Calcio e Covid: quanti positivi, la sosta per le Nazionali diventa un boomerang per i club


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/11/18/news/calcio_e_coronavirus_quanti_positivi_la_sosta_per_le_nazionali_diventa_un_boomerang_per_i_club-274838523/

 

I timori espressi da tecnici e addetti ai lavori hanno trovato conferma: il mondo del pallone non può essere immune alla seconda ondata della pandemia. Casi in aumento in serie A e in Premier League, Mourinho al veleno. Focolai nell’Uruguay e nell’Ucraina (compreso l’atalantino  Malinovskyi), con rinvio della sfida in Svizzera.

ROMA – In principio le preoccupazioni di tecnici e dirigenti di club calcistici, quando gli atleti venivano convocati per rappresentare il loro Paese, erano per eventuali infortuni o problemi fisici, magari anche dettati da trasvolate oceaniche, ora invece in piena pandemia a tenere in apprensione è anche e soprattutto il coronavirus. Già, perché dopo quanto accaduto già un mese fa (Cristiano Ronaldo positivo durante gli impegni con il Portogallo, il romanista Diawara “contagiato” dopo gli impegni con la Guinea o il focolaio nell’Under 21 azzurra che ha coinvolto Carnesecchi dell’Atalanta, Bastoni dell’Inter e Gabbia del Milan) il mondo del pallone ha pagato dazio in maniera piuttosto pesante anche in questa sosta per amichevoli e gare di Nations League. Del resto, la seconda ondata dell’epidemia di Covid-19 sta facendo aumentare le persone colpite dalla malattia ovunque e il calcio non può esserne immune, specie in occasioni di viaggi e trasferte. Una tegola per i rispettivi club che vedono così materializzato il timore, manifestato da più parti, che i giocatori sparsi per il mondo tornino positivi. Tanto che lo stesso Claudio Marchisio, ex giocatore della Juventus e della Nazionale, ha espresso in queste ore qualche dubbio sul calendario internazionale: “Alcune amichevoli era meglio saltarle”, le sue parole ad Agorà Rai Tre.

Inter: positivi Brozovic e Kolarov – Sta pagando un conto salato al coronavirus l’Inter, che nella pausa di campionato per le nazionali ha visto risultare positivi prima il croato Marcelo Brozovic (tornato a Milano con un volo privato e ora in isolamento) e l’azzurro Roberto Gagliardini, poi ancheAleksandar Kolarov, risultato positivo al tampone effettuato ieri al rientro dalla convocazione con la Serbia. “Il giocatore, completamente asintomatico, seguirà da ora le procedure previste dal protocollo sanitario”, spiega la società nerazzurra. In sostanza il difensore – che sta smaltendo un problema muscolare – salterà le partite con Torino e Real Madrid e forse anche quella col Sassuolo del prossimo 28 novembre (fra 11 giorni, appena dopo la fine dei 10 giorni di quarantena previsti dalle norme italiane). continua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...