Sciopero dei trasporti, a Milano chiuse le metropolitane 1, 2 e 3. Dalle 9 alle 13 disagi sulla rete Trenord


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2022/01/14/news/sciopero_dei_trasporti_oggi_venerdi_14_gennaio_dalle_9_alle_13_disagi_sulla_rete_trenord-333778427/

M5 servizio solo tra San Siro e Garibaldi. Agitazione del personale di Ferrovienord:

ecco tutte le modifiche previste

Milano 14 gennaio 2022

Sciopero del trasporto pubblico oggi venerdì 14 gennaio in tutta Italia, con disagi previsti anche a Milano. Dalle 8,45 alle 12,45 lo sciopero riguarda i mezzi pubblici di Atm: chiuse le linee M1, M2 e M3 della metropolitana, la M5 fa servizio soltanto tra San Siro e Garibaldi. Atm informa: “Maggiori attese alle fermate di bus, tram e filobus. Il servizio riprenderà normalmente alle 12,45“.

Dalle ore 9 alle ore 13, a causa di uno sciopero che interessa il personale del gestore dell’infrastruttura Ferrovienord, il servizio su alcune linee Trenord potrà subire cancellazioni e variazioni. In particolare potranno essere interessate le linee che circolano su rete Ferrovienord, cioè i collegamenti regionali e suburbani che raggiungono Milano Cadorna da e per Canzo/Asso, Novara Nord, Como Lago, Laveno, Varese, Malpensa Aeroporto – la linea Brescia-Iseo-Edolo e il servizio transfrontaliero S50 Malpensa Aeroporto-Bellinzona.

Saranno previsti autobus sostitutivi, senza fermate intermedie, per eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (da via Paleocapa, 1) e Malpensa Aeroporto.

L’agitazione potrà avere ripercussioni anche sul servizio delle linee ‘miste’ che transitano sia su rete Ferrovienord che su rete RFI, cioè le linee S1 Milano Bovisa-Lodi, S4 Camnago-Milano Cadorna, S9 Saronno-Seregno-Albairate, S13 Milano Bovisa-Pavia.

Treno della M1 attiva freno di emergenza, metrò rossa sospesa per mezz’ora tra Cairoli e Pagano. Una donna contusa


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/12/21/news/treno_della_m1_attiva_freno_di_emergenza_metro_rossa_sospesa_per_mezz_ora_tra_cairoli_e_pagano_una_donna_contusa-331051164/

Un treno della metropolitana milanese ha attivato, questa mattina, la frenata automatica di sicurezza alla stazione di Cairoli, in direzione Sesto Primo Maggio Fs. E accaduto intorno alle 8,30. Lo rende noto Atm, l’azienda dei trasporti milanesi, su Twitter. Una donna è caduta a terra e ha sbattuto la schiena. Le sue condizioni non sono ritenute gravi: è stata trasportata in codice verde in ospedale.

Il treno è stato trasportato in deposito per i dovuti accertamenti sui motivi della frenata. La circolazione è stata temporaneamente sospesa tra Cairoli e Pagano, ed è poi ripresa dopo circa mezz’ora.

Uomo provoca caos in metro a Milano, poi ha un arresto cardiaco


articolo: https://www.milanotoday.it/cronaca/malore-metropolitana-ragazzo-infarto.html

È stato trasportato d’urgenza all’ospedale Niguarda. Ha percorso a piedi la galleria della metropolitana da Pasteur fino a Caiazzo

Un uomo di 35 anni con il cuore fermo – arresto cardiaco – in mezzo alla folla di passeggeri in metropolitana. Agenti della polmetro e personale Atm davanti a lui dopo averlo inseguito per vari chilometri nelle gallerie della linea M1 e della linea M2. I mezzi del 118 che arrivano a sirene spiegate. I soccorritori che dall’automedica e dall’ambulanza si precipitano sulla banchina della fermata Caiazzo, metro verde, nei pressi della quale l’uomo ha avuto il malore. Il massaggio cardiaco e la corsa disperata in ospedale.

Sono i frame di quanto accaduto circa 15 minuti prima delle 8 di mercoledì nella stazione della linea verde milanese. Dove il 35enne era stato raggiunto e fermato dopo circa 15 minuti di “inseguimento” a piedi lungo le gallerie della metro rossa e verde. Sono i fotogrammi finali di una mattinata di caos in cui ad avere la peggio è stato proprio il responsabile dell’inizio dei disordini.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, un peruviano, per motivi non noti, è entrato nel tunnel della metropolitana rossa all’altezza della fermata Pasteur intorno alle 7.30. Da lì – in superficie siamo lungo viale Monza – ha corso sottoterra fino alla fermata Loreto. Poi, nell’incrocio tra la M1 e la M2, ha svoltato sulla linea verde. E proseguendo la sua folle corsa in galleria ha raggiunto al fermata Caiazzo. Quando è stato fermato sui binari era in evidente stato di agitazione, non è chiaro se in stato psico fisico alterato, e ha avuto l’infarto.

A confermare l’accaduto è la centrale operativa dell’Azienda regionale emergenza urgenza. Il paziente, stando a quanto specificato dal 118, era in arresto cardiaco anche se è presto per ipotizzare le cause del malore. Verosimilmente – sostiene la questura – a causa di un’eccessiva assunzione di sostanze stupefacenti. Il 35enne è stato trasportato in fin di vita al pronto soccorso dell’ospedale Niguarda di Milano.

Il caos in metropolitana a Milano – Con i treni della rossa fermi già dalle 7.30 per la presenza dell’uomo in galleria, poi seguiti dal rallentamento dei convogli della linea verde per lo stesso motivo, per i passeggeri e per i lavoratori di Atm la mattinata è stata “nera“. La circolazione dei treni è ripartita regolarmente solo dopo diverse decine di minuti.

Trasporti, Atm: 3 dicembre sciopero Ugl contro obbligo Green Pass. Sindacati: “Reale e tangibile discriminazione”


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/11/28/news/trasporti_atm_venerdi_3_sciopero_proclamato_da_ugl_contro_obbligo_green_pass-328199316/

A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana sarà possibile nella fascia oraria dalle ore 18 alle ore 22

Atm comunica in una nota che per venerdì 3 dicembre le segreterie nazionali delle organizzazioni sindacali Ugl autoferro e Ugl ferrovieri hanno proclamato uno sciopero politico plurisettoriale nazionale del settore mobilità di quattro ore al quale ha aderito, per il settore del Tpl, l’articolazione territoriale della Ugl Autoferro. A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana sarà possibile nella fascia oraria dalle ore 18 alle ore 22.

Lo sciopero è stato indetto contro l’introduzione dell’obbligo del Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro, circostanza che, secondo i promotori, ha comportato l’insorgere di “reale e tangibile discriminazione” tra lavoratori e nell’organizzazione del lavoro. Per la possibilità che i tamponi per la certificazione verde siano elargiti gratuitamente a tutti i lavoratori interessati; perché si sensibilizzino le aziende nella ricerca di convenzioni ad hoc, così che non si pongano in essere ulteriori discriminazioni; per la sicurezza di tutti gli operatori del settore.

A Milano sospesa circolazione sulla linea 1 del metrò tra Palestro e Villa San Giovanni: una persona in galleria


articolo: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/12/01/news/a_milano_sospesa_circolazione_sulla_linea_1_del_metro_tra_palestro_e_villa_san_giovanni_una_persona_in_galleria-328475124/

Bus sostitutivi, Atm invia a usare stazioni alternative. La circolazione riprende gradualmente

La linea 1 della metropolitana di Milano è chiusa tra le stazioni di Palestro e Villa San Giovanni, dove i treni sono sostituiti da bus, a causa di una persona che, per cause ancora da chiarire, è in una delle gallerie.

Atm informa: “Considerate maggiori attese sul resto della linea: gli ingressi sono scaglionati. Per cambiare con M2 usate Cadorna. Per cambiare con linee S considerate stazioni alternative a Pta Venezia“.

Milano, sciopero 17 settembre: servizio regolare, ma attenzione dalle 18


articolo: https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/sciopero-atm-17-settembre-1.6812785

Pochi disagi finora sui mezzi Atm, ma il traffico sostenuto rallenta le linee di superficie. Possibili cancellazioni nella seconda fascia

Milano, 17 settembre 2021

Le conseguenze dello sciopero del trasporto pubblico proclamato da Usb per oggi finora si sono viste più sulle strade che sulle banchine della metropolitana. A Milano, infatti, l’agitazione non ha provocato grossi disagi per gli utenti di tram, bus e metro: il servizio finora è stata regolare su tutta la linea, come comunica l’azienda Atm. 

Tuttavia il traffico di auto è stato molto consistente fin dalle prime ore della giornata, tanto che potrebbe – questo sì – causare rallentamenti sulle linee di superficie. Disagi più importanti, avverte Atm, si potranno verificare nella seconda fascia dello sciopero, dalle 18 al termine del servizio. 

Le fasce orarie – La prima fase dello sciopero inizia alle 8.45 e termina alle 15. Salvaguardata, dunque, la fascia di garanzia dalle 5:30 alle 8:29 e dalle 15 alle 17:59. Dalle 18 fino a fine servizio riparte l’agitazione

Mezzi e lineeLo sciopero interesserà le linee Atm: metropolitana, bus e tram.  Possibili disagi anche sulle corse delle linee Agi (201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433) e Smart Bus in partenza tra le 8.30 e le 14.59 e dopo le 18. Saranno garantite invece le corse in partenza dai capolinea dalle 5.30 alle 8.29 e dalle 15 alle 17.59.

Motivazioni – “Nazionalizzazione dei settori e aziende strategici, della riduzione dell’orario di lavoro per contrastare gli effetti negativi della rivoluzione tecnologica e del superamento dei penalizzanti salari d’ingresso garantendo l’applicazione contrattuale di primo e secondo livello ai neo assunti“, queste le ragioni dello sciopero indicate da Usb. I sindacati di Atm parlando anche di “sicurezza dei lavoratori del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro, salario minimo per legge contro la pratica dei contratti atipici e lotta al precariato e a qualunque forma di discriminazione di genere, al razzismo e al sessismo