Archivi del giorno: 19 settembre 2020

Germania: donna muore durante attacco ransomware all’ospedale


articolo: https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2020/09/18/news/germania_donna_muore_durante_attacco_ransomware_all_ospedale-267735262/

E’ il primo decesso legato a cyberattacco contro una struttura sanitaria. La paziente, destinata all’ospedale di Duesseldorf, è stata trasferita ed è deceduta per il ritardo delle cure. Nel 2017 Wannacry contribuì ad un incremento della mortalità ospedaliera

Una donna è morta a causa di un attacco informatico che ha bloccato la rete dell’ospedale di Duesseldorf, in Germania, il 10 settembre. Lo riportano i media tedeschi, definendolo il primo caso di morte legato direttamente al ransomware, codice malevolo che blocca i computer delle vittime a scopo di ricatto. La paziente, al momento identificata come una donna che necessitava di cure mediche urgenti, è deceduta dopo essere stata reindirizzata in un ospedale della città di Wuppertal, a più di 30 km dalla sua destinazione iniziale, che era appunto l’ospedale universitario di Duesseldorf. La struttura non ha potuto accogliere la paziente a causa di un blocco informatico ma il trasferimento è stato fatale per la donna deceduta in seguito al ritardo delle cure. continua a leggere

Scuola, attacco hacker ai social della ministra Azzolina


Scuola, attacco hacker ai social della ministra Azzolina. “Queste aggressioni non ci spaventano”

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/09/18/news/scuola_attacco_hacker_ai_social_della_ministra_azzolina-267736033/

Nel mirino anche le strutture informatiche del ministero dell’Istruzione. Indaga la polizia postale

Un attacco hacker nei confronti delle strutture informatiche del Ministero dell’Istruzione e di tutti i profili social della ministra Lucia Azzolina. L’episodio, in corso da due giorni, è stato denunciato alla Polizia Postale che sta indagando.

I casi sarebbero iniziati in coincidenza dell’avvio del nuovo anno scolastico. Si tratterebbe di richieste anomale di cambi di password o azioni per introdursi nella gestione dei profili social e delle caselle mail.  

“Non ci spaventiamo e non ci faremo fermare neanche da questo tipo di aggressioni – ha scritto la ministra su Twitter – Un ringraziamento alla Polizia Postale per la rapidità e la professionalità con cui sta gestendo questa vicenda”.

Anche nel maggio scorso Azzolina era stata vittima di tentativi di hackeraggio del suo profilo Facebook e del suo conto corrente. Una vicenda avvenuta in contemporanea a gravi e ripetute minacce ricevute anche attraverso messaggi di odio e insulti sessisti via social che avevano portato alla decisione di assegnare la scorta alla ministra.