Archivi del giorno: 1 dicembre 2018

E’ morto Ennio Fantastichini


Risultati immagini per Ennio Fantastichini

Ennio Fantastichini (Gallese, 20 febbraio 1955 – Napoli, 1° dicembre 2018) è stato un  attore italiano.

articolo: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/12/01/news/e_morto_a_napoli_ennio_fantastichini-213150738/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

È morto a Napoli all’età di 63 anni Ennio Fantastichini, attore italiano  e vincitore del David di Donatello come miglior attore non protagonista nel 2010.
Era ricoverato da due settimane, in rianimazione, al Policlinico della Federico II. Fantastichini è morto a causa di una grave emorragia cerebrale causata da una leucemia acuta, che aveva già colpito cervello, polmoni e intestino.
Classe 1955, a vent’anni si trasferisce da Fiuggi a Roma, per studiare recitazione all’Accademia d’arte drammatica. Aveva già però esordito a quindici anni a teatro. continua a leggere

Ennio Fantastichini – I titani della cultura europea

Ennio Fantastichini :: Letture da Manolis Anagnostakis :: Poesia Festival ’15

L’attore Ennio Fantastichini legge “La decisione” e “Apologia di un cittadino rispettoso della legge” del poeta greco Manolis Anagnostakis alla biblioteca MABIC di Maranello (MO) :: 27/09/2015. http://www.poesiafestival.it

1973 usciva il film: American Graffitti


American Graffiti è un film del 1973 diretto da George Lucas.

"American Graffiti", sempre cult: quel sogno lungo quarant'anni

Nel 1995 American Graffiti è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Nel 1998 l’American Film Institute l’ha inserito al settantasettesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi, mentre dieci anni dopo, nella lista aggiornata, è salito al sessantaduesimo posto.

01 dic. 2018 – Gloria Katz: la sceneggiatrice cinematografica statunitense Gloria Katz, autrice di script per film di grande successo, è morta al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, dopo una battaglia contro un tumore, all’età di 76 anni. 

American Graffiti (1973) – Music Video – Johnny B. Goode

Riconoscimenti

  • 1974 – Premio Oscar
    • Nomination Miglior film a Francis Ford Coppola e Gary Kurtz
    • Nomination Migliore regia a George Lucas
    • Nomination Migliore attrice non protagonista a Candy Clark
    • Nomination Migliore sceneggiatura originale a George Lucas, Gloria Katz e Willard Huyck
    • Nomination Miglior montaggio a Verna Fields e Marcia Lucas
  • 1974 – Golden Globe
    • Miglior film commedia o musicale
    • Miglior attore debuttante a Paul Le Mat
    • Nomination Migliore regia a George Lucas
    • Nomination Miglior attore in un film commedia o musicale a Richard Dreyfuss
  • 1975 – Premio BAFTA
    • Nomination Miglior attrice non protagonista a Candy Clark
  • 1974 – Kansas City Film Critics Circle Award
    • Miglior film
  • 1974 – New York Film Critics Circle Award
    • Migliore sceneggiatura a George Lucas, Gloria Katz e Willard Huyck
Titolo originale American Graffiti
Paese di produzione USA
Anno 1973
Durata 110 min
Rapporto 2.35:1
Genere commedia
Regia George Lucas
Soggetto George Lucas, Gloria Katz, Willard Huyck
Sceneggiatura George Lucas, Gloria Katz, Willard Huyck
Produttore Francis Ford Coppola
Casa di produzione Lucasfilm
Distribuzione(Italia) Universal Studios
Fotografia Jan D’Alquen, Ron Eveslage
Montaggio Verna Fields, Marcia Lucas
Scenografia Dennis Clark
Costumi Aggie Guerard Rodgers
Trucco Bette Iverson

 

Frank Zappa, ovvero della libertà di non essere normali


Risultati immagini per frank Zappa

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2018/12/01/news/frank_zappa_ovvero_la_liberta_di_non_essere_normali-213114676/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P16-S1.4-T1

25 anni moriva per un cancro alla prostata uno dei più geniali e colti musicisti del Novecento. Che ha abbattuto le barriere dei generi e combattuto il conformismo

I suoi nemici erano la stupidità e il conformismo intellettuale. Nella sua totale unicità, Frank Zappa da Baltimora ha incarnato un eclettismo creativo inimitabile: non c’è nessuno nella storia del rock che gli avvicini. E in pochissimi hanno tentato l’azzardo supremo: eseguire le sue complicatissime partiture.  Zappa, scomparso il 4 dicembre di 25 anni fa per un cancro alla prostata, è stato l’artista più frainteso dell’intera epopea rock. Scambiato a lungo per un hippy strampalato e provocatore, era in realtà un musicista coltissimo e rigoroso, tirannico con le sue band, innamorato di compositori rivoluzionari come Edgar Varèse (che volle chiamare al telefono quando compì 15 anni: lo chiese a sua madre come regalo di compleanno), John Cage o Igor Stravinskij. Detestava il flower power: nell’album We’re only in it for the moneydel 1968, una feroce parodia del Sgt. Pepper dei Beatles e di tutta la psichedelia, si ascolta una voce che ripete ossessivamente “flower power sucks”, il flower power fa schifo. continua a leggere

FRANK ZAPPA ( LIVE IN U.S.A. ) 

Frank Zappa – Full Concert – 10/13/78 – Capitol Theatre (OFFICIAL)

“Attila” di Verdi inaugura il 7 dicembre la stagione della Scala


Risultati immagini per Riccardo Chailly Attila

articolo: https://www.lastampa.it/2018/11/30/spettacoli/attila-di-verdi-inaugura-il-dicembre-la-stagione-della-scala-Xl8dsiIG1r4ufWHHeOqTsO/pagina.html

L’opera di un Verdi trentatreenne che già guarda alla complessità del Macbeth: «Attila» inaugura il 7 dicembre la stagione della Scala e il direttore musicale del Teatro, Riccardo Chailly, spiega: «Con questa scelta assume un senso più compiuto il percorso che abbiamo cominciato tre anni fa con “Giovanna d’Arco”». E che proprio con Macbeth continuerà, a Sant’Ambrogio dell’anno prossimo. Chailly segnala di essere partito, per questa triplice operazione, «dalla ricerca delle voci più idonee» presenti sul panorama internazionale. Questa volta la star – re degli Unni si chiama Ildar Abdrazakov e ha, oltre che la voce di basso più richiesta del momento, anche una presenza scenica dirompente. Con lui come Odabella il soprano madrileno Saioa Hernández, al debutto alla Scala e nella parte, il baritono rumeno George Petean (Ezio, il generale romano) e il tenore Fabio Sartori (Foresto).  

Alla regìa Davide Livermore, che rivela di aver ambientato lo spettacolo, con le scene di Giò Forma, i costumi di Gianluca Falaschi, le luci di Antonio Castro e i video di D-Wok, in «un Novecento distopico, che rifugge da ogni riferimento preciso alla prima o alla seconda guerra mondiale ma in cui compaiono un esercito occupante e un gruppo di cittadini che agli oppressori oppongono resistenza».  continua  a leggere

dal TEATRO ALLA SCALA di Milano (in diretta via satellite) –  LA “PRIMA” DELLA SCALA –  opera di Giuseppe Verdi Direzione musicale: Riccardo Chailly –  Regia Davide Livermore –  Con Ildar Abdrazakov, Saioa Hernandez, Simone Piazzola, Fabio Sartori, Francesco Pittari, Gianluca Buratto

ATTILA di  Giuseppe Verdi

Durata spettacolo: 2 ore e 20 minuti incluso intervallo
Coro e Orchestra del Teatro alla Scala
Nuova produzione Teatro alla Scala

  • Direttore Riccardo Chailly
    Regia Davide Livermore
    Scene Giò Forma e Davide Livermore
    Costumi Gianluca Falaschi
    Luci Antonio Castro
    Video d-Wok

CAST

  • Attila   Ildar Abdrazakov
    Odabella   Saioa Hernandez
    Ezio    Simone Piazzola
    Foresto   Fabio Sartori
    Uldino   Francesco Pittari
    Leone   Gianluca Buratto

Chailly: “Attila” di Verdi fedele e attuale per Prima della Scala

Intervista a / Interview with Riccardo Chailly (Teatro alla Scala)

Teatro alla Scala

Pubblicato il 28 nov 2018
ISCRIVITI 14.338
Stagione 2018/2019 Intervista a Riccardo Chailly

Fai: “Basta con gli sprechi, ecco il Patto per l’acqua”


Fai: "Basta con gli sprechi, ecco il Patto per l'acqua"

articolo: https://www.repubblica.it/ambiente/2018/11/30/news/_basta_con_gli_sprechi_ecco_il_patto_per_l_acqua_-213058085/

E’ stato lanciato dal Fondo Ambiente Italiano e sottoscritto dai principali attori del sistema idrico italiano. Oggi disperdiamo il 41% del contenuto degli acquedotti e perdiamo il 23% del totale delle risorse idriche prelevate

ROMA – Recuperiamo solo l’11% dei 300 miliardi di metri cubi di acqua piovana che cadono sull’Italia. Consumiamo 220 litri di acqua contro una media nord europea di 190 litri. Disperdiamo il 41% del contenuto degli acquedotti. Perdiamo il 23% del totale delle risorse idriche prelevate. A giudicare da questi numeri, dalle sanzioni europee che subiamo per non aver completato il sistema delle fogne e dei depuratori, dagli inquinanti che continuiamo a buttare nei laghi e nei fiumi, sembra che l’acqua non valga nulla. 

Ma le Nazioni Unite dicono il contrario e hanno dedicato il decennio 2018-2028 all'”acqua per lo sviluppo sostenibile”. Anche perché il cambiamento climatico renderà sempre più incerto il ciclo dell’acqua. E, secondo le previsioni dei principali istituti di ricerca internazionali, i consumi globali (6 mila chilometri cubi) raddoppieranno prima della fine del secolo. 
Da questi numeri nasce il Patto per l’acqua promosso dal Fai e sottoscritto dai principali attori del sistema idrico italiano:  continua a leggere

Giornata mondiale contro l’Aids:


ecco #Tiriguarda, la campagna di Anlaids

Riguarda tutti, nessun escluso. È questo il messaggio che l’associazione ha deciso di diffondere in occasione del 1 dicembre. A ricordarlo testimonial del mondo dello spettacolo

Giornata mondiale contro l’Aids: ecco #Tiriguarda, la campagna di Anlaids

articolo: https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2018/11/29/news/_tiriguarda_anlaids_giornata_mondiale_contro_l_aids-212946440/

UN RISCHIO lontano, un’ipotesi remota, una malattia che non potrà toccarci. Così la maggior parte delle persone pensa all’Aids. Niente di più sbagliato o di lontano dalla realtà. L’infezione da Hiv riguarda tutti, nessuno escluso. O meglio, come recita lo spot realizzato da Anlaids (Associazione Nazionale per la Lotta contro l’Aids) in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids del 1° dicembre: “drogati, checche, froci, prostitute, transessuali, lesbiche, omosessuali, bisessuali, polisessuali, eterosessuali, mamme e papà, figlie e figli…tu. #Tiriguarda”. Una campagna per contrastare l’atteggiamento diffuso di disinteresse con cui il tema dell’infezione viene trattato, soprattutto dai giovani. Per sensibilizzarli, l’associazione ha coinvolto alcuni dei volti più noti del mondo dello spettacolo – Tiziano Ferro, Fabio Volo, Giorgio Panariello, Maria Pia Calzone, Rudy Zerbi, The Jackal, Giulia Valentina e Paola Turiani – che hanno prestato volto e voce per la campagna.

• LA PREVENZIONE E L’INFORMAZIONE COME CURA –  continua a leggere

 

Schindler’s List: il nuovo trailer per il 25°anniversario


Risultati immagini per schindler's list

articolo: https://www.comingsoon.it/film/schindler-s-list-la-lista-di-schindler/35577/scheda/

Schindler’s List compie 25 anni e per festeggiare la ricorrenza, invogliare chi non conosce il film di Steven Spielberg a rivedere un capolavoro e non dimenticare una pagina oscura della storia occidentale nonché invitare alla tolleranza, alla solidarietà e alla non violenza, la Universal Pictures ha deciso riportarlo nuovamente nelle sale di Stati Uniti e Canada, facendo scrivere sul nuovo poster: “Una storia di coraggio di cui il mondo ha più che mai bisogno”

Uscito nel 1993, interpretato da Liam NeesonBen Kingsley e Ralph Fiennes e girato in uno splendido bianco e nero (tranne che per pochissime scene, fra cui quelle con la bimba dal cappotto rosso che è diventata il simbolo del film), Schindler’s List fu candidato, nel ’94, a 10 Oscar. Se ne aggiudicò 7, fra cui la statuetta per il miglior regista e il miglior film. continua a leggere

Schindler’s List 25th Anniversary – Official Trailer – In Theaters December 7