Archivi del giorno: 15 novembre 2019

Ondata di maltempo sull’Italia


Ondata di maltempo sull’Italia: danni e disagi per l’arrivo di due vortici ciclonici

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2019/11/15/news/maltempo_sull_italia_sono_in_arrivo_due_vortici_ciclonici-241171835/?ref=RHPPLF-BH-I241078979-C8-P2-S1.8-T1

ROMA – Maltempo, danni e disagi su tutta Italia per l’arrivo di due vortici ciclonici. In Piemonte, migliaia utenze senza elettricità, black-out anche in Liguria e nel Lazio, tromba d’aria in Toscana, a Marina di Carrara; in Trentino strade chiuse per pericolo valanghe, isolate numerose valli dell’Alto Adige. A causa delle forti nevicate, contingentato il traffico dei Tir sull’autostrada del Brennero a partire dalle 21. Per domani, 16 novembre, la situazione resta perturbata soprattutto al Centro-Nord: nel corso del pomeriggio e poi in serata sono previste forti piogge in Sardegna, Lazio e Toscana. Si porteranno poi verso Umbria, Emilia Romagna e Triveneto anche sotto forma di forti nubifragi. Domenica il maltempo interesserà anche il Sud con nubifragi in Campania. Pioverà ancora sulle regioni tirreniche centrali, sui rilievi del Triveneto dove la neve continuerà a scendere moderata dai 1300 metri. continua a leggere

Venezia, torna la paura:


Venezia, torna la paura: chiusa piazza San Marco già invasa dall'acqua, si va verso i 160 cmVenezia, torna la paura: chiusa piazza San Marco già invasa dall’acqua, si va verso i 160 cm

articolo: https://www.repubblica.it/cronaca/2019/11/15/news/venezia_piazza_san_marco_gia_invasa_da_acqua_attesa_per_picco-241153163/?ref=RHPPLF-BH-I241078979-C8-P2-S1.8-T1

VENEZIA – È stato un solo giorno di tregua. Venezia torna ad avere paura. Peggiora la previsione di marea per oggi era stata rivista al rialzo e come da previsioni del centro maree del Comune che ha fatto risuonare le sirene dell’allarme massimo, un suono che i veneziani conoscono molto bene. San Marco, già abbondantemente allagata, è stata chiusa. La marea ha già superato il livello di un metro e 52 sul medio mare. L’area centrale della città è semideserta, allagata per il 70%. Il tutto mentre, non senza qualche perplessità, sotto al museo Correr si stanno girando alcune scene del nuovo film di Stefano Accorsi. La troupe si è impossessata dei portici, ha mandato via i turisti curiosi e qualche operatore che stava lavorando.

“Chiudiamo la piazza per non mettere a rischio l’incolumità delle persone”, ha annunciato su Twitter il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. Gli addetti hanno tolto le passerelle sospese che in queste ore erano l’unico collegamento e passaggio tra i lati di piazza. E mentre ricomincia a piovere la zona ora è completamente sommersa dall’acqua. Il vento teso che complica non poco la situazione, anche se non è da scirocco. continua a leggere

Venezia, torna la paura: chiusa piazza San Marco già invasa dall'acqua, si va verso i 160 cm

 

Perde la presa e cade: giovane ginnasta muore a soli vent’anni durante l’allenamento


„Per il suo allenatore si è trattato di “un vero e proprio incidente”. Melanie Coleman studiava infermieristica alla Southern Connecticut State University e insegnava ginnastica artistica ad allievi dai 2 ai 15 anni“

articolo: http://www.today.it/rassegna/melanie-coleman-ginnasta-morta.html

14 novembre 2019 – Una ginnasta è morta in seguito a una caduta mentre stava eseguendo un esercizio alle parallele asimmetriche. Melanie Coleman, 20enne originaria del Connecticut, negli Stati Uniti, studentessa di infermieristica alla Southern Connecticut State University, si stava allenando in palestra quando ha perso la presa ed è caduta a terra, riportando gravi ferite. È morta due giorni dopo in ospedale.

Thomas Alberti, che per dieci anni ha allenato Coleman, ha detto che si è trattato di “un vero e proprio incidente”. “È qualcosa veramente difficile da elaborare”, ha aggiunto. “Era già una vera leader, alla quale tutti si ispiravano”. Pur giovanissima, Melanie già insegnava ginnastica artistica ad allievi dai 2 ai 15 anni. “Per lei non era solo questione di ottenere il punteggio migliore. Quello che l’aveva resa una grande ginnastica era il fatto di essere anche una grande persona. Desiderava sempre aiutare gli altri”, ha ricordato poi Alberti. continua a leggere