Una regata speciale per un evento d’eccezione


ROVIGNO | Una trentina di barche tradizionali variopinte navigherà domenica prossima sullo splendido mare rovignese in occasione della 12ª edizione della Regata rovignese di barche tradizionali con vela al terzo o latina, che si tiene ogni anno in giugno. Organizzata in collaborazione con il locale circolo velico “Maestral” e l’associazione “Vela al terzo” di Venezia, la competizione viene promossa con lo scopo di far rinascere le vele al terzo, il cui uso è scomparso del tutto verso la fine degli anni Sessanta, come pure le tecniche di costruzione, incentivando la collaborazione interculturale sull’Adriatico, poiché proprio la vela al terzo è specifica per l’area lagunare di Venezia, ma anche per la parte settentrionale della costa altoadriatica.

La regata è parte del progetto transfrontaliero “Piccola barca 2”, approvato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale Interreg Slovenia-Croazia. Le imbarcazioni salperanno alle 11 e l’evento potrà essere seguita sia dal Molo grande che dal Molo piccolo.
Questa importante festa che celebra il mare, sarà anche l’occasione per la cerimonia ufficiale di consegna del riconoscimento dall’UNESCO in occasione dell’inserimento dell’Ecomuseo nella Lista delle migliori prassi di tutela del patrimonio culturale immateriale dell’umanità, che si terrà sabato alle 20 sul Molo grande, dinanzi al Piccolo squero.
Ricorderemo che in seguito alla candidatura da parte del Ministero della Cultura relativa all’inserimento dell’Ecomuseo “Casa della Batana” nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’UNESCO, la proposta aveva ottenuto giudizi positivi da parte del Comitato intergovernativo per la tutela del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO, considerato che l’Ecomuseo ha valorizzato e connesso la rivitalizzazione di un elemento del patrimonio culturale immateriale (l’arte di costruire la batana) con lo sviluppo sostenibile, coinvolgendo l’intera comunità locale. Il Comitato ha valutato che in questo modo l’Ecomuseo ha implementato nel migliore dei modi i principi e gli scopi della Convenzione per la tutela del patrimonio culturale immateriale.
Il riconoscimento all’Associazione e all’Ecomuseo verrà consegnato dal ministro della Cultura, Nina Obuljen Koržinek, dal viceministro Davor Trupković e dalla coordinatrice e segretaria generale del Comitato UNESCO per la Croazia, Rut Carek. La cerimonia sarà accompagnata dal concerto dei giovani cantori della Società artistico-culturale “Marco Garbin”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...