Archivi del giorno: 29 giugno 2017

Inter, FPF sistemato: superati i 30 mln di plusvalenze


L’Inter ha sistemato i conti con la Uefa. I nerazzurri, infatti, hanno superato lo scoglio dei 30 milioni di plusvalenze da mettere insieme entro il 30 giugno e l’hanno fatto senza vendere Ivan Perisic. Dopo la cessione di Banega al Siviglia per 9 milioni, infatti, l’Inter ha completato l’opera con alcuni giovani: 

Caprari alla Sampdoria per 15 milioni di euro (una percentuale è finita al Pescara)

Dimarco al Sion per 4 milioni  (con recompra)

Miangue al Cagliari per 3,5 milioni (con recompra)

Gravillon al Benevento per 1,5 milioni

Eguelfi all’Atalanta per 1,5 milioni

(Sky Sport)

 

Il logo "cinese"

@MauroIcardi vi aspetta a Nanchino per la  China contro l’@OL👉http://bit.ly/2ss4jIa 

Viareggio: 29 giugno 2009


L’incidente ferroviario di Viareggio avvenne il 29 giugno 2009

Risultati immagini per Viareggio: 29 giugno 2009

Esso si verificò in seguito al deragliamento del treno merci 50325 Trecate-Gricignano  e alla fuoriuscita di gas da una cisterna contenente GPL  perforatasi nell’urto; per cause fortuite si innescò quasi subito un incendio di vastissime proporzioni che interessò la stazione di Viareggio, con il successivo scoppio della cisterna stessa, qualche centinaio di metri a sud del fabbricato viaggiatori e le aree circostanti.

Le persone decedute a causa del disastro sono state 32Undici sono decedute nell’esplosione e nel seguente incendio e altre venti per le ustioni, nei mesi successivi. All’elenco dei decessi a causa dell’incidente si è aggiunto quello di una anziana colpita da infarto presumibilmente a causa dello shock per lo scoppio o della vista della scena del disastro

Immagine correlata

Il 31 gennaio 2017  Il tribunale di Lucca  ha emesso la sentenza di primo grado: condannando, tra gli imputati, a 7 anni e 6 mesi di carcere Michele Mario Elia (nel 2009 amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana), a 7 anni di carcere Mauro Moretti  (nel 2009 amministratore delegato di Ferrovie dello Stato) e a 7 anni e 6 mesi Vincenzo Soprano, ex amministratore delegato di Trenitalia e di FS Logistica. Tutti e 33 gli imputati sono accusati, a vario titolo, di disastro ferroviario, incendio colposo, omicidio colposo plurimo, lesioni personali. La sentenza ha in parte ribaltato le richieste di condanna dei Pm, il cui impianto accusatorio attribuiva le principali responsabilità ai vertici delle ferrovie, per cui era stato chiesto fino al massimo della pena per i reati contestati (16 anni). La corte lucchese ha ritenuto di comminare le pene più elevate ai responsabili di Gatx Rail e a quelli dell’officina Jungenthal responsabili dei problemi di meccanica alla base dell’incidente di Viareggio.

Ultima frontiera del doping


 Ultima frontiera del doping, positivo un 14enne

Articolo: http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/ciclismo/2017/06/28/ultima-frontiera-del-doping-positivo-un-14enne_59266889-c8a7-4d40-b5dc-d761d4291a2f.html

L’ultima frontiera del doping, arrivare sempre più giù fino a travolgere atleti che sono poco più che bambini: un test di Nado Italia, apprende l’Ansa, ha infatti trovato positivo al Mesterolone (potente anabolizzante) un ciclista di appena 14 anni. L’atleta è stato subito sospeso dal tribunale nazionale antidoping del Coni, su proposta della Procura.

Risultati immagini per Ciclismo, l'ultima frontiera del doping: positivo un 14enne

Cos’è il Mesterolone – E’ un anabolizzante che dà problemi collaterali micidiali – ha spiegato Tranquilli – Somministrarlo ad un 14enne vuol dire rovinarlo nel pieno della sua crescita, perché ciò potrà avere ricadute ormonali, a livello sessuale, cardiovascolari e potenzialmente anche tumorali.

Commento: personalmente non concepisco,  l’uso di sostanze dopanti nello sport in generale figuriamoci per un ragazzo di 14 anni, è una follia.