Archivi del giorno: 18 luglio 2019

FaceApp e il giallo della privacy:


FaceApp e il giallo della privacy: «Le foto conservate sui server e cancellate dopo 48 ore»

articolo: https://www.leggo.it/tecnologia/news/faceapp_giallo_privacy_foto_server_cancellate-4626699.html

Dopo i numerosi timori legati alla privacy con l’utilizzo di FaceApp, l’applicazione che ha conquistato circa 80 milioni di smartphone in grado di invecchiare i volti delle foto caricate, interviene il team di sviluppo per rassicurare gli utenti. Le immagini infatti vengono caricate sui loro server della società per rimanervi al massimo 48 ore.

Il sito TechCrunch infatti riporta che le immagini vengono caricate sui server dell’infrastruttura cloud per l’elaborazione e che vengono conservate per un periodo che non va oltre le 48 ore, così da evitare che gli utenti debbano trasmetterle nuovamente per eseguire altri editing e consentire analisi interne a fini statistici.

Uno dei maggiori dubbi sulla privacy era che le immagini non venissero elaborate sul proprio telefono, ma appunto traferite su un cloud. La società (l’app è stata creata da Wireless Lab OOO, con sede a San Pietroburgo) ha fatto sapere di non rendere accessibili i file né le informazioni private a terze parti. Nessun dato degli utenti viene “trasferito in Russia”, e questi su richiesta possono essere cancellati. Il team di FaceApp ha inoltre sottolineato che la maggioranza degli utenti non effettua il login e quindi l’app non è in grado di collegare le foto alle identità degli stessi.

Nelle scorse ore il leader dem al Senato Usa, Chuck Schumer, ha chiesto all’Fbi e alla commissione federale per il commercio (Ftc) di indagare definendo “profondamente preoccupante” che i dati  di cittadini americani possano finire nella mani di una “potenza straniera ostile”.

Il padrone muore in un incidente, il cane lo aspetta in quel punto da un anno e mezzo


articolo: https://www.leggo.it/animali/padrone_muore_cane_aspetta_anno_mezzo-4626704.html

Una storia assolutamente commovente, che ricorda ancora una volta la fedeltà incondizionata dei cani verso i loro padroni. A circa un anno e mezzo dalla morte di un uomo di 40 anni, il suo cane passa intere giornate nel luogo in cui il padrone è deceduto in un incidente stradale e dove è stata posta l’edicola votiva in sua memoria.

È ciò che accade ogni giorno a Nafpatkos, l’antica Lepanto, in Grecia. Come riporta il portale locale Nafpaktianews, il cane apparteneva ad Haris, un uomo del posto, morto in un incidente quasi un anno e sei mesi fa. I vicini dell’uomo, che viveva solo, hanno provato invano, durante tutto questo tempo, ad adottare il cane ospitandolo in casa. L’animale, infatti, non voleva saperne e scappava sempre, per raggiungere il punto in cui il suo padrone ha trovato la morte.

Da allora, questo cane passa le sue giornate nel punto in cui Haris ha trovato la morte, situato a circa 12 chilometri dalla casa dell’uomo. I vicini, alla fine, si sono rassegnati: «Un fatto del genere ci commuove molto. Abbiamo provato ad adottare quel cane, ma non ci siamo riusciti, così abbiamo deciso di costruirgli una cuccia e di portargli, ogni giorno, acqua e cibo».

77 anni fa nasceva Facchetti. L’Inter: “Un esempio per sempre”


articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/18-07-2019/77-anni-fa-nasceva-facchetti-inter-un-esempio-sempre-340969200115.shtml

Il tributo del club, ma anche quello di tantissimi tifosi sui social, per quello che rimane un’icona non soltanto per il mondo nerazzurro, scomparso 13 anni fa

Ci sono giorni in cui essere interista è facile, altri in cui è doveroso e altri in cui esserlo è un onore“. Una delle frasi più famose di Giacinto Facchetti, che proprio oggi avrebbe compiuto 77 anni, rende l’idea del perché a quasi 13 anni dalla morte il Cipe rimane un’icona del mondo nerazzurro e ogni tifoso della Beneamata senta l’esigenza di dedicargli un pensiero.

IL SALUTO DEL CLUB  – A cominciare dalla stessa Inter, che sul proprio sito lo ricorda così: “Punto di riferimento. Campione in campo, unico fuori. Per descriverlo, le parole dei suoi avversari in campo: ‘Uomo trasparente e riconoscibile’. ‘Modello di sportività‘. Chi ha condiviso con lui gli anni di spogliatoio e di campo lo ha dipinto così: ‘Campione del mondo in educazione’, ‘persona squisita’, ‘leale e amico’, ‘il gigante buono’. Umiltà, sacrificio, passione e un enorme, infinito senso di appartenenza: Giacinto Facchetti e l’Inter sono sempre stati legati in maniera indissolubile. Nasceva a Treviglio, il 18 luglio 1942: oggi, il Cipe, avrebbe compiuto 77 anni. Il suo esempio, il suo ricordo, restano sempre vivi, nella memoria di tutti gli interisti e non solo”.

LINK: https://www.inter.it/it/news/95003/tanti-auguri-giacinto

TANTI AUGURI, GIACINTO!

Il 18 luglio di 77 anni fa nasceva Giacinto Facchetti, interista per sempre

MILANO – Punto di riferimento. Campione in campo, unico fuori. Per descriverlo, le parole dei suoi avversari in campo: “Uomo trasparente e riconoscibile”. “Modello di sportività”. 

Chi ha condiviso con lui gli anni di spogliatoio e di campo lo ha dipinto così: “Campione del mondo in educazione”, “persona squisita”, “leale e amico”, “il gigante buono”.

Umiltà, sacrificio, passione e un enorme, infinito senso di appartenenza: Giacinto Facchetti e l’Inter sono sempre stati legati in maniera indissolubile.

Nasceva a Treviglio, il 18 luglio 1942: oggi, il Cipe, avrebbe compiuto 77 anni. Il suo esempio, il suo ricordo, restano sempre vivi, nella memoria di tutti gli interisti e non solo.

 English version  Versión Española  日本語版  Versi Bahasa Indonesia  中文版

76 anni fa nasceva Giacinto Facchetti. Nell’Inter e nella Nazionale azzurra giocatore, dirigente, presidente, ispirazione 3⃣🖤💙

Giacinto Facchetti – Intervista Inter Channel 2004

GRAZIE CIPE *GIACINTO FACCHETTI*

Inter 8 marzo 2008 – Festa per il Centenario – Monologo di Gianfelice Facchetti

L’emozionante monologo di Gianfelice Facchetti che apre la festa per i Cento anni dell’ FC Internazionale

Trezeguet ubriaco a Torino: patente ritirata.


Trezeguet ubriaco a Torino: patente ritirata. E urla agli agenti: “Sfigati, non guadagnate 2000 euro”

articolo: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/18-07-2019/trezeguet-fermato-ubriaco-torino-patente-ritirata-340969060527.shtml

L’ex attaccante denunciato per guida in stato d’ebbrezza. Tornava da una degustazione di vino nella Langhe, a cui aveva partecipato con Camoranesi

Guai al volante per David Trezeguet. L’ex attaccante della Juve e della nazionale francese, 41 anni, è stato fermato ieri sera in via Po, a Torino, mentre guidava il suo Suv. Trovato con un tasso alcolico molto superiore ai limiti consentiti, è stato denunciato per guida in stato d’ebbrezza e gli è stata ritirata la patente. Trezeguet è apparso subito alticcio agli agenti: inizialmente s’è rifiutato di sottoporsi all’alcol test, ma un’ora più tardi ha effettuato il controllo, e il “palloncino” ha dato per tre volte risultati superiori alla norma (valori tra 1,5 e 1,7).

GLI INSULTI – Grave anche l’atteggiamento nei confronti delle forze dell’ordine. Agli agenti Trezeguet ha detto: “Lo faccio il test, ma dopo un’ora”. Poliziotti e agenti gli hanno spiegato che non era possibile attendere. A quel punto Trezeguet li ha insultati: “Pezzenti, poveracci, non guadagnate nemmeno duemila euro”. Poi si è convinto e ha fatto il test. continua a leggere

Incendio in un centro commerciale a Milano.


Incendio in un centro commerciale a Milano.Nessun ferito, gravi danni alle strutture

articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/07/18/news/incendio_in_un_centro_commerciale_a_milano_nessun_ferito_gravi_danni_alle_strutture-231461862/

Un incendio è divampato, la scorsa notte, in un centro commerciale Coop alla periferia di Milano, in via Palmanova, dove si trovano diversi negozi e uffici fra cui Ovs, Pittarosso, Brico e l’ambulatorio di una delle sedi della catena di centri medici Santagostino. Il poliambulatorio, a differenza di quanto è stato comunicato in un primo momento, non è stato danneggiato dalle fiamme che, secondo i primi accertamenti, sarebbero partite dal tetto. E’ comunque per ora chiuso temporaneamente. Nessuno risulta ferito o intossicato. continua a leggere

MILANO. INCENDIO IN CENTRO COMMERCIALE IN VIA PALMANOVA

(mi-Lorenteggio.com) Milano, 18 luglio 2019 – Stanotte, intorno alle ore 00.25, in via Palmanova, 67…..

Morto Luciano De Crescenzo, l’ingegnere filosofo che raccontò Napoli


Risultati immagini per Luciano De Crescenzo

articolo: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2019/07/18/news/morto_luciano_de_crescenzo-231489569/?ref=RHPPLF-BH-I231490165-C8-P4-S1.8-T1

Addio al professor Bellavista. Si è spento poche ore fa Luciano De Crescenzo, artista poliedrico, napoletano doc, scrittore, regista e interprete di film cult come “Così parlo Bellavista” e “32 dicembre”. Fatale una polmonite. Era ricoverato da alcuni giorni a Roma ed è stato assistito fino all’ultimo dalla figlia Paola, dai nipoti e dall’agente Enzo D’Elia.

De Crescenzo era nato il 20 agosto 1928 a Napoli, nel borgo di Santa Lucia, nello stesso palazzo di Bud Spencer, di cui fu grande amico. Viveva da tempo con la famiglia nella capitale, avrebbe compiuto 91 anni tra un mese. Il sindaco de Magistrisproclama il lutto cittadino per il giorno dei funerali: disposto che sugli edifici pubblici le bandiere siano poste a mezz’asta. continua a leggere

I miti dell’amore I – raccontati da Luciano de Crescenzo

Violenza sulle donne, il codice rosso è legge: c’è il sì del Senato


articolo: https://www.repubblica.it/politica/2019/07/17/news/codice_rosso_senato-231421710/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1

ROMA – Via libera definitivo del Senato al ddl sulla tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, il cosiddetto Codice rosso. Il provvedimento, che ha incassato l’ok definitivo del Parlamento e che con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale sarà quindi legge, ha ottenuto 197 sì e 47 astenuti. Tra gli astenuti Leu e Pd.

Il “codice rosso” introduce una corsia preferenziale per le denunce, rende le indagini più rapide e obbliga i pm ad ascoltare le vittime entro tre giorni. In pratica si accelera lo svolgimento delle indagini per evitare che le lentezze nell’acquisizione e nella iscrizione di notizie di reato possano pregiudicare la tempestività degli interventi contro i reati di maltrattamenti, violenza sessuale, stalking, e di lesioni aggravate se commessi in contesti familiari o nell’ambito di relazioni di convivenza. Un vero e proprio ‘codicè con bollino rosso, come nei pronto soccorso degli ospedali, per i casi di violenza di genere.

Ecco le norme contenute nel testo dopo il via libero definitivo del Senato…. continua a leggere