Archivi del giorno: 27 febbraio 2019

Caivano, Wbo Italcables: quando gli operai fanno rivivere l’azienda


Risultati immagini per Wbo Italcable

articolo: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2019/02/26/news/caivano_wbo_italcables_quando_gli_operai_fanno_rivivere_l_azienda-220181585/

Hanno investito tutto in un sogno e ce l’hanno fatta grazie a competenze e lavoro duro. I dipendenti della Wbo Italcables nel 2015 con il proprio Tfr acquistarono lo stabilimento per non perdere il posto di lavoro, “lottando con le unghie e con i denti”. Nacque così dalle ceneri dell’Italcables la nuova azienda che produce trefolo e filo per cemento armato precompresso. “Per riprendere la produzione a Caivano, e quindi non perdere il lavoro, 51 ex dipendenti si sono costituiti in cooperativa”, spiega Matteo Potenzieri, presidente della cooperativa Wbo Italcable. continua a leggere

Trapani, guardalinee aggredito da un dirigente avversario: non aveva segnalato un presunto fuorigioco


Sospesa la partita tra Salemi e Don Carlo Misilmeri dopo il pareggio degli ospiti: l’assistente dell’arbitro, 25 anni, di Palermo, è finito al pronto soccorso per un pugno allo stomaco

articolo: https://palermo.repubblica.it/cronaca/2019/02/25/news/trapani_guardalinee_aggredito_da_un_dirigente_avversario_non_aveva_segnalato_un_presunto_fuorigioco-220112365/

Credono che il gol sia in fuorigioco, accerchiano il guardalinee e nella mischia un dirigente gli sferra un pugno allo stomaco. E’ accaduto ieri a Salemi, nel trapanese, durante una partita del campionato di Promozione tra la locale formazione e il Don Carlo Misilmeri. Match teso e atteso anche perché le due squadre si trovavano rispettivamente in prima e terza posizione….. continua a leggere

Inps Parma avverte: “Attenzione alle truffe telefoniche”


articolo: http://parma-comunica-stampa-parma.blogautore.repubblica.it/2019/02/25/inps-parma-avverte-attenzione-alle-truffe-telefoniche/

A seguito segnalazione pervenuteci, si invitano tutti i cittadini a prestare la massima attenzione ad eventuali telefonate provenienti da sedicenti funzionari INPS che, prospettando presunte restituzioni di somme di denaro a titolo di contributi indebitamente versati all’Istituto previdenziale, richiedono all’utente di fornire dati personali e/o bancari finalizzati.

Si chiarisce, infatti, che non è prassi di questo Istituto contattare telefonicamente gli utente per l’acquisizione di dati e informazioni di natura personale né erogare prestazioni o rimborsare contributi in assenza di una formale istanza presentata dall’interessato e corredata della documentazione idonea a dimostrare l’effettiva sussistenza del diritto.

Si invitano, pertanto, tutti i cittadini ad usare la massima cautela in caso di ricezione di telefonate a nome dell’Istituto ed a verificare l’identità e il ruolo dell’interlocutore contattando direttamente gli uffici delle strutture INPS della provincia di Parma recandosi agli sportelli oppure scrivendo una mail.

A tal fine si indicano di seguito i nostri recapiti:

Sede di Parma, V.le Basetti, 10;
Agenzia di Fidenza, Via 25 Aprile, 7;
Indirizzi mail:
direzione.provinciale.parma@postacert.inps.gov.it;
direzione.agenzia.fidenza@postacert.inps.gov.it;
direzione.parma@inps.it;
agenzia.fidenza@inps.it.