Moratti: perché esonerai Simoni……


Moratti: “Il ’98 un campionato vinto. Ecco perché esonerai Simoni. Ho un dispiacere…

Nell’ anno 1997-1998 ci fu la contestatissima partita Juventus – Inter con il rigore non concesso all’inter per un evidente fallo su Ronaldo, in quell’anno l’Inter terminò al 2 posto e vinse la coppa Uefa. Ma andiamo a vedere la stagione incriminata:

30 novembre ’98 Gigi Simoni e’ stato esonerato. La conferma e’ arrivata proprio dall’allenatore dell’Inter: “E’ vero, sono stato esonerato“. La notizia gli e’ stata comunicato alle 17,30 per telefono da Sandro Mazzola: “Che cosa mi ha detto? Semplicemente che ero stato esonerato. Per ora non ho parlato ne’ col presidente ne’ con altri dirigenti”. Al suo posto arrivera’ il tecnico Mircea Lucescu anche se dall’Inter arrivano ancora notizie frammentarie: “La societa’ non conferma ne’ smentisce le notizie che provengono dalla Romania”

03 novembre 2015 – Gigi Simoni – Sul mio esonero non so quanta responsabilità avesse lui in prima persona. Io sono felice dell’amicizia che ancora ci lega e di alcune frasi che lui pronunciò dopo qualche tempo, disse che il mio esonero fu un suo errore e queste sue parole a me bastano. Forse era una cosa che doveva fare, ricordo che ero stato premiato come migliore allenatore dell’anno, avevamo vinto col Real e primi nel girone. Una cosa un po’ sconcertante. Credo comunque sia stata più opera di qualche dirigente che della famiglia Moratti e quando dico dirigente non mi riferisco a Mazzola, non credo che lui volesse mandarmi via.

 

Area direttiva

  • Presidente: Massimo Moratti  
  • Vice Presidente: Gianmaria Visconti di Modrone e Giuseppe Prisco.  
  • Amministratore delegato: Rinaldo Ghelfi e Luigi Predeval
  • Direttore Generale: Luigi Predeval

Area tecnica

  • Direttore sportivo: Sandro Mazzola
  • Allenatore: Luigi Simoni   (fino al 30 novembre) poi Mircea Lucescu   (fino al 21 marzo) poi ad interim Luciano Castellini  (dal 22 marzo fino al 27 aprile) infine Roy Hodgson 
  • Vice-allenatore: Sergio Bini  (fino al 30 novembre) poi Luciano Castellini   (dal 1º dicembre al 21 marzo e dal 27 aprile al 1º giugno)
  • Preparatore atletico: Claudio Bordon
  • Vice preparatore atletico: Mauro Franzetti
  • Preparatore dei portieri: Luciano Castellini 

Giocatori:

  • 1 – Gianluca Pagliuca
  • 2 – Giuseppe Bergomi (C)
  • 3 – Francesco Colonnese
  • 4 – Javier Zanetti 
  • 5 – Fabio Galante
  • 6 – Youri Djorkaeff
  • 7 – Salvatore Fresi
  • 8 – Aron Winter
  • 9 – Ronaldo 
  • 10 – Roberto Baggio
  • 11 – Nicola Ventola
  • 12 – Andrea Mazzantini
  • 13 – Ze Elias
  • 14 – Diego Simeone
  • 15 – Benoit Cauet 
  • 16 – Taribo West
  • 17 – Francesco Moriero
  • 18 – Ivan Zamorano
  • 19 – Paulo Sousa
  • 20 – Alvaro Recoba
  • 20 – Gilberto Melo
  • 21 – Andrea Pirlo
  • 22 – Sebastien Frey
  • 23 – Dario Simic
  • 23 – Cristiano Zanetti
  • 24 – Mikael Silvestre
  • 25 – Mauro Milanese
  • 26 – Zoumana Camara
  • 27 – Ousmane Dabo
  • 28 – Luca Mezzano
  • 29 – Nwankwo Kanu
  • 30 – Raffaele Nuzzo

All’esordio in campionato  pareggiarono sul campo del Cagliari, rimontando grazie alla doppietta di Ventola. Nel debutto europeo, la squadra fu sconfitta per 2-0 dal Real Madrid scatenando la contestazione dei tifosi. Dopo 4 giornate di campionato si ritrovò seconda insieme a Juventus, Milan e Roma. Subì poi 3 sconfitte consecutive: 3-5 dalla Lazio, 1-0 dai bianconeri, 2-3 dal Bari. In coppa strappò un prezioso pari con lo Spartak Mosca, grazie al gol di Simeone  nel finale. Al 10º turno di campionato cadde ancora, per mano della capolista Fiorentina.  Il mercoledì fu impegnata in Europa, contro gli spagnoli, in una gara decisiva per il passaggio del girone: vinse per 3-1, con 2 reti segnate dal “Codino” nella ripresa. La partita con la Salernitana, vinta 2-1, fu l’ultima di Simoni: anche a causa delle critiche per il gioco espresso, Moratti esonerò il tecnico. Al suo posto arrivò il romeno Lucescu che ottenne la qualificazione ai quarti di Champions League. Chiuse il girone di andata lontana dai vertici della classifica. Continuò ad incassare pesanti sconfitte mentre in Europa fronteggiò il Manchester United. In Inghilterra perse 2-0, vedendosi anche annullare un gol. A distanza di qualche giorno uscì dalla Coppa Italia, eliminata dal Parma. Nel ritorno con la squadra di Ferguson  non andò oltre un 1-1, con l’unico gol segnato da Ventola. La domenica dopo, cadde 4-0 in casa della Sampdoria: Lucescu venne così sollevato dall’incarico con la panchina affidata a Castellini. L’Inter si impose sulla Fiorentina con una doppietta di Ronaldo dal dischetto, ma perse poi a Salerno con lo stesso risultato: dopo aver perso anche con l’Udinese, Castellini venne sostituito da Hodgson  a cui era subentrato 2 anni prima.Terminò il campionato con un deludente ottavo posto, sfidando comunque il Bologna in uno spareggio per la Coppa Uefa: perdendo 2-1 entrambe le gare, i nerazzurri fallirono l’ultima occasione per accedere alle coppe europee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Magazzini Inesistenti

...Musica e Cultura Underground

alessandro54

un pò di tutto e di più..................

Giorgio Perlasca

un pò di tutto e di più..................

PGT e VAS di Cesano Boscone

Costruiamo insieme il futuro della nostra città!

In my viewfinder

Photography, Art, Italian photographer, Massimo S. Volonté Fotografo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: