Juventus: torna Riccardo Agricola?


TORINO – Secondo alcune indiscrezioni circolate nelle ultime ore il dott. Riccardo Agricola, ex medico della Juventus, potrebbe essere nominato direttore sanitario dello J Medical, la struttura che sorge sul lato est dello Juventus Stadium e si estende lungo una superficie di oltre 3.500 metri quadrati. Dall’inizio della stagione 2016-2017 il responsabile sanitario del club è il dottor Claudio Rigo, subentrato al Dott. Tencone.

Chi e Riccardo Agricola ?

Riccardo Agricola è stato il numero uno dello staff medico della Juve dal 1985 al 2010 ed è stato condannato ad un anno e dieci mesi in primo grado nell’ambito del processo che coinvolse i bianconeri nel presunto scandalo dopingVenne scagionato in appello con il reato che in Cassazione è caduto in prescrizione.

Fonte: http://www.tuttosport.com/news/calcio/serie-a/juventus/2017/04/22-24684012/juventus_guariniello_il_processo_doping_una_frode_sportiva/

Raffaele Guariniello – «Non facciamo l’errore che fanno molti politici, che trasformano la prescrizione in assoluzione. E’ stata dichiarata la prescrizione ma la cassazione ha dichiarato una cosa molto importante: il fatto era un reato, però era prescritto». Così Raffaele Guariniello è tornato a parlare del processo sul doping che riguardò la Juventus ai microfoni di Rai Radio 1. «La cassazione – aggiunge il magistrato – ha detto che quello era un fatto di frode sportiva».

Fonte: http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Juventus/Primo_Piano/2007/03_Marzo/29/dopingprescritto.shtml

Juve, prescritti i reati di doping

La Cassazione definisce “astrattamente condivisibile” il ricorso della Procura di Torino contro l’assoluzione di Giraudo e Agricola, ma ha dovuto dichiarare scaduti i tempi e rigettare la richiesta di un nuovo appello

ROMA, 29 marzo 2006 – La II Sezione Penale della Cassazione ha dichiarato la prescrizione del reato di frode sportiva nei confronti dell’ex amministratore delegato della Juventus Antonio Giraudo e del medico sociale bianconero Riccardo Agricola. La Corte d’Appello di Torino, invece, nel dicembre 2005, aveva assolto totalmente i due dirigenti juventini. In particolare – a quanto si è appreso da indiscrezioni del collegio giudicante della II Sezione Penale della Cassazione – era “astrattamente condivisibile il ricorso presentato dalla Procura di Torino contro le assoluzioni”. Ma non si poteva fare altro che dichiarare la prescrizione, rigettando la richiesta di rinvio del processo ad altra Corte d’appello avanzata dal sostituto procuratore generale, Vito Monetti.

PROVATO L’ILLECITO In pratica è stata ritenuta provata l’illecita somministrazione di farmaci ai calciatori della Juventus, eccetto che per la eritropoietina (Epo). Nella sentenza, che verrà depositata nei prossimi trenta giorni, sarà ripreso l’orientamento espresso dalle sezioni unite della Suprema Corte, in base al quale c’è continuità normativa tra la disciplina sul calcio scommesse del 1989 e quella antidoping varata nel 2000. Il verdetto di appello era stato emesso il 14 dicembre 2005 dalla Corte di Appello di Torino che aveva assolto Giraudo e Agricola. In primo grado, invece, il Tribunale di Torino, il 26 novembre 2004 aveva condannato il solo Agricola a un anno e dieci mesi per frode sportiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...