Archivi del giorno: 10 dicembre 2019

Marcia per Liliana Segre, 600 sindaci da tutta Italia a Milano: “La sua scorta siamo noi”


Oltre 600 sindaci da tutta Italia saranno a Milano, svuotati di ogni colore politico e muniti solo della fascia tricolore, simbolo di unità e impegno.

Oggi alle 17,30 da piazza Mercanti a piazza Scala passando per la Galleria. Unico intervento quello della senatrice sotto scorta

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/12/09/news/liliana_segre_milano_marcia_sindaci_sala_appendino_decaro-242973669/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P10-S1.8-T1

Seicento sindaci e loro rappresentanti, tutti con la fascia tricolore, ma senza simboli di partito. E tanta gente comune, a formare quella “scorta civile” per la senatrice a vita Liliana Segre e per dire che “l’odio non ha futuro“. Oggi alle 17,30 a Milano c’è la marcia dei sindaci, organizzata dal Comune di Milano, assieme all’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), Autonomie Locali Italiane (ALI) e Unione Province Italiane (UPI), per testimoniare la vicinanza di piccoli, medi e grandi comuni alla senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta al campo di sterminio nazista di Auschwitz, oggi sotto scorta a causa di ripetute minacce antisemite.

Liliana Segre e il sindaco Giuseppe Sala (Newpress)

Liliana Segre e il sindaco Giuseppe Sala (Newpress)

Appuntamento in piazza Mercanti alle 17,30, appunto, con il corteo che partirà alle 18 verso piazza Duomo per poi attraversare – per la prima volta, per un corteo ufficiale – la Galleria Vittorio Emanuele II e fermarsi in piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino.  continua a leggere

Applausi e l’Inno di Mameli per Liliana Segre contro l’odio

Marcia per Liliana Segre, a Milano i sindaci pugliesi e lucani

Milano, marcia per Liliana Segre: 600 sindaci da tutta Italia

Usa, la rivelazione del Washington Post:


Usa, la rivelazione del Washington Post: “Le autorità americane hanno mentito per anni sull’Afghanistan”

articolo: https://www.repubblica.it/esteri/2019/12/10/news/stati_uniti_washington_post_documenti_rivelazioni_afghanistan-243077745/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3-S1.8-T1

I documenti pubblicati dal Wp contengono più di duemila pagine di appunti tra interviste a generali e diplomatici: i funzionari americani avrebbero coscientemente fornito informazioni false. “Non avevamo capito, non sapevamo cosa stavamo facendo”

NEW YORK – Diciotto anni di menzogne. L’opinione pubblica americana è stata costantemente ingannata sullo stato della guerra in Afghanistan da George W Bush: in poi. In pratica le diverse amministrazioni – da Bush a Barack Obama, fino a quella guidata da Donald Trump che da quel paese vorrebbe uscire con un accordo di pace – hanno sempre manipolato dati e statistiche per sostenere che andava tutto bene e i talebani stavano per essere sconfitti.

È il risultato di una lunga inchiesta pubblicata dal Washington Post e da molti già paragonata ai Pentagon Papers che svelarono la storia segreta della guerra in Vietnam, basata sull’analisi di migliaia di carte: almeno duemila pagine di documenti, ottenuti dal quotidiano grazie al Freedom of Information Act. Una legge che fin dal 1967 garantisce al pubblico il diritto all’informazione e dunque anche l’accesso a carte riservate governativecontinua a leggere

È morta Marie Fredriksson, la cantante dei Roxette


Risultati immagini per Marie Fredriksson

Marie Fredriksson (Össjö, 30 maggio 1958 – 9 dicembre 2019) è stata una  cantante  e pittrice svedeseOltre ad aver formato il duo pop rock Roxette con Per Gessle, ha avuto una carriera da solista. È scomparsa nel 2019 all’età di 61 anni, dopo una battaglia contro un tumore al cervello durata 17 anni

articolo: https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2019/12/10/news/e_morta_marie_fredriksson_la_cantante_dei_roxette-243081114/?ref=RHPPBT-VZ-I0-C4-P9-S1.4-T1

La cantante svedese dei Roxette, Marie Fredriksson, è morta ieri all’età di 61 anni. L’annuncio l’ha dato la famiglia: “con grande tristezza vi dobbiamo comunicare che uno delle più grandi e amate artiste non c’è più“.

Marie Fredriksson è stata colpita da un tumore al cervello nel 2002 e il suo album solista The Change era dedicato all’esperienza delle cure in ospedale. Il compagno di band Per Gessle ha commentato: “Tutto il mio amore a te e alla tua famiglia. Le cose non saranno mai più come prima”.

Nata a Össjö, il 30 maggio 1958, ha avuto una carriera solista prima e dopo i Roxette. Nel 1984 Marie Fredriksson pubblica il suo primo album solista, Het Vind. La prima apparizione come gruppo è nel tour Rock runt riket ’87. I brani più celebri del gruppo sono The Look e Joyride. It Must Have Been Love, altro brano molto noto, era nella colonna sonora di Pretty Woman, nella scena dell’addio tra Julia Roberts e Richard Gere.

Roxette – IT MUST HAVE BEEN LOVE – show dal vivo 17/06/2015

Marie Fredriksson – Efter Stormen Live

Roxette – Listen To Your Heart(Live@Peters Pop Show,1989, Germany)

Roxette
 gruppo musicale svedese formato nel 1986 ad Halmstad, in Svezia, dal chitarrista Per Gessle e dalla cantante Marie Fredriksson.