Archivi del giorno: 1 marzo 2019

Spagna, vincono i tifosi: abolito il posticipo del lunedì


articolo: https://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2019/03/01/news/spagna_niente_piu_posticipo_al_lunedi_si_da_retta_ai_tifosi-220453411/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P20-S1.4-T1

MADRID (SPAGNA) – “Niente più partite al lunedì“. L’annuncio arriva da Luis Rubiales, presidente della Federcalcio spagnola. “A partire dalla prossima stagione, la Liga si giocherà al sabato e alla domenica. Vediamo cosa fare per i venerdì, se si arriva a un accordo che va bene per tutti. Gli affari sono importanti ma contano più i tifosi”, le parole del messaggio affidato a Twitter dal numero uno della federazione calcio iberica, sensibile alle tante proteste sui posticipi del lunedì che potrebbero essere ricollocati alle 14 di domenica. continua a leggere

Tre giorni per ricordare Lucio Dalla


4 marzo a Bologna concerto ‘di compleanno’ a 7 anni da scomparsa

articolo: http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2019/03/01/tre-giorni-per-ricordare-lucio-dalla_8f161733-dcb8-4f24-9ba2-bfd95a6e04c4.html

Un concerto tra musica e spettacolo con gli amici di sempre e i compagni di viaggio di Lucio Dalla, da Gaetano Curreri a Ron, da Luca Carboni a Iskra Menarini, passando per Marco Masini, Lo Stato Sociale, Francesco Gabbani, Giovanni Caccamo, Renzo Rubino e altri artisti. È l’omaggio in programma il 4 marzo al teatro Comunale di Bologna, in diretta dalle 21 su Radio1 Rai, nel giorno in cui l’artista bolognese avrebbe compiuto 76 anni. Oggi ricorre il settimo anniversario della sua scomparsa e su Twitter l’hashtag #LucioDalla è in testa ai trend italiani.

Nel febbraio di 40 anni fa usciva ‘Lucio Dalla’, tra i dischi più importanti della musica italiana: continua a leggere

4 marzo 1943 Lucio Dalla & Francesco De Gregori

Dalla e De Gregori al concerto del I maggio 2011

Daria Bignardi intervista Lucio Dalla a Le Invasioni Barbariche (28 novembre 2008).

L’attivista per il clima Greta, stiamo salvando il mondo


Immagine correlata

articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2019/02/28/serie-a-omaggio-ad-astori-applauso-al-13-in-stadi-_f670cb5b-ec9e-4ed6-9cd8-1bf1e5f3ec27.html

Per commemorare Davide Astori, capitano della Fiorentina scomparso il 4 marzo 2018, in occasione di tutte le gare della 26/a giornata di Serie, al minuto 13 sarà proiettata sui maxischermi degli stadi una foto del giocatore, accompagnata da un messaggio dello speaker che inviterà all’applauso i tifosi sugli spalti. La foto resterà esposta per 13 secondi, durante i quali il gioco non subirà alcuna interruzione. “Il ricordo di Davide è sempre vivo in tutti gli appassionati di calcio – ha commentato il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè -, dedicargli un applauso significa rendere omaggio ad un grande uomo e ad un grande capitano, straordinario esempio di correttezza e lealtà sportiva dentro e fuori dal campo”.

Milano, Vecchioni riceve laurea ad honorem


articolo e video: https://video.repubblica.it/edizione/milano/milano-vecchioni-riceve-laurea-ad-honorem-davanti-a-mattarella-e-lui-che-in-italia-mette-a-posto-le-cose/328265/328861

Milano, Vecchioni riceve laurea ad honorem da Mattarella:”È lui che in Italia mette a posto le cose”

“Mattarella è la mamma che ti dà il bacio la sera prima di rimboccarti le coperte e che ti dice domani è un altro giorno, come Rossella O’Hara. Menomale che c’è”. Roberto Vecchioni parla così del presidente della Repubblica Sergio Mattarella a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico dello Iulm di Milano dove ha ricevuto il titolo onorario in Arte del Racconto alla presenza del capo dello Stato. “Oggi abbiamo bisogno di racconti perché – ha detto commentando il titolo ricevuto – viviamo un mondo pieno di sciocchezze e bugie”. L’eliminazione del tema di Storia alla maturità? “Il problema non è il tema di storia nella maturità, che – risponde Vecchioni – io cambierei totalmente.Il problema è che non si cerca di capire da quell’esame quali siano le vere potenzialità dei ragazzi”.

La violenza sui campi di calcio contagia le categorie minori: a Varese giocatore sospeso per uno schiaffo all’arbitro


Diversi episodi arrivati al giudice sportivo: a Milano un giocatore, espulso per doppia ammonizione, ha insultato l’arbitro di origini straniere

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/02/28/news/calcio_schiaffo_frase_razzista_a_arbitro_sospeso_giocatore_varese-220385569/

Una squalifica di un anno e 10 mesi: è questa la punizione che il giudice sportivo ha inflitto a un giocatore del Molde, squadra varesina di Terza categoria, per aver colpito con un violento schiaffo un arbitro durante una partita. La gara è stata sospesa dal direttore di gara “per il venir meno delle idonee condizioni psico-fisiche necessarie”, ed è stata assegnata la vittoria a tavolino agli avversari, come si legge nelle decisioni del giudice sportivo. Ma sono diversi gli episodi registrati negli ultimi tempi di atteggiamenti violenti sui campi di calcio anche delle categorie minori.

Nella Terza categoria di Milano, di recente, un giocatore della Polisportiva oratorio San Luigi Corsico è stato squalificato per 10 turni perché, espulso per doppia ammonizione, ha rivolto all’arbitro Haithem Bakcha “a voce molto alta e per due volte, frase dal contenuto discriminatorio. continua a leggere