiamate_a_vigili_del_fuoco_il_sindaco_di_monza_chiude_parco_e_cimiteri-336819230/?ref=RHTP-BH-I322793271-P2-S1-T1

Sempre a Milano si sono registrati danni anche alla rete del trasporto pubblico e i percorsi di sette linee di tram sono state modificate

Vento forte a Milano, danni in tutta la città dalla Stazione Centrale a Castello Sforzesco AGTW

È di quattro feriti gravi il primo provvisorio bilancio della bufera di vento che sta investendo in queste ore Milano e l’hinterland, nonché gran parte della Lombardia: un 76enne è rimasto gravemente ferito a Settala, nel Milanese, in strada Cascina Baialupa, schiacciato da un albero durante le operazioni di potatura. L’uomo ha riportato un trauma cranico, al volto, e alle gambe e la frattura del piede. È stato soccorso e trasportato in codice rosso all’ospedale San Raffaele. E sono già 400 gli interventi svolti oggi dai vigili del fuoco per le forti raffiche di vento che stanno investendo l’Italia. “Gran lavoro – scrivono i vigili su Twitter – in Lombardia: maggiori criticità a Milano, Monza, Varese e Como”. continua a leggere

Molestie a colleghe, Overmars si dimette dall’Ajax


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2022/02/07/news/ajax_ds_overmars_si_dimette_per_molestie_a_colleghe-336771334/?ref=RHTP-BH-I322793271-P2-S6-T1

L’ex campione olandese lascia la carica di direttore sportivo e ammette di aver inviato una “serie di messaggi inappropriati” ad alcune colleghe che lavorano per il club: “Questo comportamento è inaccettabile. Ora me ne rendo conto anch’io”

L’ex campione olandese Marc Overmars si è dimesso da direttore sportivo dell’Ajax dopo aver ammesso di aver inviato una “serie di messaggi inappropriati” ad alcune colleghe che lavorano per il club. Il 48enne Overmars, che ha vinto la Champions League con l’Ajax nel 1995 prima di andare a giocare per l’Arsenal e il Barcellona, ha detto di provare “vergogna” per il suo comportamento. “Sfortunatamente, non mi sono reso conto che stavo superando il limite con questo, ma questo mi è stato chiaro negli ultimi giorni – ha detto Overmars – all’improvviso ho sentito un’enorme pressione. Mi scuso“.

Questo comportamento è inaccettabile. Ora me ne rendo conto anch’io – ha aggiunto nel suo messaggio per il club Overmars – ma è troppo tardi. Non vedo altra opzione che lasciare l’Ajax. Questo ha anche un grande impatto sulla mia vita privata. Ecco perché chiedo a tutti di lasciare in pace me e la mia famiglia“. continua a leggere

Il Senegal vince la finale di Coppa d’Africa 4-2 ai rigori contro l’Egitto


articolo di Salvatore Riggio: https://www.corriere.it/sport/calcio/22_febbraio_06/coppa-d-africa-senegal-egitto-4-2-rigori-primo-trionfo-la-nazionale-koulibaly-96c14ea2-8796-11ec-b89c-0af407efe3ea.shtml?fbclid=IwAR3qaiTQT7EzkHytCNOFWmiywOD9vbWij4aGMQjBU_r8Q6dKWaiiziFf_6E

Decisiva la trasformazione dagli 11 metri di Mané. All’Egitto non bastano le iniziative di Salah e i riflessi di Gabaski. Il Senegal vince dopo le finali perse nel 2002 e 2019

C’è sempre una prima volta e ne sa qualcosa il Senegal. Batte l’Egitto di Momo Salah ai rigori – decisivo quello di Mané – e vince la Coppa d’Africa. Non era mai successo. Anzi, nel 2002 e nel 2019 arrivarono due delusioni per i k.o. con Camerun (dagli 11 metri) e Algeria. Invece, Koulibaly tornerà a Napoli trionfante , pronto a riprendere il suo posto in difesa. Da capire se già sabato 12 febbraio al Diego Armando Maradona nel big match contro l’Inter (ore 18). All’Egitto non bastano le iniziative di Salah e i riflessi di Gabaski, il portiere che ha guidato i Faraoni fino alla finale dopo aver parato un rigore alla Costa d’Avorio nei quarti, due al Camerun in semifinale e uno a Mané già al 7’ (oltre che a Bouna Sarr). Il Senegal si conferma squadra compatta e impenetrabile (in tutta la competizione ha subito soltanto due reti in sette partite: ai quarti dalla Guinea Equatoriale e in semifinale dal Burkina Faso, gare entrambe vinte 3-1). È veloce, verticalizza, crea. Anche se spreca molto…. continua a leggere