Archivi del giorno: 11 marzo 2019

Milano, le brusche frenate in metro


Milano, ancora una frenata brusca in metropolitana: due feriti a Cassina de’ Pecchi

Milano, ancora una frenata brusca in metropolitana: due feriti a Cassina de’ Pecchi

articolo: https://milano.corriere.it/19_marzo_11/frenata-brusca-metropolitana-atm-linea-verde-due-feriti-cassina-de-pecchi-treno-arresto-improvviso-e05ffb3a-440a-11e9-bcde-19097826363a.shtml

È accaduto poco prima delle 8 sulla linea verde. Negli ultimi giorni si sono verificati diversi incidenti di questo tipo: l’ultimo è avvenuto sabato alla stazione Cadorna, dove undici passeggeri hanno riportato traumi e contusioni

Milano 11 marzo 2019 – Nuovo blocco anomalo sulle linee della metropolitana milanese. Lunedì mattina poco prima delle 8, all’altezza della stazione di Cassina de’ Pecchi, sulla linea verde, un treno ha effettuato una frenata improvvisa e due persone, tra cui una donna di 50 anni, sono rimaste contuse. L’Atm ha fatto sapere che il «temporaneo malfunzionamento» della strumentazione a bordo del convoglio «ha individuato erroneamente un semaforo rosso» e, quindi, quando la velocità era di circa di 25 chilometri all’ora, il treno si è bruscamente arrestato. La circolazione non è stata sospesa. Negli ultimi giorni si sono verificati diversi incidenti di questo tipo:l’ultimo è avvenuto sabato alla stazione Cadorna, dove un sensore del binario ha rilevato un’anomalia (inesistente) e ha «imposto» prima una decelerazione, poi il blocco, perché il treno viaggiava ancora a 32 chilometri orari invece che a 30: undici persone sono rimaste ferite.  continua a leggere


Feriti nel metrò a Milano: indaga la Procura, sigilli ai vagoni. Atm al lavoro per calibrare le frenate

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/03/10/news/milano_metro_feriti_atm-221178670/

Aperta un’inchiesta dopo l’ennesima brusca frenata dovuta all’entrata in funzione del sistema automatico di sicurezza

Treno sequestrato e indagini in corso. La frenata di emergenza del treno del metrò 1 a Milano, che sabato pomeriggio ha causato il ferimento di nove persone (tra cui due bambini di 16 mesi e otto anni) finisce sotto la lente della Procura, che ha deciso di porre i sigilli al mezzo e avviato le indagini sull’episodio. Che segue di pochi giorni un evento analogo, avvenuto sempre a Milano in metropolitana su un treno della linea 2, che aveva provocato 5 feriti, di cui uno con una frattura del bacinocontinua a leggere


Milano: Metropolitana M1 sospesa. Brusca frenata a Cadorna, 9 persone cadono al suolo

articolo: https://tg24.sky.it/milano/2019/03/04/milano-frenata-metro-linea-2-ferito-contusi.html

Incidente metro rossa Milano, treno frena di colpo alla stazione Cadorna: 9 feriti

Milano: Metropolitana M1 sospesa. Brusca frenata a Cadorna, 9 persone cadono al suolo
Milano 09 marzo 2019 – Un copione già visto pochi giorni fa: il treno della metropolitana fa una brusca e improvvisa frenata, diversi passeggeri ne subiscono le conseguenze (cadute e contusioni) e poi la circolazione viene bloccata. E’ successo sabato 9 marzo, poco dopo le quattro del pomeriggio, a Cadorna. L’esito, riferisce l’Azienda Regionale di Emergenza Urgenza, è di nove passeggeri in ospedale, di cui un bambino di 1 anno e uno di 8 anni, per fortuna in condizioni non gravi“ continua a leggere

soccorso banchina metro cadorna 118 - alan polimeni-2

⚠️ Aggiornamento M1: la circolazione sta riprendendo in entrambe le direzioni, considerate rallentamenti su tutta la linea. Per permettere di ultimare i soccorsi i treni direzione Sesto non fermeranno a Cadorna.

⚠️ M1: Abbiamo sospeso la circolazione sulla M1 tra Cadorna e Pagano per soccorrere un passeggero a bordo treno e accertare le cause dell’evento. Seguono aggiornamenti.


Milano, brusca frenata sulla M2: un ferito e diversi contusi

articolo: https://tg24.sky.it/milano/2019/03/04/milano-frenata-metro-linea-2-ferito-contusi.html

Milano 4 marzo 2019 – Una persona è rimasta ferita e altre contuse a causa di una brusca frenata effettuata da un treno della Linea M2 della metropolitana a Milano. Il convoglio, che viaggiava tra Piola e Loreto, ha attivato la frenata di sicurezza. È accaduto questa mattina, intorno alle 7.45, nei pressi della stazione di M1/M2 di Loreto, dove il mezzo si è fermato per permettere l’arrivo dei soccorsi. Secondo quanto appreso dal 118, i viaggiatori soccorsi sono stati un ragazzo e una ragazza di 23 anni, due uomini di 57 e 58 anni e una donna di 62. Le condizioni del 57enne, il ferito più grave, subito trasportato all’ospedale Niguarda dove gli è stata diagnosticata una infrazione del bacino, non sono gravi. continua a leggere

Milano, brusca frenata in metro diversi contusi, 1 ferito è grave

ATM

@atm_informa

⚠️ : abbiamo sospeso momentaneamente la circolazione per permettere i soccorsi ad un passeggero a seguito di una frenata d’emergenza di un treno sulla linea tra Caiazzo e Cimiano. Considerate bus 39 tra Lambrate e Loreto, bus 90, 91 e 92 tra Caiazzo e Loreto/Piola.


Milano, un altro metrò frena di colpo: quattro passeggeri feriti a Palestro

articolo: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_novembre_15/atm-milano-incidente-metro-m1-frenata-sette-passeggeri-feriti-lievemente-metropolitana-c485db54-e8ad-11e8-b58d-37a073f6910a.shtml

Un altro treno bloccato di colpo, a Palestro, lungo la linea rossa. Secondo caso: in mattinata era accaduto a Loreto, 17 i feriti. Il guasto dopo che la linea è stata disalimentata per una 32enne, francese, che era entrata in galleria a Loreto. Continua a leggere

Frenata improvvisa su metro rossa a Milano, soccorsi ai feriti


Incidente metro Milano, nel video la donna che si è introdotta in galleria

https://video.corriere.it/video-embed/d7495e22-e8cc-11e8-b58d-37a073f6910a?playerType=article&autoPlay=false&playerType=embed&tipo_video=embed_norcs

Milano 15 novembre 201 – Una donna in galleria – Il primo stop è avvenuto circa un quarto d’ora prima delle 8, quando una donna di 32 anni di origini francesi si è messa a camminare nel tratto «vietato» della banchina alla stazione Loreto, come si vede in un filmato delle telecamere di sicurezza.   continua a leggere

 

Clamoroso: Zidane torna al Real Madrid!


Zidane torna ad allenare il Real Madrid

E’ ufficiale:

Real Madrid, il club ufficializza: Zidane è tornato

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2019/03/11/stampa-spagnola-al-real-torna-zidane_08cba047-4e6d-40d6-9f5d-02dbe39766bb.html

Zinedine Zidane e’ tornato ad essere l’allenatore del Real Madrid: lo ufficializza il club spagnolo, precisando che il tecnico che si era dimesso il 31 maggio dello scorso anno dopo la terza Champions di fila e che oggi sostituisce Solari ha firmato un contratto fino al 30 giugno del 2022

Nel comunicato si legge che “Il consiglio di amministrazione del Real Madrid, riunitosi lunedì 11 marzo 2019, ha deciso di risolvere il contratto che legava Santiago Solari al club come primo allenatore”. La società inoltre ha offerto allo stesso Solari di continuare a far parte del club. Inoltre il Consiglio “ha accettato la nomina di Zinedine Zidane come nuovo allenatore del Real Madrid, con incorporazione immediata per il resto della stagione e per le prossime tre, fino al 30 giugno 2022“. 

Real Madrid

Comunicado Oficial

11/03/2019

La Junta Directiva del Real Madrid, reunida hoy lunes 11 de marzo de 2019, ha decidido resolver el contrato que vinculaba a Santiago Solari con el club como entrenador del primer equipo y, al mismo tiempo, el Real Madrid le ha ofrecido seguir perteneciendo al club.
 
El Real Madrid agradece el trabajo realizado por Santiago Solari y el compromiso y la lealtad que siempre ha mostrado a esta que es su casa. 
 
La Junta Directiva ha acordado también el nombramiento de Zinedine Zidane como nuevo entrenador del Real Madrid con incorporación inmediata para lo que resta de temporada y las tres próximas, hasta el 30 de junio de 2022. 
 
El presidente del Real Madrid comparecerá hoy junto a Zinedine Zidane ante los medios de comunicación a las 20:00 h en la sala de prensa del estadio Santiago Bernabéu.

 

Traduzione

Il Consiglio di amministrazione del Real Madrid, riunitosi oggi, lunedì 11 marzo 2019, ha deciso di risolvere il contratto che collegava Santiago Solari con il club come allenatore della prima squadra e, allo stesso tempo, il Real Madrid si è offerto di continuare ad appartenere al club .

Il Real Madrid apprezza il lavoro svolto da Santiago Solari e l’impegno e la lealtà che ha sempre dimostrato a questa casa.

Il Consiglio di amministrazione ha anche concordato la nomina di Zinedine Zidane come nuovo allenatore del Real Madrid con incorporazione immediata per il resto della stagione e le tre successive, fino al 30 giugno 2022.

Il presidente del Real Madrid apparirà oggi con Zinedine Zidane davanti ai media alle 20:00 nella sala stampa dello stadio Santiago Bernabéu

Video: https://video.gazzetta.it/video-embed/d57f2404-4421-11e9-9ad5-f316b18e4e0d?playerType=article&autoPlay=false&mute=false&tipo_video=embed_norcs


Clamoroso: Zidane torna al Real Madrid

DIRETTA Real Madrid, riecco Zidane: "Volevo tornare a casa". La conferenza di presentazione LIVE
Un ritorno clamoroso. In attesa della conferma ufficiale, che dovrebbe arrivare dopo la giunta direttiva in programma oggi alle 18 ale Bernabeu, non sembrano esserci dubbi, Zinedine Zidane torna al Real Madrid, terzo allenatore della stagione dopo Julen Lopetegui, cacciato il 29 ottobre, e Santiago Solari, in attesa di essere licenziato.continua a leggere

Ubriaco scappa a controllo, patente ritirata a Defrel


articolo: https://genova.repubblica.it/cronaca/2019/03/11/news/defrel_si_schianta_in_auto_illeso_ma_patente_ritirata-221237420/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P15-S1.4-T1

Notte ‘brava’ con schianto in auto e patente ritirata per l’attaccante della Sampdoria Grégoire Defrel. Secondo quanto ricostruito, il calciatore è scappato a un controllo della polizia stradale a Genova ma nella fuga si è schiantato contro alcune macchine parcheggiate in corso Europa, nel levante cittadino. Nell’impatto Defrel non ha riportato ferite, ma gli uomini della polizia municipale gli hanno ritirato la patente dopo averlo trovato con un tasso alcolico superiore ai limiti di legge. Gli agenti gli hanno anche contestato l’omesso controllo del veicolo.

Sider Alloys: operaio su traliccio


 © ANSA

Protesta per ammortizzatori sociali e mancato riavvio fabbrica

articolo: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2019/03/11/sider-alloys-operaio-su-traliccio_a6e2190e-d5d1-4e18-a1df-440d8ee271bf.html

Per oltre due ore un lavoratore ex Alcoa è rimasto a 20 metri di altezza su un traliccio dell’energia elettrica davanti ai cancelli dello stabilimento della Sider Alloys (ex Alcoa) di Portovesme. La protesta è arrivata in concomitanza con l’assemblea di un gruppo di lavoratori – riuniti nel movimento ex lavoratori Alcoa – che si sono ritrovati proprio davanti alla fabbrica per fare il punto sulla vertenza e ‘per mantenere alta l’attenzione’ sugli ammortizzatori sociali e del riavvio della produzione.

L’operaio ha concluso la protesta dopo essere stato più volte invitato dagli stessi colleghi a desistere. Sul posto hanno operato i carabinieri, la Polizia e i vigili del fuoco. Venerdì scorso i problemi legati agli ammortizzatori sociali bloccati, ai ritardi nella ristrutturazione dell’impianto per l’alluminio e alla mancata definizione di un accordo sulla tariffa energetica, che tutti insieme ritardano il riavvio dello stabilimento ex Alcoa di Portovesme, ora di proprietà di Sider Alloys, sono stati affrontati in un incontro tra i sindacati e la prefetta di Cagliari Romilda Tafuri. Le stesse organizzazioni sindacali hanno già annunciato che nel caso in cui la situazione non dovesse migliorare i lavoratori sono pronti alla mobilitazione.

Fukushima, otto anni fa la catastrofe


Il disastro di Fukushima Dai-ichi  è una serie di incidenti, incluse quattro distinte esplosioni, avvenuti nella centrale nucleare omonima situata presso  Naraha nella Prefettura di Fukushima, in Giappone, a seguito del terremoto e maremoto del Tōhoku dell’11 marzo 2011.

Risultati immagini per disastro di Fukushima Dai-ichi

articolo: http://www.ansa.it/sito/photogallery/primopiano/2019/03/11/fukushima-otto-anni-fa-la-catastrofe_8d34b01b-5ebd-43d8-99c2-672cda1e0188.html

Il Giappone si ferma a commemorare l’ottavo anniversario dalla catastrofe di Fukushima, quello che è conosciuto come il triplice disastro: il sisma di magnitudo 9 che ha generato il successivo tsunami, e l’incidente alla centrale nucleare con il propagarsi delle radiazioni.

Alle 14:46 in punto, un minuto di silenzio è stato osservato al Teatro nazionale di Tokyo, l’esatto orario in cui il terremoto si è verificato l’11 marzo 2011, così come lungo i litorali della costa del Tohoku, nel Giappone nord orientale, devastate dall’onda anomala.

11 marzo 2011 – terremoto e maremoto del Tōhoku 

articolo: https://www.diregiovani.it/2018/03/11/22750-fukushima-disastro-terremoto-tohoku-tsunami-giappone.dg/

11 marzo 2011. Sono trascorsi 7 anni dal terremoto del Tohoku.
Il mostruoso tsunami, il disastro di Fukushima. Una reazione a catena letale che ha sconvolto il mondo e lasciato il Giappone in un incubo nucleare dal quale ancora non si è liberato.

Alle 14:46 ora locale (05:46 UTC), un terremoto di magnitudo 9.0 ha colpito al largo della costa orientale del Giappone. 
L’epicentro fu a 130 chilometri ad est di Sendai, e 373 km a nord est di Tokyo ad una profondità di 30 km.
Tuttora è il più potente terremoto mai misurato in Giappone e il settimo a livello mondiale.

DISASTRO DI FUKUSHIMA DAI-ICHI

Il disastro di Fukushima Dai-chi è una serie di incidenti che si sono verificati nei giorni successivi il terremoto e lo tsunami, portando alla fusione dei noccioli dei reattori 1, 2 e 3 della centrale.

Lo tsunami causò  un guasto del sistema di raffreddamento della centrale, che ha portato a un meltdown nucleare di livello 7 – lo stesso di Chernobyl – e il rilascio di materiali radioattivi nucleari. 
Gli incidenti nucleari vengono classificati su una scala a sette livelli, dal meno grave (0) a quello peggiore (7).

Nuovi agg.: Spento il rogo di rifiuti in una azienda alla periferia di Perugia


Agg. :Spento il rogo di rifiuti in una azienda alla periferia di Perugia

articolo: http://www.ansa.it/umbria/notizie/2019/03/10/vasto-incendio-e-colonna-fumo-a-perugia_4baf7b37-6fb4-42a1-b10d-55322dfbb029.html

Perugia, 11 marzo 2019 – Spento nella notte l’incendio che ieri pomeriggio ha interessato il materiale ammassato in un’azienda di recupero rifiuti nella zona industriale di Ponte San Giovanni, alla periferia di Perugia. I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo con diversi uomini e mezzi. Proseguono anche le indagini sulle cause del rogo in collaborazione con i carabinieri del Noe e gli accertamenti dell’Arpa. Si è intanto dissolta la nube di fumo sulla zona provocata dall’incendio. Il Comune ha comunque disposto per oggi la chiusura “a titolo precauzionale” delle scuole nel raggio di tre chilometri dal punto dell’incendio.


Brucia azienda per il recupero dei rifiuti a Perugia, il Comune: “Restate a casa

articolo: https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/umbria/brucia-azienda-per-il-recupero-dei-rifiuti-a-perugia-il-comune-restate-a-casa-_3196192-201902a.shtml

Perugia, 10 marzo 2019 – n vasto incendio è divampato alla periferia di Perugia nel capannone di un’azienda specializzata nel recupero di rifiuti. Un’alta colonna di fumo nero si è alzata nel cielo e può essere vista da gran parte della città. I vigili del fuoco sono intervenuti con cinque autobotti e 24 uomini. L’Arpa si è attivata per i controlli ambientali, insieme con la Protezione civile. Il Comune ai cittadini: “Non state all’aperto e tenete chiuse le finestre”. continua a leggere

10849940_10152930175558033_1925531863741082866_n.jpgComune di Perugia

6 h · 
AVVISO ALLA CITTADINANZA 
In merito all’incendio di Ponte San Giovanni si comunica che i Vigili del Fuoco sono ancora impegnati nello spegnimento dei roghi.
Si è in attesa delle valutazioni dei tecnici di Arpa e Usl impegnati nel monitoraggio dell’aria. La Protezione Civile del Comune di Perugia ricorda di rimanere in casa con le finestre chiuse ed evitare di spostarsi dove è attivo il fumo. Un nuovo aggiornamento verrà diramato verso le ore 22.00. 
Ansa Umbria Umbria24 PerugiaToday Umbria Journal TGR RAI Umbria Umbria Radio InBlu Radio Subasio Umbria – La Nazione TuttOggiumbriaOn CityJournal.it La Notizia Quotidiana Umbria TV Corriere dell’Umbria Ilmessaggero.it

10849940_10152930175558033_1925531863741082866_n.jpgComune di Perugia 
4 h · 
AVVISO ALLA CITTADINANZA 
Incendio Ponte San Giovanni #Perugia 
E’ stata predisposta le chiusura, a titolo precauzionale, delle scuole nel raggio di tre chilometri dall’incendio per la giornata di domani:
– ICPG13 Casaglia via dei Narcisi Primaria Handersen 
– ICPG13 Casaglia via dei Lilla Infanzia Giustiniano degli Azzi Vitelleschi 
– ICPG12 Balanzano Strada del Piano Infanzia Fantasia 
– ICPG12 Borgo Rete Balanzano Strada Tiberina sud 2/A/6 Nido Anatrocolo – Primaria Tei 
– ICPG12 – CPA1PG Ponte San Giovanni Via Cestellini Uffici I.C. Perugia 12 Sec. I Gr Volumnio – Sec Gr Cpia 1 Perugia 
– ICPG12 Ponte San Giovanni Via Cestellini Infanzia Margherite 
– COMPG Ponte Sna Giovanni Vi della Scuola Infanzia Peter Pan – Asilo Nido Arcobaleno 
– ICPG12 Ponte San Giovanni via Giacanelli Primaria Mazzini 
– ICPG12 Ponte San Giovanni via Pieve di Campo Infanzia e Primaria La Fonte 
– ICPG09 Montebello Strada Tuderte Infanzia Montebello 
– ICPG09 Montebello Strada Tuderte Primaria Tofi 
– ITTS Volta Perugia, IPSIA Piscille 
Il provvedimento interessa anche le scuole private presenti nel raggio di 3 km.
Ansa Umbria PerugiaToday Umbria24 TGR RAI Umbria Corriere dell’UmbriaCityJournal.it umbriaOn TuttOggi Umbria – La Nazione Ilmessaggero.itUmbria Journal Umbria Radio InBlu Radio Subasio TGR RAI Umbria.

53513183_10157168460408033_8721376564240973824_o.png

 

Incendio azienda rifiuti Biondi – Perugia 10/03/2019