Archivi del giorno: 3 dicembre 2018

Seconda Categoria, arbitro in ospedale dopo una testata


articolo: https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/seconda-categoria-arbitro-in-ospedale-dopo-una-testata_1249685-201802a.shtml

Un altro caso di aggressione in campo ad un arbitro nel Lazio, precisamente a Borgorose in provincia di Rieti: Fabio Serafini, che dirigeva Equicola-Quintilianum di Seconda Categoria, ha ricevuto una testata tra tempia e sopracciglio dopo aver assegnato nel finale la rete del 2-3. Il 19enne, sezione di Rieti, è riuscito a terminare la partita prima di accusare giramenti di testa e per questo è dovuto andare al pronto soccorso con un vistoso bernoccolo. continua a leggere

Le strane onde sismiche che l’11 novembre hanno scosso il Pianeta


terremoti,geologia

Una veduta aerea delle isole Mayotte. Fotografia di Hemis /Alamy Stock Phot

articolo: http://www.nationalgeographic.it/scienza/2018/11/30/news/le_strane_onde_sismiche_che_l_11_novembre_hanno_scosso_il_pianeta-4210442/?rss

Un terremoto anomalo rilevato dai sismografi di diversi paesi per più di 20 minuti, che nessuno sembra aver avvertito. I ricercatori sono ora al lavoro per scoprire le cause dell’insolito evento

La mattina dell’11 novembre scorso, appena prima delle 9.30 UT (10.30 ora italiana), il mondo intero è stato investito da un boato misterioso.

A circa 25 chilometri al largo delle coste delle isole Mayotte, arcipelago parte del territorio francese d’oltremare, situato fra l’Africa e la punta settentrionale del Madagascar, hanno avuto origine delle onde sismiche, che si sono propagate per tutta l’Africa: sono infatti state rilevate dai sismografi di Zambia, Kenya ed Etiopia. Le onde hanno inoltre attraversato l’Oceano Atlantico, investendo il Cile, la Nuova Zelanda, il Canada e perfino le Hawaii, situate a circa 17.700 chilometri di distanza.

E non si è trattato di un fenomeno che si è esaurito rapidamente: i segnali prodotti dalle onde sono stati rilevati per più di 20 minuti. Eppure, sembra che nessun essere umano li abbia percepiti.

Solo una persona ha notato il segnale anomalo sui sismografi dello United States Geological Survey – agenzia federale che monitora l’attività dei terremoti a livello nazionale – in grado di rilevare le onde in tempo reale. Si tratta di un appassionato di terremoti, che si è accorto degli atipici grafici a zig zag e ne ha pubblicato le immagini su Twitter, usando il suo nickname @matarikipax. Il suo gesto ha attirato l’attenzione dei ricercatori di tutto il mondo, che hanno tentato di individuare l’origine delle onde. A generarle è stato l’impatto di un meteorite? Oppure l’eruzione di vulcano sottomarino? continua a leggere

Russia, muore a 18 anni Lomakin della Lokomotiv Mosca


articolo: https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/russia_muore_a_18_anni_lomakin_della_lokomotiv_mosca-4148640.html

Lutto nel calcio russo per la morte del 18enne trequartista della Lokomotiv Mosca, Alexei Lomakin. Il giovane giocatore era scomparso la scorsa settimana e oggi la notizia del decesso, diffusa proprio dal suo club: «Siamo profondamente tristi nell’annunciare la morte del nostro giocatore dell’Under 21, Alexei Lomakin. Siamo scioccati dalla tragedia e vogliamo mandare le nostre condoglianze alla famiglia. Non chiare le cause del decesso, sul quale sta indagando la polizia, non si esclude l’ipotesi dell’omicidio.

Lokomotiv Mosca, Alexey Lomakin trovato morto: mistero sulla scomparsa del 18enne russo

lom

Fonte foto: Twitter @fclokomotiv

articolo: https://sport.sky.it/calcio-estero/altri-campionati/2018/12/03/morte-alexey-lomakin-lokomotiv-mosca.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+SkyitSport+%28Sky+Sport+-+Sky.it%29

Il club russo ha confermato il decesso del centrocampista 18enne, scomparso lo scorso 30 novembre. La teoria più accreditata sulla sua morte è quella dell’ipotermia a causa dell’eccessivo freddo, ma le indagini sono tuttora in corso e non viene esclusa nessuna ipotesi.

Il calcio russo è in lutto. La Lokomotiv Mosca ha confermato, con un tweet sul proprio account ufficiale, la morte di Alexey Lomakin, 18enne talento della formazione moscovita. Un decesso avvolto dal mistero. Il giovane Alexey, infatti, era scomparso lo scorso 30 novembre. Secondo quanto riferito dalla madre, si era allontanato da casa per andare a svolgere alcuni esami obbligatori presso il centro medico del club e ci era rimasto tutta la notte, senza far più ritorno. Alle telefonate continue della signora Lomakin non ha risposto nessuno, fino a quando domenica 2 dicembre il cellulare non è ricomparso sulla rete e ha smesso di squillare invano. A rispondere ‘dall’altra parte del filo’ è stato un tassista che ha fornito qualche dettaglio in più sulla vicenda: il calciatore ha dimenticato il telefono e lo zaino nell’auto dell’uomo, che guidava in compagnia di un amico. Una disattenzione dovuta, probabilmente, all’eccessivo uso di alcool perché, come dichiarato da uno degli amici di Aleksey – sceso in campo tre volte in questa stagione con l’Under 23 della Lokomotiv -, aveva trascorso la serata ingerendo un’importante quantità di vodka, ricordando poco o nulla di ciò che era successo durante la notte. continua a leggere

Var in Champions League, l’Uefa ha dato l’ok: si parte dagli ottavi


Risultati immagini per Ufficiale: Var in Champions a partire dagli ottavi

articolo: https://sport.sky.it/calcio/champions-league/2018/12/03/var-champions-ottavi-uefa.html

Il Comitato esecutivo dell’Uefa ha anticipato i tempi di adozione della Video assistant referee in Champions League. Sarà usata anche all’Europeo Under 21 che si giocherà in Italia e a Dublino

Troppi errori al Var: pronte iniziative
legali del Comitato tutela dei tifosi

La Video assistant referee arriva in Champions League dagli ottavi di finale: ora è ufficiale. Lo ha deciso il Comitato esecutivo Uefa riunito in questi giorni a Dublino, dove sono stati effettuati anche i sorteggi dei gironi di qualificazione all’Europeo del 2020. La notizia era trapelata nei giorni scorsi, a margine della conferenza stampa congiunta tra i presidenti Eca Andrea Agnelli e Uefa, Aleksander Ceferin. L’ufficialità della svolta, in aria da tempo, è arrivata proprio dalle parole del numero uno dell’Uefa in una conferenza stampa. La prima partita che vedrà questa importante novità, è fissata per il 16 febbraio 2019. Come già deciso nel corso del meeting di settembre del Comitato Uefa, la Var sarà usata anche nelle prime fasi della Champions del 2019/2020 e nella Supercoppa Europea del 2019. L’Uefa ha inoltre in mente di estendere l’utilizzo del Var nella fase finale dell’Europeo 2020. continua a leggere

Risultati immagini per Ufficiale: Var in Champions a partire dagli ottavi

Oh bej Oh bej: il mercatino simbolo del Natale milanese tra nostalgia e rilancio


Risultati immagini per Oh Bej Oh Bej

Un pò di storia….

fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Oh_Bej!_Oh_Bej!

La fiera degli Oh bej! Oh bej! è il mercatino tipico del periodo natalizio milanese. Si tiene generalmente dal 7 dicembre, giorno del santo patrono di Milano Sant’Ambrogio, fino alla domenica successiva.

Le Origini: Gli Oh bej! Oh bej! rappresentano una delle più antiche tradizioni milanesi: le prime origini storiche risalgono al 1288, periodo in cui una festa in onore di Ambrogio si svolgeva nella zona dell’antica Santa Maria Maggiore.

Ma le origini dell’attuale festa risalgono al 1510 e coincidono con l’arrivo in città di Giannetto Castiglione, primo Gran Maestro dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. Egli era stato incaricato da Papa Pio IV di recarsi a Milano, nel tentativo di riaccendere la devozione e la fede verso i Santi da parte dei cittadini ambrosiani.

Arrivato nei pressi della città, Giannetto ebbe il timore di non venire accolto con favore dalla popolazione milanese, la quale non aveva mai manifestato forti simpatie nei confronti del Papa. Era inoltre il 7 dicembre, giorno in cui si festeggiava il patronoAmbrogio, in coincidenza con l’elezione vescovile del santo avvenuta il 7 dicembre 374. Decise allora di approntare un gran numero di pacchi, riempiti con dolciumi e giocattoli. Entrato a Milano iniziò con il suo seguito a distribuire il contenuto dei pacchi ai bambini milanesi, i quali si erano radunati intorno al corteo insieme ad una gran folla di cittadini. Il corteo raggiunse la Basilica di Sant’Ambrogio attorniato da una folla festante.

Da allora si cominciò ad organizzare, nel periodo della festa dedicata ad Ambrogio, la fiera degli Oh bej! Oh bej!. Venivano allestite bancarelle di vestiti, vecchi giocattoli, e soprattutto di prodotti gastronomici. Tipici dell’epoca, insieme con mostarde e castagnaccio, erano i firòn: castagne affumicate al forno, bagnate di vino bianco e infilate in lunghi spaghi.

Le origini del nome:  Le origini del nome Oh bej! Oh bej! risalgono ancora una volta all’episodio dell’ingresso in città di Giannetto Castiglione. Infatti il nome deriva dalle esclamazioni di gioia dei bambini milanesi che accettavano di buon grado i doni dell’inviato papale: l’espressione lombarda “Oh bej! Oh bej!” si traduce in italiano “Oh belli! Oh belli!”.

Un’immagine del mercatino negli anni sessanta

Un'immagine del mercatino negli anni sessanta

I giorni nostriInizialmente gli Oh bej! Oh bej! si svolgevano presso la Piazza dei Mercanti; nel 1886 la manifestazione fu trasferita nella zona adiacente alla Basilica di Sant’Ambrogio, dove rimase per 120 anni fino al 2006, anno nel quale fu spostata nella zona del Castello Sforzesco (Foro Bonaparte), dove tutt’oggi è organizzata.

Oggi le bancarelle ambulanti degli Oh bej! Oh bej! espongono principalmente prodotti di artigianato, di antiquariato e dolciari.

INFORMAZIONI
Oh bej! Oh bej! – dal 5 all’8 dicembre in Piazza Castello
Orario: 8.30 – 21.00
Ingresso gratuito
M1 – Cairoli
M1 / M2 – Cadorna FN

Risultati immagini per Oh Bej Oh Bej

Oh bej Oh bej: il mercatino simbolo del Natale milanese tra nostalgia e rilancio

articolo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/oh-bej-1.4324273

Milano, 2 dicembre 2018 – «Assegnare le postazioni era un compito delicato. Per dirne una, sarebbe scoppiato un guaio se un venditore di mutande fosse capitato davanti alla basilica. E bisognava anche essere abili nell’affrontare imprevisti. Un anno ho dovuto far spostare il chiosco dei panini in fretta e furia: c’era un funerale e il morto non poteva passare dal portone…». Adriano Bernini, 72 anni, ex ispettore di mercato delle fiere per conto del Comune, oggi in pensione, potrebbe andare avanti una vita a raccontare aneddoti.

Risultati immagini per Oh Bej Oh Bej

La Fiera del 2016  (foto Melley)

Agli Oh bej! Oh bej! è stato per otto anni tra i responsabili della logistica. Erano gli anni ’90 e le bancarelle venivano allestite attorno alla basilica di Sant’Ambrogio e nel groviglio di vie laterali. Oggi sono a ridosso del Castello Sforzesco. È un nostalgico, Bernini. Ricorda con piacere i banchi che si addossavano lungo le vie più anguste, i rigattieri, i venditori di cappelli, di mobili d’antiquariato, di oggettini d’artigianato italiani. «Non che adesso non ci siano. Ma allora c’era un’attenzione diversa alla qualità, l’Amministrazione aveva più peso sulla scelta: su 550 bancarelle, circo 80 erano selezionate dal Comune. Ora si stabiliscono le merceologie ma l’impressione è che la qualità si sia abbassata». E lo dice un esperto. «Ovunque io vada, cerco sempre un mercato da visitare».

Sarebbe meglio che gli Oh bej! Oh bej! tornassero ai piedi della basilica di Sant’Ambrogio?

continua a leggere

Risultati immagini per Oh Bej Oh Bej

 

 

 

Bologna, le foto delle luminarie dedicate a Lucio Dalla


Lucio Dalla: L’anno che verrà 

Articolo e foto: https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cosa%20fare/foto/lucio-dalla-luci-1.4323742#lg=1&slide=12

Emozioni senza fine all’accensione in via d’Azeglio.

Bologna, le foto delle luminarie dedicate a Lucio Dalla

Un momento unico di raccoglimento per la città nel ricordo del grande musicista e nella speranza di tante novità per l’anno che verrà (foto Schicchi)

Bologna, le foto delle luminarie dedicate a Lucio Dalla