Archivi del giorno: 24 marzo 2019

Ahi Ahi Bullismo – Cortometraggio sul bullismo per bambini e ragazzi


Un cortometraggio girato a scuola per far capire che cos’è il bullismo e come difenderci da questo male che attanaglia i giovanissimi di oggi.

Portiere di 15 anni gravissimo per un colpo alla testa durante la partita


Portiere di 15 anni riceve un colpo alla testa e sviene durante la partita: è gravearticolo: https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/vicenza_portiere_grave_colpo_testa_partita_gazzo_alte_ceccato-4383080.html

24 marzo 2019 – Un portiere padovano di 15 anni è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Vicenza a causa di un violento colpo subito alla testa durante una partita del campionato regionale allievi che si stava disputando questa mattina nel campo dell’Alte Ceccato a Montecchio Maggiore (Vicenza) tra la formazione locale e il Gazzo Padovano. continua a leggere

Infarto alla Stramilano:


Infarto alla Stramilano: uomo si accascia durante la mezza maratona, è grave
„Ha un infarto alla Stramilano: uomo si accascia mentre corre la mezza maratona, è grave“

articolo: http://www.milanotoday.it/cronaca/infarto-stramilano-grave.html

Si è accasciato al suolo mentre correva. È rimasto fermo sull’asfalto, immobile. E perfortuna  ha trovato un angelo custode a pochi passi da lui. Dramma domenica mattina alla Stramilano, la corsa più famosa della città. Un atleta – sembra si tratti di un uomo di circa cinquanta anni – ha accusato un gravissimo malore mentre si trovava in via Guido d’Arezzo. continua a leggere

 

Ciclismo, Aru dovrà essere operato: niente Giro d’Italia


Immagine correlata

Fabio Aru (San Gavino Monreale, 3 luglio 1990) è un ciclista su strada italiano che corre per il team UAE Emirates. Professionista dal 2012. In carriera ha vinto la Vuelta a España 2015, una tappa al Tour de France, tre tappe al Giro d’Italia e due alla Vuelta a España e il titolo nazionale nel 2017. È il primo sardo ad aver indossato la maglia rosa, la gialla del Tour e la rossa della Vuelta.

articolo: https://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2019/03/24/news/aru_operazione_niente_giro_d_italia-222377342/?ref=RHPPBT-VS-I0-C6-P21-S1.6-T1

Il corridore sardo della UAE Emirates ha un problema all’arteria iliaca della gamba sinistra. Dopo l’intervento tornerà alle gare nel giro di tre o quattro mesi: “Sono arrabbiato per la malasorte che si è accanita su di me per l’ennesima volta, speriamo davvero che questo sia il capitolo finale”  continua a leggere

L’impresa di Fabio Aru Campione d’Italia nel ricordo di Scarponi

Fabio Aru ● The Italian Future ● Best-Of

Ucraina, tensione al concerto di Toto Cutugno a Kiev


Tensione al concerto di Toto Cutugno a Kiev, un uomo sale sul palco

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/2019/03/24/ucraina-tensione-al-concerto-di-toto-cutugno-a-kiev-_a96823cd-6684-4ef7-a789-2fdc7f0f1b57.html

Blitz di uno spettatore al concerto di Toto Cutugno a Kiev: irrompe sul palco, seguono attimi di tensione, poi l’uomo viene fermato dagli  uomini della sicurezza.

Cutugno si rende conto evidentemente dell’assenza di cattive intenzioni da parte dello spettatore, invita la security a lasciarlo stare e poi gli stringe la mano, lasciandolo salire nuovamente sul palco mentre si allontana per la pausa.

Nei giorni scorsi la notizia della richiesta di alcuni deputati ucraini al capo dei servizi di sicurezza (Sbu) Vasily Gritsak di precludere l’ingresso nel paese al cantante. Notizia, che segue quella di Al Bano inserito nella lista nera dell’Ucraina perché il Ministero della Cultura lo considera ‘minaccia alla sicurezza nazionale’  

John Mayall e Jethro Tull


John Mayall e Jethro Tull, grandi vecchi Made in Britain

articolo: https://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2019-03-20/john-mayall-e-jethro-tull-grandi-vecchi-made-britain-113108.shtml?uuid=AB4BGAgB

Che il cielo ci preservi i grandi vecchi, precursori, padri e padrini di tutto ciò che ascoltiamo oggi. La settimana della musica dal vivo, in un certo senso, è come se fosse dedicata a loro. Giudicate voi: da un lato abbiamo John Mayall, l’ideologo di quell’ampio movimento che fu il blues revival inglese degli anni Sessanta, dall’altro abbiamo i Jethro Tull che, nati proprio in seno al blues revival, contribuirono a spingere un po’ più in là gli orizzonti del rock. Partiamo dal primo, un signore di 85 anni che nella memorabile formazione dei Bluesbreakers ha fatto collezione di mostri sacri della chitarra. continua a leggere

John Mayall  – grande vecchio del blues inglese

John Mayall (Macclesfield, 29 novembre 1933) è un cantante,  polistrumentista   e  compositore  inglese di fama internazionale, per lungo tempo il punto di riferimento fondamentale per la scena blues del suo paese.

Il suo complesso, i Bluesbreakers, ha rappresentato la formazione di transizione e di connessione tra il blues revival degli anni cinquanta e il blues rock degli anni sessanta.

Particolarmente capace nella scoperta di grandissimi talenti, dal gruppo di Mayall sono nati musicisti come Jack Bruce, Eric Clapton, Mick Taylor, Larry Taylor e Peter Green.

Tra gli album più significativi: Blues Breakers with Eric Clapton, Crusade, The Turning Point e Jazz Blues Fusion.

Blue Note Honolulu 5/5/2018 – John Mayall

– Oh Pretty Woman

Montreux Jazz Festival 2008 – John Mayall & The Bluesbreakers with Gary Moore – So Many Roads

John Mayall & the Bluesbreakers – Set 1 – 06/18/82 – Capitol Theatre


Jethro Tull

https://it.wikipedia.org/wiki/Jethro_Tull_(gruppo_musicale)

Jethro Tull sono un gruppo rock progressivo, originario di Blackpool in Inghilterra, fondato nel 1967 dallo scozzese Ian Anderson (flauto traverso e polistrumentista). La formazione prende il nome dal pioniere della moderna agricoltura, l’agronomo Jethro Tull (1674-1741).

articolo: https://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2019-03-20/john-mayall-e-jethro-tull-grandi-vecchi-made-britain-113108.shtml?uuid=AB4BGAgB

Jethro Tull, mezzo secolo di«This Was»
Se amate il progressive, l’appuntamento è con il flauto di Ian Anderson, The Minstrel in the Gallery dei Jethro Tull, tra le band più importanti e influenti di tutti i tempi, un ensemble da 60 milioni di dischi venduti che spesso ha cambiato «attori» ma ha sempre saputo spaziare con sapienza tra folk, blues, classica e hard & heavy. Ogni concerto del tour del cinquantennale sarà un’ampia selezione degli album storici della band, dall’esordio bluesy di This Was (1968) fino ai giorni nostri. Passando ovviamente per pietre miliari come Aqualung (1971) e Thick as a brick (1972). Si esibiranno al Teatro Colosseo di Torino (28 marzo), al Brixia Forum di Brescia (29 marzo), all’Europauditorium di Bologna (30 marzo) e al Politeama Rossetti di Trieste (1 aprile).

Jethro Tull Kiev – 16/01/2019

Jethro Tull – Wootton Bassett Town (Thick As a Brick – Live in Iceland)

Jethro Tull – Locomotive Breath & Dambusters March (live at Madison Square Garden 1978)

Pensioni, l’Inps rifà i calcoli: ecco a chi sarà tagliato l’assegno


articolo: https://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2019-03-22/pensioni-l-inps-rifa-calcoli-ecco-chi-sara-tagliato-l-assegno-142011.shtml?uuid=ABcEw2gB

Novità in arrivo per 5,6 milioni di pensioni: dal 1° aprile gli assegni superiori a tre volte l’importo minimo (oltre i 1.522, 26 euro al mese) saranno ricalcolati per applicare quanto previsto dalla legge di Bilancio, che ha introdotto un meccanismo di adeguamento all’inflazione meno generoso rispetto al passato (legge 388/2000) per gli assegni più alti. Lo chiarisce l’Inps in una circolare appena pubblicata (44/2019). L’Istituto di previdenza precisa anche che per circa 2,6 milioni delle posizioni interessate, la riduzione media mensile dell’importo lordo sarà di 28 centesimi.

Vediamo cosa prevede la legge di Bilancio: per le pensioni fino a tre volte il minimo l’adeguamento all’inflazione è piena al 100%, mentre per tutti gli altri assegni la rivalutazione è compresa tra un massimo del 97% e un minimo del 40 per cento. Il 97% per le pensioni tra le tre e le quattro volte l’importo minimo (da 1.522 a 2.029 euro al mese);  il 40% per quelle superiori a 4.569 euro.

Ieri Wikipedia è stata oscurata per 24 ore in quattro paesi europei per protesta contro la riforma del copyright


articolo: https://www.ilpost.it/2019/03/22/wikipedia-oscurata-germania-repubblica-ceca-slovacchia-danimarca/

Giovedì 21 marzo Wikipedia è stata oscurata in Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia e Danimarca per protesta contro la riforma europea del copyright, che dovrebbe essere approvata definitivamente il prossimo 26 marzo dal Parlamento Europeo.

Lo scorso 3 luglio, sempre per protestare contro la riforma, Wikipedia era stata oscurata anche in Italia. A suscitare le maggiori critiche sono stati due articoli del testo di legge – l’11 e il 13 – che secondo Wikimedia Foundation, la fondazione che gestisce Wikipedia, metterebbero in pericolo la libera diffusione delle informazioni online: i due articoli prevedono un compenso per gli editori da parte delle piattaforme online e una maggiore responsabilizzazione di queste ultime per le violazioni dei diritti d’autore. L’opposizione di Wikipedia è sul principio della legge, visto che un emendamento della riforma esclude l’applicazione del famigerato articolo 13 per le enciclopedie online. continua a leggere

Timothy Vollmer@tvol

· 

Thanks @Wikipedia @wikimediapolicy for advocacy and solidarity against , even while “not-for profit online encyclopedias” are outside of its scope. #uploadfilters are a threat to the entire ecosystem of creativity, sharing, and freedom of expression. #SaveYourInternet

Traduzione: Grazie a @Wikipedia @wikimediapolicy per l’advocacy e la solidarietà contro l’Articolo 13, anche se le “enciclopedie online senza scopo di lucro” sono al di fuori del suo ambito. #uploadfilters sono una minaccia per l’intero ecosistema di creatività, condivisione e libertà di espressione. #SaveYourInternet

Timothy Vollmer@tvol

and today Wikipedia is blacked out in Germany, Denmark, Czech Republic, Slovakia to protest against #Article13. #SaveYourInternet pic.twitter.com/SZ5R6kikKY

Traduzione: e oggi Wikipedia è oscurata in Germania, Danimarca, Repubblica Ceca, Slovacchia per protestare contro l’articolo 13. #SaveYourInternet pic.twitter.com/SZ5R6kikKY

Brexit, una marea umana invade Londra


“Siamo un milione, vogliamo un secondo referendum”

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2019/03/23/news/brexit_record_di_firme_per_chiedere_un_secondo_referendum_folla_nelle_strade_di_londra-222320610/

LONDRA. È una marea umana contro la Brexit, che supera addirittura quella del novembre scorso, quando arrivarono ben 700mila persone a manifestare per un secondo referendum sull’uscita dall’Ue. Stavolta sono molte di più e lo si capisce subito perché persino Oxford Street, cioè molto prima del punto di incontro a Park Lane lungo Hyde Park, è totalmente bloccata. Secondo gli organizzatori ci sono un milione di manifestanti, e se questa cifra fosse confermata dalla polizia sarebbe una cifra record, seconda solo alla colossale manifestazione contro la guerra in Iraq voluta da Tony Blair nel 2003. continua a leggere

Brexit, una marea umana invade Londra

Immagine correlata

Addio ora solare, torna l’ora legale.


Immagine correlata

Gli effetti sul nostro organismo: come affrontare il cambiamento

articolo di VIOLA RITA: https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2019/03/21/news/torna_l_ora_legale_ecco_come_affrontare_al_meglio_il_cambiamento-222140793/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P25-S1.6-T1

Il 31 marzo prossimo le lancette si sposteranno un’ora in avanti, col risultato che avremo più luce ma un’ora in meno di sonno. Ecco alcuni suggerimenti per adattarsi più rapidamente e facilmente a questa alterazione del nostro orologio naturale

GIORNATE più lunghe, luce fino a tardi, atmosfera primaverile. Come ogni anno ritorna l’ora legale e, nella notte fra sabato 30 e domenica 31 marzo, precisamente alle 2 del mattino del 31 marzo, le lancette dovranno essere spostate avanti di un’ora. Ciò significa che improvvisamente si guadagnerà un’ora di luce, ma che si perderà un’ora di sonno. Ma oltre ai benefici psico-fisici della maggiore esposizione al sole potrebbe esserci qualche piccolo effetto collaterale, soprattutto per il nostro ritmo circadiano, l’orologio biologico che regola l’alternanza fra riposo e attività insieme a numerosi altri processi fisiologici. Ecco come ridurre gli eventuali disagi dell’organismo dovuti allo spostamento delle lancette

Per saperne di più premere qui  continua a leggere

Ci sono rischi per il cuore?

Cambia il bioritmo

Tutti i consigli per affrontare al meglio il cambiamento

q