Usa, la rivelazione del Washington Post:


Usa, la rivelazione del Washington Post: “Le autorità americane hanno mentito per anni sull’Afghanistan”

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2019/12/10/news/stati_uniti_washington_post_documenti_rivelazioni_afghanistan-243077745/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3-S1.8-T1

I documenti pubblicati dal Wp contengono più di duemila pagine di appunti tra interviste a generali e diplomatici: i funzionari americani avrebbero coscientemente fornito informazioni false. “Non avevamo capito, non sapevamo cosa stavamo facendo”

NEW YORK – Diciotto anni di menzogne. L’opinione pubblica americana è stata costantemente ingannata sullo stato della guerra in Afghanistan da George W Bush: in poi. In pratica le diverse amministrazioni – da Bush a Barack Obama, fino a quella guidata da Donald Trump che da quel paese vorrebbe uscire con un accordo di pace – hanno sempre manipolato dati e statistiche per sostenere che andava tutto bene e i talebani stavano per essere sconfitti.

È il risultato di una lunga inchiesta pubblicata dal Washington Post e da molti già paragonata ai Pentagon Papers che svelarono la storia segreta della guerra in Vietnam, basata sull’analisi di migliaia di carte: almeno duemila pagine di documenti, ottenuti dal quotidiano grazie al Freedom of Information Act. Una legge che fin dal 1967 garantisce al pubblico il diritto all’informazione e dunque anche l’accesso a carte riservate governativecontinua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...