Archivi del giorno: 11 novembre 2019

Cambia il segnale digitale, a dicembre il bonus per acquistare tv e decoder


nuovo-digitale-terrestre-dvb-t2-693x400

articolo: https://www.repubblica.it/economia/diritti-e-consumi/diritti-consumatori/2019/11/11/news/bonus_tv_cambio_digitale-240860122/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

MILANO – Cambio di televisore in vista per molti italiani, con un possibile bonus di supporto nell’ordine dei 50 euro, per non perdere il segnale digitale terrestre che sta per rinnovarsi.

Digitale, cambiano ancora i televisori – I televisori degli italiani vanno incontro a una lunga fase di transizione che, a partire dal 2020 e per chiudersi ufficialmente il 1° luglio del 2022, cambierà la modalità tecnica con la quale viene inviato e ricevuto il segnale di film, programmi e via dicendo. Un po’ come accaduto nel passaggio dall’analogico al digitale, bisognerà metter mano all’apparecchio (sostituendolo oppure dotandosi di un decoder) per non perdere il segnale. A seguito della migrazione di alcune frequenze per far spazio al segnale 5G, i consumatori avranno un supplemento di attenzione da prestare: l’apparecchio  deve essere ‘compatibilè con la tecnologia DVB T2 (dalla DVB T1 attuale). continua a leggere

anche in Croazia: 

Maggio 2020 si passa al DVB-T2: ecco chi dovrà cambiare il televisore

articolo: https://lavoce.hr/attualita/maggio-2020-si-passa-al-dvb-t2-ecco-chi-dovra-cambiare-il-televisore?fbclid=IwAR3HQIlR_36P5WIGqIrPYiAFesszIFjJPfgPVTeRgXCw-kcXmr7QV73Y3OM

Il 25 maggio 2020 si passerà dal DVB-T1 al DVB-T2: segnale ad alta risoluzione, ma anche qualche grattacapo per i possessori di apparecchi vecchi di qualche anno

Segnatevi questa data: 25 maggio 2020. Da quel giorno in Croazia si passerà a una nuova modalità di ricezione del segnale televisivo: lo standard DVB (digital broadcasting) T1 farà spazio al T2. Si tratta di uno standard che consentirà una migliore qualità dell’immagine, ma alla base di questa modifica nel segnale televisivo c’è la liberazione delle frequenze mobili della banda 700 (compresa tra i 694 e i 790 MHz), indispensabili per la rete mobile 5G, quella che consentirà connessioni molto veloci con un notevole miglioramento della qualità visiva e dell’alta definizione. In Croazia, inoltre, il DVB-T2 consentirà una migliore copertura degli utenti e un segnale qualitativamente migliore, soprattutto per RTL2 e Doma Tv, che finora trovavano difficoltà a raggiungere i televisori in tutte le parti del Paese.
Ma questo cambiamento comporterà anche una spiacevole novità per gli utenti, ossia il cambio del televisore. Con il nuovo standard e il cambiamento delle frequenze, gli apparecchi non adeguati saranno incapaci di trasmettere i segnali del digitale terrestre. Innanzitutto, va ribadito che se la tv non è idonea alla ricezione del segnale, basterà adeguarla acquistando un decoder (set-top-box). Chi ha comprato il televisore l’anno scorso o nel 2017, invece, probabilmente ha già un modello compatibile; chi invece l’ha acquistata prima dell’estate 2016 quasi sicuramente si troverà fra pochi mesi con un apparecchio che non sarà in grado di irradiare i programmi televisivi. Il 1° luglio 2016 è stato, infatti, il giorno in cui i produttori di televisori si sono dovuti adeguare inserendo un sintonizzatore capace di ricevere le frequenze del DVB-T2. continua a leggere

Rider, l’inchiesta di Report: i trentamila che pedalano nella terra di mezzo


articolo: https://www.repubblica.it/economia/2019/11/11/news/rider_anticipazione_inchiesta_report-240805472/?ref=RHRS-BH-I240821569-C6-P4-S1.6-T1

Sulla carta sembra un sistema meritocratico (e sicuramente efficiente per le imprese), nella pratica rischia di trasformarsi in un inferno per i lavoratori. “Loro” sono i rider, i ragazzi che consegnano il cibo a domicilio (ma ora anche la spesa fatta al supermercato); che qualche volta ragazzi non sono più, ma cinquantenni che hanno perso il lavoro e non riescono a ricollocarsi. Una terra di mezzo fatta di poche garanzie e tanti doveri, su cui alza il velo la puntata di Report in onda stasera su Rai3. In Italia sono ormai 30 mila i rider che sfrecciano per le strade, per un business stimato in 566 milioni di euro, su 35 miliardi di dollari (31,76 milioni di euro) in tutto il mondo. Le previsioni parlano di volumi decuplicati nel 2030. continua a leggere

Sarri sostituisce Ronaldo. E lui reagisce così…


Sarri sostituisce Ronaldo. E lui reagisce così…

articolo e Video: https://video.gazzetta.it/sarri-sostituisce-ronaldo-lui-reagisce-cosi/7f3dcfd8-040a-11ea-8922-155880a993d5?vclk=home_generico

Il portoghese ha lasciato il campo e ha preferito dirigersi immediatamente negli spogliato…

Cristiano Ronaldo Furious con Sarri dopo la sostituzione

 

Iraq: attentato contro militari italiani, 5 feriti


articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2019/11/10/-iraq-attentato-contro-militari-italiani-5-feriti_0a82d8f6-2a21-4e7d-98c3-677f90d50db5.html

Attentato esplosivo contro militari italiani in Iraq: cinque i feriti, di cui tre in gravi condizioni. Lo apprende l’ANSA da fonti della Difesa.

L’attentato, riferisce lo Stato maggiore della Difesa, è avvenuto in mattina quando un Ied, un ordigno esplosivo rudimentale, è detonato al passaggio di un team misto di Forze speciali italiane in Iraq.

Il team stava svolgendo attività di addestramento (“mentoring and training”) in favore delle forze di sicurezza irachene impegnate nella lotta all’Isis.  L’attentato è avvenuto intorno alle 11 locali, nella zona di Suleymania, nel Kurdistan iracheno. Ad essere coinvolti sono stati i commandos della task force presente in quell’area, che stava svolgendo un’attività di supporto ad una unità di forze speciali dei Peshmerga. I cinque feriti, sempre secondo quanto è stato possibile apprendere, sono tre incursori della Marina (appartenenti al Goi, il Gruppo operativo incursori) e due dell’Esercito (9/o Col Moschin).

I cinque militari coinvolti dall’esplosione sono stati subito soccorsi, evacuati con elicotteri USA facenti parte della coalizione e trasportati in un ospedale “Role 3” dove stanno ricevendo le cure del caso. continua a leggere